28
febbraio

Il Commissario Montalbano: tre nuovi film in cantiere per il 2020

Il Commissario Montalbano - Luca Zingaretti

Il Commissario Montalbano - Luca Zingaretti

Il Commissario Montalbano si fa in tre. Festeggiati i primi vent’anni televisivi della serie e ‘incassati’ gli ottimi ascolti dei due nuovi film, Palomar ha rilanciato, mettendo in produzione non altri due titoli, come di consueto, ma ben tre, che arriveranno su Rai 1 il prossimo anno.

Il Commissario Montalbano: ecco i tre film del 2020

Lo schema produttivo resta lo stesso, così come il cast, ormai intoccabile. Le riprese inizieranno in Sicilia nel mese di maggio e proseguiranno fino ad estate inoltrata; ancora una volta le trame dei nuovi tv movie saranno tratte sia da romanzi che da racconti di Andrea Camilleri.

Se l’ultimo film andato in onda, Un Diario del ‘43, ha scavato nel passato, con Montalbano impegnato ad indagare su un caso risalente alla seconda guerra mondiale, adesso ci si spingerà anche nel futuro, o meglio nel presente, con l’inserimento nella trama delle nuove tecnologie. Il commissario, da sempre lontano e quasi allergico all’eccessiva modernità, dovrà confrontarsi con i social e con il mondo che li circonda, grazie alla trasposizione televisiva del romanzo La Rete di Protezione, pubblicato nel 2017.

E se ne prospettano delle belle, dal momento che, nel suddetto romanzo, Vigata si trasforma nel set di una fiction televisiva, cosa che finirà con il creare un clima di metatelevisione. Non mancheranno comunque riferimenti al passato, dal momento che quella fiction sarà ambientata negli anni ‘50; la memoria resta uno degli elementi cardine dei racconti di Montalbano, e infatti in uno dei nuovi film tv, il cui titolo dovrebbe essere Salvo amato, Livia mia, sarà ripercorsa la storia d’amore tra il commissario e la sua donna, attraverso degli scambi epistolari che serviranno anche a risolvere a distanza un caso di omicidio.

L’ultimo dei nuovi tre film ruoterà invece intorno all’amicizia che lega il protagonista al suo vice, Mimì Augello, che ancora una volta sarà vittima del suo unico punto debole: le donne. E anche qui il mondo dello spettacolo entrerà a gamba tesa nella quiete di Vigata, perchè uno dei personaggi de Il Metodo Catalanotti - pubblicato lo scorso anno – è un appassionato di teatro.



Articoli che potrebbero interessarti


Alberto Sironi
E’ morto Alberto Sironi, il regista de Il commissario Montalbano


Luca Zingaretti (da Instragram)
Il Commissario Montalbano: terminate tra «felicità e tanta tristezza» le riprese dei nuovi film


Luca Zingaretti e Andrea Camilleri
Il Commissario Montalbano: quale futuro per la serie tv con Luca Zingaretti?


Luca Zingaretti e Andrea Camilleri
Luca Zingaretti piange Andrea Camilleri: «Ho sperato fino all’ultimo che aprissi gli occhi. Mi lasci con un senso incolmabile di vuoto»

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.