16
settembre

BAKE OFF “MADE IN SUD” E PER POCO NON FINISCE IN SCENEGGIATA

Bake Off Italia 2016 a Napoli

Bake Off Italia 2016 è andato a Napoli per la terza puntata, in tutti i sensi. Innanzitutto c’è stato l’ingresso di un nuovo concorrente, Luca, arrivato dal capoluogo campano per sostituire Bartolomeo, costretto a ritirarsi per un problema di famiglia. Poi, la prova creativa e quella tecnica hanno avuto per protagonisti la sfogliatella e il casatiello. Infine, per la prova Wow i concorrenti sono fisicamente arrivati nella città partenopea e precisamente alla Sonrisa, ovvero il Castello de Il Boss delle Cerimonie, per preparare una torta nuziale. Questo fa della puntata in questione la più innovativa in quattro anni di Bake Off – non c’erano mai state sostituzioni né trasferte – peccato solo che non sia finita a tarallucci e vino.

Bake Off Italia 2016: Giovanni è l’eliminato della terza puntata, Martina la migliore

Le prime due prove sono state dei colossali disastri. Solo in due sono riusciti a presentare ai giudici delle sfogliatelle cotte e Clelia D’Onofrio, indispettita come non mai, si è presentata munita di vocabolario per spiegare agli aspiranti pasticceri cosa si intende con la parola “creatività“, il cui senso gli era evidentemente ignoto. La prova tecnica, poi, ha visto i giudici quasi rifiutarsi di assaggiare i casatielli crudi ed ha portato ad un “non classificato” per tutti i concorrenti.

Verrebbe da mandarli tutti a casa? In realtà no. Perchè la sensazione è che i giudici pretendano troppo, andando contro le regole della cucina e dei tempi che sono necessari, soprattutto per dei non professionisti, al fine di completare delle ricette così elaborate e particolari. Ma per loro è tutto facile e quindi, se Antonio Lamberto Martino riesce a fare con il lievito madre un casatiello in meno di tre ore, devono riuscirci per forza anche coloro che fino a ieri facevano tutt’altro nella vita. Possibile?

La prova Wow è stata la più riuscita, perchè entrambe le squadre in cui sono stati divisi i concorrenti hanno realizzato un’imponente torta nuziale: erano entrambe piene di sbavature ed i giovani e coloriti sposi hanno scelto la peggiore, ma il gusto era buono ed i giudici hanno apprezzato l’impegno. Almeno una volta.

Scegliere il migliore e il peggiore è stato complicato vista la puntata un po’ ostica, ma alla fine il grembiule blu lo ha preso Martina e a casa ci è tornato Giovanni, delle cui continue battute sulla propria omosessualità agée non sentiremo la mancanza. Ma ai compagni di gioco, viste le lacrime versate alla sua uscita, mancherà.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Lorenzo Licitra
Wind Music Awards Summer 2018: la scaletta della serata di stasera condotta da Federico Russo e Marica Pellegrinelli


GF15 Veronica Satti
Grande Fratello 2018, terza puntata del 30 aprile: espulso Baye Dame, eliminata Patrizia. Al televoto Luigi, Aida, Simone e Alberto


Biondo - Amici 2018
Amici 2018, terza puntata Serale del 21 aprile. Heather contro Biondo: «For pussies». E Zerbi: «Detto da una donna è una grandissima stron*ata»


Questo Nostro Amore 80 - Anna Valle
Questo Nostro Amore 80: anticipazioni terza puntata di martedì 10 aprile 2018

3 Commenti dei lettori »

1. xxxxx ha scritto:

16 settembre 2016 alle 23:58

Io sono tre anni che vado dicendo che a Bake Off spesso diminuiscono i tempi per mettere in difficoltà i concorrenti, ma non mi caga mai nessuno. Grazie a voi per averlo notato.



2. Guasty_95 ha scritto:

17 settembre 2016 alle 03:53

Wow, mi stupisce come ci sia gente che guardi Bake Off.



3. luc10 ha scritto:

17 settembre 2016 alle 08:14

Spero per gli sposi che abbiano avuto una torta di riserva :D



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.