27
giugno

RAI: TUTTE LE FICTION DELLA STAGIONE 2014/2015

Rai Fiction

Rai Fiction

Rai – Le serie tv dell’autunno 2014

Anche la prossima stagione tv della Rai sarà nel segno della Fiction. Tra serie, miniserie e tv movie saranno oltre 110 le serate di Rai1 dedicate alla fiction made in Italy. Iniziamo a scoprire le storie, i protagonisti, i volti della prossima stagione attraverso le 13 serie tv inserite in palinsesto, metà delle quali rappresentano sequel di fiction di successo come Che Dio ci Aiuti, Il Restauratore, Un Passo dal Cielo, Una Grande Famiglia, Braccialetti Rossi, Questo Nostro Amore, La Narcotici e Fuoriclasse. Tra le novità si segnalano, invece, Un’Altra Vita, La Dama Velata, Baciato dal Sole e Grand Hotel.

Che Dio ci Aiuti 3 con Elena Sofia Ricci

Elena Sofia Ricci tornerà a vestire i panni di Suor Angela in Che Dio ci Aiuti 3. Nei 20 nuovi episodi (10 serate) ritroveremo la suora sui generis, un po’ scorretta e spesso bizzarra, che prima di tutto è una mamma per le ragazze del suo convitto. Nel cast Francesca Chillemi, Miriam Dalmazio, Lino Guanciale e Valeria Fabrizi. (QUI MAGGIORI INFO)

Un’Altra Vita con Vanessa Incontrada e Loretta Goggi

Tra le novità spicca Un’Altra Vita, serie in sei puntate che vede Cinzia Th Torrini dirigere Vanessa Incontrada in una storia scritta da Ivan Cotroneo, Stefano Bises e Monica Rametta, ambientata nell’isola di Ponza. Protagonista della storia è Emma, una donna costretta a rimettersi in gioco per far fronte agli avvenimenti che travolgono senza preavviso la sua vita e che le impongono una scelta coraggiosa: abbandonare gli agi e le comodità della vita borghese per trasferirsi da Milano, insieme alle tre figlie, sull’isola di Ponza, un luogo inizialmente ostile, sconosciuto, nel quale, però lentamente riuscirà a ritrovare se stessa. Nel cast si segnala la presenza di Loretta Goggi, di ritorno come attrice in tv dopo tanti anni, e volti noti come Daniele Liotti, Francesca Cavallin e Cesare Bocci.

Il Restauratore 2 con Lando Buzzanca e Anna Safroncik

In autunno tornerà anche Lando Buzzanca con Il Restauratore 2, serie che unisce l’indagine al mistery. Nei nuovi 16 episodi (8 serate) rivedremo Basilio alle prese con il suo dono, ovvero la possibilità di vedere cose che gli altri non possono vedere. Un oggetto, il contatto con una persona, ma anche un rumore o un profumo gli bastano per trasformarsi nell’unico testimone di eventi che hanno segnato o stanno per segnare la vita di qualcuno. Ogni “luccicanza” è uno squarcio sulla vita di persone a un bivio della propria esistenza. Nel cast troviamo i riconfermati Paolo Calabresi, Beatrice Fazi, Marco Falaguasta e la new entry Anna Safroncik. (QUI MAGGIORI INFO)

La Narcotici – Sfida al Cielo con Stefano Dionisi

Su Rai1 tornerà anche La Narcotici, dopo la serie Caccia al Re del 2011, è la volta di una storia completamente nuova dal titolo Sfida al Cielo. Il racconto, dal taglio realistico e attuale, vedrà protagonisti la squadra di poliziotti antidroga, il racket che vuole dominare il business dello spaccio e un gruppo di adolescenti che si avvicinano al consumo di stupefacenti. Nel cast dei 12 episodi (6 serate) Stefano Dionisi, Raffaella Rea, Gedeon Burkhard, Libero De Rienzo e Sergio Friscia.

Questo Nostro Amore ’70 con Anna Valle e Neri Marcorè

In arrivo su Rai1 anche Questo Nostro Amore ‘70, secondo capitolo della serie con Neri Marcorè e Anna Valle nei panni di Vittorio e Anna, coppia di concubini, con tre figli, costretta a fare i conti con la diffidenza di un’Italia provinciale e bigotta. Nella nuova serie, in sei appuntamenti, vedremo la famiglia Costa – Ferrari negli anni ’70. La società è cambiata, ma la lunga corsa non è finita. La famiglia sogna di crescere, emanciparsi e raggiungere un certo benessere economico. Un percorso difficile nel quale non mancheranno numerosi ostacoli. Nel cast anche Aurora Ruffino.

Rai1 – Le serie tv del 2015

Braccialetti Rossi 2

Bella, emozionante, difficile e piena di coraggio, Braccialetti Rossi, serie rivelazione di questa stagione, tornerà con un secondo capitolo in 4 serate, ricco di novità e colpi di scena. Nel cast riconfermati tutti i “braccialetti”, ovvero Aurora Ruffino (Cris), Carmine Buschini (Leo), Brando Pacitto (Vale), Pio Luigi Piscicelli (Tony), Lorenzo Guidi (Rocco), Mirko Trovato (Davide).

Baciato dal Sole con Guglielmo Scilla

Baciato dal sole, la prima fiction con la star del web Guglielmo Scilla, in arte Willwoosh, racconterà in sei serate il sogno del successo nel mondo dei talent e della televisione. Produce la Pepito di Agostino Saccà.

Catturandi con Alessio Boni

La lotta alla mafia dal punto di vista della Squadra Catturandi di Palermo, squadra d’elite della Polizia addetta all’arresto dei grandi latitanti, è al centro della nuova serie in sei puntate con protagonisti tra gli altri Alessio Boni, Anita Caprioli, e Massimo Ghini.

La Dama Velata con Miriam Leone

Miriam Leone sarà la protagonista de La Dama Velata, una fiction (per un certo periodo ribattezzata Il segreto di San Leonardo) in sei puntate ambientata nei primi del novecento. La serie racconta di una bambina aristocratica rifiutata dal padre che viene allevata da alcuni contadini, di un matrimonio combinato che diventa un amore ribelle, di un omicidio misterioso, e di una giovane donna che appare dal nulla. Nel cast anche Lucrezia Lante Della Rovere e Lino Guanciale.

Grand Hotel con Eugenio Franceschini e Valentina Bellè

Una storia d’intrighi e passioni che animano un lussuoso albergo d’inizio novecento situato tra le montagne ai confini tra l’Italia e l’Austria. Sono questi gli ingredienti di Grand Hotel, fiction in sei puntate ispirata alla serie spagnola Gran Hotel. Nel cast Eugenio Franceschini, Valentina Bellè, Andrea Bosca, Emanuela Grimalda e Federica De Cola.

Un Passo dal Cielo 3 con Terence Hill

Terence Hill torna a vestire i panni della Guardia Forestale in Un Passo dal Cielo 3. Tra tradizione e modernità, la storia unisce ancora una volta l’intrigo del giallo al racconto quotidiano, la commedia e le immancabili storie d’amore.

Una Grande Famiglia – Terza Serie

Terza serie anche per il fortunato family drama con Stefania Sandrelli, Gianni Cavina, Alessandro Gassman, Stefania Rocca, Giorgio Marchesi e Primo Reggiani. Ritroveremo i Rengoni, famiglia d’industriali del nord, titolari di un’importante azienda di mobili. In Una Grande Famiglia 3, capitolo composto di 8 episodi, l’inaspettato arrivo di un nuovo personaggio, interpretato da Isabella Ferrari, sconvolgerà gli equilibri, già precari, della famiglia.

Fuoriclasse – Capitolo Terzo con Luciana Littizzetto e Lunetta Savino

Terzo capitolo per Fuoriclasse. La professoressa Isa Passamaglia, interpretata da Luciana Littizzetto, nelle nuove 4 puntate, oltre che alla scuola e alla sua famiglia allargata, dovrà vedersela con l’arrivo a Torino di sua sorella, interpretata nientemeno che da Lunetta Savino.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


L'Oriana
RAI FICTION: TUTTE LE MINISERIE E I TV MOVIE DELLA STAGIONE 2014/2015


Juventus-Real Madrid è la serata tv più vista della stagione
Ascolti TV, i più visti della stagione 2016/2017: Juventus, Sanremo e Montalbano senza rivali


Fedez e Rocio Munoz Morales
FICTION RAI: NUOVI TITOLI SUL SET E IN LAVORAZIONE


rai-fiction-logo
FICTION RAI 2016/2017: TUTTE LE SERIE IN ONDA NELLA PROSSIMA STAGIONE TV

19 Commenti dei lettori »

1. nico93 ha scritto:

27 giugno 2014 alle 14:39

Contentissimo di rivedere “Ugf3″ Ma nell’ultima puntata non ci eravamo liberati di Gassman? Che ansia quell’uomo….. spero lasci presto il cast, il suo personaggio non mi piace….



2. emanuele ha scritto:

27 giugno 2014 alle 15:58

nico93

è il personaggio principale…la storia gira tutta intorno a lui!



3. Marco89 ha scritto:

27 giugno 2014 alle 16:23

Gassman nella seconda serie è stato fondamentale, un personaggio molto forte, ma nella terza eviterei di riproporlo. Secondo me non ci sarà, ma non si sa mai. Il triangolo rischia di diventare troppo pesante, già nella seconda serie qualcosa è vacillato (vedi la storia di Primo Reggiani e della Solarino, francamente evitabile e insipida). Chiara e Raoul ora spero stiano un pò tranquilli.
Spero che la Ferrari dia lo scossone giusto: di certo la prima stagione è stata in assoluto un gioiello raro.



4. zigzag ha scritto:

27 giugno 2014 alle 16:41

Onestamente non mi sarei mai aspettato che Fuoriclasse potesse tornare, in prima visione, già un anno dopo gli inediti della seconda stagione, trasmessa a distanza di ben 3 anni dalla prima. In teoria dovrebbe andare in onda fra febbraio e marzo 2015, come già accaduto per le precedenti. Spero non la facciano slittare in autunno 2015…



5. scream. ha scritto:

27 giugno 2014 alle 17:18

Contentissimo del ritorno di ‘una grande famiglia 3′ nel periodo invernale/primaverile, come fu per la prima fantastica stagione. A me la seconda è piaciuta tantissimo e sono sicuro che anche questo terzo capitolo, soprattutto con il finale al cardiopalma che c’è stato e l’ingresso della Ferrari che chissà quale ruolo rivestira’, non deluderà le aspettative, confermandosi ancora una volta un raro prodotto di alta qualità



6. marek ha scritto:

27 giugno 2014 alle 17:22

Perchè non limitarsi a doppiare la versione spagnola di GRAN HOTEL che è un capolavoro?
Di sicuro la versione italiana non sarà all’altezza di quella originaria.



7. Violadelpensiero ha scritto:

27 giugno 2014 alle 19:52

Sono entusiasta per il ritorno di Questo nostro amore, fiction che ho amato alla follia per la magnifica storia d’altri tempi e per gli interpreti di grande caratura.
Non vedo l’ora di vederla e spero che sia all’altezza della prima serie! :)



8. Michele87 ha scritto:

28 giugno 2014 alle 09:43

M’incuriosisce ”La dama velata”, dalla trama sembra una di quelle fiction ”horror” tipo gli storici sceneggiati Belfagor, Il segno del comando, Ho incontrato un’ombra, Dov’è Anna?, L’amaro caso della Baronessa di Carini e Ritratto di dama velata (a cui credo che la fiction odierna si sarà inspirata, a vedere il titolo), la Rai dovrebbe tornare a realizzare prodotti del genere…



9. dumurin ha scritto:

30 giugno 2014 alle 10:51

Quelle che più mi ispirano sono:
Una Grande Famiglia 3, le prime due serie sono state molto belle. Spero che la terza lo sia alla pari.

Un’altra vita, che mi sembra una fiction melò-mistery tipo Vento di Ponente, Rosso San Valentino, Un Amore e una Vendetta e Le Tre Rose di Eva (la casa di produzione è la stessa).

La Dama Velata, che dalla trama sembra promettere benissimo e la protagonista femminile è bellissima.

Grand Hotel, la versione spagnola è stupenda e piena di intrighi e colpi di scena, e penso proprio che questa fiction meriti davvero

Il Restauratore 2, la prima serie era bella, in questa seconda serie poi c’è Anna Safroncik, quindi è da non perdere.
Un Passo dal Cielo 3, dopo la bellissima scorsa stagione non vedo l’ora di vedere cosa succederà ai protagonisti nella terza serie.

Quello che spero è che la Rai pubblicizzi per bene queste fiction come faceva una volta con Incatesimo e le prime serie di Un Medico in Famiglia. Spero solo che non faccia l’ennesimo errore che ha fatto con Terra Ribelle, con Rossella e con Rosso San Valentino che hanno avuto zero pubblicità, zero interviste sui giornali, zero dvd, zero libri ecc. Spero che questa volta la Rai tratti meglio le sue fiction perchè quest’anno ci sono titoli davvero interessanti e potrebbero rivelarsi anche dei fenomeni se ben coltivati…



10. dumurin ha scritto:

30 giugno 2014 alle 10:56

@Michele87, La Dama Velata non è ispirata allo sceneggiato Ritratto di Donna Velata, ma è una storia tutta nuova. Lo sceneggiato Ritratto di Donna Velata ha avuto un remake qualche anno fa su Canale 5 con il titolo La Donna Velata.

Anche a me piacerebbe se la Rai rifacesse fiction sullo stile degli sceneggiati di genere fantastico-gotico come Belfagor – Il Fantasma del Louvre, Il Segno del Comando, Ritratto di Donna Velata, Malombra, Il Vendicatore di Corbillères, L’Uomo che torna da lontano ecc.
Avevo letto tempo fa la Rai che doveva realizzare due fiction fantastico-mistery, una era La Porta Rossa e l’altra era La Quarta Dimensione. Quest’ultima era una fiction di genere fantastico-horror diretta niente meno che da Dario Argento… peccato che poi non le ha realizzate.



11. Micioyu ha scritto:

30 giugno 2014 alle 20:07

Trovo vergognoso che tornino a guadagnare soldi sui bambini malati di cancro, in qualsiasi paese venga trasmesso il programma; trovo altresì scandaloso che i protagonisti ridano sulla situazione dei bambini malati, ricordo ancora uno di quel protagonistucoli dire “guardate come ho nascosto la gamba”; ma cosa c’è da scherzare su chi non possiede più una gamba?



12. mimi ha scritto:

1 luglio 2014 alle 10:17

Micioyu ha completamente ragione vergnoso speculare sulle disgrazie!!!

UGF3 sara cosi` noioso come la scorsa stagione?
Il restauratore e Fuoriclasse boiate pazzesche!
Speriamo che Canale 5 faccia meglio.
Forse solo Narcotici e catturandi saranno da guardare , scoppiazando Canale 5 magari.

NON PAGARE IL CANONE SARENNE UNA BUONA IDEA tanto buttano solo soldi!



13. Michele87 ha scritto:

1 luglio 2014 alle 15:06

@dumurin Purtroppo leggendo meglio la trama mi sono reso conto che La dama velata (che per un pò di tempo aveva cambiato titolo in Il segreto di San Leonardo) non dovrebbe essere una fiction mistery, ma un melò con piccole sfumature di giallo tipo Le tre rose di Eva….

Ma già dimenticavo Rai 1 ormai ha come clienti fisse le vecchie, figuriamoci se fa fiction paurose tipo Belfagor, non potrebbe, a qualche anziana potrebbe venire un infarto, meglio fare l’ennesima fiction su San Francesco o l’ennesimo melò alla Matarazzo………



14. Davide Maggio ha scritto:

1 luglio 2014 alle 15:59

Michele: ma il problema qual è?



15. Michele87 ha scritto:

2 luglio 2014 alle 13:02

@Davide Maggio Il problema è che mi fa arrabbiare il fatto che la Rai di una volta, nonostante fosse sotto la rigida e bigottissima censura democristiana faceva serie sopraffine ed audacissime (per quei tempi), oggi invece fa solo questi romanzetti Harmony o queste agiografie che sarebbero risultate stucchevoli, moraliste e superate anche nel 1920!!!!!!!!!!

Da amante delle fiction tipo Belfagor (che ho visto su Internet) può starci che sono rimasto deluso perchè speravo che finalmente la RAI avesse dedicato, dopo 15 anni, una sua fiction al pubblico di età inferiore ai 65 anni?

Io non dico di non fare più i Don Matteo, i Rosso San Valentino, i Medici in famiglia eccetera (giustamente fanno ascolto e quindi continuano ad essere prodotte); però e che cavolo accanto a queste vuoi fare qualcosa di un pochino più audace e sopratutto meno lacrimoso e moralista?

Pur augurando a tutti gli anziani d’Italia di campare altri 100 anni in piena salute, la Rai si deve rendere conto che con questa tattica nel lungo periodo rischierà seriamente di ritrovarsi senza più un pubblico……



16. Mattia Buonocore ha scritto:

2 luglio 2014 alle 13:13

@Michele87 sbagli però se consideri tutte le fiction Rai come meri prodotti per anziani. Un medico in famiglia, ad esempio, ottiene più che discreti risultati sul target commerciale.



17. Michele87 ha scritto:

2 luglio 2014 alle 20:32

@Mattia Buonocore Ovviamente no, però la stragrande maggioranza delle fiction Rai sono fatte a misura di donna anziana, ovvero tendono a plasmare tutto quanto all’acqua di rose (per capirci in una fiction Rai di oggi persino una guerra tra narcos sudamericani diventerebbe una schermagli tra adolescenti) poi ovviamente ci sono le eccezioni, ma sono pochissime…



18. Michele87 ha scritto:

2 luglio 2014 alle 20:34

Ho sbagliato termine: tendono a rendere tutto all’acqua di rose.



19. Micioyu ha scritto:

2 agosto 2014 alle 08:13

Belle fiction, son sincero, ma noto un pericolo, o meglio un povero squilibrio per noi telespettatori (guardo anche la Rai); sono tutte rivolte al passato, non vedo nulla di innovativo, tranne la Narcotici… Troppo spazio a quello che c’è stato e poco spazio a quel che sarà… Mediaset sicuramente più innovativa…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.