14
marzo

PARLIAMONE: MAURIZIO COSTANZO DEBUTTA NEL DAYTIME DI RAI PREMIUM

Maurizio Costanzo

Scrivevamo qualche giorno fa del fatto che Rai Premium si sta riavvicinando in maniera massiccia al mondo della fiction, suo storico cavallo di battaglia. Ma, ben lungi dall’adagiarsi sugli allori, il canale 25 del digitale terrestre continua a sperimentare e oggi – lunedì 14 marzo 2016 – dà il via ad un’avventura nuova ed importante, ovvero un appuntamento quotidiano di approfondimento affidato a Maurizio Costanzo.

Parliamone: dal lunedì al giovedì alle 13:30 su Rai Premium

Il programma in questione si chiama Parliamone e come da titolo sarà una sorta di chiacchierata tra il conduttore e un ospite riguardo l’attualità, le notizie più curiose o una ricorrenza importante che ha segnato la storia televisiva (e non solo) dell’Italia. Quarantacinque minuti al giorno (dalle 13:30 alle 14:15) dal lunedì al giovedì, con una puntata speciale al venerdì che mostrerà il meglio della settimana, dunque quasi un Riparliamone.

Parliamone: i temi della prima settimana

Parliamone inizierà sempre con una rassegna stampa fatta insieme ad un direttore di testata e le prime testate saranno il Messaggero, Oggi, Il mattino e L’Espresso. Nella prima puntata di oggi l’ospite di Costanzo sarà Renzo Arbore, chiamato a “festeggiare” il quarantesimo compleanno de L’Altra Domenica; domani ci sarà invece Pino Strabioli, con cui si parlerà del compleanno di Mina e di Milleluci; mercoledì si analizzerà con Maria Fida Moro il rapimento Moro, di cui cade l’anniversario, e si indagheranno i benefici del ballo con una coppia di campioni di ballo della terza età e il geriatra Roberto Bernabei; giovedì, invece, Alessandra Panelli ricorderà la madre Bice Valori e si parlerà del fatto che il governo italiano ha proposto la pizza come patrimonio dell’umanità.

Parliamone: i temi che verranno

Negli approfondimenti delle settimane successive si punterà poi l’attenzione su volti noti del cinema italiano, in particolare Anna Magnani – a sessant’anni dall’Oscar per La rosa tatuata – e Nino Manfredi. Parliamone si preannuncia come un programma ricco ed articolato, che mescola amarcord ed attualità e che potrebbe suscitare l’interesse di un pubblico trasversale. Dopo Memory, un altro programma in perfetto stile Costanzo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Maurizio Costanzo
SWING – RACCONTI SINCOPATI DI IERI E DI OGGI: COSTANZO TORNA SU RAI PREMIUM CON DARIO SALVATORI


Maurizio Costanzo - Pietro Maso
L’Intervista: Pietro Maso sarà tra gli ospiti di Maurizio Costanzo


Maurizio Costanzo Show - Fiorello e Raz Degan
Il Maurizio Costanzo Show torna su Canale5 con Fiorello, Raz Degan, Divino Otelma e Lemme tra gli ospiti – foto


Morgan_
Morgan a Costanzo: «Maria De Filippi piange per come è andata a finire» – Audio

4 Commenti dei lettori »

1. Alfio Mediasaro ha scritto:

14 marzo 2016 alle 13:04

Trovo incoraggiante ed interessante che anche una tv di nicchia cominci a sperimentare qualcosa di nuovo.



2. aleimpe ha scritto:

14 marzo 2016 alle 13:17

Quando tornerà su Rete4 il Costanzo Show ?



3. ciak ha scritto:

14 marzo 2016 alle 13:37

ammesso e non concesso che è bello e si deve sperimentare…
che questi signori andrebbero sulle generaliste in barba agli “ascolti”…
perchè non fanno entrare in queste reti rai di nicchia anche Baudo, Arbore, Limiti, la Laurito etc etc



4. milena milone ha scritto:

4 aprile 2016 alle 15:21

Oggi a “Parliamone” di Maurizio Costanzo si è parlato della pièce teatrale nella quale Giulio Scarpati ripropone “Una giornata particolare” con il fine di omaggiare l’opera del grande maestro Ettore Scola.
Si è detto dell’omosessualità del protagonista e degli affronti che, durante l’epoca fascista, questi uomini dovevano subire. Non si è detto, tuttavia, che le donne, nello stesso periodo, erano trattate – non solo dai loro mariti – ma dal regime stesso, alla stregua si mere fattrici.
Antonietta, la protagonista, dice che anela ad avere un sesto figlio per ricevere la ricompensa dovuta alle famiglie numerose. Non si è detto (ma Scola lo disse) che il marito di Antonietta “era conosciuto più nei postriboli che nel luogo di lavoro. Non si dice che una donna onesta e fedele, come sicuramente era questa casalinga senza istruzione, se, nello spazio di un giorno, si concede ad un omosessuale che le confessa il suo “segreto”, lo fa soltanto perché percepisce che in quest’uomo manca l’arroganza del maschio classico; del maschio di allora, ma si ha l’impressione che anche il maschio di oggi non si accorga quando mette le donne in secondo piano. La trasmissione “Parliamone” di oggi, lo ha dimostrato.
Con simpatia a Maurizio Costanzo,
Milena Milone



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.