1
giugno

Marco Carta fermato per furto. Ma il giudice non convalida. Processo a settembre

Marco Carta

Marco Carta

L’arresto di Marco Carta non è stato convalidato. Lo ha stabilito il giudice del processo per direttissima che non ha disposto per il cantante alcuna misura cautelare, a differenza di quanto stabilito per la cinquatreenne che era con lui in Rinascente, luogo in cui è avvenuto il furto.

“Non sono stato io a rubare, per fortuna è andato tutto bene, sono felice di poterlo dire. Le magliette non ce le ho io, l’hanno visto tutti. Ora sono un po’ scosso”.

Così il cantante ha commentato a caldo la vicenda con i giornalisti in tribunale a Milano. Alla domanda su chi avesse rubato le magliette (nello specifico si faceva riferimento alla signora che lo accompagnava), ha risposto perentorio: “Chi fa la spia non è figlio di Maria“.

“E’ stata chiarita la totale estraneità di Marco Carta (…) Il fatto è attribuibile ad altri soggetti, lui è totalmente estraneo, è stato acclarato dal giudice. Marco è una bravissima persona”

ha spiegato il suo avvocato Simone Giordano al termine dell’udienza.

Carta e l’amica cinquantatreenne sono stati rinviati a giudizio per furto aggravato. Il processo inizierà a settembre.

Marco Carta ai domiciliari

Articolo dell’1 giugno ore 14 – Problemi con la giustizia per il cantante Marco Carta. Nella giornata di ieri, l’ex vincitore di AmiciFestival di Sanremo e Tale e Quale Show, è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato. Il fattaccio si sarebbe verificato a Milano, nei locali della Rinascente di Piazza Duomo.

Nello specifico, Carta è stato trovato in possesso di sei magliette, ovviamente non pagate, del valore di 1200 euro: il 34enne è stato colto in flagrante perché, nonostante l’antitaccheggio tolto, si sarebbe dimenticato di fare altrettanto con la placchetta flessibile posta all’interno degli indumenti. Marco, in quel momento in compagnia di una donna 53enne di cui non sono state fornite le generalità, ha così fatto scattare l’allarme appena ha cercato di lasciare il negozio, attirando a sé gli inevitabili controlli del personale di sicurezza.

Accertate le sue responsabilità dalla polizia locale, Carta è stato quindi accusato di furto aggravato e, per tale ragione, sono stati disposti per lui gli arresti domiciliari.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Loredana Bertè
Live – Non è la D’Urso: Salvini, Bertè e Panzironi ospiti della seconda puntata


Marco Carta
Marco Carta: chi è Fabiana Muscas, la donna fermata insieme a lui


marco_carta
Marco Carta e Pamela Perricciolo a Live – Non è la D’Urso


Ilary Blasi
Pagelle TV della Settimana (22-28/10/2018). Promossi Blasi e Mezzancella. Bocciati Portobello e Cecchi Paone

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.