10
febbraio

Sanremo 2018: le dichiarazioni di Ultimo

Sanremo 2018 - Ultimo in conferenza stampa

Il Festval di Sanremo 2018 ha un suo primo vincitore. Si tratta di Ultimo, primo classificato nella sezione Nuove Proposte con il brano ‘Il ballo delle incertezze‘, che all’indomani dalla sua proclamazione è atteso nella sala stampa dell’Ariston, con il secondo e il terzo classificato, per la sua prima conferenza da vincitore. Qui su DavideMaggio.it potete trovare la diretta minuto per minuto.

Sanremo 2018: conferenza stampa di Ultimo minuto per minuto

Ore 12.07 – Inizia la conferenza: ci sono i primi tre classificati Ultimo, Mirkoeilcane e Mudimbi. Presente anche Alice Caioli che ha vinto il premio Sala stampa Lucio Dalla.

12.08: Inzia Ultimo: “Ah, ma devo parlare? Scusate, sono frastornato. E’ stata un’esperienza fantastica, il mio percorso è partito al Conservatorio quando avevo otto anni, ho studiato pianoforte, batteria, ho fatto corsi di composizione. Nel mio piccolo la musica l’ho esaminata e l’ho studiata, e ho sempre desiderato concretizzare qui sul palco dell’Ariston. Questa vittoria in un periodo così particolare della mia vita mi dà una forza e una determinazione importante in un periodo così particolare per me, perchè significa che si può vincere ma soprattutto regalare speranza a tante persone”.

12.11: Mirkoeilcane: “Io sono più romano di Ultimo perchè io so’ de Garbatella. [...] La cosa divertente è stata che stanotte mi sono messo a dormire e mi arrivavano un sacco di messaggi che dicevano ‘Io sono un grande fan di Ultimo ma..’. Comunque sono felice che un brano come quello che ho proposto è qualcosa che va ascoltato quattro o cinque volte e vedere che i bambini volevano fare la foto con me è qualcosa che mi fa più felice di qualsiasi cosa perchè la mia canzone si rivolgeva soprattutto a quel pubblico”.

12.14: Tocca a Mudimbi: “Mi sono divertito e tutt’ora ho lo stesso mood, mia madre e Orietta Berti un po’ meno. [...] Ero curioso di mettermi alla prova, non ho mai sostenuto di essere il tipico artista sanremese quindi il grosso punto interrogativo in primis era per me. Il primo test era sul palco e sono molto soddisfatto perchè mi sono divertito, come quando sono sui palchi in giro per l’Italia. E per me non era così scontato. Io sono abituato a un pubblico che suda, e il pubblico dell’Ariston al massimo suda per l’aria condizionata. Però ho visto che gente che rideva di gusto e questo mi ha fatto capire che riesco ad arrivare anche ad un pubblico che non è prettamente il mio”.

12.18: Alice Caioli: “Sono molto fiera del premio che ho ricevuto e di essere arrivata al pubblico senza alcun filtro e senza alcuna maschera. Parlare di sè a così tanta gente è difficile. Ho avuto un percorso di vita non molto e felice e questo Sanremo mi ha dato tanto“.

12.20: Ai Giovani viene chiesto se gradirebbero una gara unica senza la suddivisione in categorie. Mudimbi è d’accordo: “Questo è il Festival della canzone, non della categoria”. Mirkoeilcane, Ultimo e Alice no, per una questione di rispetto nei confronti di altri artisti.

12.28: Ultimo entra nella Nazionale Cantanti: “Sono molto appassionato di calcio e tifo Roma, sono abbonato all’Olimpico da quando ho dieci anni. Manifesto la mia passione in maniera molto tranquilla”.

12.31: Tra i Big in gara, Alice Caioli avrebbe affidato la sua canzone a Noemi, Mudimbi a Max Gazzè, Ultimo a Fabrizio Moro e Mirkoeilcane non sa rispondere.

12.33: Mudimbi: “Io vengo dal rap, non mi sento cantante e le mie belle stecche le prendo ancora. Ora che sono stato a Sanremo non inizierò comunque a sentirmi cantante”.

12.35: Ultimo: “Penso che il ballo delle incertezze sia una condizione che riguarda molti ragazzi della mia età, non vedo una sicurezza nell’affrontare le cose. Io mi lamento, sono sempre insoddisfatto delle cose e questo mi ha portato a scrivere testi che riguardassero le mie fragilità”. Ultimo sulla politica: “Sono fiero di non capirne nulla di politica perchè non mi interessa proprio”.

12.38: Ultimo racconta il suo nome d’arte: “Ultimo è una condizione che riguarda la vita di tutti i giorni. Io sul palco mi sento molto sicuro, Ultimo è una condizione che ho indossato e che non riguarda necessariamente una tematica sociale, è più una condizione di esclusione, di sentirmi inadatto e sbagliato. E questo non cambierà con la classifica di Sanremo”.

12.40: Mudimbi sarebbe piaciuto duettare con Orietta Berti, a Ultimo con Cesare Cremonini, Mirkoeilcane con Samuele Bersani e Alice Caioli con Giuliano Sangiorgi.

12.42: Ai quattro Giovani viene chiesta la rispettiva formazione scolastica. Mirko: “Ho frequentato con scarso entusiasmo le scuole dell’obbligo, poi ho fatto un istituto tecnico a indirizzo informatico di cui non ricordo nulla. Sono un appassionato lettore di libri”. Ultimo: “Io ho fatto il liceo linguistico, mi sono iscritto e filosofia, ho dato due esami e poi mi sono fermato”. Alice: “Sono iscritta IN psicologia”, mentre Mudimbi: “Non ho fatto l’università”.

12.45: Ultimo parla della dedica a suo fratello: “Io ho fatto una dedica per dargli un momento di forza, non avevo nemmeno intenzione di farlo. Mi è venuto spontaneo, ma non per impietosire”, e afferma di non fornire ulteriori dettagli.

12.49: I Giovani parlano dei loro album in uscita. “Arrivare da indipendenti è la più grande soddisfazione”, dice Mirkoeilcane.

12.54: Si chiude la conferenza stampa.

[TUTTO SU SANREMO 2018]



Articoli che potrebbero interessarti


Sanremo 2018, Teodoli e Baglioni
Sanremo 2018, conferenza stampa conclusiva in diretta. Teodoli: «Scommessa vinta con Baglioni». E ‘corteggia’ il cantante con un mazzo di rose


Conferenza stampa dei vincitori
Sanremo 2018: la conferenza stampa con i vincitori Meta e Moro in diretta


Sanremo 2018 - Conferenza del 10 febbraio
Sanremo 2018, conferenza stampa del 10 febbraio in diretta. Michelle si commuove. Favino: «Carlo Conti mi ha scritto tutti i giorni»


Sanremo 2018 - Conferenza stampa del 9 febbraio
Sanremo 2018, conferenza stampa del 9 febbraio in diretta. Il vincitore dei Giovani attorno alle 22.30, sarà annunciato solo il podio. Il sindaco conferma: «C’è un progetto per costruire il PalaFestival»

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.