23
dicembre

MASTERCHEF 6: E PER DESSERT… PILLOLE DI BASTARDAGGINE PER TUTTI?

Masterchef 6 - prima puntata

Masterchef 6 - prima puntata

Il nome è ormai una garanzia: dopo cinque edizioni di successo MasterChef è diventato anche per i telespettatori italiani un appuntamento imperdibile, una certezza nel panorama televisivo, con un’identità fortissima che lascia poco margine al cambiamento. Se lo scorso anno si è però riusciti a creare l’effetto novità con l’introduzione del quarto giudice, nell’edizione 2016 (partita giovedì 22 dicembre 2016) a venire fuori è soprattutto la conseguenza di quel cambiamento, ovvero il fatto che l’arrivo di Antonino Cannavacciuolo ha spinto i giudici a fare gruppo, ad aprirsi, a scherzare tra loro ed entrare in sintonia… pure troppo.

MasterChef 2016: i giudici un po’ bulli contro alcuni aspiranti concorrenti

I quattro nella prima puntata sono sembrati una sorta di gang, cinica e a tratti anche pesante nei confronti degli aspiranti concorrenti non meritevoli del grembiule bianco. Le selezioni sono state l’occasione per lanciarsi in battute al vetriolo, prese in giro, derisione in taluni casi spicciola ed un atteggiamento qualche volta un po’ bullo nei confronti dei giovanissimi ed inesperti cuochi.

Un clima pesante ma forse inevitabile, per il disincanto che deve essere subentrato dopo anni di selezioni ed incontri con personaggi quasi fumettistici che di cucina non ci capivano nulla. I giudici si sono dunque tolti qualche sassolino dalle scarpe mettendo in riga chi sembrava capitato lì per caso o per voglia di pura visibilità. Anche questa volta non sono mancati però i colpi di fulmine, con i giudici presissimi da qualche concorrente ed appassionati da subito alla sua storia personale, proprio come avvenuto l’anno scorso con le due finaliste Alida ed Erica, “adottate” fin dall’esordio rispettivamente da Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo.

Tra coloro che si sono guadagnati la possibilità di accedere alla gara si intravedono già alcuni possibili protagonisti dello show, perchè a contare non sono soltanto le necessarie doti culinarie ma anche il carattere e la capacità di smuovere col tempo le acque della gara. In particolare si sono distinti il romagnolo Roberto, operaio con la voglia di aprire un ristorante in cui far cucinare i clienti, la ruspante Giulia, la matura ma ingenua Lalla e alcune concorrenti pratiche e dalle idee semplici, quali Antonella, Loredana, Cristina e Margherita.

Tra i vari “segaiolo” e “merda” rivolti ai peggiori e alle loro creazioni, però, ricorderemo soprattutto lo scambio di battute tra Cannavacciuolo e Carlo Cracco, col primo che ha accusato l’altro di prendere “pillole di bastardaggine” e questi che gli ha risposto “si, quelle che avanzano a te“: se il buongiono si vede dal mattino, anche quest’anno ci sarà di che parlare.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


MasterChef 6 - Gabriele
MASTERCHEF 6 SALE IN ALTO ADIGE PER IL QUARTO APPUNTAMENTO. ELIMINATI VITTORIA ED ALAIN


MasterChef 6 - Valerio e Margherita in esterna
MASTERCHEF 6 AL PASSO COI TEMPI, TRA CUCINA VEGANA E DOGGY BAG. ECCO CHI SONO LE PRIME ELIMINATE


MasterChef 6 - i concorrenti con i giudici
MASTERCHEF 6: TROVATI I VENTI CONCORRENTI TRA PROVE, TALENTI E CASI UMANI


L'Isola di Pietro
L’Isola di Pietro: Gianni Morandi «angelo custode» di un racconto corale corposo e ben articolato

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.