3
marzo

PIAZZAPULITA, BUONANNO: “I ROM SONO LA FECCIA DELLA SOCIETA’” (VIDEO). IL PUBBLICO APPLAUDE, FORMIGLI SE NE VERGOGNA

Gianluca Buonanno, PiazzaPulita

Gli zingari sono la feccia della società“. Gianluca Buonanno non ha usato mezze misure, ci è andato giù pesante. E a PiazzaPulita è scoppiata la bagarre. Su La7, l’Eurodeputato si è lasciato andare ad un’affermazione decisamente forte durante un confronto in diretta con Dijana Pavlovic, Presidente della Federazione Rom e Sinti insieme. La donna, dopo aver letto la storia di una persecuzione Rom in Svizzera, si è rivolta all’esponente leghista, provocandolo: “per me la Lega è fascista nel cuore. Sceglie sempre il più debole” ha accusato l’ex candidata della lista Tsipras.

Piazzapulita, Buonanno contro gli zingari: “feccia della società”

Buonanno, a quel punto, si è visto costretto a replicare ad un attacco diventato politico. “Lei si è dimenticata del comunismo” ha affermato, sostenendo che gli zingari siano presenti nelle cronache per le ruberie commesse. L’esponente del Carroccio ha poi precisato di non avercela con gli zingari in quanto tali ma, di fronte alla Pavlovic che lo invitava a prendersela con i criminali, ha aggiunto: “purtroppo il 90% della vostra gente è così. Portate in giro i bambini per fare certe cose”. Incalzato di nuovo, l’eurodeputato ha alzato i toni del confronto. E ha sbracato: “gli zingari sono la feccia della società“. A sorpresa, la sua affermazione ha ottenuto anche applausi spontanei dal pubblico in sala.

Come prevedibile, quelle parole hanno infiammato la discussione. “Sei razzista, sei fascista nell’anima” ha accusato Stefano Fassina del Pd, presente in studio, mentre Dijana Pavlovic si avvicinava a Buonanno per porgergli il foglietto con la storia delle persecuzioni ai Rom. Quasi spiazzato dall’applauso rivolto all’eurodeputato, a margine della bagarre Formigli ha preso le distanze della affermazioni di Buonanno ed ha rimproverato il suo pubblico. Quella reazione non se la aspettava proprio.

Piazzapulita, lo studio applaude Buonanno. Formigli: me ne vergogno

Posso dire che un applauso a chi dice che gli zingari sono la feccia della società è un applauso di cui io mi vergogno? Se le persone di questo studio si sentono offese di quello che ho detto possono non presentarsi la prossima puntata, ma trovo che ci sia un limite a tutto…” ha chiosato, visibilmente indispettito.

Formigli ha anche chiesto al politico se era disposto a scusarsi per quanto affermato. Ma il leghista ha negato. Era chiaro che il giornalista non avesse affatto gradito quell’applauso, anche perché – fino a quel momento – nella puntata Piazza Pulita erano stati usati toni ed argomentazioni non proprio favorevoli al partito guidato da Matteo Salvini. Poi, però, è arrivato Buonanno e il clima è decisamente cambiato, facendosi rovente.



Articoli che potrebbero interessarti


Corrado Formigli, Piazzapulita
PIAZZAPULITA, DI BATTISTA VS RENZI: “CREDIBILE COME I MAFIOSI”. SCONTRO IN STUDIO, FORMIGLI SI INFURIA (VIDEO)


Piazzapulita poliziotto
PIAZZAPULITA VS LA PROCURA DI ROMA: LA PROTESTA CONTRO IL SEQUESTRO DI UN SERVIZIO


Piazzapulita, Corrado Formigli
PIAZZAPULITA: FORMIGLI RACCONTA GLI ESTERI E TORNA SUL CAMPO. BENE I REPORTAGE


Corrado Formigli, Piazzapulita
PIAZZAPULITA: FORMIGLI PUNTA IN ALTO CON LE INCHIESTE MA SCIVOLA SULLE CANDID. IL NUOVO FORMAT E’ UN IBRIDO

5 Commenti dei lettori »

1. Nina ha scritto:

3 marzo 2015 alle 12:47

Ah beh! Formigli si vergogna. Ma cosa si aspettava succedesse invitando Buonanno e mettendogli di fronte una signora come quella? Ipocrisia.



2. Gianni ha scritto:

3 marzo 2015 alle 14:07

Che ipocrisia!
Si invita quel pupazzo e poi ci si scandalizza per quello che dice!

Ma ce l’hanno un televisore in casa questi giornalisti? L’hanno mai vista o la tengono per appoggiarci la gondola di plastica?

Torno ai tempi in cui si invitava Sgarbi per poi prendere le distanze dai suoi comportamenti. Si vergognassero tutti, il tizio e chi lo invita.
La libertà di parola per certa gente non dovrebbe valere proprio.



3. vicky ha scritto:

3 marzo 2015 alle 16:00

peccato essermi persa questa trasmissione. Ci sta il prendere le distanze ma zittire il pubblico non è da professionisti o forse era un pubblico ammaestrato? Non c’è più la schiavitù, non ci sono le persecuzioni ma dobbiamo pagare noi ? Neghiamo la realtà o accettiamo tutto in silenzio per non fare i razzisti? Ieri a Quinta Colonna hanno intervistato un signore che ha subito 28 furti e accanto a lui c’era il famoso benzinaio. QUESTA E’ L’ITALIA OGGI!!!!!!!!!!!



4. BohBeh ha scritto:

4 marzo 2015 alle 00:40

tutto molto bello, lol.



5. massimo ha scritto:

4 marzo 2015 alle 22:44

Ma perchè, cos’à detto di sbagliato che non bisognava applaudire.
Se vi piacciono tanto gli zingari, portateveli a casa vostra. Io non li voglio.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.