4
febbraio

Sanremo 2020: ecco come funziona la giuria demoscopica

Fiorello e Amadeus

Fiorello e Amadeus

Fondamentale per l’elezione della canzone vincitrice del Festival di Sanremo 2020 sarà la giuria demoscopica, che voterà nella prima, seconda, quarta e quinta serata della kermesse. Vediamo com’è stata costituita e in che maniera influenzerà la gara canora.

Chi sono i membri della giuria demoscopica

La giuria demoscopica è composta da un campione di circa 300 persone – scelte tra fruitori di musica – che, grazie ad un’applicazione gestita da Emg e Noto Sondaggi, daranno i loro personali voti alle canzoni in gara. Il termine demoscopica deriva dal sostantivo demoscopia ed è un modo per definire “un’indagine statistica dell’opinione pubblica“. I membri della giuria provengono da tutta Italia, hanno diverse età e sono divisi, in maniera egualitaria, tra uomini e donne.

Circuito Big

Per ciò che concerne la gara dei 24 big, ciascun giurato avrà a disposizione 12 preferenze, da distribuire interamente, tra un minimo di 5 ed un massimo di 8 artisti, nel corso delle prime due serate. Nella finalissima, prevista per sabato 8 febbraio, le preferenze a disposizione saranno invece 24 – da distribuire tra un minimo di 10 ed un massimo di 16 artisti – nella prima fase e scenderanno ad una sola preferenza quando i cantanti in gara resteranno 3. Nell’ultimo appuntamento con il Festival, la demoscopia avrà un perso percentuale del 33% sulla classifica finale ed andrà a sommarsi al televoto (34%) e al giudizio della giuria Sala Stampa, Tv, Radio e Web (33%).

Circuito Giovani

Infine, c’è qualche differenza per quello che riguarda il ruolo della giuria demoscopica nel circuito giovani. Nelle prime due serate, gli otto cantanti verranno giudicati con delle sfide ad eliminazione diretta. Ciascun giurato dovrà quindi attribuire la preferenza con un voto da un minimo di 5 a un massimo di 10 per ciascun artista. In caso di ex-aequo, dopo 4 cifre decimali, si procederà – d’intesa con il notaio incaricato – ad un sorteggio per mezzo di modalità quali lancio di monetina o estrazione da bussolotto.

Nella finalissima, in onda venerdì 7 febbraio 2020, ciascun giurato dovrà attribuire la preferenza ai quattro artisti rimasti in gara – sempre divisi in 2 sfide ad eliminazione diretta – con un voto compreso tra 5 e 10. Come per il girone vip, la demoscopia avrà un perso percentuale del 33% sulla classifica finale ed andrà a sommarsi con il televoto (34%) e la giuria Sala Stampa, Tv, Radio e Web (33%). La stessa modalità si ripeterà per eleggere la canzone vincitrice della kermesse.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


elodie
Elodie vs Marco Masini: «Dirmi ‘devi mangiare’, non è da str0nzo?» – Video


Michela Murgia
Michela Murgia, festival delle assurdità: «Sanremo 2020 maschilista, sessista, ipocrita»


Bugo
Bugo alla prima di Una Storia da Cantare


Amadeus Ferro7
Sanremo 2020: gli ascolti a confronto con le altre edizioni

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.