17
marzo

Celebrity MasterChef: nella prima puntata tre eliminati e tante prove… ammazza vip

Serra Ylmaz

Serra Yilmaz

I giudici di MasterChef sono stati di parola: nessuno sconto in nome della fama per i concorrenti della versione vip dello show. I dodici aspiranti Celebrity MasterChef sono stati gettati subito nella fossa dei leoni, più che nella Masterclass, con prove difficili che hanno visto le sicurezze di alcuni vacillare e ben tre di loro eliminati.

Celebrity MasterChef, prima puntata: le parolacce di Mara e la competitività di Capua e Cucinotta

I concorrenti hanno provato a mettere leggerezza nelle proprie performance, scherzando e ridendo con i giudici e addirittura baciandoli quando l’occasione lo richiedeva. Ma il muro gelido che si sono trovati davanti ha chiarito che la gara è gara e che il grembiule bianco richiede assoluta serietà e rispetto, dunque poche chiacchiere e zero aria da fenomeni per restare in gioco; solo buoni piatti e coraggio nell’affrontare prove complicate, tra cui un Pressure già nel primissimo episodio.

In undici non hanno potuto fare a meno di adeguarsi mentre la dodicesima, Mara Maionchi, è rimasta fedele al suo personaggio dall’inizio alla fine: non particolarmente lanciata tra i fornelli, è stata però la mattatrice della serata, con la sua novena di parolacce ed imprecazioni da stress e i vari “ma non rompere i co**glioni” diretti esplicitamente ai compagni di gioco e tra le righe agli stessi giudici.

La Mystery Box ha visto trionfare Enrica Guidi, colei che è stata poi eliminata al termine del secondo episodio per quell’ineluttabile legge interna che ultimamente ha visto anche i concorrenti della versione standard perire dopo il trionfo iniziale. Tutti gli altri, nel corso della prima puntata, hanno affrontato il Pressure a sorpresa, nel corso del quale sono stati chiamati in prima battuta a sfilettare una ricciola nel tentativo di emulare Antonino Cannavacciuolo, che con le sue mani grandi lo ha fatto in pochissimi minuti con una delicatezza e un’eleganza da incorniciare.

Coloro che non ce l’hanno fatta hanno poi dovuto cucinare con gli scarti del pesce e questo è risultato fatale per Stefano Meloccaro e Serra Yilmaz, che con l’uso delle spezie ha coperto del tutto il sapore della ricciola.

La prova in esterna aveva invece come obiettivo quello di sfamare centocinquanta studenti ed ha visto la brigata rossa capitanata dalla Cucinotta (composta da Magnini, Britti, Guidi, Capua) contro quella blu guidata da Antonio Capitani (e composta da Maionchi, Passera, Nesli e Di Cioccio). Quest’ultima nonostante il caos imperante è riuscita a farcela, il che ha fatto emergere la competitività della siciliana e della sua compagna di squadra Roberta Capua, che hanno mal digerito la sconfitta: la prima ha addirittura augurato agli studenti di stare male la notte per aver preferito i suoi avversari. Le due hanno affrontato un altro durissimo Pressure con i compagni di sventura e al termine, come anticipato, ad essere eliminata è stata Enrica Guidi, che pure si presentava promettente.

La sensazione dopo la prima puntata è che alcuni personaggi siano stati selezionati non tanto per le loro qualità culinarie ma per ragioni di personalità o “scuderia” mentre altri, nonostante i tanti anni in tv e una grande preparazione ai fornelli, non riescono affatto a brillare per simpatia diventando quasi respingenti. Vedi proprio la Capua e la Cucinotta: si scioglieranno come il burro o resteranno sempre più pesanti di una peperonata?

[INTERVISTA A NESLI]

[LE SCHEDE DEI CONCORRENTI]



Articoli che potrebbero interessarti


Pechino Express 2017 - Las Estrellas
Pechino Express 2017: nello ’scambio di coppie’ Antonella Elia offre la sua partner per favori sessuali, Arca dà un ceffone ad Ema


I Fatti Vostri
I Fatti Vostri: Magalli unico padrone di casa di un format sempre uguale a se stesso


Mara Maionchi
X Factor 2017: è subito Mara Maionchi show. Ecco i concorrenti ammessi


Pechino Express 2017 - Gli Egger
Pechino Express 2017, prima puntata: i capricci della «marchesa» Egger scalzano Antonella Elia

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.