6
gennaio

E’ morto Alessandro Cocco. Addio al «re dei presenzialisti tv»

Alessandro Cocco

Alessandro Cocco

Lutto nel mondo della tv, lo scorso 4 gennaio a 78 anni è morto Alessandro Cocco. Il nome e il cognome potrebbero non dirvi molto, ma basterà vedere una sua foto per riconoscere in quegli occhi chiari e nell’inconfondibile baffo il “re dei presenzialisti tv”. Sempre presente in maniera discreta nelle prime file dei programmi tv, Cocco vantava oltre 10.000 presenze tra il pubblico delle più svariate trasmissioni televisive e più di 33.000 passaggi tv. Numeri che gli avevano permesso di entrare ufficialmente nel Guinness World Records.

Nato a Valdagno ma sin da giovanissimo trasferitosi a Gornate Olona in provincia di Varese, Alessandro Cocco aveva cominciato a lavorare come operaio, per poi avviare un’attività di fabbro in proprio. La passione per la tv arrivò da ragazzo, quando nel 1976 ricevette due biglietti per assistere alla trasmissione Schiaffo e Bacio condotta da Raffaele Pisu su TeleAltomilanese. Da quel momento le sue presenze negli studi tv diventarono quotidiane, in particolare sull’allora neonata Antenna3, in programmi come La Bustarella e Il Pomofiore. Fu lo stesso Cocco a ricordare che Beppe Recchia, autore e regista in quel periodo attivo presso la nota tv locale, una volta fece mettere una brandina negli studi tv invitandolo goliardicamente a pernottare.

Negli anni successivi Cocco passò alle tv nazionali prendendo parte a centinaia di trasmissioni. Cocco era tra il pubblico di Portobello la sera del 20 febbraio 1987 quando Enzo Tortora tornò in video. Immancabile la sua presenza al Festival di Sanremo, al quale prese parte tra il pubblico per più di 30 edizioni (qui la nostra breve intervista durante il Festival del 2012). Tra i suoi record anche un poker di brindisi in tv la notte di capodanno tra il 1985 e il 1986. Vestito sempre uguale Cocco apparve nel programma Il Bingooo di AntennaTre (registrato), ad un veglione di capodanno di ReteA (ugualmente registrato), in diretta su Rai1 nei collegamenti di Fantastico con La Bussola di Lido di Camaiore condotti da Gianni Minà e, sempre in diretta, su Rai2 in Mezzanotte per sognar... spettacolo di fine anno condotto da Gigi Sabani.

Altro record furono le 7 presenze in tv nello stesso giorno. Era il 5 dicembre del 1997 quando Cocco appena sveglio prese parte ad un collegamento di UnoMattina, per poi andare negli studi di Millefoglie (Tv Svizzera), prendere parte a Cologno Monzese alla registrazione di 4 puntate de La Ruota della Fortuna, ed infine, non ancora stanco, alla registrazione dello show Mediaset Canzoni sotto l’albero. Non solo presenze in silenzio tra il pubblico, nella sua lunga “carriera televisiva” Cocco aveva partecipato con piccoli ruoli a circa 70 tra film e fiction e 80 spot pubblicitari. Per Cocco anche un record nella vita privata. Il 2 gennaio 2017 a 75 anni era diventato padre di Alex, avuto dalla sua compagna di appena 24 anni.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Lucia Bose
Lucia Bosè è morta, vittima del Coronavirus (video dell’ultima apparizione in TV)


Piero Chiambretti con la madre
Coronavirus, è morta la madre di Piero Chiambretti


Adriana Volpe
Coronavirus, è morto il suocero di Adriana Volpe


Caroline Flack
Dramma nella TV inglese: morta suicida Caroline Flack, conduttrice di X Factor e Love Island

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.