7
maggio

Fabio Fazio si mette su piazza: «Non posso rimanere in Rai se vengo considerato un costo e non un valore». Non gli basta essere già tra i più pagati?

Fabio Fazio

Se il problema è quanto guadagniamo, tolgo il disturbo immediatamente“. Di un Fabio Fazio così loquace non avevamo memoria. Quando si parla di denari, evidentemente, saltano le remore (oltre che i nervi). Intervistato da Aldo Grasso al Festival della tv di Dogliani, il conduttore ha totalmente messo da parte la sua proverbiale prudenza e si è lasciato andare a dichiarazioni pesanti sul servizio pubblico con riferimento alle recenti diatribe sui compensi delle star. Bordate vere e proprie, pronunciate peraltro davanti ad alcuni vertici aziendali.

Chiamato in causa negli ultimi tempi a motivo del suo super stipendio, Fazio si è lamentato proprio del “teatrino” sul “quanto guadagniamo”.

Se è quello il problema - ha detto si toglie il disturbo immediatamente. Non posso rimanere in Rai se vengo considerato un costo, un peso e non un valore. Ho sopportato qualunque cosa, ora c’è l’esigenza di chiarezza: per rimanere bisogna sentirsi utili. E’ molto più difficile rimanere che andare via. Se non viene presa in considerazione quella idea di valore, io per primo non voglio sentirmi uno che porta via qualcosa che è di tutti.

Ma qualcosa non torna. Il conduttore che chiede a gran voce di essere considerato un valore è infatti lo stesso che già percepisce uno dei cachet più consistenti tra gli artisti Rai. Se ne deduce che l’azienda gli stia già riconoscendo – e pure profumatamente – i dovuti meriti. Quelle pronunciate da Fazio, però, sembrano anche le parole di chi si sta mettendo nuovamente su piazza, magari con il risultato di alzare ulteriormente il proprio potere contrattuale. Perché così funziona.

E, in effetti, è lo stesso anchorman – il cui contratto con la Rai scade a giugno – a far intuire che il suo futuro potrebbe anche essere fuori da Viale Mazzini. Eventualità che diventa sempre più concreta.

Siccome la Rai è la mia azienda e la mia vita e le si sta chiedendo di fare una cosa contro natura, non posso tacere. Per me non è difficile trovare un posto dove andare. Sono un privilegiato, guadagno molto. Mi sono chiesto molte volte in questi mesi cosa dovrò fare” ha detto, denunciando poi di aver ricevuto minacce sui social.

Fabio Fazio: ingerenza politica in Rai mai così grande

Fazio ha poi aperto il fuoco contro l’influenza della politica in Rai, fenomeno che – a suo giudizio – sarebbe arrivato a livelli insostenibili.

Ci sono Paesi che hanno dismesso o venduto le reti. Non è detto che l’assetto attuale sia quello giusto. Si può discutere, ma per farlo bisogna essere in buona fede. Credo non ci sia mai stata un’ingerenza politica così grande sulla gestione dell’azienda. Non è né ammissibile né accettabile“ha detto, rivendicando di seguito la necessità “di avere un pensiero forte sulla tv generalista e pubblica per capire se ha un senso o se debba essere ripensata“.

Che la politica (anche in tempi recentissimi) abbia fatto sentire la propria voce in Rai è cosa abbastanza desumibile se non addirittura evidente, ma fa un certo effetto pensare che la denuncia di Fazio sia arrivata solo ora, quando la stessa politica si è intromessa in particolare su una questione forse più sensibile di altre: quella degli stipendi, appunto.

Campo Dall’Orto: Fazio è un patrimonio della Rai

Il primo in ordine di tempo a dover parare le bordate faziesche è stato proprio il DG Rai Antonio Campo Dall’Orto.

Fabio Fazio per me è un patrimonio della Rai. Non è un volto, è un autore, e la tv si fa con gli autori” ha invece detto il top manager, aggiungendo: “Le minacce che ha raccontato di aver ricevuto Fazio sono difficili da accettare. Ha tutta la mia vicinanza e solidarietà“.

Ma a fronte del ritratto a tinte fortissime tratteggiato dal conduttore, le parole del top manager Rai sono risuonate come una vocina nella tempesta.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Rischiatutto 8
RISCHIATUTTO RIPARTE SU RAI3. FAZIO E BIGNARDI METTONO LE MANI AVANTI SUGLI ASCOLTI. ECCO OSPITI E VALLETTE


Milena Gabanelli
Milena Gabanelli sul piano news: «Se non si procede non intendo intascare un minuto di più di uno stipendio pagato dai cittadini»


Falcone e Borsellino
Falcone e Borsellino: su Rai1 la speciale diretta da Palermo condotta da Fazio, Pif e Saviano


Antonio Campo Dall'Orto
Rai, il CdA boccia il piano informazione di Campo Dall’Orto. Vota contro anche Monica Maggioni

17 Commenti dei lettori »

1. Tore ha scritto:

7 maggio 2017 alle 13:24

Se dovesse andare via dalla Rai, di sicuro ce ne faremo una ragione.



2. controcorrente ha scritto:

7 maggio 2017 alle 13:39

parla solo di soldi ormai.. d’altronde avevamo dubbi che gli interessasse altro.. si vede bene quando intervista Marchionne o Renzi.. che uomo e’ Fazio… in qul caso di soldi degli operai e dei poveracci che non arrivano a fine mese… non parla manco sotto tortura…



3. Luca ha scritto:

7 maggio 2017 alle 15:35

Fazio e la Littizzetto guadagnano milioni di euro all’anno
Per la loro bravura ?
Forse anche ,ma non solo
Negli ultimi 15 anni hanno sempre fatto politica e aiutato la sinistra ,non in modo diretto ma con battutine e storielle contro gli avversari mettendoli in ridicolo
Tipici buonisti miliardari ,facile fare i comunisti da salotto con immensi patrimoni di centinaia di milioni di euro
Ora il Fazio si sta rendendo conto che leccare il sedere a Renzi e sinistrorsi vari non è più sufficiente o per lo meno ,per farlo ha bisogno di sempre più soldi
Questa gente non conosce il significato della parola : dignità



4. Giuseppe ha scritto:

7 maggio 2017 alle 16:07

Ripresa della polemica iniziata oltre un mese fa. Fazio, ovviamente, non accetta di essere equiparato a un giornalista Rai (tetto di compensi annuo pari a 240.000 euro) perché si autodefinisce artista-giornalista. Difende i suoi interessi. Ma ha ragione anche chi, all’interno della Commissione di Vigilanza Rai, ritiene più corretto rivedere a ribasso certi cachet. Niente di nuovo sotto il sole. E’ già capitato con quasi tutti i personaggi più importanti della storia della televisione.



5. Marco ha scritto:

7 maggio 2017 alle 16:55

Buon viaggio



6. xxxxx ha scritto:

7 maggio 2017 alle 17:45

Io non capisco questa polemica, in teoria Fazio è già molto ricco, in mancanza di alternative io se fossi stato in lui avrei accettato di rimanere in RAI anche con 240000. Poi dopo logicamente se ci sono altre offerte è giusto che uno vada dove lo pagano di più o dove vengono proposti programmi interessanti.
PS: Per fare una cosa giusta, la RAI dovrebbe decimare lo stipendio alla Carlucci e alla Clerici, che floppano da anni e vengono pagate più di Magalli,il cui programma perlomeno rende ancora negli ascolti. Il vero spreco di risorse in RAI, sono i soldi spesi per i flop che vanno avanti da anni, mica quelli per Sanremo o per i programmi di successo.



7. Silvano ha scritto:

7 maggio 2017 alle 18:21

Se vuole andare via che vada nessuno è indispensabile nella vita figuratevi nel lavoro.
Farà la fine della Ventura per anni scomparsa dal giro che conta e poi per tornare si è messa sotto l’ala protettrice della De Filippi accettando un programma che negli anni d’oro avrebbe sbeffeggiato
Accettare una decurtazione sullo stipendio non mi sembra una cosa disdicevole
La Rai e la politica è tutta la vita che vanno a braccetto quindi le sue parole lasciano il tempo che trova….



8. vicky ha scritto:

7 maggio 2017 alle 20:43

Fazio ha successo per gli ospiti che ha.Se ne va? Ohhhhhh che peccato!!!



9. Francesco Amico ha scritto:

8 maggio 2017 alle 01:34

Mi dispiacerebbe solo per il Rischiatutto..



10. Nina ha scritto:

8 maggio 2017 alle 10:37

Questa la dice lunga sull’arroganza, sulla presunzione, sull’ipocrisia di alcuni personaggi radical chic!



11. Tv80 ha scritto:

8 maggio 2017 alle 13:22

Finalmente se ne va speriamo che se ne vadano anche gli altri



12. Tina ha scritto:

8 maggio 2017 alle 15:42

Mi e’sempre stato odioso con l’aria superba.Io lo chiamo faccia da prete.Per un solo programma che fa pagato profumatamente e si lamenta pure?Ovvio che gioca al rialzo il furbone dei miei stivali



13. Alessandro ha scritto:

8 maggio 2017 alle 15:58

“Per rimanere bisogna sentirsi utili”

Ma Fazio lo sa che in Italia ci sono uomini che tengono in piedi una famiglia con mille euro al mese? Io lo capisco perfettamente che se lui fa guadagnare alla Rai milioni di euro di introiti, vuole il suo bel compenso, però certe volte si fa più figura a rimanere in silenzio, o per lo meno usare le parole giuste.



14. silvia ha scritto:

9 maggio 2017 alle 02:59

ma magari se ne andasse,,con quella faccia da……….non si vergogna””’????????? che ci dovrà fare con tutti quei soldi,,non è mai sazio……ma chi si credono di essere questi fantocci definiti “”"star della tv???? perché gli danno tanta importanza????



15. Luca ha scritto:

9 maggio 2017 alle 11:00

Fazio è il classico venduto alla politica per 40 denari
ma l’avete mai visto quando invita esponenti della destra ?
Fa la faccia severa ed irritata ,ovviamente tutto studiato a tavolino da lui e i suoi autori
Ma ora con i 5 stelle sta trovando dura perchè se prima avevi contro solo il centro destra ora ha anche i 5 stelle
ahahaha
Ben gli sta!!!



16. ciak ha scritto:

9 maggio 2017 alle 13:34

fazio è nato in rai..
è un bene autorale per l’azienda… e come tale deve essere trattato…
crea … quindi deve restare



17. Nina ha scritto:

9 maggio 2017 alle 19:37

A proposito di radical chic, voglio segnalarvi un’esilarante dichiarazione di un poveraccio qualsiasi, Stefano Accorsi, il quale ha dichiarato di aver “sofferto molto” a causa di Berlusconi, perchè, essendo di sinistra non sopportava il suo governo. E quelli che veramente stanno sofffrendo a causa di Renzi??????



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.