9
marzo

IL NAPOLI BOICOTTA SKY. ILARIA D’AMICO: “COSI’ VIOLATE GLI ACCORDI”

Benitez

Un silenzio stampa ad-personam, anzi ad-aziendam. Nessun tesserato del Napoli si è presentato ai microfoni di Sky dopo la gara con l’Inter, terminata 2 a 2. L’ordine sarebbe arrivato direttamente dal presidente azzurro Aurelio De Laurentiis, irritato per il post-partita di Torino-Napoli di sette giorni fa, che aveva visto il tecnico Rafa Benitez bisticciare con Massimo Mauro.

Com’era prevedibile, la reazione della tv satellitare non s’è fatta attendere con l’esplicito disappunto di Ilaria D’Amico durante Sky Calcio Show:

“La scelta del presidente viola i contratti – ha contestato – il Napoli dovrà giustificare questa decisione. Questo non è un silenzio stampa, bensì una decisione mirata contro di noi”.

Fresca di querelle con Striscia la notizia per via dello spoiler di Ricci sulla finalissima di Masterchef, Sky deve vedersela pure col club partenopeo, reo  – secondo la D’Amico – di non aver rispettato gli accordi televisivi che imporrebbero all’allenatore di presentarsi davanti ai microfoni per commentare la partita appena disputata. La polemica è pertanto proseguita nella conferenza stampa generale. La pay-tv ha sì potuto mandare in onda le parole di Benitez, ma non porre la propria domanda, brutalmente stoppata dal responsabile della comunicazione della società, Nicola Lombardo.

Tutto finito? Nient’affatto, perché lo stesso Lombardo – che ha respinto i tentativi dell’inviato – è stato per anni collaboratore di Sky, come sottolineato dalla D’Amico, infastidita per i toni usati dall’ex collega.

Negli ultimi anni, di silenzi stampa il calcio ne ha conosciuti a bizzeffe, soprattutto, però, in segno di protesta per qualche torto arbitrale subìto. Storica, in tal senso, la decisione presa dalla Juventus nel 2005, con la squadra torinese che si tappò la bocca alla vigilia del rush finale verso la conquista del titolo. I bianconeri non mandarono giù la squalifica per tre turni di Zlatan Ibrahimovic conseguente all’utilizzo della prova televisiva, che portò l’attaccante a saltare il match decisivo col Milan. Si trattò pertanto di uno “sciopero” generalizzato, allargato a tutti i media, televisivi e radiofonici.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Ilaria D'amico
ILARIA D’AMICO: PRONTA PER UNA DOMENICA PIU’ LUNGA E “POLEMICA”. NEL 2012 NUOVO TALK DI INFORMAZIONE FORSE SU SKYUNO.


Carlo Ancelotti, new entry nella squadra di Sky Sport
SKY, STAGIONE CALCISTICA 2011/2012: ANCELOTTI NEW ENTRY, PUBBLICO IN STUDIO PER SKY CALCIO SHOW E NUOVA RUBRICA DI MARIO SCONCERTI


Cristian Panucci e Ilaria D'Amico, Sky Sport
SERIE A 2010/11 SU SKY SPORT TRA IMPORTANTI NOVITA’ E L’ASSENZA PESANTE DI GENE GNOCCHI


Ilaria D'Amico - Sky Calcio Show
Milan boicotta Sky per colpa di Ilaria D’Amico. Lei: «Questa decisione si commenta da sola»

3 Commenti dei lettori »

1. livia guglielmi ha scritto:

9 marzo 2015 alle 11:38

Decisione ineccepibile, Sky è fazioso e affida giudizi tecnici e telecronache a personaggi spesso incompetenti ed irritanti. I tifosi del Napoli rappresentano una fetta considerevole del pubblico di Sky e minacciano di disdire in massa gli abbonamenti, sarebbe divertente ed allettante. :D



2. claudio ha scritto:

9 marzo 2015 alle 13:08

Sky ha per contratto la prima intervista (che precede sia quella della Lega per il mercato internazionale che quella di Premium per il DTT), pagando adeguatamente per questo. Se il Napoli si rifiuta di fare questo, sta violando il contratto. Anche in conferenza ha la precedenza, perché fa la personalizzata. Prevedo guai legali per il Napoli…



3. Peppe93 ha scritto:

9 marzo 2015 alle 15:26

E’ sbagliato il comportamento del Napoli.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.