20
marzo

COME FAI SBAGLI: IL DIFFICILE MESTIERE DEL GENITORE NELL’ENNESIMA FICTION FAMILIARE DI RAI1

Come Fai Sbagli

La famiglia, con le sue infinite dinamiche interne, sembra essere l’argomento preferito da RaiFiction che in questa stagione, dopo E’ arrivata la Felicità e Tutto può succedere – entrambe accolte in maniera tiepida dal pubblico ma nonostante ciò rinnovate per una seconda stagione – ha deciso di proporre una nuova serie con al centro le vicende di ben due gruppi familiari. Si tratta di Come fai sbagli, fiction in sei puntate (12 episodi) che, da questa sera, racconterà la vita di due famiglie agli antipodi: i Piccardo e gli Spinelli. I primi rigidi, i secondi permissivi. Due coppie di genitori di oggi che per crescere al meglio i loro figli sono alla continua ricerca del modello educativo perfetto. Protagonisti Enrico Ianniello, Caterina Guzzanti, Daniele Pecci e Francesca Inaudi e con Massimo Ciavarro, Tullio Solenghi e la partecipazione straordinaria di Loretta Goggi

Prodotta per la Rai da Paypermoon Italia (A.P.T.) e Elephant Italia, la fiction è diretta da Riccardo Donna e Tiziana Aristarco, coppia e genitori nella vita reale, nonché registi di saghe familiari di successo come Un Medico in Famiglia e Raccontami. Anche in questo caso, come nelle ultime due fiction citate, il format della serie non è originale, bensì basato sulla serie televisiva francese Fais pas ci fais pas ça, creata da Anne Giafferi e Thierry Bizot, ed arrivata in patria alla nona stagione.

Come nella versione francese anche nella nostrana si è voluto puntare su un titolo emblematico per raccontare il ruolo dei genitori attraverso due prototipi di famiglia. Difficile però capire qual è delle due famiglie ha adottato il metodo migliore, dato che il mestiere di genitore è uno dei più difficili al mondo. L’impostazione data a Come fai sbagli è ironica e divertente. I paradossi diventano lo specchio in cui il pubblico può facilmente riconoscersi con i propri limiti e i tanti sensi di colpa, ma anche con il coraggio e la buona volontà con cui si affronta ogni giorno il ruolo genitoriale.

Come fai sbagli – Trama

Come anticipato le protagoniste della serie sono due famiglie. Una è composta da rami diversi: una figlia di un primo matrimonio e un bambino della nuova coppia formata da Walter Spinelli (Daniele Pecci) e Valeria Spinelli (Francesca Inaudi). L’altra è classica: Laura (Caterina Guzzanti) e Paolo Piccardo (Enrico Ianniello), fidanzati a diciotto anni, sposati in chiesa, tre figli. Da un po’ di tempo agli Spinelli succede spesso una cosa che li turba. Guardano le altre famiglie, gli altri genitori e si chiedono se non abbiano ricette migliori delle loro per quel che riguarda l’educazione dei figli.

Quando Zoe (Sofia Panizzi) era ancora una bambina e Diego (Teo Achille Caprio) appena nato questo non accadeva: erano convinti di ciò che facevano, delle loro capacità di ascolto, di comprensione e di apertura mentale. L’esempio personale, la coerenza, l’affettività erano il concime che spargevano nel giardino della loro famiglia. Tutte cose assenti nell’educazione ricevuta e che loro pongono al centro del rapporto con i figli. Poi Zoe è diventata un’ adolescente: quell’età nomade e disorganizzata in cui le porte delle camere sbattono e i ragazzi passano dall’euforia alla cupezza in un nanosecondo, dall’ira funesta al pianto a dirotto, dalla prosopopea all’insicurezza, dall’inappetenza all’abbuffata. E i genitori sono per contratto ‘insensibili, stupidi, pallosi e accollosi’ in una parola: è tutta colpa loro.

Da quel momento Walter e Valeria si sentono dentro una barca che naviga a vista e spesso rischia di esser travolta dai marosi e per questo si chiedono se tutto quell’ascolto non sia troppo, tutta quella comprensione non sia sbagliata, e vorrebbero mettere dei limiti, delle regole, dei paletti, ma quando lo fanno non sono in grado di mantenerli e quei paletti vengono rapidamente sradicati, le regole aggirate e tutto torna come prima. Walter e Valeria Spinelli cercano di far bene, si interrogano continuamente su come far bene, ma cambiano spesso idea e tutto questo bene rischia a volte di diventare una matassa aggrovigliata che nessuno riesce a sbrogliare.

Laura e Paolo Piccardo invece non aggrovigliano mai nulla. E non hanno dubbi sull’educazione che impartiscono ai loro figli. La stessa che hanno ricevuto dai genitori e che, a occhio e croce, ha dato buoni frutti. Paolo si è laureato e adesso è un quadro dirigenziale di una industria di caminetti e arredo del calore, la Prometeo Calor s.r.l mentre Laura si occupa della casa e ha tirato su i tre figli nella fede cristiana e nel rispetto del prossimo, valori non sempre commerciati ai giorni odierni. Hanno una casa confortevole e ordinata e malgrado la lavatrice straripi sempre di panni, nei cassetti di Paolo non mancano mai due dozzine di camicie stirate e inamidate.

Nei cassetti degli Spinelli invece è tutto aggrovigliato negli armadi nessuno ha mai fatto il cambio di stagione e i cappotti stanno accanto ai costumi da bagno. Quando vedono gli Spinelli uscire da casa, Laura e Paolo Piccardo li osservano con un misto di diffidenza e compatimento. Anche Laura e Paolo hanno i loro problemi con gli adolescenti di casa, sia chiaro. Giulio (Giuseppe Spata), il maggiore, ad esempio è decisamente meno determinato di come sognava il padre e Irene (Miriam Guaiana), da quando frequenta la scuola pubblica ed è diventata amica di Zoe Spinelli, ha cominciato a mostrare qualche cenno di sbandamento e Chiara (Lucy Gentili), la più piccola, è pronta a riservare qualche sorpresa, ma nell’insieme tutto sembra procedere tranquillamente.

“Tra noi e loro non c’è niente in comune…”, direbbero gli uni degli altri. Ma non è vero. Entrambe le famiglie hanno al loro interno dei figli adolescenti e sono proprio loro a creare un inevitabile legame. Gli Spinelli pensano che sotto la spocchia dei Piccardo si celino dei piccolo-borghesi e i Piccardo che sotto i modi da intellettuali degli Spinelli si celino dei mezzi falliti. E in ognuno si rafforza la convinzione che il proprio metodo educativo sia il migliore.



Articoli che potrebbero interessarti


Loretta Goggi (Nonna Nora) Come fai sbagli
COME FAI SBAGLI: TUTTI I PERSONAGGI


Il Paradiso delle Signore 2 - 39
Il paradiso delle signore 2: riapre il grande magazzino di Rai1. Nella seconda stagione la nascita di Carosello


I Fantasmi di Portopalo 16
I Fantasmi di Portopalo: Beppe Fiorello torna su Rai1 con una nuova miniserie d’impegno civile


Gomorra 2 - 16
GOMORRA 2 – LA SERIE: LA LOTTA PER IL POTERE CRIMINALE E’ DI NUOVO APERTA

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.