5
marzo

Diario della motocicletta: che fine ha fatto il programma di Roberto Parodi?

Roberto Parodi, Diario della motocicletta

La messa in moto – pardon, in onda – sarebbe dovuta avvenire ad inizio 2018. Nonostante le smentite della Rai. Del resto, era stato lo stesso Roberto Parodi (fratello delle conduttrici Cristina e Benedetta) a lasciarsi scappare l’annuncio del debutto di una sua trasmissione nella seconda rete del servizio pubblico. Diario della motocicletta: il progetto aveva persino un titolo ed una data d’inizio fissata. Poi, però, di quel programma non si è più saputo niente. Che fine ha fatto?

Rai2 da sabato 13 gennaio, ore 16.30. DiarioDellaMotocicletta, ogni sabato per due mesi

A dare notizia della trasmissione era stato proprio il motociclista alessandrino, il quale aveva pubblicato sui social anche una foto che sembrava tratta dal set. E la cosa non era certo passata inosservata: in molti, infatti, avevano discusso e ironizzato sull’invasione dei fratelli Parodi in Rai. Le due sorelle a Domenica In, il fratellino in sella ad una moto sulla seconda rete.

Pare inoltre che il programma avesse ricevuto il via libera dell’allora direttrice di Rai2, Ilaria Dallatana. A seguito delle indiscrezioni e delle critiche piovute, tuttavia, la Rai aveva negato alcun impegno contrattuale con il giornalista Roberto Parodi e sostenuto che nessun programma da lui condotto fosse previsto nel palinsesto di Rai2 per la stagione 2017-2018.

E qui sta il mistero. Anzi, la contraddizione. Come è possibile che il centauro di casa Parodi avesse annunciato data ed ora di un programma non fissato in palinsesto? E le foto on the road pubblicate dallo scrittore con tanto di hashtag riferito al titolo del progetto tv? Il sospetto, piuttosto, è che la trasmissione – con ogni probabilità già prodotta o acquistata – sia stata bloccata, magari come reazione alle critiche o per disinnescare ulteriori polemiche attorno ai Parodi in Rai, viste anche le difficoltà riscontrare da Cristina – moglie dell’esponente PD Giorgio Gori – e Benedetta a Domenica In.

Soldi (pubblici) spesi per un prodotto che forse non vedrà mai la luce? Chissà. Fatto sta che Diario della Motocicletta, ad oggi, sembra sparito nel nulla. Vorremmo capire perché.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Lino Guanciale e Gabriella Pession - La Porta Rossa 2
Palinsesti Rai 2, gennaio-marzo 2019: confermata La Porta Rossa 2, tornano Il Collegio e Il Supplente


Carlo Freccero
Rai, nuovi direttori di rete: Teresa De Santis a Rai1, Carlo Freccero a Rai2, Stefano Coletta confermato a Rai3


Renzo Arbore, Andrea Delogu, Nino Frassica
Guarda… Stupisci: Renzo Arbore su Rai2 per spiegare la Canzone Umoristica Napoletana


Il Ristorante degli Chef - Isabella Potì
Il Ristorante degli Chef: la cosa più interessante sono i look della giudice

5 Commenti dei lettori »

1. RoXy ha scritto:

5 marzo 2018 alle 12:31

Ultimi scampoli della TV pubblica renzizzata. Auspico una repentina de-renzizzazione (o se preferite derattizzazione 🐭🐭🐭) della Rai, via personaggi entrati in quota Renzi come il trio Parodi e i faziossismi direttori dei TG e redattori pennivendoli del PD.



2. marco urli ha scritto:

5 marzo 2018 alle 12:35

Non sentiamo assolutamente la mancanza di personaggi simili, sorta di guidi prussia di serie b. E poi con la dèbacle del loro partito la vedo dura.



3. soralella ha scritto:

5 marzo 2018 alle 14:50

RoXy, speriamo che la derenzizzazione avvenga dappertutto, e non solo in Rai.
Riguardo al Parodino, partita la Dallatana, e con l’amico di Gori in caduta libera, nessuno avrà avuto il coraggio di portare avanti il progetto. Niente di personale contro il Parodi jr., ma dopo le due sorelle era un pò troppino decisamente.



4. Luca ha scritto:

5 marzo 2018 alle 17:25

Le gemelline di Shining erano già troppe
Il terzo fratello : vergognoso



5. Ada ha scritto:

5 marzo 2018 alle 18:28

Bata con sti raccomnadati do Renzi tutti a casa le squallide Parodi l`odioso Gori…a casa a zappare INCAPACI ARIA NUOVA



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.