6
giugno

Dalla libreria alla tv: in arrivo le fiction tratte da Anna, Formicae e Le luci nelle case degli altri

Chiara Gamberale

Chiara Gamberale

Tredici, House of Cards, Gomorra, I Bastardi di Pizzofalcone, Dexter, Gossip Girl e Romanzo Criminale sono solo alcuni titoli di serie di grande successo. Molto diverse tra loro, hanno però una cosa in comune, ossia l’essere state tratte da romanzi altrettanto fortunati. Del resto da sempre la tv, così come il cinema, ha attinto a piene mani al mondo della letteratura per dar vita a serial e film. Una tendenza tuttora molto diffusa; sono tante infatti le serie in lavorazione tratte proprio da opere letterarie che negli ultimi anni hanno scalato le classifiche di vendita.

Anna

Nuovo impegno tv all’orizzonte per Niccolò Ammaniti. Dopo Il Miracolo, la serie televisiva drammatica trasmessa da Sky Atlantic, Wildside ha deciso di realizzare un adattamento televisivo di Anna. Il romanzo, scritto da Ammaniti nel 2015, è ambientato in un’inquietante Sicilia del 2020, e mostra un’isola colpita da un’epidemia causata da un virus che uccide tutti gli adulti. Solo i bambini sono sopravvissuti perché il virus, col quale tutti sono venuti in contatto, rimane in forma latente sino a quando pure loro, crescendo, lo risveglieranno. Anche i bambini sono dunque destinati a morire. Ancora da definire la rete di messa in onda.

Le luci nelle case degli altri

Direttamente dalla carta stampata alla tv anche Le luci nelle case degli altri. Il best seller di Chiara Gamberale arriverà prossimamente su Rai1 grazie a Solaris Media. Alla serie, composta da 12 episodi della durata di 50 minuti ciascuno, stanno lavorando Salvatore Basile, Debora Alessi, Francesco Balletta e Valerio D’Annunzio. Il romanzo della Gamberale racconta la storia della piccola Mandorla, figlia dell’amministratrice di condominio Maria. Quando quest’ultima muore in un incidente, gli inquilini della palazzina adottano la bambina, tenendola con sé a turno.

La cacciatrice di bugie

Dopo Donne, ispirata alla raccolta di racconti di Andrea Camilleri (in onda su Rai1 nel 2016), e Passengers, tratto da Passeggeri notturni di Gianrico Carofiglio (destinato a Rai2 in data da definire), la Anele di Gloria Giorgianni (ex braccio destro di Carlo Degli Esposti in Palomar) sta lavorando ad un nuovo progetto tv per le reti Mediaset. Si tratta della trasposizione del romanzo biografico di Alessandra Monasta dal titolo La cacciatrice di bugie. Nota per aver trascritto le intercettazioni nell’ambito di grandi processi come quelli de “il mostro di Firenze” e “la strage di Erba”, la Monasta racconta nel romanzo la sua esperienza lavorativa di perito fonico forense, caratterizzata da un talento nell’individuare le bugie. La serie sarà composta da 8 episodi della durata di 50 minuti ciascuno.

Charlie non fa surf

Sergio Giussani, artefice di successi come Salvo D’Acquisto, Giuseppe Moscati – L’amore che guarisce e Il Sorteggio, sta lavorando con la sua Ocean Production alla realizzazione di una serie tratta dal romanzo Charlie non fa surf di Giuseppe Catanzaro. Protagonista della storia è Giulio Cernini, un ragazzo siciliano neolaureato in giurisprudenza che si trasferisce a Roma per iniziare la pratica forense in un grande studio di avvocati. La nuova vita del ragazzo viene travolta da battaglie legali, vessazioni quotidiane del capo, crucci del precariato e prime crisi esistenziali. All’adattamento della serie, composta da 10 episodi della durata di 25 minuti ciascuno, sta lavorando Paolo Marchione. Il progetto sarebbe destinato a Rai4, e rappresenterebbe il primo progetto seriale del canale Rai.

Formicae

Anche Anthos Produzioni, società da sempre specializzata nella produzione di documentari, debutterà nella lunga serialità con un progetto ispirato al romanzo Formicae, il thriller a firma di Piernicola Silvis, dirigente della Polizia di Stato prestato alla letteratura. Ambientato nel foggiano, il romanzo ruota attorno alle indagini dell’alto funzionario del Servizio Centrale Operativo Renzo Bruni, impegnato a dare la caccia al serial killer e pedofilo Diego Pastore, altrimenti noto come Zio Teddy. Il serial killer, affetto da tanti disturbi, ha anche la Sindrome di Ekbon, una forma allucinatoria in cui il malato ha la sensazione di avere il corpo attaccato da insetti (da qui il titolo del romanzo Formicae). La serie, a cui stanno lavorando Michele Alberico e Massimo Bacchini, sarà composta da 8 appuntamenti di 50 minuti ciascuno. Non si conosce ancora la rete alla quale sarà destinata.



Articoli che potrebbero interessarti


Purchè finisca bene - Basta un paio di baffi
Fiction News: in arrivo Basta un paio di baffi e Braccialetti Rossi 4


Barbara-DUrso-dottoressa-gio
Mediaset: le fiction della stagione 2018/2019. 4 puntate della Dottoressa Gio’


Vanessa Incontrada
Vanessa Incontrada si fa in 4. In arrivo un poker di fiction per Rai1


Papà di Fiction e Serie - Charles Ingalls
12 papà cult di fiction e serie tv

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.