6
marzo

BALLANDO CON LE STELLE 2016: COSSO ELIMINATO, MADE’ F**A DI LEGNO, L’ALBATROS ASIA ARGENTO NON SI CURA DELLE “CORNACCHIE”

Milly Carlucci

Milly Carlucci

Al grido elettronico di Penso positivo inizia anche la terza puntata di Ballando con le Stelle 2016. Milly in un completo pantalone total black accoglie il pubblico presentando fugacemente tutti gli uomini radunati alla sua corte: giurati, concorrenti e commentatori a bordo campo. Assente recidivo Sandro Mayer, sostituito per la seconda volta da Emma D’Aquino ed Alberto Matano.

Apre la competizione la coppia Iago Garcia con Samanta Togni, impegnati in un quick step. Segue la salsa con tanto di tacco di Nicole Orlando con Stefano Oradei, preceduta da una clip in cui la famiglia della giovane atleta racconta con autenticità il percorso di accettazione della sindrome della figlia. Terzi a scendere in pista sono Pierre Cosso e Maria Ermachkova con un cha cha dal sapore hip hop molto contestato dalla giuria. La coppia, nella clip di apertura, non ha nascosto inoltre di avere ancora qualche problema di feeling. La gara continua con il freestyle di Michele Morrone ed Ekaterina Vaganova; nonostante i pantaloni di pelle “da 8 marzo”, come li ha apostrofati la Lucarelli, il bell’attore si definisce un ragazzo sensibile e si rivela anche poeta. Il ribattezzato psicoPapi, Enrico Papi, con Ornella Boccafoschi balla un tango apache dal retrogusto culinario. Al termine il conduttore improvvisa un monologo pseudo-comico in cui dà della “ingrifatissima” alla Lucarelli ed imita il fare profondo-poetico del collega Morrone.

Calca poi la scena Salvo Sottile con Alessandra Tripoli; i due si esibiscono in un freestyle veloce che si guadagna uno zero da Mariotto, ampiamente contestato dalla Tripoli. Lo show prosegue con il charleston di Samuel Peron e Margareth Madè, definita da Mariotto come una “fi*a di legno”, ma solo “in gergo”. Immancabile l’energia di Rita Pavone con Simone Di Pasquale, questa settimana alle prese con una salsa non troppo convincente. Segue il tango bendato di Luca Sguazzini con Veera Kinnunen. Arriva il turno di scendere in pista, con una salsa fruttata ed appariscente, per Platinette e Raimondo Todaro. Dopo il consueto approfondimento che segue le esibizioni di Plati, si accendono le luci sulla coppia di Asia Argento e Mykel Fonts, portatori di un charleston elegante, almeno per Mariotto. La Argento si esibisce con Morgan a bordo palco ben disposto a supportarla ed alla richiesta di Matano di scambiare un gesto di pace con la Lucarelli pronuncia le parole “namastè” e “love”, mentre nel video di presentazione si paragonava ad un albatros che “non deve abbassarsi al livello delle cornacchie”. Chiude la serata il boogie strampalato di Daniel Nilsson con Valeria Belozerova.

Anche questa settimana viene ricordata ossessivamente la presenza del ballerino per una notte: Morgan. L’artista balla un freestyle hip hop da 10 punti (poi assegnati a Michele Morrone) ed interviene più volte con monologhi musico-filosofici, al limite dell’invasione di campo.

La puntata riserva per il finale il momento di massima verve, con un attacco molto incattivito di Platinette contro Selvaggia (clicca qui per maggiori info). Il duello finale, invece, vede diretti antagonisti Margareth Madè, con un paso doble, e Pierre Cosso, con un tango. Sarà proprio l’attore de Il Tempo delle mele ad essere il secondo eliminato con il 31% dei voti.

Si conclude così una puntata non brillantissima, con una Carlucci stranamente imprecisa che spesso si rivolge esplicitamente agli autori, un livello delle esibizioni mediamente basso, una complicità fra le coppie che ancora stenta ad affermarsi e con la palla al piede di alcune personalità trasparenti in gara che tolgono tempo e spazio ai concorrenti con del potenziale attrattivo e televisivo.

Ballando con stelle 2016, terza puntata: i voti della giuria

I voti sono presentati nell’ordine di seduta dei giurati: Zazzaroni, Canino, Smith, Lucarelli e Mariotto.

Garcia – Togni: 6, 5, 4, 6, 5 =26.
Orlando – Oradei:  5, 6, 5, 5, 3 =24.
Cosso – Ermachkova: 3, 3, 3, 6, 2 =17.
Morrone – Vaganova: 8, 7, 9, 8, 7 =39. (+ 10 punti di tesoretto)
Papi – Boccafoschi:  4, 4, 4, 4, 2 =18
Sottile – Tripoli: 4, 4, 4, 3, 0 = 15.
Madè – Peron: 6, 6, 5, 5, 5 = 27.
Pavone – Di Pasquale: 6, 6, 6, 5, 7 = 30.
Sguazzini – Kinnunen: 5, 5, 6, 4, 8 =28.
Platinette – Todaro: 4, 5, 3, 4, 2 =18.
Argento – Fonts: 5, 4, 4, 3, 5 =21.
Nilson – Belozerova: 5, 5, 6, 6, 7 =29.



Articoli che potrebbero interessarti


Pooh
BALLANDO CON LE STELLE SFIDA AMICI 2016 CON LA SEMIFINALE E LA FINALE DI BALLANDO CON TE. RIUSCIRA’ A MILLY L’AGGANCIO?


Milly Carlucci
BALLANDO CON LE STELLE 2016: IL CAST COMPLETO


Enrico Papi
ENRICO PAPI, SCACCO ALL’ISOLA DEI FAMOSI: PARTECIPERA’ A BALLANDO CON LE STELLE 2016. CON LUI ANCHE PIERRE COSSO


Rosy Abate La Serie - Paola Michelini
Rosy Abate – La Serie: anticipazioni terza puntata di domenica 26 novembre 2017

4 Commenti dei lettori »

1. Antonio Sanna ha scritto:

6 marzo 2016 alle 14:54

Io son sempre più basito e schifato dei commenti e giudizi di Mariotto: lo trovo estremamente cafone, volgare (ieri molte battute a doppio senso), viscido, insulso e inutile come giurato, nonostante Milly abbia specificato che l’unica in competenze tecniche che dà giudizio di valore sia la Smith, ma per favore, Mariotto basta, che lo tolgano, non riesco proprio a vederlo e sentire la sua voce mi irrita. Non è obiettivo nei giudizi e da 0 o 2 quando proprio non è giusto….non ha metri di paragone se non la bellezza (ai maschi) o eleganza carente (alle donne)….almeno gli altri giudici danno giudizi con una spiegazione logica, lui và per gusti personali soprattutto estetici o a simpatia, penalizzando il concorrente e sminuendo il lavoro dell’insegnante.



2. R101 ha scritto:

6 marzo 2016 alle 19:31

I complimenti vanno presentati alla sig.ra Carlucci che confeziona un programma sempre ben fatto ed in linea con lo stile di Rai1.
Francamente C’è posta per te è diventato un vero baraccone, con personaggi sempre più ridicoli che si prestano ogni settimana alle solite acciatepahlQuesto non è uno spettacolo dignitoso.
Può anche vinpi ma è di una bassezza incredi



3. R101 ha scritto:

6 marzo 2016 alle 19:37

I complimenti vanno presentati alla signora Carlucci che confeziona un programma sempre ben fatto ed in linea con lo stile di Rai uno.
Francamente, C’è posta per te è diventato un vero baraccone con personaggi sempre più ridicoli che si prestano ogni settimana alle solite pagliacciate.
Non è uno spettacolo dignitoso.
La signora De filippi potrà anche vincere nella gara degli ascolti, ma il programma è fi una bassezza incredibile e sa benissimo che deve far ricorso a degli escamotage a ribasso pur di acchiappare qualche punto di share in più.
Viste le recenti dichiarazioni che il direttore generale Campo dall’orto, e proprio una persona come Milly Carlucci che dovrebbe essere di più valorizzata ed utilizzata sulla prima rete Rai



4. grilloparlante ha scritto:

7 marzo 2016 alle 09:52

A me questa edizione piace molto di più delle precedenti. Spero sia questa la Rai su cui punta il nuovo DG. Tra l’altro, alcuni momenti dello show come il racconto della famiglia di Nicole, dimostrano come si possano raccontare storie e persone, e anche commuovere (io almeno mi sono commossa, e non poco), con semplicità e autenticità, senza bisogno di mettere in campo i circhi di Canale5.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.