22
giugno

SEBASTIANO LOMBARDI: RETE4 POPULISTA? PRENDO VOLENTIERI L’ETICHETTA. LA NOSTRA POP INFORMAZIONE PER UN PUBBLICO MATURO, NON DI RIMBAMBITI

Sebastiano Lombardi, direttore di Rete4

Sebastiano Lombardi ha le idee chiare. E si vede. Rete4, il canale che dirige da pochi mesi, ha iniziato un rinnovamento editoriale che sta riscuotendo interesse da parte del pubblico. A conclusione di una stagione tv che in parte porta la sua firma, stamane il numero uno delle rete cadetta del gruppo di Cologno ha incontrato un ristretto gruppo di influencer del web per fare il punto della situazione. Ed è stato quasi un evento, visto che Lombardi preferisce lavorare piuttosto che rilasciare dichiarazioni.

Sin da quando mi sono insediato, avevo chiarissimo in testa cosa volevo fare. Ma non volevo fare dell’annuncismo televisivo e volevo che a parlare fossero i contenuti, prima che i risultati. Quando la rete ha preso un’identità, allora ho preso coscienza del cambiamento visibile e ho aspettato la chiusura della stagione per parlare“.

ci ha detto al riguardo il direttore. In particolare, nella sua testa c’era l’idea di plasmare un palinsesto in cui l’informazione si trasformasse in racconto, creando così un filo conduttore tra i vari programmi.

“Rete4 aveva già una sua natura ed elementi di forza prima che io arrivassi. Uno era Forum, gli altri erano Quinta Colonna col titanico scontro tra individuo e società, e Quarto Grado, che rappresentava il lato oscuro delle relazioni. A questi andavano aggiunti altri possibili assi di confronto e uno di essi era sicuramente il tema della fede. Poi il Costanzo Show, che è tutto basato sulle relazioni, e così Alive, che pure è un racconto. In questo senso l’informazione è un linguaggio per leggere le persone, quindi non è stata una ricerca di addizione del talk ma è stata una ricerca – attraverso le modalità dell’informazione – di raccontare la realtà”.

Questa ricerca ha tenuto in considerazione il target tradizionale della rete, ma anche cercato di raggiungere nuove fasce di pubblico attraverso una serie di “operazioni di compensazione“, come le ha definite lo stesso Lombardi. Ecco di cosa si tratta:

Sebastiano Lombardi: Rete4 ha un pubblico maturo, non di rimbambiti

Il margine di novità è nel trovare il modo di parlare ad un pubblico maturo rispettando le sue capacità di comprensione e anche il suo spirito polemico. Si tratta di persone molto aggiornate, che ci tengono ad informarsi e che non vanno trattate come un pubblico di rimbambiti, perché non lo sono. Quello che sto cercando di fare è parlare a questo pubblico, magari ringiovanendolo un po’, con programmi che lo chiamino direttamente in causa. Questa cosa produce un effetto virtuoso, perché se il pubblico maturo lo tratti come un pubblico vivo allora anche il target più giovane comincia ad arrivare. La mia non è un’operazione di marketing, è un’operazione editoriale: ho modificato il profilo dei film, lavorato sulle produzioni e messo a punto una serie di operazioni di compensazione. A La Strada dei Miracoli, ad esempio, non abbiamo messo una conduttrice rassicurante e materna ma una quarantenne d’assalto”.

Davanti ai web influencer, il direttore di Rete4 ha parlato di una rete che abbia una propria identità e che non lavori di rimessa, cioè in base alle programmazioni concorrenti. “Stiamo cercando di restare una rete non residuale e lo facciamo attraverso delle scelte un po’ aggressive” ha detto Lombardi. Scelte mirate, a volte particolarmente azzeccate, come quella di proporre il Maurizio Costanzo show in prime time.

Maurizio Costanzo Show – Sebastiano Lombardi: mi sembrava che su Rete4 mancasse il sorriso

Per Maurizio non mi è venuto per un secondo in mente una collocazione diversa dalla prima serata, per una serie di ragioni. Innanzitutto industriali, perché una rete prima di tutto deve consolidare il prime time, e poi mi sembrava che Rete4 mancassero il sorriso e una serata in cui potevano succedere tante cose diverse con un tono leggero e allo stesso tempo profondo. Quando Costanzo mi ha proposto di fare una cosa insieme non c’è stato dubbio. Il Costanzo Show è un programma a punto, esattamente come speravo che fosse, e tornerà con quattro nuove puntate“.

ha dichiarato Lombardi. Poi, un commento sulle imprese televisive di Paolo Del Debbio, che macina ottimi risultati, attirandosi però anche accuse di populismo. Un’etichetta, questa, di cui il direttore va quasi orgoglioso:

Sebastiano Lombardi: noi populisti? Politicismo è il male maggiore

In un momento in cui il Palazzo ha perso capacità di presa sulla realtà, c’è chi continua a chiamare i politici, che ormai sono commentatori di una partita giocata da altri. Sono loro che sbagliano. Il politicismo, contrapposto al nostro populismo (di cui mi prendo volentieri l’etichetta), è un male peggiore perché ha come protagonista gente che passa le giornate girando tra i talk e facendo dichiarazioni su una realtà che non controlla. Noi stiamo più nelle piazze dove – è vero – c’è spesso la lamentela della gente, ma qui il tema non è essere populisti ma piuttosto il fatto che queste persone non ricevono risposte dai governanti. E meno male che c’è Del Debbio coi suoi modi, perché a furia di insistere scardina dei meccanismi“.

Lombardi ha le idee chiare, dicevamo. Non solo rispetto ai programmi che danno soddisfazioni, ma anche su ciò che potrebbe essere perfezionato. E, al riguardo, non è mancata l’autocritica:

Sebastiano Lombardi: tutti i programmi di Rete4 possono dare di più

Tutti i programmi in onda possono dare di più, a partire dalla Strada dei Miracoli che deve ancora caricarsi di emozione, cioè trovare il modo non pornografico per scavare nell’esperienza incredibile del miracolo. E poi dobbiamo ancora lavorare sulla dimensione del dubbio. Deve dare di più anche Alive, che è un programma con un assunto interessante ma che manca di alcuni aspetti di ritmo. Sono invece clamorosamente al di sopra delle aspettative Dalla Vostra Parte, Quinta Colonna, Quarto Grado, il Tg4 e Forum“.

Congedati i cronisti, il direttore di Rete4 torna al lavoro nel suo ufficio. Alla vigilia della presentazione dei palinsesti 2015-2016, Lombardi non anticipa nulla sulla programmazione, ma lascia intuire in quale direzione di muoverà il suo canale. “Quello che ho intenzione di fare nelle prossime stagioni è trasformare in strutturale quello che finora è stato straordinario“, assicura.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Sebastiano Lombardi ufficio
NELL’UFFICIO DI SEBASTIANO LOMBARDI, DIRETTORE DI RETE4


Sebastiano Lombardi con la moglie Eleonoire Casalegno
BOOM! SEBASTIANO LOMBARDI E’ IL NUOVO DIRETTORE DI RETE4


Paolo Bonolis
Palinsesti Mediaset, Autunno 2017: tutti i programmi sera per sera


Palinsesti Rete4 2017/2018
Palinsesti Rete4, autunno 2017

3 Commenti dei lettori »

1. tom ha scritto:

22 giugno 2015 alle 18:21

mi sembra un uomo intelligente, che dice cose sensate, ragionate e non splatter come potrebbe spesso essere per tv commerciali. complimenti.



2. lorenzo ha scritto:

22 giugno 2015 alle 20:45

Sta facendo un grande lavoro a Rete 4
Io però farei delle modifiche nel day time
9:00 parliamone qui (replica)
9:40 cuore ribelle
10:40 dalla vostra parte (replica)
11:30 TG4
12:10 ricette all’italiana (con D.Mengacci e M.Coppa)
13:00 la signora in giallo
14:00 lo sportello di forum (con B.Palombelli)
15:30 parliamone qui (talk sulle domande, i piccoli problemi della vita quotidiana con E.Folliero)
16:10 telefilm
16:50 film
18:50 tg4
19:30 tempesta d’amore
20:30 dalla vostra parte (con D.Debbio)

in prime time
LUNEDI “Quinta Colonna” (con P.del Debbio) da Settembre a Giugno
MARTEDI “La strada dei miracoli” (con S.Leccese) da Set. a Dicembre “Vite Straordinarie” (con E.Guarnieri) da Gennaio a Marzo
“La strada dei miracoli” (con S.Leccese) da Marzo a Giugno
MERCOLEDI telefilm\ciclo film
GIOVEDI “Life” (V.Venuto) da Settembre a Novembre
“Benessere e salute ” da Gennaio a Marzo (con E.Folliero)
“Alive” con (V.Venuto) da Aprile a Giugno
VENERDI “Quarto grado” con (G.Nuzzi e A.Viero) da Sett. a Giugno
SABATO film
DOMENICA “Maurizio Costanzo show” da Ottobre a Maggio



3. lorenzo ha scritto:

22 giugno 2015 alle 20:55

Inoltre farei anche degli speciali in prima serata di Forum :) ; magari la Domenica. Inoltre se Costanzo non ce la facesse a stare tutta la stagione con il suo programma io lo affiderei ad Alfonso Signorini che potrebbe alternarsi a Costanzo per condurre il MCS.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.