5
febbraio

Isola dei Famosi 2018: Simone Barbato

Simone Barbato

Simone Barbato

All’Isola dei Famosi 2018 l’unico ruolo di ‘naufrago misterioso’ è quello dell’attore, cabarettista e mimo Simone Barbato, costretto a vivere di nascosto nella giungla dell’Honduras. Scoperto dai naufraghi, però, nella terza puntata viene mandato in nomination per aver fallito la missione, ovvero rubare oggetti e cibo al gruppo senza farsi notare.

Isola dei Famosi 2018: chi è Simone Barbato

Simone Barbato è nato ad Ovada, in provincia di Alessandria, il 19 marzo 1980. Se da piccolo sognava di diventare cantante e musicista, diplomandosi anche in pianoforte, è con il teatro che trova la sua vera strada, prendendo parte a numerose tournée e spettacoli (su tutti Aspettando Godot, dove interpreta il ruolo di Lucky). La popolarità in tv arriva negli anni 2009/2010, quando entra a far parte della squadra di Zelig nella parte di mimo, ruolo che nel 2011 gli vale l’ingresso nel minimondo di Avanti un Altro di Paolo Bonolis.

Curiosità su Simone Barbato

Oltre al diploma in pianoforte, diventa anche un tenore, diplomandosi da privatista. Quasi 38enne, dice di non essersi mai innamorato e cerca l’anima gemella

Dove l’avete già visto (reality/talent)

Nel 2015 partecipa alla sesta edizione di Italia’s Got Talent, prendendo parte alle selezioni proprio come cantante lirico, prima di ‘farsi riconoscere’ nelle vesti di mimo.

[TUTTO SUI CONCORRENTI DELL'ISOLA DEI FAMOSI 2018]



Articoli che potrebbero interessarti


Simone Barbato - Isola dei Famosi 2018
Isola, giorno 11. I Migliori conquistano il fuoco, i Peggiori scoprono Simone Barbato


Seconda puntata Isola dei Famosi 2018
Isola dei Famosi 2018, seconda puntata del 29 gennaio: fuori Eva. Al televoto Francesca, Nadia e Rosa. Sbarcano Elena Morali e Simone Barbato


Isola dei Famosi 2018 - Franco Terlizzi
Isola dei Famosi 2018: Franco Terlizzi


Paola Di Benedetto
Isola dei Famosi 2018: Paola Di Benedetto

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.