18
dicembre

Amici 17, Rudy Zerbi attacca Luca e (indirettamente) il programma: «È una pagliacciata». Ma Vismara scala la classifica di gradimento

Luca Vismara

Luca Vismara

C’è chi può e chi non può (giustificarsi). Nel corso del quinto speciale di Amici 17 (qui la diretta minuto per minuto), l’interprete lombardo Luca Vismara ha scelto di usare la seconda giustificazione a sua disposizione, nell’intento di sfruttare la pausa natalizia del programma per migliorarsi. La decisione, manco a dirlo, non ha trovato il consenso del maestro Rudy Zerbi, il quale ha preso la palla al balzo per criticare ulteriormente l’operato dell’allievo.

“Mi giustifico perché io, come vi avevo detto, ho intrapreso un percorso che prevede un mio cambiamento all’interno della scuola, seguendo i vostri consigli. Lo sto preparando con i vocal coach e questo cambiamento in una settimana è difficile mostrarvelo per me. Mi sta portando a confrontarmi in modo anche violento con me stesso, per cercare di tirare fuori delle cose che in me ci sono

ha asserito Vismara, rivolgendosi all’intera commissione di canto. Prospettiva più che comprensibile la sua, che però non ha convinto in alcun modo Zerbi. Il professore ha voluto porre l’accento sulle eventuali conseguenze (a suo dire) negative che il gesto di Luca avrebbe nei riguardi dell’intera squadra del Fuoco (a cui Vismara appartiene):

“Continuando a giustificarti tu fai una cosa non corretta nei confronti dei tuoi compagni perché metti a repentaglio uno di loro che uscirà al posto tuo”.

A nulla sono serviti i tentativi di replica dell’allievo (“come io ho le giustifiche le hanno anche loro, quindi se si sentono messi a rischio possono giustificarsi”), se non ad esasperare ulteriormente il professore:

“Amici è un talent show. Un talent show è un posto dove uno viene a mettere in mostra il proprio talento. Basta, non si giustifica”.

Un’obiezione discutibile, se si considera che è proprio il regolamento della trasmissione a fornire a ciascun allievo due giustificazioni, spendibili nel corso dell’intero anno, e che sarebbe davvero stupido sacrificarsi in nome di una squadra, che è tale solo di nome.

Il botta e risposta tra allievo e insegnante è proseguito lungo il tracciato del sarcasmo. Mentre Vismara ha cercato di far valere i propri diritti (“ma cosa c’entra? È uno strumento che dà il programma, perché non dovrei utilizzarlo?“), l’insegnante ha tentato di chiudere la questione con l’ennesimo commento contro Luca e implicitamente contro il programma che l’ha scelto e che ha stilato il regolamento:

Aspettiamo il rinascimento e nel frattempo vi auguro di vincere, sennò nel Fuoco uscirà qualcun altro al posto tuo e perderemo un talento“.

Poi non è sul personale“, ha replicato Luca, con disappunto. “Questa cosa a me non piace moltissimo (…) perché affossare chi è già in difficoltà?

Incalzato da Paola Turci, curiosa di conoscere in quale direzione l’allievo stesse lavorando, Luca ha affermato di voler migliorare anche dal punto di vista della rotondità del suono. Ma ci piglia tutti per il c**o, dai”, ha sbottato subito dopo Rudy Zerbi. Sentitosi attaccato, l’interprete ha poi voluto restituire pan per focaccia. Mentre Maria De Filippi ha sottolineato l’esasperazione del professore, con un “si è messo le mani sulla…“, Vismara ha replicato con prontezza: “Sui capelli che non ha“.

Il confronto fra i due si è concluso alcuni istanti più tardi, con un Rudy Zerbi particolarmente intransigente che, sentendosi da solo nella sua crociata, tira in ballo gli altri professori senza che questi si siano espressi:

“Chiunque conosca tanto così di musica sa che nessun cantante al mondo può cambiare talmente tanto da convincere quattro che la pensano tutti allo stesso modo in quindici giorni. Questa è una pagliacciata“. Per poi ribadire: “Provaci, aspettiamo il rinascimento”.

Ci si chiede a questo punto perchè Zerbi non abbia colto la palla al balzo con il provvedimento disciplinare che ha colpito quasi tutti gli allievi, mandati in sfida per il disordine regnante nelle camere dell’albergo. Il professore ha preferito salvarlo, motivando la sua scelta con un discutibile “strumentalizzeresti anche questa!”.

Se il parere di Zerbi nei confronti di Luca non sembra essere cambiato, diverso è il discorso relativo al gradimento del pubblico. Nell’ultima classifica di gradimento, l’interprete è balzato, dall’ultimo, al dodicesimo posto.

Amici 17, video del confronto tra Luca e Rudy Zerbi

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Amici 17
Amici 17, daytime 18 dicembre. Mose, Grace ed Emanuele sostengono il loro esame. Rudy continua a mandare frecciatine a Luca


Amici 17
Amici 17, daytime 14 dicembre. Mose, Federico, Audjah e Vittorio in sfida per un provvedimento disciplinare. Zerbi lancia frecciate a Luca


Luca Vismara
Amici 17, Luca Vismara asfalta in diretta Rudy Zerbi: «Ha rifiutato Emma Marrone e ha detto che Giusy Ferreri era una cantante finita. Ora è lì seduta accanto a lei»


Luca Vismara
Amici 17, daytime 5 dicembre. Rudy Zerbi massacra Luca Vismara – Video

2 Commenti dei lettori »

1. Srich ha scritto:

18 dicembre 2017 alle 12:12

È così tutto talmente nonsense che basta la logica del “è uno strumento che mi dà il programma” a umiliare tutto il resto della discussione.
Non riesco a capire se è uno scontro voluto (tipo Valentina-Cele insomma) o se è fastidio perchè Luca non si lascia far fuori a loro piacimento, ma la discussione rimane su piani ridicoli da parte di Zerbi.



2. Claudio ha scritto:

18 dicembre 2017 alle 20:31

Zerbi parla di talento?? Uno che, per fare un esempio recente, ha salvato Mose e NON salvato Grace????
Abbiamo capito ormai che per Zerbi la tanto citata “contemporaneità” significa solo un bel faccino e la capacità di smuovere gli ormoni delle ragazzine, ma un po’ di dignità perdio! Almeno riconoscere un talento oggettivo come urlo di Grace, mettendo da parte i gusti personali e le ambizioni da disco di platino effimero!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.