16
giugno

Balalaika, Paola Ferrari massacra il debutto: «Dopo un’ora chiedo a Mediaset di vedere l’immagine di Ronaldo. Belen….»

Balalaika

Al diavolo il fair play. Paola Ferrari è entrata in scivolata non appena i giocatori della squadra ‘avversaria’ hanno toccato palla. Ieri sera, la giornalista sportiva Rai non ha risparmiato pungenti critiche alla puntata d’esordio di Balalaika, il programma di seconda serata in onda su Canale5 in occasione dei Mondiali di Russia (qui gli ascolti flop). 

Le proprie critiche alla trasmissione condotta da Ilary Blasi e Nicola Savino, Paola Ferrari le ha lanciate via Twitter. Dapprima, la giornalista si è lamentata per la mancata priorità che il programma avrebbe dato alle immagini sportive.

Chiedo ufficialmente a Mediaset dopo un’ora di trasmissione di farmi rivedere l’immagine di CR7 prima della punizione . magari il Cell di Belen anche dopo .. E qui mi taccio !

ha cinguettato la conduttrice del servizio pubblico, riferendosi all’iniziativa lanciata a Balalaika di poter contattare Belen Rodriguez tramite un numero di cellulare mandato in sovrimpressione. Ma la giornalista, che dalla prossima stagione sarà alla guida degli speciali Champions League del mercoledì in onda su Rai1 dopo le partite, non ha mollato il pressing e poco più tardi è tornata all’attacco.

Prendendo spunto da un irriverente gioco di parole pronunciato dalla Gialappa’s Band (che aveva definito “pezzo di Fifa” un’avvenente fanciulla presentata dal Mago Forest come funzionaria Fifa), la Ferrari si è scagliata così:

Se lo spirito critico della giornalista Rai è così frizzante alle prime battute del Mondiale di casa Mediaset, il prosieguo del torneo si preannuncia di fuoco.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Paola Ferrari
Paola Ferrari attacca Ilary Blasi assente a Balalaika: «Condurre il Mondiale è un onore non un onere»


Ilary Blasi
Le Iene: il ritorno di Ilary Blasi è «in divenire», Nadia Toffa dà appuntamento a settembre


Belen Rodriguez
Belen Rodriguez, vendetta social: like su Instagram al commento contro Paola Ferrari e Perego


Paola Ferrari
Non disturbare, Paola Ferrari: «Belen furba, ricca e priva di talento. Diletta Leotta? E’ vistosa e punta su quello»

11 Commenti dei lettori »

1. mauro ha scritto:

16 giugno 2018 alle 12:40

devo dire che il mondiale su Mediaset mi sta piacendo, a livello di partite, un offerta incredibile, vengono proposte tutte, ma proprio tutte le partite, gratis aggiungo, altro che rai,che con 100 euro di abbonamento, all’ultimo mondiale, quello in brasile, per poco non trasmettevano neanche le partite dell’italia, causa sky, questo significa che quando Mediaset si impegna e investe sulle tv pubbliche qualcosa di buono esce, come quando aveva i diritti della moto gp, quelli si che erano bei tempi. Deve vendere premium e concentrarsi sulla tv pubblica.
PS.
Comunque tornando al tema dell’articolo, Paola Ferrari che critica Belen, bhaa, avrà tanti difetti la ragazza, ma a parer mio, forse sarà che sono giovane, preferisco il cell della Belen, al fard della Ferrari, quando presentava 90° minuto



2. ale88 ha scritto:

16 giugno 2018 alle 15:46

@ mauro
se a questi mondiali ci fosse stata l’Italia, a mediaset non sarebbero rimaste neanche le briciole…



3. mugnezz ha scritto:

16 giugno 2018 alle 16:08

sai te ?!? l’importante e che alla rai non vada nulla



4. Primus ha scritto:

16 giugno 2018 alle 16:46

Mediaset gongola,ma praticamente verrà ricordata per aver trasmesso gli unici mondiali senza l’ Italia,ha fatto bene la Rai a snobbarli



5. aleimpe ha scritto:

16 giugno 2018 alle 18:03

Qualche paragone con “Serie A-Il grande calcio” con Bonolis ?



6. Vince! ha scritto:

16 giugno 2018 alle 18:41

Insinna starà stappando Magnum di champagne. Due anni fa lo riempirono di critiche per un programma dopo-partita nemmeno così orrendo…



7. mauro ha scritto:

16 giugno 2018 alle 19:22

ale88
meno male, che l’italia è stata eliminata, mamma mia io ho ancora gli incubi delle telecronache rai degli ultimi europei di calcio in francia, preferisco 1000 volte le telecronache di Pierluigi Pardo e Sandro Piccinini, come detto in precedenza mediaset mi ha davvero stupito, perché sta offrendo un servizio straordinario, la rai sai cosa avrebbe fatto, pur di risparmiare avrebbe trasmesso solo una partita al giorno, poi qualcuno può dire: ma a me cosa interessa vedere per esempio Danimarca-Perù, a me interessa vedere solo l’italia, è vero, ma anche vero che una partita è interessante anche dal modo in cui la racconti. Ad esempio ad euro 2016 in Germania-Francia la telecronaca fù davvero imbarazzante. Quindi meno male che c’è Mediaset. Ripeto evento trasmesso gratis, l’alternativa quale era sky, si a pagamento, rai, stendiamo un velo pietoso. Per chi ama il calcio penso si rimasto soddisfatto del prodotto Mediaset, poi la perfezione non esiste da nessuna parte.



8. mugnezz ha scritto:

17 giugno 2018 alle 00:23

appunto , la rai e fastidiosa nelle telecronache e imbarazzante nei post partita . qui c’è solo un’esemplare di ferrari libera che parla perchè le rode il fegato



9. Patrick ha scritto:

17 giugno 2018 alle 04:17

Primus, è servizio pubblico, se la Rai col canone snobba qualcosa che comunque un grande evento, abbiamo un grosso problema.

La Ferrari, poverina, è na rosicona da paura, in compenso.



10. silvia ha scritto:

18 giugno 2018 alle 05:15

non capirò mai l’odio di certi commentatori nei confronti di mediaset,,,,non chiedono canone, fanno lavorare migliaia di persone e sinceramente sono superiori alla rai(((dove (lavorano solo gli anziani,,,,clerici, venier e ora vorrebbero fare presidente baudo,,,ma scherziamo??? gli anziani a casa devono godersi le pensioni d’oro e lasciare spazio ai giovani))))



11. Patrik ha scritto:

18 giugno 2018 alle 13:32

@silvia, peccato che poi quando arrivino i giovani (vedi Gabriele Corsi a Reazione a Catena) tutti a dire: ridateci Amadeus, questo dove l’avete preso, è inesperto, non ci sa fare.

Secondo me la gente dovrebbe capire cosa vuole dalla vita, più che altro. Ricordiamo che tenere in piedi un programma, destare interesse di milioni di spettatori non è certo cosa da tutti, né per tutti. E uno come Baudo che ha davvero fatto la storia della tv è più che adatto a ricoprire quel ruolo. Chi altri al suo posto lo farebbe meglio di lui?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.