18
gennaio

90 Special: prendi un decennio, trattalo male

90 special

90 special

Prendi un decennio, trattalo male. Fosse questo il leitmotiv di 90 Special saremmo qui a celebrarne la riuscita. Lo show di Italia 1, invece, nato per omaggiare gli ultimi dieci anni del secolo scorso, esaurisce subito la sua forza dopo l’ospitata iniziale di Fiorello, finendo ben presto in un ‘karaoke’ di noia e sbadigli che non fa certo anni ‘90.

La lunga autocelebrazione dello showman siciliano, che ha imperversato in studio per tutta la prima ora di trasmissione, sembrava aver spianato la strada a 90 Special, che invece non riesce ad ingranare la marcia, pagando forse lo scotto della diretta, carica di problemi tecnici, soprattutto di audio (chiedere a Jovanotti, in collegamento dalla Svizzera) e inquadrature ballerine. In questo scenario poco esaltante si muove un Nicola Savino fintamente a suo agio; inizialmente sovrastato da Fiorello, il conduttore non emerge neppure in solitaria (Katia Follesa entra ed esce più volte di scena), finendo per essere ‘domato’ da un’accozzaglia di ricordi.

Ma la vera pecca di 90 Special è la struttura. Se l’idea di rievocare il decennio resta accettabile, la realizzazione è decisamente da rivedere, a cominciare da un contorno di inutili personaggi e ruoli. Da Max Novaresi che si presenta come un ‘enciclopedico’ per raccontare curiosità e aneddoti (chissà, magari lo farà dalla seconda puntata), al ‘tuttologo’ Cristiano Malgioglio, talmente calato negli anni ‘90 da vestirsi nei panni della Malefica Angelina Jolie in Maleficent (film del 2014). E se Ivana Mrazova in tre ore di trasmissione cambia tre abiti e rende nota l’amicizia con una delle Lollipop, il ‘collezionista’ Ruggero Dei Timidi addirittura rispolvera vecchi poster dei film di Rocco Siffredi spacciandoli per simbolici oggetti e ‘memorabilia’ del periodo. Salviamo, invece, il ’soldato’ Michele Cucuzza, a cui tocca l’ingrato compito di gestire lo spazio più inutile presente in uno show televisivo: la postazione social.

Di 90 Special, per il momento, c’è poco da salvare, a parte l’idea e quindi il decennio, talmente pregno di mode e tendenze che non può essere così ‘maltrattato’. Pescare alla cieca alcuni must nel calderone di quegli anni non basta a dare un senso ad un programma che, più che navigare a vista, sembra già andare alla deriva. E mancano ancora quattro puntate.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


fiorello karaoke
Fiorello sorprende Nicola Savino: «Sarò ospite di 90 Special. Potevo venire alla seconda puntata ma il programma te lo taglieranno prima»


Nicola Savino
Nicola Savino in prima serata su Italia1 con uno show sugli anni ‘90


Tutto può Succedere 3 - Matilda De Angelis
Tutto può Succedere: la terza volta è quella giusta


Ilary Blasi e Nicola Savino - Balalaika
Balalaika: per fortuna siamo alla fine!

15 Commenti dei lettori »

1. Travis ha scritto:

18 gennaio 2018 alle 09:47

Lo solita domanda: dove sono gli autori? Perchè la scaletta è così confusionaria? Secondo me per evitare l’effetto Matricole&Meteore hanno svuotato il programma. Io eliminerei tutti i riferimenti non ‘90 a partire da Malgioglio. Poteva essere una celebrazione con ciascun protagonista di quegli anni. E invece è stata una passerella di personaggi ancora una volta in cerca di un momento in tv.



2. RoXy ha scritto:

18 gennaio 2018 alle 10:07

Io il programma non l’ho visto perché mi sta molto antipatico Savino. Ad ogni modo, facendo zapping, sono capitata in un collegamento esterno con la Follesa e Mietta. Immagini squadrettate da paura, ma i collegamenti esterni a Mediaset li fannocon il telefonino per risparmiare sul satellite? Cosa tra l’altro da me notata anche per i collegamenti di cronaca in Mattino e Pomeriggio 5. Che vergogna!



3. GIOBOND ha scritto:

18 gennaio 2018 alle 10:22

Stavo aspettando il vostro articolo perchè, avendo visto la puntata fino alle 24.00, ero curioso di capire se era stata una mia impressione o no. per quanto mi piaccia Fiorello effettivamente è stata troppo lunga la sua ospitata. Savino faceva prima a lasciargli il palco. Abbastanza un’accozzaglia…sembrava improvvisato tutto, pure Savino sembrava fosse lì per caso. In questi casi forse meglio registrare che andare in diretta, con qualche taglio avrebbero risolto.
Non so se guarderò la prossima puntata…cosa potranno inserire al posto di Fiorello e Jovanotti che hanno occupato oltre un’ora di trasmissione?
Peccato, pensavo davvero in qualcosa di meglio!



4. ivan ha scritto:

18 gennaio 2018 alle 10:28

Io ho visto quasi tutto il programma.
Carino, leggero. Savino è riuscito in qualche modo a gestire gli imbarazzi tecnici (troppi) e l’inutilità di certi personaggi come “prezzemolomalgioglio”, “lafigacidevesempreessereMrazova”, “avevobisognodisolvielaweber” e “checaspitacentranobenji&fede”.
bella scommessa sarà la prossima settimana (probabilmente) senza Fiorello e Jovanotti.



5. alessio de pascalis ha scritto:

18 gennaio 2018 alle 11:49

HO VISTO TUTTO IL PROGRAMMA PER VEDERE SE CAMBIAVA ,MA SINCERAMENTE MI ASPETTAVO QUALCOSA DI MEGLIO …TROPPE PERSONE INUTILI CHE SI AGGIRANO NEL PROGRAMMA COSA M I METTI IVANA CHE NON SA NIENTE DEGLI ANNI 90 ? TUTTO SCONCLUSIONATO ROCCO COSA CENTRA IN QUELLA PUNTATTA MI ASPETTAVO QUALCOSA DI NOSTLGICO PIU PIU FILMATI SARBANDA ,I VARI PREDOLIN ,APPUNTO VECCHIE INVIATE PER DIRE DI STRANAMORE COMUNQUE PROGRAMMI CHE SI SON FATTI SENTIRE A MIO AVVISO PRESENZA INUTILE DI JOVANOTTI E FIORELLO CHE A DIRLA ALLA MALGIOGLIO ADORO POI MALGIOGLIO MALEFICENT COSA CENTRA



6. Guasty ha scritto:

18 gennaio 2018 alle 11:56

Se doveva fare questo programmino, era meglio che si stava alla Rai il buon Savino. Secondo me ha sbagliato, avendo per mano lì tantissimi programmi (QCC, il Boss e il Dopofestival).



7. Paoliddu ha scritto:

18 gennaio 2018 alle 13:46

ho visto fino alle 23 il programma e l’ho trovato abbastanza noioso. L’ospitata di Fiorello troppo lunga, pochi riferimenti agli anni 90 e soprattutto confusionari,una scaletta che sembrava fatta “al momento”, la Rai è maestra di questi eventi, mi spiace ma Mediaset è brava solo nel gestire i reality ma qui ha mostrato le sue pecche nel fare un programma che, rimodellato, potrebbe essere interessante. Piuttosto, vadano in registrata!
e sono d’accordo con Guasty , Savino ha sbagliato a tornare a Mediaset quando alla Rai lo trattavano come un Re.



8. ANGELO ha scritto:

18 gennaio 2018 alle 14:21

In RAI in diretta sarebbe stato sicuramente migliore!



9. Jacaranda ha scritto:

18 gennaio 2018 alle 14:55

Quanto ridere…bisognerebbe fare una rubrica delle ultime parole famose..perché stando alle parole del conduttore, quando é tornato a mediaset l ha fatto per fare “cose nuove”. Capito la novitá, Matricole&Meteore in versione anni 90 :D Immagino quanto si possano essere sentiti fighi quando hanno “pensato” al titolo…” hey hey, lo chiamiamo 90 Special…”



10. ellis ha scritto:

18 gennaio 2018 alle 16:27

noioso e impietoso nell’esibire personaggi visibilmente inquartati (vedi l’inutile ela weber)…pensavo che peggio dei migliori anni nn ci fosse nulla invece…



11. Antonio Sanna ha scritto:

18 gennaio 2018 alle 17:06

Non ho capito, volevano dare il contentino a Savino e sfruttare gli ex del GF Vip e Siffredi??? Potevano raccontare aneddoti e curiosità e invece nulla…mi aspettavo di più, infondo gli anni ‘90 erano pieni di telefilm di successo come Baywatch, Beverly Hills e Melrose Place, La tata, Willy il principe di Bel Air, Bayside School,per citarne alcuni e che venivano trasmessi da Italia Uno, o Festivalbar, Fuego, Colpo di fulmine, Non è la Rai…Malgioglio e Ivana non ci fanno nulla, Katia solo spalla e gli altri due…boh…………………spero cambino la struttura nelle prossime puntate perché guardare oltre 3 ore di nulla,non ha senso,Savino super incozzato



12. Toro76 ha scritto:

18 gennaio 2018 alle 17:40

Buonasera a tutti! Sono un nuovo utente del Blog, ma vi leggo da alcuni giorni. Andando agli ascolti, ottimo il dato di Angela, davvero senza parole, a tal proposito mi ha fatto ridere il commento di un utente che ha affermato che è meglio vederli dal vivo i monumenti! Sarebbe come dire non vedete le partite in tv ma andate allo stadio! Sempre male la telenovelas di c5, non capisco perché si ostinino a trasmetterla in pt, discreto l’esordio di savino



13. matteo rossi ha scritto:

19 gennaio 2018 alle 19:20

avrei apprezzato una nuova edizione di matricole e meteore…



14. Fra X ha scritto:

19 gennaio 2018 alle 22:39

“Capito la novitá, Matricole&Meteore in versione anni 90 :D”

Ma magari! Invece è stato il quasi nulla. Altro tormentone che qualcuno ha tirato fuori: “Cosa centra Malgioglio con gli anni 90?”. XD
Il bello o il brutto che faranno altre puntate! Sic! Possono salvarsi solo dedicandone una intera al ventennale di “Titanic” che forse qualcosa di buono tirano fuori visto il casino che generò all’ epoca!



15. Fra X ha scritto:

19 gennaio 2018 alle 22:43

“vedi l’inutile ela weber”

Almeno la conoscevano tutti o quasi! Era la risposta tedesca a Wendy Wyndam! XD Bei tempi quando le vallette riuscivano ad essere simpatiche e giocare con lo stereotipo della bionda “stupidona” e non imperversare sulle riviste di gossip o nei reality!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.