20
marzo

Don Matteo 12: inutile guazzabuglio finale

Don Matteo 12 - La bara di Anna Olivieri

Don Matteo 12 - La bara di Anna Olivieri

Lieto fine con inganno per Don Matteo. L’ultima puntata della dodicesima stagione si è conclusa nel migliore dei modi, con il personaggio di Terence Hill che rifiuta la nomina a Cardinale, per poter restare a Spoleto con la sua “famiglia”. Ma i telespettatori hanno sofferto, in attesa di conoscere la reale sorte di Anna Olivieri (Maria Chiara Giannetta), data per spacciata in apertura di puntata.

Don Matteo 12: la finta morte di Anna Olivieri

L’ultimo episodio si è aperto, infatti, con la notizia della sua morte, annunciata al tg e confermata dall’immagine della sua bara, con tanto di foto e bandiera tricolore. Dopodiché ha preso il via un lungo flashback, che ha raccontato quanto avvenuto nei giorni precedenti; un espediente narrativo che non ha convinto fin da subito, perchè era chiaro che un colpo di scena del genere non potesse essere svelato in questo modo, senza una costruzione scenica, senza pathos. Ci sarebbe voluta una freddezza e una rottura degli schemi che fiction come Don Matteo, così ripetitive e rassicuranti, non contemplano. E infatti si trattava di un bluff… fatto, però, ad uso e consumo personale, e dunque molto forzato.

Ma andiamo nel dettaglio. La Olivieri resta ferita in una rapina alla quale doveva partecipare anche Sergio (Dario Aita), l’uomo di cui è innamorata; lui si era tirato indietro poco prima dell’arrivo dei carabinieri ma, nonostante questo, scappa per paura che gli portino via la figlia Ines (Aurora Menenti). Quando Anna si risveglia, disperata per aver creduto all’amore di Sergio, Don Matteo le propone di fingersi morta, così da spingere il ragazzo a tornare indietro, cosa che puntualmente avviene, donando ai due un’opportunità di riconciliazione.

Tutto questo si comprende negli ultimi minuti, perchè il piano di Don Matteo viene taciuto senza motivo a tutti, perfino al PM Marco Nardi (Maurizio Lastrico), che a poche scene dall’epilogo piange disperato la morte della Olivieri, a questo punto insieme ai telespettatori. Un piano eccessivo perchè, con l’arresto del resto della banda già compiuto, inscenare in diretta nazionale la morte di un membro dell’Arma solo per stanare un complice è poco verosimile. Nè si capisce perchè quel complice, che non era tornato quando la donna che amava era tra la vita e la morte, sia poi tornato quando ormai pensava di averla perduta per sempre.

Insomma, un guazzabuglio inutile e poco lineare, che ha chiuso una stagione già di per sé piena di snodi narrativi eccessivi, volti a fare solo un po’ di sensazione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Tú sí que vales 2020
Tú sí que vales 2020: finale in diretta, torna Gerry Scotti. Chi sarà il vincitore?


 Lando Rocca1
Gilles Rocca vince Ballando con le Stelle 2020


Luca Argentero
Doc torna sul set in primavera, e sarà di nuovo primario


Matrimonio a Prima Vista 5 - Luca e Giorgia
Matrimonio a Prima Vista 5: com’è finita

3 Commenti dei lettori »

1. Angelo ha scritto:

20 marzo 2020 alle 06:17

Stagione veramente deludente, il crimine paga, vedi il cap Olivieri che sceglie Sergio (assolutamente inverosimile) e la verita’ invece non paga vedi il povero PM Nardi. Un giovane talento del ballo perde una gamba e alla fine perdona tutti, inverosimile. Un Don Matteo che viene chiamato per la nomina a Cardinale e la rifiuta pure. Estremamente deluso da questa stagione. Penso che non guardero’ piu’ una futura 13 stagione.



2. Andrea ha scritto:

20 marzo 2020 alle 12:06

Avevo detto che non avrei guardato più don Matteo se Anna fosse finita insieme a Sergio. Quando è andata al carcere ho spento non so se sia finito li o proseguito. Tutto poco credibile. Sergio una figura ambigua e inaffidabile cui viene perdonato tutto, c’è moolto più amore nel pm che si prende la responsabilità di ciò che on ha fatto che nell’egoistica fuga di Sergio che tra le altre cose avrebbe potuto svelare prima i piani.Solo dopo che la crede morta rinsavisce? E lei lo perdona, subito di botto mentre con Marco la tira talmente in lungo che non se poteva più. Veramente brutto. Come se l’italia avesse perso il mondiale all’ultimo minuto con un autogol.!



3. Mag ha scritto:

20 marzo 2020 alle 13:42

… Sono distante dal mondo delle fiction MA la mia simpatia per Terence Hill, che ha animato, insieme al grande e compianto Bud Spencer, i sogni della mia infanzia ed il desiderio di far compagnia a mia madre mi ha portato a seguire questa 12a serie … ed ho fatto IL TIFO fino all’ultimo per il PM Nardi, che ma mostrato sincero amore verso “la capitana”. Un solo momento di debolezza, peraltro legato ad uno stato di ebbrezza legata all’alcool ed alla delusione per quella che riteneva essere una scelta di Anna di traferirsi per la carriera, gli è costato TROPPO CARO … E tuttavia egli compromette comunque la propria carriera per difendere la donna che comunque ama, in un gesto di amore sincero. All’ex delinquente “redento” invece va il perdono della capitana e la promessa del prosieguo della loro relazione … PURTROPPO NON è inverosimile … nelle vicende amorose, le donne PRIVILEGIANO comuque il cattivo ragazzo o, volendo utilizzare una terminologia “Popolare”, il cosiddetto “figlio di buona donna” … PER una volta, gli sceneggiatori avrebbero potuto confezionare un’eccezione a questa regola …



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.