15
maggio

GAD LERNER VA GIU’ PESANTE CONTRO DEL DEBBIO, QUINTA COLONNA E MEDIASET: “TV CHE SI NUTRE DI FALSI SCOOP”

Gad Lerner

Solidarietà a Fulvio Benelli, licenziato come capro espiatorio da una tv che si nutre di falsi scoop come i suoi“. Sulla rimozione dell’inviato di Quinta Colonna accusato di taroccamento giornalistico è arrivata pure la disamina di Gad Lerner. L’ex conduttore è intervenuto a gamba tesa dalle colonne del suo blog, dove – a commento dell’accaduto – ha riservato dure critiche a Mediaset e a Paolo Del Debbio.

Il rancore sociale alimentato dai teleschermi per trarne audience e vantaggi elettorali, ormai è dilagante. Ogni giorno su quasi tutte le reti ci sono trasmissioni confezionate su misura per alimentare i pregiudizi e la guerra fra poveri. Naturalmente bersagli privilegiati sono i rom, detestati e facili da coinvolgere nella telerissa, con o senza la presenza di un Salvini seduto in poltrona” ha scritto Lerner.

Gad Lerner contro Quinta Colonna

Poi il giornalista se l’è presa direttamente con il talk show di Rete4 finito nell’occhio del ciclone. In particolare, ha definito Quinta Colonnala trasmissione-prototipo di questo modello televisivo, studiata nel minimo dettaglio dal raffinato intellettuale finto tonto Paolo Del Debbio“. Ed ha aggiunto:

“Sento parlare di Del Debbio, fra l’altro, anche come possibile candidato del centrodestra a Milano, con buone chances di successo. Ora si è liberato con una firmetta (tanto sono tutti rapporti di lavoro precari) dell’inviato nei campi rom Fulvio Benelli, scoperto da Striscia la Notizia in una grossolana manipolazione. Basta sganciare qualche soldo a certi disgraziati, per fargli dire quel che si vuole. Era già accaduto a Mattino Cinque. La stessa Striscia la Notizia ha mandato via due suoi inviati che, a quanto pare, certe storie le architettavano salvo poi spacciarle per vere”.

Quinta Colonna, Gad Lerner: degenerazione della tv verità

Infine, Lerner ha rivolto la propria invettiva al sistema televisivo che avrebbe incoraggiato la messa in onda di servizi come quelli ‘incriminati’.

Tutto ciò è sintomo di una degenerazione della tv-verità in atto da tempo, ma anche di un vero e proprio progetto di belligeranza strumentale contro categorie sociali e etnie usate come capro espiatorio. Non è la prima volta che succede, nella massima spudoratezza. Poichè sono gli autori e i conduttori e i direttori di rete a spingere in questa squallida direzione gli inviati (precari) come Fulvio Benelli, a lui, licenziato ieri da Quinta Colonna, voglio esprimere solidarietà: avrà provato di persona cosa significa essere usati come capro espiatorio“.

Gad ha solidarizzato con il giornalista cacciato, reputandolo una vittima. Ed ha precisato: “chi oggi licenzia #FulvioBenelli ne conosceva benissimo e incoraggiava il metodo di lavoro nella pseudo-tv-verità“.



Articoli che potrebbero interessarti


Fulvio Benelli, Quinta Colonna
QUINTA COLONNA, FULVIO BENELLI: MAI PAGATO IL ROM TRUFFATORE, LA REDAZIONE SAPEVA TUTTO


Fulvio Benelli, rom polivalente
FULVIO BENELLI, LICENZIATO DA QUINTA COLONNA, SI DIFENDE: LE PAROLE DI UN TRUFFATORE PREFERITE ALLA MIA PROFESSIONALITA’


Striscia la notizia rom polivalente
QUINTA COLONNA: LICENZIATO IL GIORNALISTA RESPONSABILE DEI SERVIZI CON IL “ROM POLIVALENTE”


Quinta Colonna, malore in diretta
QUINTA COLONNA, MALORE IN DIRETTA: VOLANO ACCUSE, IL COMANDANTE DEI VIGILI DI NOLA SVIENE (VIDEO)

9 Commenti dei lettori »

1. ellen ha scritto:

15 maggio 2015 alle 12:54

Le trasmissioni senza soldi “pezzentelle” targate VideoNews (Quinta Colonna, Quarto Grado, Mattino e Pomeriggio 5, Domenica Live, Miracoli) cercano di fare audience a costo zero e per questo nascono certi teatrini da TV di sottoscala. Meglio chiudere barracca che sporcarsi la reputazione così…



2. Aido ha scritto:

15 maggio 2015 alle 13:02

Poveretto! Ce l’ha ancora per essere stato spodestato da del debbio che l’ha fatto floppare e chiudere ahahahah



3. Jesse ha scritto:

15 maggio 2015 alle 13:11

In effetti ha ragione Lerner, quinta colonna é la fossa delle marianne del giornalismo televisivo… Programma populista e demagogico, che si fonda argomenti studiati ad hoc per attirare un pubblico che vive di luoghi comuni. Nessun taglio giornalistico, solo interviste a passanti presi a caso con Salvini ospite fisso che dice che gli stranieri se ne devono andare al paese loro.



4. Giuseppe ha scritto:

15 maggio 2015 alle 16:12

La critica di Lerner ci sta tutta. Del Debbio è proprio il classico raffinato intellettuale finto tonto che approfitta dei veri tonti.

Lerner dal canto suo è, televisivamente parlando, il classico raffinato intellettuale soporifero che ha perso anche il proprio pubblico, caduto in irreversibile catalessi.



5. ellen ha scritto:

15 maggio 2015 alle 16:41

@Jesse: Salvini non è ospite fisso a Quinta Colonna, smettettela con queste leggende alla “Berlusconi ha governato 20 anni” per bocche buone… Per ogni “Salvini” o esponente dell’opposizione, c’è sempre una controparte della maggioranza o del governo, a differenza di altri talk politici che non rispettano la par condicio neanche sotto elezioni.

Poi, per quanto riguarda il Del Debbio giornalista, è sicuramente pessimo, uno che chiama gli ospiti o i collegamenti fischiando è un cafone e basta.



6. marco ha scritto:

15 maggio 2015 alle 18:11

Ma Gad Lerner non faceva la stessa cosa quando era su rai 3?



7. Jesse ha scritto:

15 maggio 2015 alle 20:11

Beh ellen, x ospite fisso intendevo dire che spessissimo lo si vede in trasmissione, non puoi negare che é praticamente di casa a Quinta colonna, non tentiamo di negare l’evidenza x favore!!!!



8. ellen ha scritto:

15 maggio 2015 alle 21:17

Io Salvini lo vedo spessissimo soltanto su La7, spalmato a tutte le ore, e lui ci va perchè viene invitato. E viene invitato perche, dicono, fa salire gli ascolti. Tempo fa, prima dell’accordo per le elezioni regionali, era stato bannato da Berlusconi dal tutte le sue reti e anche la D’Urso, dal giorno alla notte, aveva preso a criticarlo a Domenica Live.
Poi arrivò l’accordo per le regionali venete e liguri…



9. vicky ha scritto:

15 maggio 2015 alle 21:26

Povero Gad non sa che inventarsi per avere un po’ di luce!!!!!!!!!!
Del Debbio è seguito .anch’io lo guardo, in quel programma vedo il disagio che vive la gente e che vivo io stessa.Seguo la linea di Salvini e non perché ebete mi lascio influenzare ma semplicemente perché quando lo ascolto lo condivido. Gli Italiani non sono fessi perché “pensano” in maniera indipendente, ora seguono Del Debbio come un tempo lontano seguivano Lerner ( chissà quanti poveri “profughi” ospita?)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.