24
marzo

UN’ISOLA DEL CAZZO

Isola dei Famosi 2015 - Rocco Siffredi e Rachida

Isola dei Famosi 2015 - Rocco Siffredi e Rachida

Mediaset e Magnolia stiano tranquille. Il titolo non vuol essere una critica sintetica dell’Isola dei Famosi 2015; è piuttosto un riferimento alla fallocentricità che ha tenuto banco soprattutto nelle prime puntate del reality: una sagra del doppio senso quasi scontata se inviti a concorrere Rocco Siffredi, che non è (quasi) mai scaduta nella volgarità, ma correva più realistiscamente il rischio di trasformarsi presto in stucchevolezza.

Rischio scongiurato nonostante un debole cast di semifamosi (ah, la spending review!) che ha offerto pochi spunti per accendere lo show e quei pochi che ha fornito sono stati smorzati sul nascere, come in un Grande Fratello qualsiasi. Il vero ‘problema’ della decima edizione, infatti, è senza ombra di dubbio la conduzione. Ci si ostina a voler affidare ad Alessia Marcuzzi programmi articolati come i reality show senza tenere a mente le peculiarità del suo stile ed andando, giocoforza, a mortificarne la professionalità. Il risultato è uno studio che, anzichè sviscerare le dinamiche del ‘gioco’ e diventare il centro del racconto e del ‘raccordo’ tra realtà e reality, è degradato ad un asettico contenitore nel quale limitarsi a riassumere le vicende settimanali.

Dovevano esserne ben consapevoli i vertici del Biscione che hanno ritenuto opportuno affiancare ad Alessia non uno ma ben due compagni di viaggio dal piglio decisamente differente da quello della padrona di casa, idonei a sostenerla e a portare un po’ di brio che altrimenti sarebbe mancato. Una scelta, questa, più che opportuna ma che, evidentemente, toglie forza alla conduttrice. Non a caso l’Isola si è accesa grazie alle ‘performance’ di Mara Venier che nella premiere, in un sol colpo, togliendo le scarpe durante la discesa delle scale in apertura di puntata, ha spazzato via in un attimo qualunque altro protagonista le fosse accanto. La vera vincitrice è sicuramente lei.

La fortuna sta, tuttavia, nel poter ragionare sulle criticità con quella serenità che un programma di successo porta con sè. Perchè è innegabile che anche questa volta l’Isola abbia confermato di essere una delle migliori produzioni italiane, foriera di pubblico come in poche altre occasioni la generalista riesce ormai a fare.

A Cologno sono persino riusciti lì dove avevano sempre toppato: il second screen. Finalmente si è capito – e si spera non sia un caso isolato – che essere social non vuol dire leggere due tweet in diretta o aprire i commenti su Facebook per far felice il ‘popolo della rete’ (definizione ormai indigesta); essere social vuol dire offrire al telespettatore ‘non tradizionale’ la possibilità di seguire live lo show con mezzi differenti dal teleschermo; vuol dire offrirgli una lettura diversa; vuol dire fornirgli degli strumenti che gli facciano godere appieno dello show in maniera alternativa.

Peccato. Perchè è stato palese che nemmeno Mediaset abbia creduto sino in fondo al progetto, probabilmente per i tiepidi riscontri inizialmente ottenuti durante la vendita degli spazi pubblicitari. Peccato perchè uno show studiato e realizzato con tutti i sacri crismi come quello che abbiamo visto avrebbe potuto, con qualche accortezza in più e qualche scelta insensata in meno, essere consacrato a programma di punta dell’ammiraglia di Canale 5.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Paolo Poggio e Benedetta Rinaldi
E la chiamano (La Vita in Diretta) Estate


Veronica Maya - Quelle Brave Ragazze
Quelle Brave Ragazze: brio e rischio confusione nel mattino di Rai 1


YO YO
YO YO: i due gemellini che spopolano su Rai YoYo


Pronto e postato_benedetta parodi
Pronto e Postato: una Benedetta Parodi inconfondibile si è fatta social in tv

27 Commenti dei lettori »

1. Pepsi ha scritto:

24 marzo 2015 alle 11:18

La Marcuzzi ha fatto ciò che le è stato chiesto, se avessero voluto un isola conduttricentrica avrebbero preso la Ventura o la Barbarella. Ciò che si chiedeva era un pilota non avvezzo alle polemiche da sedarle sul nascere tanto che gli opinionisti stavano lì a tal ragione! Promuovo la Marcuzzi su tutti i fronti e sicuramente sarà più sciolta per una seconda edizione targata Mediaset



2. IL MIO REALITY ha scritto:

24 marzo 2015 alle 11:22

Sono parzialmente d’accordo.
E’ vero, il programma è stato un ottimo successo di pubblico e sicuramente verrà prodotta un’altra edizione (si spera l’anno prossimo, senza fare riposare il format), ed è vero che è mancato il “guizzo”, il “mood”, chiamiamolo come vogliamo, per rendere questo reality un successo di punta del Biscione (ci credevano, ma “timidamente” e fino a un certo punto – questo è stato palese).
La Marcuzzi – l’ho sempre sostenuto – non è adatta a condurre i reality (non mi è mai piaciuta al GF, figuriamoci all’Isola) per il fatto che generalmente sembri in balia degli autori, troppo attenta alla scaletta, laddove in un reality occorre la capacità di sovvertire all’occorrenza la scaletta stessa e cogliere l’imprevisto (lo svenimento di Rachida di qualche puntata fa, è stato fatto passare in sordina – anzi, neanche se n’era accorta), cavalcando l’”attimo”. Il reality si “gestisce”, non si “conduce” e questo la Ventura lo sapeva bene.
Pero’, alle lunghe, puntata dopo puntata, ho colto dei miglioramenti in Alessia, che ieri sera a un certo punto è sbottata rifiutandosi di dire quello che gli autori le gridavano o scrivevano sul gobbo.
Probabilmente, una Marcuzzi più sicura e padrona del palco, avrebbe riservato delle sorprese, proprio perchè ho colto l’accenno di un nuovo stile che via via stava portando la conduttrice ad affrancarsi da quello usato al GF. Insomma, la ragazza i mezzi ce li ha, dovrebbe metterli in pratica.
Sulla Venier, capisco che sia tua amica, ma dire che sia la vera vincitrice dell’Isola mi sembra esagerato. Di certo, la presenza del duo di opinionisti è servito per fare il controcanto cinico, ironico, malizioso, spesso caciarone, talvolta velenoso, a una Marcuzzi generalmente “bonaria”. Ma non tutte le uscite dei due sono state simpatiche o felici, occorre ammetterlo (e non mi riferisco alla famosa gaffe, che anzi è stata funzionale alla narrazione).
A vincere secondo me è stata Mediaset che ha importato un pezzo da novanta della Rai più commerciale, facendolo proprio (con tutti i miglioramenti che vanno fatti, ma tant’è).



3. Matteo ha scritto:

24 marzo 2015 alle 11:24

La penso esattamente al contrario per quanto riguarda la Marcuzzi, per me la vera vincitrice di questa Isola. Data per sconfitta sin dal primo minuto di trasmissione, con il “fantasma” della Ventura che le alitava sul collo, si è saputa imporre puntata dopo puntata. Ha saputo imprimere il suo stile, a tratti eccessivamente “buonista” va detto, ma sempre allegro, solare e molto professionale, fino a fare la trasmissione totalmente sua. Lei si divertiva in trasmissione e questo a casa arrivava. L’aiuto dei due opinionisti è stato fondamentale certo, ma è stato un grande gioco di squadra. Per me promossa a pieni voti.



4. Lacap ha scritto:

24 marzo 2015 alle 11:31

Concordo con Il Mio Reality in tutto. Mara va bene in piccole dosi, ma questa nuova ondata di poplarità sembra le stia dando un po alla testa. Molte volte non era attenta alle dinamiche del gioco, lei e signorini sbraitavano in continuazione, ieri sera mentre i due finalisti arrivavano negli studi loro 2 erano li che parlavano di altro mentre la marcuzzi cercava giustamente di porre l’attenzione sui concorrenti. Diciamo che si, Mara ci voleva con la sua verve, ma a una certa anche meno eh! Alessia le prime 2 puntate davvero tremenda, man mano si è lasciata andare e ieri sera è stata forse la sua puntata migliore. Dopo tutte quelle edizioni del gf forse ha cominciato a capire come trattare l’isola, magari se sarà lei a condurre la prossima edizione migliorerà ancora. Signorini ha fatto il suo solito, Alvin giusto e misurato. Il cast dei “famosi” non era niente di che



5. Davide Maggio ha scritto:

24 marzo 2015 alle 11:37

IL MIO REALITY: beh, considera due cose. La prima è che se la Marcuzzi, dopo anni di GF, non ha ancora capito il da farsi… significa che non lo farà mai. Peccato perchè in quelle poche occasioni in cui l’ha fatto non mi è dispiaciuta e il risultato è decisamente differente. La seconda cosa è la Venier: l’amicizia non incide sulle perfomance dell’Isola; d’altro canto avrei dovuto recensire bene anche Alessia se il parametro fosse quello. Detto questo, dalla gaffe di Mara, l’Isola si è accesa. Coincidenza? Può essere. Ma se non ci fosse stata lei…



6. io88 ha scritto:

24 marzo 2015 alle 11:37

io trovo invece la Marcuzzi bravissima, direi tra le più brave i circolazione.. brava bella umile e professionale.. Un cast non fortissimo non era facile per lei ma c ha messo come sempre tutta se stessa…



7. Nina ha scritto:

24 marzo 2015 alle 11:47

Davide: come sempre sei semplicemente strepitoso!



8. Marco89 ha scritto:

24 marzo 2015 alle 11:53

La Ventura e` un’altra cosa cosi’ come le sue Isole ma la Marcuzzi l’ho trovata migliorata e puntata dopo puntata attenta alle dinamiche. Non e` la presentatrice piu` adatta ma pensavo molto peggio, di certo senza i due opinionisti il brio sarebbe stato diverso ma questo e` un altro discorso, l’impostazione era volutamente questa. Concordo sui troppi riferimenti a Siffredi, che all’interno del reality non ha convinto, eliminato contro Montovoli per poi restare a Playa Desnuda, ma ha lasciato ben poco.



9. Marco89 ha scritto:

24 marzo 2015 alle 11:58

Una nuova edizione, con un cast piu` forte (anche con la spending review dei nomi adatti e di carattere possono venir fuori) porterebbe ancora piu` successo. Mediaset deve crederci fino in fondo, migliorare qualcosa nella programmazione del day time, rinnovare in parte le prove e il regolamento (dopo 3 anni di pausa qualche idea veramente sorprendente era ben accetta, non come la Playa desnuda) e accantonare il Grande Fratello.



10. Marco89 ha scritto:

24 marzo 2015 alle 12:00

Per le prove e il regolamento ovviamente parlo degli autori, basta ormai la prova del fuoco. Dopo tre anni c’era nostalgia ma dovesse gia` tornare l’anno prossimo…



11. Groove ha scritto:

24 marzo 2015 alle 12:12

@Davide Maggio:
Trovo che la Marcuzzi puntata dopo puntata sia migliorata parecchio, dalla timida presentatrice della prima puntata a una sempre più sciolta e nelle ultime 2 specialmente l’ho trovata molto più distaccata da copioni e opinionisti, sono in disaccordo con te Davide, non è mai troppo tardi per migliorare, il GF poi non è come l’Isola molto più statico. Mi è piaciuto il commento del Mio Reality, condivido in toto. Mara comunque è stata fondamentale, in questa stagione ha messo il turbo a ben due programmi, prima a quel Tú Sí Que Vales che cercava un volto ancora più popolare rispetto a Got Talent, e con il suo dinamismo ha trovato una perfetta alchimia con Gerry, Maria e Rudy, poi con L’Isola dei famosi che per Mediaset era un’incognita e una paura, la prova è sicuramente la brevissima edizione. Io a Mara la metterei pure ad Avanti un altro a dire il vero, forse è l’unica che potrebbe sostituire degnamente Bonolis, senza nulla togliere a Scotti del tutto fuori contesto.



12. Tania ha scritto:

24 marzo 2015 alle 12:16

Davide ineccepibile



13. Marco C ha scritto:

24 marzo 2015 alle 12:19

L’isola ha fatto grandi ascolti e questo, come dicevo dopo la prima “puntata”, deve essere motivo di vergogna per la dirigenza Rai che ha deciso di archiviare un programma emozionante per il pubblico e in grado di dare soddisfazioni in termini di ascolto(e quindi economici)!
A maggior ragione questa vergogna cresce se si pensa che questi risultati sono arrivati con un’isola INCONSISTENTE, con personaggi quasi del tutto sconosciuti ai più, con una conduzione non all’altezza, con opinionisti che bramavano il posto della Marcuzzi, con idee trite e ritrite e con le uniche nuove trovate(vedi playa desnuda) al limite della volgarità(come nella buona tradizione di canale 5).
Mi dispiaccio che un programma del genere non sia rimasto su Rai2 dove era confezionato sicuramente in modo più superbo rispetto a quanto fatto quest’anno.
Arrivederci isola, sperando che la tua 11esima edizione torni in tutto e per tutto ai fasti di un tempo.



14. OSCAR ha scritto:

24 marzo 2015 alle 12:42

Condivido in pieno il titolo di Davide. E’ stata un’isola del cazzo. Con una “conduttrice” brava a leggere la scaletta e il gobbo. Bravissima a dire Dajjee. Forse l’unica parola che conosce e continua a ripetere in autonomia. L’Isola by Mediaset rispecchia in pieno la tradizione dell’azienda: volgarità, nani e ballerini.



15. Lacap ha scritto:

24 marzo 2015 alle 12:47

Eh certe ci eravamo dimenticati tutti che l’isola rai e di quanto fosse culturalmente alta e di spessore… oscar ma levate proprio ahaha



16. Davide Maggio ha scritto:

24 marzo 2015 alle 12:53

OSCAR: grazie per condividere il titolo ma non intendevo dire ciò che poi hai esplicitato dopo. L’ho trovato un ottimo programma con alcune, e in verità poche, ‘criticità’.



17. Claudio75 ha scritto:

24 marzo 2015 alle 13:36

Condivido con te Davide parola per parola di quello che hai scritto,
dalla conduttrice agli opinionisti fino alle conclusioni finali!



18. federiko24 ha scritto:

24 marzo 2015 alle 13:49

Concordo quasi tutto l’articolo di Davide, forse avrei dato qualche punto in più alla Marcuzzi.



19. Viola ha scritto:

24 marzo 2015 alle 14:15

Ahahah Davideee questo é quello che si chiama un grande titolo xD



20. Marco Urli ha scritto:

24 marzo 2015 alle 14:17

L’Isola del Daje Todos…



21. xxxxx ha scritto:

24 marzo 2015 alle 14:51

Invece secondo me il cast è stata la cosa migliore di questa edizione: sono riusciti a movimentare il programma (o, perlomeno, a creare dinamiche non noiose) pur non essendo chissà quali personaggi, e salvando una trasmissione mal gestita e piena di punti critici. Partiamo innanzitutto dalla gestione del palinsesto: la prima serata del lunedì come collocazione potrebbe anche andare bene, ma è impensabile farla iniziare così tardi per colpa di Striscia, che non rispetta gli orari e fa sforare le trasmissioni di una vita, facendole chiudere a orari assurdi (su Rai 2 iniziava alle 21:10 come da programma e finiva al massimo a mezzanotte, durata ideale di un programma televisivo di prima serata). Altro punto critico sono i daytime: quello su Italia 1 è anche fatto bene, ma è troppo corto, quello su La 5 più lungo ma privo di confessionali, e comunque in entrambe le versioni collocato in orari non di grande ascolto: l’ideale sarebbe stato fare delle puntate di un’ora con dentro tutto (come facevano su Rai 2) e mandarle in onda in prima tv su Canale 5 al posto del floppeggiante “Avanti Un Altro!” con Scotti (l’isola almeno i suoi 4 milioni li avrebbe fatti). Altra criticità: la Marcuzzi completamente inadeguata e priva di verve (non sa gestire gli imprevisti, dice cose sbagliate, non cavalca le polemiche etc.) e, per giunta, opinionisti troppo invadenti: d’accordo, grazie alla gaffe di Mara l’isola si sarà pure sbloccata, ma probabilmente si sarebbe sbloccata comunque visto che tante cose successe dopo quella settimana non sono avvenute per causa sua, e inoltre Brice e Cecilia si sarebbero comunque riuniti al gruppo prima o poi (insomma, le sorprese ci sarebbero state lo stesso). Aggiungo che l’incidente di Mara ha anche generato una tendenza strana degli autori a modificare ogni volta il regolamento e a far succedere cose strane (il diverso trattamento dato a Brice e Cecilia, il breve excursus Donatelliano, l’allontanamento di Brice per salvare Rocco etc.), facendo perdere credibilità al programma e facendo nutrire dei dubbi sull’effettiva trasparenza del regolamento. Infine, l’ultimo punto critico della trasmissione, mi spiace dirlo, riguarda proprio il cast: è vero, ci sono state dinamiche interessanti e il programma non è risultato noioso, ma, come ho già detto svariate volte, avrebbero dovuto puntare su qualche personaggio divertente in più (alla lunga le sole battute di Rocco e le imitazioni di Scanu stufano), perché un reality non è fatto solo di liti e polemiche (e quest’anno ce ne sono state tante), ma anche di divertimento e spensieratezza (dopotutto è un programma di intrattenimento). Mi auguro che l’anno prossimo gestiscano meglio il programma (magari prendendo anche personaggi un po’ più noti), gli ascolti allora si che salirebbero alle stelle.



22. beppe ha scritto:

25 marzo 2015 alle 09:53

Pensate che a me è piaciuta più Alessia che Mara. L’ultima era troppo presa da Rocco, manco ce l’avesse solo lui. Si scherza….



23. giuseppe sanna ha scritto:

25 marzo 2015 alle 10:57

Ciao Davide. Anche se alcune tue osservazioni sono giuste, nel complesso non condivido tutto ciò che scrivi. La Marcuzzi, dopo anni di Simona Ventura è stata la novità di questa edizione, oltre che il passaggio di rete (da Rai 2 a Canale 5). E come se di colpo si farebbe condurre il Festival di Sanremo a un personaggio nuovo, sai che botti e che successo. La Marcuzzi non è Simona Ventura, che è più abituata a comandare che ascoltare gli autori (anche se a volte è bene imporsi). Fermo restando i meriti che ha avuto Simona Ventura, ma a Mediaset non l’avrebbero fatta entrare, credo. E poi questo reality ha una Grande forza, solo chi lo fa e chi lo segue lo capisce.



24. Sonome ha scritto:

25 marzo 2015 alle 11:01

“Un’isola del… …cavolo” sarebbe stato un titolo certamente meno imbarazzante!
Inizialmente ho creduto di aver letto male; purtroppo ho dovuto constatare che non si trattava di temporaneo attacco di dislessia.
Immagino in redazione abbiate avuto non poche remore prima di pubblicarlo; ebbene: in questi casi -in presenza anche del minimo tentennamento- è SEMPRE meglio evitare.
Vabbè: stavolta siete s-caduti nel trash; evidente contagio da malattia Venier-ea!!!



25. Lucantonio Prezioso ha scritto:

25 marzo 2015 alle 11:10

A me la Marcuzzi mi e piaciuta anche se alla inizio mi aveva lasciato perplesso però non e la ventura non adatta per un programma simile ci vuole più cinismo. La Venier mi ha fatto crepare dalle risate ha compensato un po la conduzione statica di Alessia. Il cast e ottimo nonostante non ci siano stari nomi altisonanti cmq la sensazione che Mediaset l’isola poteva spremerla meglio un po c’e ma promuovo il tutto meglio questa edizione che le ultime 2 della ventura



26. Max26 ha scritto:

25 marzo 2015 alle 12:49

Nettamente migliore quest’isola delle ultime 3 condotte dalla ventura, la piazzo assolutamente in mezzo a tutte le altre 9. Beh se volevano il trash chiamavano Simona, sempre volgare e sopra le righe; hanno voluto che l’isola fosse la vera protagonista e non le liti, e questo la Ventura non è capace di farlo, come la D’Urso Simona vive di liti, sangue sparso e cose simili. Grandi opinionisti, cast buono caratterialmente ma poco famoso; risultato? Il mio voto è 7. Avendo avuto contro programmi fortissimi, si è difesa da Dio, sfracellando la Narcotici e tenendo testa a Santo Hill.



27. Srich ha scritto:

26 marzo 2015 alle 14:27

La cosa migliore della conduzione della Ventura era il fiuto che dimostrava nel mandare all’aria il copione per star dietro a quello che secondo lei sarebbe stato interessante per il pubblico. A mediaset hanno sta smania insopportabile di legare tutto al copione. Quando le discussioni in diretta si fanno interessanti vengono troncate, non sia mai che tolgano spazio alle cose inutili come le sorprese o le signorinate. Se un atteggiamento del genere dà fastidio al Gf non parliamo di quanto possa dar fastidio all’Isola.
E chi ci perde di più è proprio la Marcuzzi che quando riesce a staccarsi dal copione (al Gf contro Rudolf e George Leonard o all’Isola con Diaco) ha gli unici sprazzi per cui essere ricordata. Ed è un peccato, perchè è brava.

Il microfono sempre aperto a quei due poi era IL MALE, Signorini non capisco perchè torni sempre a galla, è di un’antipatia rara. La Venier si salva solo perchè con la gaffe ha davvero rivitalizzato tutto, ma tra tutti e tre nello studio non capivano e facevano capire nulla.

La scelta del cast non è stata per niente male, anche se a buon mercato. Hanno tradito in diversi però. Su tutti, una asfissiante come Rachida pensavo l’avrebbero nominata ancora prima di salire sull’aereo, dubito che neanche la produzione si aspettasse tutte quelle settimane senza nemmeno una nomination. Scanu pure trattenutissimo (giustamente, avendo una carriera di cantante da salvaguardare), la Buccino dopo la fiammata iniziale si è persa. La strada è giusta, ma si possono sfruttare meglio.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.