26
settembre

Il Collegio 2: ecco chi sono i 18 alunni – Foto

Il Collegio

Il Collegio

C’è la chierichetta tutta composta, il ragazzo di strada, l’adolescente refrattaria alle regole e chi non pensa altro che ai propri capelli. Il parterre degli alunni della seconda edizione de Il Collegio promette di essere piuttosto variegato ed eterogeneo. Prima di vederli immergersi nell’Italia e nella scuola del 1961, andiamo a scoprire qualcosa di più sui diciotto protagonisti del docu-reality in onda su Rai 2 da stasera, 26 settembre 2017.

Il Collegio 2: le alunne

Arianna Triassi, 15 anni, di Napoli. Dotata di un carattere forte e ostinato, frequenta il secondo anno del Liceo Artistico. La famiglia, specie suo padre, tende ad avallare tutti gli atteggiamenti della ragazza, anche i più indisciplinati. Non ha mai amato rispettare le regole, né in casa né fuori.

Brunella Cacciuni, 15enne dinamica e allergica alle regole. Vive a Napoli insieme alla madre, frequenta il secondo anno del Liceo Scientifico e fa la ballerina a tempo pieno. Segni particolari: ha la fobia dei bottoni.

Camilla Maria Vittoria Ricciardi, 13 anni, di Genova. Figlia unica di madre avvocato e padre magistrato, Camilla frequenta la Scuola Germanica. Intelligente, colta, ma anche tanto chiacchierona, Camilla fa teatro da cinque anni ed è molto social. Sua madre la descrive come testarda e permalosa.

Elisabetta Gibilisco, 15 anni, di Floridia (Siracusa). Ragazza simpatica, socievole e dotata di un carattere ben definito, Elisabetta frequenta il 1° anno di Liceo delle Scienze Umane e da grande vorrebbe diventare psicologa o oculista. La palestra e il ballo sono due delle sue passioni principali.

Gaia Malgieri, 15enne di Villanova D’Asti (Asti). Frequenta il 2° anno dell’Istituto Professionale Panificazione e Pasticceria. La scuola, o meglio lo studio, non è il suo piatto forte, tanto che non è impossibile vederla dormire all’ultimo banco. In classe fa la bulla, risponde male agli altri per il puro piacere di farlo e non è abituata a chiedere scusa. Per quanto riguarda il suo futuro professionale sembra piuttosto indecisa: da un lato vorrebbe fare la barista, seguendo le orme di sua madre, o l’attrice. Segni particolari: ha una sorella minore con cui litiga di frequente.

Ginevra Mandolese, 15 anni, di Teramo. Solare, allegra e molto religiosa, Ginevra fa la chierichetta insieme al suo ragazzo. È una ragazza rispettosa, indipendente, amante dello studio e piuttosto moderata. Frequenta il 1° anno del Liceo Scientifico e, a differenza dei suoi coetanei, odia a morte la tecnologia.

Maddalena Sarti ha 16 anni ed è una brava ballerina. Frequenta il 3° anno del Liceo delle Scienze Umane a Budrio (Bologna). Sicura di sé, estroversa, è la prima della classe. Piace molto ai ragazzi e vuole essere un punto di riferimento per il suo gruppo di amici. È convinta che i suoi compagni di classe la invidino.

Michelle Cavallaro, 14 anni di Agrigento. Attualmente vive ad Azzano Decimo (Pordenone), dove frequenta la terza media. Testarda, lunatica e schizzinosa, Michelle non riesce a trattenersi dal rispondere ai professori. Ragion per cui riceve sempre molte note. La madre, che fa l’operaia in una fabbrica, sa di aver esagerato nel viziare sua figlia. Spera, allora, che Il Collegio possa aiutarla a crescere, facendola allontanare almeno in parte dal cellulare.

Noa Planas, 15 anni, di Gabicce Mare (Pesaro e Urbino). Frequenta il 1° anno del Liceo Artistico, è sensibile, dolce e gentile. Non parla mai dei suoi problemi, non ha l’abitudine di lamentarsi. I suoi genitori sono divorziati, ma hanno mantenuto un buon rapporto. Ama la fotografia e vorrebbe che un domani potesse diventare la sua principale occupazione. In alternativa non disdegnerebbe nemmeno una carriera da modella.

Il Collegio 2: gli alunni

Davide Moccia, 14 anni, di Aversa (Caserta). Fa il 1° anno del Liceo Scientifico  e sogna di diventare un ingegnere informatico o arruolarsi nell’esercito o nell’Aeronautica Militare. Nell’ultimo periodo i suoi genitori hanno deciso di trascorrere le loro vite separati e Davide, assieme alla sorellina, è rimasto a casa con il padre. Ora la mamma è tornata e vivono di nuovo tutti insieme. Fra le sue più grandi passioni c’è la PlayStation, con la quale gioca anche molte ore al giorno.

Dimitri Tincano, 15 anni di Terni. Frequenta il 1° anno dell’Istituto Alberghiero. Pluribocciato alle medie, Dimitri e lo studio abitano in due continenti molto lontani fra loro. Sensibile, ma anche molto disordinato e distratto, adora lo sport e le belle ragazze. La cosa a cui tiene di più al mondo è il suo ciuffo, che sistema accuratamente prima di uscire. I suoi genitori sono divorziati, il papà si è risposato.

Edoardo Maragno, 16 anni, di Spino d’Adda (Cremona). Indipendente, è un ragazzo che ama molto viaggiare e conoscere posti nuovi. Frequenta, solo perché obbligato, il 3* anno del Liceo Scientifico, ma non vede l’ora di iniziare a lavorare. Figlio di genitori separati, Edoardo vive con la madre, il nuovo marito della donna e le due sorelle acquisite. Dagli adulti esige il giusto rispetto ed è per questo che talvolta viene delineato come un arrogante.

Federico Mancosu, 17 anni, di Vimodrone (Milano). Frequenta il 3° anno di Scienze Umane ed è ossessionato dai suoi capelli. Non sa vivere senza spuma. Rispettoso ma molto esuberante, Federico ha sempre frequentato scuola di preti e di suore. A scuola non ha mai avuto debiti, ma il suo volto è noto ai presidi delle scuole frequentate. Il suo tallone di Achille, difatti, è proprio la condotta.

Gabrielle Sarmiento, 16 anni, di Roma. Fa il 3° anno di Liceo Scientifico, con indirizzo in Business e Marketing. Alunno modello, si applica nello studio e reputa gli insegnamenti dei professori fondamentali per la vita. Appassionato di ballo e di canto, vorrebbe fare di quest’ultimo la base di una solida carriera. Ha un grande bisogno di sentirsi accettato e ammirato dalla gente.

Giuseppe Spitaleri, 16 anni, di Palermo. Frequenta il 2° anno dell’Istituto Alberghiero. Skater incapace di sottostare alle regole, trascorre le sue giornate tra le rampe di skateboard e le ragazze. Spiritoso, ironico e con la battuta sempre pronta, ha la capacità di parlare al contrario. Dote, questa, che utilizza per prender in giro professori e forze dell’ordine. Proviene da una realtà piuttosto complessa.

Marco Biò, 17 anni, di Milano. È iscritto al 1° anno dell’Istituto Professionale di meccanica, la sua passione sono i motori, in particolare quelli su due ruote. Sogna di divenire un meccanico ed è proprio per questo motivo che lavora due giorni a settimana in un’officina. Di lui i genitori, separati ma in ottimi rapporti, dicono che è una persona molto sensibile e follemente innamorato della sorella minore.

Nagga Giona Baldina, 14 enne di Garbagna Novarese (Novara). Di origine etiope, è stato adottato nel 2008. Frequenta la terza media in una scuola religiosa. Con i suoi genitori ha un rapporto complicato, in particolare con il padre, con cui si trova a litigare molto spesso. Refrattario alle regole, il ragazzo ha tentato più volte di scappare di casa. Ultimo di quattro figli, la madre è una donna molto presente nella sua vita.

Roberto Magro, 14enne di Monza, frequenta la terza media. La sua situazione familiare è piuttosto complicata, ma nonostante questo Roberto non smette mai di sorridere. La madre pensa che sia una “testina”: vocabolo, questo, che deriva dal fatto di non ascoltare mai i consigli degli altri e di non trattenersi dal rispondere male. Bocciato in seconda media, l’anno successivo ha recuperato con facilità. Non sa stare senza orecchino, anelli e orologio.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Veronica Mastro
IL COLLEGIO: ECCO CHI SONO I 18 ALUNNI DEL NUOVO SHOW DI RAI 2 (FOTO)


Marco Biò
Il Collegio 2: Marco Biò si ritira. I Professori tentano nuovi approcci didattici


Roberto Magro
Il Collegio 2: espulso lo studente Roberto Magro


Camilla Ricciardi
Il Collegio 2: Camilla Ricciardi si ritira. Letame e cipolle per punizione agli alunni indisciplinati

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.