11
febbraio

MARIA DE FILIPPI : IL SANGUINARIO GENIO TELEVISIVO DI UNA ASCOLTATRICE STRAORDINARIA

Maria De Filippi @ Davide Maggio .it

Da quando seguo (televisivamente) Maria De Filippi, mi assale un dubbio.

Se mi fossi limitato ad analizzare Amici quando era semplicemente un talk show, un fantastico talk show, non avrei avuto probabilmente dubbi nel definire la conduzione di Maria De Filippi come un “unicum” (o quasi) della nostra televisione.

Agli esordi, infatti, una timida Maria ha portato alla ribalta un nuovo tipo di conduzione, più simile ad una moderazione, grazie al quale colei che sarebbe diventata, per tutti, “la sanguinaria”, avendo quasi timore ad interrompere i fiumi di parole dei propri interlocutori, interveniva nei propri programmi soltanto quando era necessario mettendo in piedi, con straordinaria maestria, dei talk show degni di questo nome.

Maria De Filippi @ Davide Maggio .itCaratteristiche che se da un lato facevano sorgere nella maggior parte dei telespettatori dei dubbi sulle sue qualità catodiche, dall’altro sono riuscite ad attirare le simpatie del pubblico che ha gradito la presenza in televisione di un personaggio che personaggio non era.

Una signora vicina ai propri telespettatori che poco aveva a che fare col mondo dello spettacolo nel quale sembrava non trovarsi a proprio agio ma del quale, ben presto, sarebbe diventata una delle protagoniste indiscusse.

Il difficile rapporto con le televendite, unico momento di “conduzione canonica”, testimoniava e continua a testimoniare l’approccio del tutto particolare della Nostra al piccolo schermo.

La stessa De Filippi sembrava (e sembra tuttora) consapevole delle peculiarità del suo ruolo, tutto nuovo per la televisione italiana, e non esita nelle proprie trasmissioni a far annunciare la propria presenza con un “In Studio… Maria De Filippi” al posto del più tradizionale e ricorrente “Conduce… Maria De Filippi”.

L’evoluzione televisiva della Signora Costanzo, però, l’ha portata, pur mantenendo i principi della sua singolare conduzione, ad accendere i toni dei propri programmi andando, quasi sempre, alla ricerca di un confronto/scontro anche dove il talk dovrebbe assumere un aspetto decisamente secondario.

Il passo da una scelta di stile ad un marchio indelebile che l’ha portata ad essere definita come la sanguinaria della televisione italiana è stato breve ma nonostante le facili etichettature che le sono state cucite addosso, non riesco a vedere in Maria De Filippi la sanguinaria che tutti descrivono.

L’essere rimasta con i piedi per terra pur con la consapevolezza dello strapotere acquisito, l’emozionarsi ancora nell’avere nelle proprie trasmissioni un ospite che Le è caro, il reprimere palesemente l’emozione per l’uscita di un concorrente di Amici, l’autocritica decisamente severa che manifesta nelle pochissime interviste che rilascia,  il ritenersi quasi fortunata per aver avuto la possibilità di fare ciò che fa senza ritenersi affatto la migliore, le conferiscono un’umanità sopra le righe che si nasconde dietro la Maria televisiva che ogni giorno entra nelle case degli italiani.

La chiave di lettura sta, probabilmente, in quello che è il suo pregio più grande, saper ascoltare. Questo ciò che fa Maria De Filippi ed è questo ciò che ha fatto da quando ha debuttato sul piccolo schermo. Un saper ascoltare costante e silenzioso che Le permette di capire nel profondo le persone con cui interagisce e le permette di soddisfare i desideri (magari anche quelli più nascosti) dei telespettatori.

Le conseguenze sono state fondamentalmente due.

Da un lato è riuscita a realizzare dei programmi dando voce a persone comuni, facendole semplicemente parlare e riuscendo a ”mettere in piazza” la loro quotidianità, aspetto decisamente poco spettacolare ma che fa indiscutibilmente spettacolo.

Dall’altro ha riscosso con i suoi people show un successo strabordante pur peccando, in alcune situazioni, di buon gusto e di eleganza.

Non credo, però, che il risultato finale dei prodotti targati Fascino Pgt rispecchi l’interiorità della sua “artefice” prima.

Non ho esistato a parlare di “dualismo di Maria De Filippi” proprio perchè la sanguinarietà, lungi dall’essere una caratteristica propria del personaggio di cui parliamo, è l’espressione di quella che non può altrimenti essere definita se non genialità televisiva. Genialità televisiva di chi riesce, meglio di tutti, ad interpretare i desideri della maggior parte dei telespettatori e riesce, proprio per questo, a far apparire raggiungibile un mondo che di per sè è inavvicinabile.

Tutto questo Maria De Filippi riesce a farlo pur non potendo essere annoverata, per assurdo, tra quei conduttori con la C maiuscola. Con tutta probabilità la chiave del successo è da riscontrare nell’essere rimasta una persona “comune” in mezzo a tante persone comuni.

Proprio come faceva nella prima edizione di Amici che ha condotto.



Articoli che potrebbero interessarti


Valerio Scanu
Valerio Scanu VS Amici: «Se non entri nelle grazie giuste, sei finito. Maria Regina e Immacolata non sta in via Tiburtina»


Luca Zanforlin
BOOM! LUCA ZANFORLIN LASCIA AMICI E FASCINO


Maria de Filippi finale Amici 2013
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (27/05-2/06/2013). PROMOSSI AMICI E THE VOICE, BOCCIATO IL DIETROFRONT DI GRILLO E COLORADO


Maria de Filippi
IL FAVOLOSO MONDO DI MARIA

37 Commenti dei lettori »

1. vicio80 ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 17:48

Penso che questa descrizione sia perfetta per Maria De Filippi.Stimo molto Maria per lo stesso motivo per cui stimo Fiorello e cioè che sembra una di noi.Una professionista che non fa televisione per lazienda per cui lavora ma principalmente per noi telespettatori(anche se sono cosciente che non è cos).Oltre al sapere ascoltare,ormai dote rara sia in tv che fuori,e oltre lumanit spiccata che ha e che cerca molte volte(quasi sempre) di celare per pudore o per altro(vedi quando rimprovera Garrison perchè commuovendosi lui fa commuovere lei) le riconosco unaltra dote:la sintesi.Riesce a spiegare in poche parole e sottolineando la connotazione negativa/positiva di parole buttate l per caso, discorsi fatti da altri durati un quarto dora come spesso succede tra i professori e gli alunni di AMICI.Sa quale è il suo telespettatore e sa che certe sfumature possono non essere colte da un orecchio non abitutato. Devo dire che seguo Amici(il sabato e la domenica) e mi piace molto anche se toglierei le mille



2. Lele ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 18:17

Rimpiansi il circolo “”Amici con Lella Costa”" (di Maria de Filippi) quando diventò lassociazione “”Amici con Maria de Filippi”". Rimpiansi lassociazione “”Amici con Maria de Filippi”" quando (il transeunte “”Saranno famosi”") divenne la scuola “”Amici di Maria de Filippi”". Rimpiansi la scuola “”Amici di Maria de Filippi”" quando divenne il tirassegno “”Nemici di Maria de Filippi”". Ho smesso tutte le sue “”manifestazioni”" perché mi ero stancato di rim… piangere ;) P.S. Cosa si sa dei “”protagonisti”" dei primi sabato pomeriggio? Qualcuno di loro bazzica ancora le redazioni, no?



3. Lele ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 18:18

Ho perso un “”di seguire”" per strada…



4. Davide Maggio ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 18:22

@ vicio80 : grasssie; @ Lele : in effetti il percorso di Amici e stato incredibile. Nellattuale redazione di Amici ci sono Vanessa e Roberto della amichevole versione della quale parli. Non hai però espresso il tuo parere sulla conduttrice.



5. Laura B ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 18:33

Maria de Filippi autrice della prima versione di “”Amici”" è stata creatrice di una tv di servizio, fatta per ascoltare, confrontarsi, sguazzare nei casi altrui ma con rispetto e dignit , senza mai passare il confine del buon senso e del buon gusto. La versione attuale di “”Amici di maria”" è una fucina di frustrati e disillusi, Maria d limpressione di tenere più allo share e allo sbancare lauditel piuttosto che al rispetto umano e professionale di codesti fanciulli. e questa non è tv di servizio è una tv inutile se si veste prefiggendosi lobiettivo di formare e lanciare talenti. se si presentasse come il programma sbanca auditel senza rispetto per nessuno, sarebbe più onesto.



6. Ema ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 18:33

Posso solo dire che Maria è decisamnete una Grande persona! La stimo moltissimo sia come professionista, che soprattutto come donna. Ritengo che abbia una sensibilit e umanit molto fuori dal comune… Il mio sogno è quello di conoscerla…



7. Ash ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 18:35

concordo con il post. Maria è stimata dai suoi telespettatori perchè lei si è sempre posta come una persona normale e non televisiva come una di noi e poi nonostante sia la conduttrice non fa mai la protagonista ma lascia spazio agli altri.



8. Davide Maggio ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 18:42

@ Laura B : in realta credo proprio che la descrizione che hai fatto dellattuale edizione di Amici, pur rispecchiando probabilmente la realta dei fatti, ti fa avere unidea della De Filippi “”parallela alla trasmissione”". Con il post cercavo proprio di sottolineare la diversit della De Filippi “”on air”" dalla De Filippi dietro le quinte o a telecamere spente… Terr sicuramente ad Auditel e Share (e sarebbe stipido se non lo facesse) ma sono convinto che nel privato il rispetto umano e professionale ci sia senzaltro. Non si spiegherebbe, tra laltro, lattaccamento degli allievi alla conduttrice. @ Ash : per questo ho parlato di moderatrice e non di conduttrice.



9. rob tutto tv ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 19:50

Io amo la De filippi…per me è unica qualsiasi cosa che fa è azzeccata… è anche riuscita a salvare un programma in corso ( 1,2,3 stalla).. per quanto riguarda le discussioni che animano le sue trasmissioni penso semplicemente che è cio che vuole vedere la gente(logicamente insieme al talento dei ragazzi).. ma una cosa è sicura e si vede anche : il programma che si scosta da lei è sicuramente uomini e donne e sivede anche nel modo in cui la conduce.. ma anche questo programma ha molto successo supera ogni giorno il 20% si share… è inutle maria è unica… come lei nn cè nessuno… grazie davide per questo post.. sono contento che la pensi cosi



10. Michele Bertocchi ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 21:02

Lho conosciuta personalmente e vorrei aggiungere che nonstante veda quasi mille persone al giorno ha una memoria di ferro e si ricorda di tutt e di tutti! Mitica Maria ^____^



11. Gordon Gekko ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 21:08

Mi permetto di dissentire su alcuni punti sciorinati nel post e nei commenti.Anchio ritengo sia unautrice di programmi geniale,non perchè mi piacciano ma perchè sono economici e di sicuro successo.Spazzatura a peso doro.Però tutte queste emozioni che prova,questa professionalit cos decantata…ho qualche dubbio.Mi ricordo qualche anno fa leggeva delle lettere di alcuni concorrenti a saranno famosi e sembrava landroide di Blade Runner,monotona,senza emozioni senza interpretazione.Uomini e Donne se lo passa raggomitolata sulle scale,in silenzio,poi da la sua sentenza e guarda caso ha sempre ragione lei.Manco fosse re Salomone.Cè posta per te mi rifiuto di vederlo,ma mi pare che mantenga la sua glacialit …



12. Davide Maggio ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 22:39

@ Gordon Gekko : non si tratta di sciorinare… sono semplicemente i miei punti di vista. Condivido in parte ciò che hai scritto. Se fossi nel direttore di Canale5 mi darei da fare per trovare immediatamente una valida alternativa a Uomini e Donne che a mio parere e un programma improponibile. Ma e allo stesso tempo un dato incontrastabile il fatto che sia, nonostante tutto, un programma di successo per gli ascolti che totalizza. Anche questo e il punto dellarticolo. Un successo anche a fronte di una qualit che lascia discutere. I commenti relativi alla “”partecipazione emotiva”" a mio parere sono, invece, sbagliati. Sono convinto che sia un atteggiamento ben preciso della De Filippi il non far trasparire le proprie emozioni altrimenti dovrebbe stare sempre col fazzoletto in mano viste le storie che racconta a Ce Posta per Te e in alcuni casi ad Amici. Ti consiglio di guardare Ce Posta per Te. E lunico caso in cui cè una Maria De Filippi più vicina a come e nella realt .



13. Gordon Gekko ha scritto:

11 febbraio 2008 alle 23:51

@Davide Maggio:col termine sciorinare non intendevo essere offensivo.Significa spiegare,solo in modo più colorito.Non è tanto U&D ad essere improponibile,ma il fatto che sia purtroppo lo specchio della nostra societ .Cosa vuole essere un giovane og



14. Lele ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 00:47

Se fosse solo conduttrice non esiterei ad esprimere il mio gradimento incondizionato per i suoi modi, il suo tatto, il suo stile. Mi riferisco, sia ben chiaro, solo alla conduttrice di Amici e Cè Posta dato che Uomini e Donne proprio non riesco a guardarlo nemmeno “”per studio”" e a condurlo, per quanto ne so, potrebbe esserci anche Mister Hyde. Quello che, ai miei occhi, offusca la sua professionalit è il fatto che non sia “”mera esecutrice”" ma che sia anche autrice e produttrice (se ho fatto di tutta l”"Erba”" un “”fascino”" ;) correggetemi) di molte ore dei pomeriggi tv che ritengo assai discutibili. Si dir che sono le direzioni di rete a commissionare quei programmi; che non è la tv a plasmare i costumi degli spettatori ma è il popolo italiano tramite gli investitori) a chiedere a gran voce quei prodotti. E che il pubblico sa “”metabolizzare”" e ha diritto a del “”puro intrattenimento”". Fatto sta che io comincio inevitabilmente ad associare il suo volto allassenza di “”costrutto”", al cicaleccio, allesasp



15. Mauro ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 00:50

@Gordon Gekko Per quello di cui sono a conoscenza io,Cè posta per te è tutto vero è nulla è costruito.Su Uomini e Donne qulche dubbio lo ho anchio… Cmq tornando allargomento del thread..Maria de Filippi x me è unica nel suo genere ed è genia



16. Lele ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 00:57

tramite gli investitori) –> (tramite gli investitori) sugli attacchi gratuiti –> agli attacchi gratuiti



17. Davide Maggio ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 02:18

@ Gordon Gekko : in realta significa spiegare in modo saccente. Ma vabbe… credo che U&D sia la manifestazione peggiore della De Filippi. Lunico caso in cui Maria dovrebbe riuscire a fare delle scelte che cozzano con delle logiche commerciali. Puo essere anche lo specchio della societ ma e altrettanto vero che gli “”ideali”" e i messaggi trasmessi dai media influenzano inevitabilmente e comunque. E di sicuro ciò che viene “”insegnato”" da Uomini e Donne è a dir poco raccapricciante. Su Ce Posta per Te mi trovi in disaccordo. Penso che le storie, soprattutto in quel caso, siano assolutamente veritiere; @ Mauro : gi … e proprio per questo può permettersi di tutto anche lo stare accovacciata, come ha scritto qualcuno nei commenti, durante la conduzione di Uomini e Donne. Cosa che trovo singolare ma al tempo stesso straordinaria… @ Lele : ultimamente ti trovo un po distratto caro Lele :-)



18. akio ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 09:03

grazie ancora per il piacevole colloquio di ieri e a presto



19. Ash ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 09:29

poi vorrei aggiungere a quanto gi scritto che Maria ha la capacit di tenere incollati sullo schermo tutti i telespettatori dallinizio alla fine e nonostante il trash la de filippi riesce a non essere vista come una che fa una cattiva televisione come uomini e donne x citarne uno. e poi cmq non è vero che è glaciale a cè posta per te entra nelle storie si immedesima e cerca di aiutarli a trovare un punto dincontro e ad amici lo scorso anno (e magari accadr anche questanno) alle ultime puntate quando uscivano i ragazzi gli scendeva la lacrima pure a lei.



20. Laura B ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 10:45

Davide, è indubbio che la de Filippi in quanto autrice televisiva e produttrice sia un genio, perchè ha sempre saputo anticipare i gusti del pubblico, di questo te ne do atto. Concordo anche sul fatto che ha saputo proporre un nuovo modello di conduzione, il suo, che è unico,ma forse proprio per il fatto che Maria non nasce conduttrice, ma ha dalla sua la cultura e la preparazione propria e quella di una donna che ha lavorato a lungo dietro le quinte. Detto questo rabbrividisco dinanzi a certe scelte autorali meramente spinte dagli obiettivi auditel e non sto a fare lelenco dei casi. Forse pecco di ingenuit , forse vivo nel mondo delle cipolle, ma io rimango per una tv garbata, ludica e didattica al tempo stesso. e molti programmi, come molte fiction, riescono a esserelo ancora oggi. ma i suoi programmi no. Contesto solo il fatto che questi programmi indossino maschere per spacciarsi per quello che non sono.



21. Vincenzo ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 11:36

E vero che i programmi vanno avanti se fanno ascolti, ma è pur vero, a parer mio, che la tv deve ricambiare i programmi e i presentatori anche…altrimenti i “”nuovi”" non decolleranno mai…la De Filippi, francamente, ha un po stufato, ma solo perchè è sempre la stessa cantilena…



22. Gordon Gekko ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 12:18

Sul fatto che siano costruite ovviamente non posso metterci la mano sul fuoco,è solo unimpressione.Se sono vere tanto peggio,perchè è sciacallaggio bello e buono.Fare ascolti con i momenti intimi della gente,con le loro vite private,scoperchiando talvolta dei veri e propri drammi personali…guarda spero proprio sia tutto finto.Un sedicente postino ti invita a mettere in piazza i tuoi scheletri personali.E la gente ci va pure e si presta a questo gioco,nella speranza che qualcosa cambi,che Maria risolva il loro problema.E l ti chiedi ma se il dramma è arginabile perchè Maria non lo fa privatamente.Perchè senza che lo sappiano 7 milioni di anime,soldi non se ne fanno…no no,il sabato sera cè sicuramente qualcosa di meglio da fare.



23. Ash ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 12:52

Gordon Gekko guarda che nessuno è obbligato ad andare a cè posta per te e chi chiama è consapevole di andare in televisione.



24. awi ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 14:22

Che bella, la prima edizione di “”Amici”" (il talk show) quando si parlava dei ragazzi! Amavo il fatto che la De filippi non prendesse le parti di nessuno, e che non considerasse mai di poca importanza qualunque argomento in esame.



25. Davide Maggio ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 14:48

@ akio : grazie a Te; @ Ash : il potere fa questo ed altro. Maria viene vista più per gli ascolti interessanti che realizza che per il trash di un suo programma come Uomini e Donne; @ Laura B : concordo al 100%. In questo post, infatti, non analizzavo i prodotti della De Filippi ma la De Filippi come persona. Lobiettivo era proprio quello di manifestare le mie idee sulla donna De Filippi che si discosta dalla De Filippi televisiva; @ Gordon Gekko : la penso come sanjai… non vengono mica rapiti e trascinati in studio per raccontare le loro storie con la forza eh :-) @ awi : era straordinaria :-)



26. mARKO ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 14:58

non mi è mai piaciuta la de filippi, tanto meno le sue trasmissioni… e sinceramente non riesco a capire come ancora occupi buona parte del palinsesto di canale 5… il pomeriggio è tutto suo, almeno una sera a settimana è pure in prime time da settembre a primavera… mha…



27. silvia78 ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 15:53

Ho iniziato a seguire Maria nella primissima edizione di Amici quando ancora sconosciuta si è trovata a prendere il posto, se non sbaglio, di Lella Costa; lho trovata subito simpatica e vicina alle problematiche giovanili, con parole di conforto e consigli. Ricordo di aver letto unintervista, tempo fa, nella quale raccontava che non voleva accettare la conduzione di amici ma voleva restare dietro le quinte: ora, se lei effettivamente non avesse accettato….che mondo sarebbe stato senza Maria?? Ammiro molto la sua professionalit anche se certi suoi programmi ( U&D ) non si possono guardare, ma lei è Maria, può permettersi di starsene seduta accovacciata o semisdraiata facendo pure 4 chiacchiere con le amiche senza mai cadere dal palco……che dire, è un genio che mette in video ciò che la gente vuole vedere….



28. vicio80 ha scritto:

12 febbraio 2008 alle 23:47

Io credo che Maria De Filippi si diverta a Uomini e Donne(ne ha tutta laria) e le piaccia farlo e guardarlo accovacciata sui gradini come se lo stesse seguendo da casa con la possibilit in più rispetto al telespettatore di “”intervenire”".Ed è proprio questo stare accovacciata che la fa sembrare più spettatrice che autrice-conduttrice. A me proprio non piace nè il programma nè quella mandria di ragazzi/e assetati di fama.



29. Luigino20 ha scritto:

13 febbraio 2008 alle 16:20

Maria è una professionista perché svolge bene il suo mestiere. Lavora in un tv commerciale (e non di servizio, come qualcuno ha detto) e sa fare quel che deve fare: audiance. Ma a parte questo, dovè questa sua “”genialit “”? Infatti mi chiedo: “”è Maria ad essere geniale o sono gli altri ad essere stupidi?”". Beh,sarò presuntuoso, ma secondo me sono gli altri a essere stupidi e nel frattempo Maria si adagia sugli allori. Lei offre le solite cose che sappiamo tutti sono trash e fanno audiance. Liti, pianti, nudi e altro… non è importante cercare di capire perché queste cose piacciono, basta saperlo, e Maria lo sa e ce lo propone. Per il resto ha solo una dote: essere sintetica, chiara ed esaustiva, cioè eloquente (pur sbagliando qualche congiuntivo qua e l ). Altrimenti non si distingue per particolari doti da conduttrice o altro (come potrebbe essere un Paolo Bonolis, per esempio). E penso che la sua maggiore fortuna forse è stata quella di trovarsi a lavorare in una tv dove le era concesso di fare



30. rob tutto tv ha scritto:

13 febbraio 2008 alle 17:49

@lucignolo 20: nn concordo con quello che hai detto…. ad eccezione di uomini e donne.. gli altri programmi che fa tra i quali amici e cè posta.. ad esempio amici…. i telespettatori nn sono stupidi sanno riconoscere un buon programma… e se ha cosi



31. Luigino20 ha scritto:

13 febbraio 2008 alle 19:42

non ho detto che “”amici”" non è un buon programma…oddio, che poi cosa vorr significare? sar buono per una tv commerciale che guarda agli ascolti,forse per qualcunaltra tv no (cmq pure io guardo Amici quindi nulla in contro). ma a parte questo quel che volevo dire io in poche righe è unaltra cosa. Trovo assurdo chiamare genialit la “”felice intuizione”" che i dissidi in tv fanno ascolti.Cioè,se in tutti i programmi si litigasse ecc.ecc.come si fa in quelli della De Filippi,vedresti che la nostra Maria sarebbe in difficolt , almeno considerando lattuale situazione.



32. Davide Maggio ha scritto:

13 febbraio 2008 alle 19:46

@ Luigino20 : e allora come la mettiamo con le liti di Buona Domenica? In quel caso gli ascolti non credo proprio che siano saliti. Ci vuole “”arte anche per questo :-)



33. PHILOSOPHO ha scritto:

16 febbraio 2008 alle 19:39

non ho mai trovato una tv più diseducativa della De Filippi…risse da bar e insulti continui…in mezzo lei che si compiace perchè sa che sta facendo audience grazie ai quattro cerebrolesi ebeti che la guardano. Però a quanto pare fa audience…boh..la vita è strana..anzi no.



[...] è la Sanguinaria : una presentatrice che non è una presentatrice e che fa del “proprio nome” l’unica vera garanzia di [...]



[...] la scommessa del sanguinario genio televisivo di Maria De Filippi per la prossima stagione [...]



[...] nuovo appuntamento sembrano essere parecchie. La stessa De Filippi ha spiegato la chiusura del suo vecchio talk con la stereotipia generatasi col passare del tempo: gli adolescenti ormai recitavano ruoli da [...]



37. GRAZIE A MARIA | Davide Maggio's Blog ha scritto:

25 novembre 2009 alle 15:08

[...] Questa è la grandezza di Maria De Filippi che, unitamente alla sua induscutibile genialità (leggi qui), riesce ad arrivare ogni giorno, nelle case di tutti. Come fosse uno “squarcio di [...]



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.