4
aprile

Cesare Cadeo è morto

Cesare Cadeo

Cesare Cadeo

Lutto nel mondo della tv, dopo una lunga malattia è morto Cesare Cadeo. Nato a Milano il 2 luglio del 1946, il conduttore e giornalista, ma anche redattore, inviato, telecronista e teleimbonitore, ha legato in maniera indissolubile il suo nome per oltre 40 anni alle reti Mediaset. Cadeo, volto popolarissimo della tv commerciale degli anni ‘80, era celebre per i suoi modi educati ed eleganti che, uniti ad un linguaggio forbito, lo avevano fatto entrare di diritto tra i gentleman della tv. Gene Gnocchi, suo partner in Meteore e La Grande Notte, lo aveva definito scherzosamente “Portatore sano di smoking”.

Cesare Cadeo – La carriera in tv

Dopo gli studi classici, una laurea in giurisprudenza all’Università Statale di Milano e un’altra laurea presso la Pro Deo University di New York, inizia a lavorare con diversi uffici stampa e come responsabile delle relazioni esterne di varie aziende. Il debutto televisivo avviene per caso nel 1975 su Tvm66, una delle prime emittenti televisive milanesi, come conduttore del telegiornale. Due anni dopo approda nella neonata Telemilano 58, futura Canale5. Inizia così la lunga avventura al fianco di Silvio Berlusconi e delle sue tv. Tra i primi impegni del conduttore milanese la realizzazione del Mundialito e il commento da studio dei principali eventi sportivi di Canale5, seguiti dall’esperienza nel contenitore del mattino Buongiorno Italia, dove cura interviste ai personaggi del mondo dell’economia e dello sport. Nella stagione 1982/1983 conduce la rubrica Goal al fianco di Enzo Bearzot. A stretto giro arrivano le conduzioni delle trasmissioni Record, SuperRecord, e Cadillac. Dal 1984 al 1988 è inoltre l’inviato di Mike Bongiorno prima a SuperFlash e poi a Pentatlon. Fra le altre trasmissioni condotte negli anni ‘80 per la Fininvest anche Un anno di sport, Studio 5, e Incontri d’estate.

Dal 1989 al 1992 è il padrone di casa su Italia1 di Calciomania, mentre nella stagione 1993/1994 affianca su Rete4 Patrizia Rossetti in Buona Giornata. Nel 1995 appare come ospite fisso in Mai dire Gol su Italia1. Per la stessa rete nel 1999 prende parte allo show Meteore. Nel 2001 conduce su Canale 5 la rubrica di cucina Mezzogiorno di Cuoco. Nel 2006 passa temporaneamente in Rai per prendere parte su Rai2 a La Grande Notte e successivamente per affiancare Roberta Lanfranchi nella conduzione del reality La Sposa Perfetta. Negli anni 2000, venute meno le conduzioni televisive e la grossa popolarità, continua a presidiare il piccolo schermo apparendo sulle reti Mediaset nelle vesti di teleimbonitore in numerose televendite, e presentando alcune rubriche sul circuito Odeon tv e su emittenti locali come TeleNova e TeleLombardia.

Cesare Cadeo – La carriera politica

Appassionato di sport, Cesare Cadeo è stato assessore allo Sport della Provincia di Milano dal 1999 al 2004, sotto la presidenza di Ombretta Colli. È stato inoltre il presidente di MilanoSport, la società per azioni creata dal comune di Milano per gestire gli impianti sportivi comunali.

Cesare Cadeo – Il ricordo di amici e colleghi sui social

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Cameron Boyce
Morto nel sonno Cameron Boyce. La stellina Disney aveva solo 20 anni


Personaggi morti nel 2018
2018: ci hanno lasciato Fabrizio Frizzi, Bibi Ballandi, Pippo Caruso, Marco Garofalo e Sandro Mayer


Pippo Caruso e Pippo Baudo
E’ morto Pippo Caruso. Addio al direttore d’orchestra, autore di Isotta, Johnny bassotto, e Perchè Sanremo è Sanremo


Paolo Ferrari
E’ morto Paolo Ferrari

2 Commenti dei lettori »

1. Giovanni ha scritto:

5 aprile 2019 alle 11:41

Mi dispiace molto.



2. Socrate ha scritto:

5 aprile 2019 alle 13:03

Come ha scritto Pistocchi, a pensare cos’era mediaset quando c’erano persone come Cadeo, Vianello, Corrado, Mike Bongiorno, viene il magone. Un mondo che davvero non c’è più. Purtroppo.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.