22
dicembre

RIFORMA RAI E’ LEGGE: IL SENATO APPROVA. ECCO COSA CAMBIA

Rai

La riforma della Rai è diventata legge. Nel pomeriggio di oggi  - 22 dicembre 2015 – il Senato ha dato il via libera per alzata di mano, cioè senza la registrazione dei voti, alla norma che rivoluzionerà Viale Mazzini. L’Aula ha approvato la riforma subito dopo aver varato la Legge di Stabilità, che è passata con 162 sì  e 125 no.

Questo il primo commento che Antonello Giacomelli, sottosegretario allo Sviluppo economico con delega alle Comunicazioni, ha affidato a Twitter.

Rai, riforma è legge: cosa cambia

Tra le novità introdotte a Viale Mazzini dalla nuova legge ci sono la figura dell’Amministratore Delegato (l’incarico verrà affidato all’attuale DG Antonio Campo Dall’Orto), un Consiglio di amministrazione più snello, non più di derivazione della Vigilanza parlamentare. Il Consiglio sarà composto da sette membri (al posto degli attuali nove): due eletti dalla Camera, due dal Senato, due nominati dal governo e uno dai dipendenti dell’azienda. Verrà inoltre incaricato un Presidente di garanzia, nominato dal Cda tra i suoi membri, purché abbia il parere favorevole della Commissione di Vigilanza con i due terzi dei voti.

L’approvazione della riforma era già prevista per i giorni scorsi, ma l’assenza del numero legale ha fatto slittare il voto.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Matteo Renzi
NOMINE RAI: QUALCUNO È PIÙ RENZIANO DI RENZI?


Matteo Renzi
RAI, RENZI: “OBIETTIVO E’ ABBASSARE ANCORA IL CANONE”. IL PREMIER APRE AD UN CANALE IN INGLESE


Roberto Fico
#DENUNCIAMOLARAI, M5S CONTRO LA RIFORMA DEL SERVIZIO PUBBLICO. FICO: “INTERVENGA L’EUROPA”


Carlo Freccero
FRECCERO VS MENTANA: E’ UN PRESUNTUOSO E LOTTIZZATO, ERA SICURO DI FARE IL DG RAI MA RENZI HA CAMBIATO IDEA

2 Commenti dei lettori »

1. Lupo ha scritto:

23 dicembre 2015 alle 04:05

Praticamente 6 membri su 7 sono di matrice politica. E il garante lo scelgono loro. Una genialata.



2. Giuseppe ha scritto:

23 dicembre 2015 alle 07:32

Di male in peggio. Come tutte le “riforme” del Governo in carica.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.