Vivendi



14
dicembre

MEDIASET, VIVENDI SALE AL 20%. SILVIO BERLUSCONI: “OPERAZIONE OSTILE, FAMIGLIA COMPATTA”

Silvio Berlusconi

Vivendi all’assalto: il colosso francese è già salito al 20% del capitale di Mediaset. Lo ha reso noto il gruppo stesso, che ieri aveva iniziato la scalata al Biscione annunciando dapprima il superamento della quota 3%. Col passare delle ore la percentuale di azioni in mano ai transalpini è cresciuta in un lampo, fino al traguardo raggiunto in queste ore. E l’azienda di Cologno sta correndo ai ripari: sulla vicenda è intervenuto lo stesso Silvio Berlusconi, che ha parlato di “operazione ostile” ed ha annunciato contromosse da parte della holding Fininvest.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




13
dicembre

MEDIASET, VIVENDI AVANZA: ORA POSSIEDE IL 12,32% DELL’AZIENDA

Vincent Bolloré

La scalata di Vivendi a Mediaset corre rapida sul filo dei mercati. E i francesi avanzano a vista d’occhio: nel giro di un giorno, il colosso guidato da Vincent Bolloré ha superato la soglia del 5% e del 10% del capitale del Biscione. Lo rende noto il gruppo francese in una nota, annunciando di “possedere, a oggi, il 12,32% di Mediaset“. Una quota che si avvicina sempre più a quel 20% che i transalpini avevano indicato nelle scorse ore come obiettivo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


13
dicembre

VIVENDI, SCALATA A MEDIASET: IL 3,1% DEL BISCIONE IN MANO AI FRANCESI

Mediaset

Vincent Bolloré ha iniziato la scalata a Mediaset. Vivendi, il colosso presieduto dal magnate bretone, ha infatti annunciato di avere superato la quota del 3% nel capitale del Biscione ed ha comunicato di voler diventare il secondo azionista della società. Da Cologno Monzese parlano di “azione ostile“, e Fininvest ha denunciato il gruppo francese per manipolazione del mercato. Quella partita in queste ore si preannuncia un’azione a lungo termine da parte dei transalpini.





18
novembre

FRANCO RICCI (AD DI PREMIUM) A DM: LA CHAMPIONS SAREBBE UN INVESTIMENTO DA RIFARE. SIAMO UN POCHINO SOTTOVOLUTATI PER IL CINEMA E LE SERIE

Franco Ricci

Mediaset Premium c’è. Finito il periodo di interim management e in attesa di capire come si evolverà la vicenda proprietaria, la pay tv del Biscione torna padrona delle sue strategie. E, così, domenica 20 novembre lancia il primo match di Serie A in 4K, il derby Milan-Inter, e studia novità sul fronte cinema e serie (per maggiori info clicca qui) per “rimettersi in carreggiata”. A DavideMaggio.it ne parla Franco Ricci, amministratore delegato di Mediaset Premium.


31
ottobre

BOOM! MEDIASET CANCELLA LO SHOW DI GERRY SCOTTI. NO ALLUNGAMENTO DEL GF VIP

Gerry Scotti

A Mediaset le cose cambiano non solo per Simona Ventura. Quelle ragioni che hanno portato al passaggio di Selfie su Canale 5 sono in realtà alla base di un ripensamento più generale del palinsesto della rete ammiraglia del Biscione. Parola d’ordine: tagliare. E noi, in anteprima, vi diciamo cosa.





21
ottobre

VIVENDI: STOP A GESTIONE AD INTERIM DI PREMIUM. LA REAZIONE DI MEDIASET

Mediaset

Vivendi non ne vuole più sapere di Premium. Dopo aver espresso la volontà di interrompere ogni trattativa amichevole con il Biscione, il colosso francese presieduto da Vincent Bolloré ha comunicato ufficialmente a Mediaset la cessazione del sistema di gestione di ‘interim management‘ per la società Mediaset Premium. Lo ha reso noto la stessa azienda di Cologno Monzese, che ha definito la mossa degli ex partner commerciali “un tardivo tentativo di evitare ulteriori danni“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


19
ottobre

VIVENDI, ROTTURA CON MEDIASET: BASTA SOLUZIONI AMICHEVOLI, PRONTI A DIFENDERCI

Vincent Bollore, Presidente Vivendi

Il banco delle trattative è saltato: Vivendi va allo scontro diretto con Mediaset. In una nota diramata nella giornata odierna, il colosso francese ha infatti comunicato di ritenersi svincolato dal trovare soluzioni amichevoli con il gruppo di Cologno, nei confronti del quale si riserva di agire per difendere i propri interessi. Dopo il saltato accordo del luglio scorso per la cessione di Premium, il contenzioso tra le due aziende arriva ad un nuovo strappo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


14
ottobre

PREMIUM: MEDIASET CHIEDE IL SEQUESTRO DEL 3,5% DI VIVENDI. MA SPUNTA UNA CONTROPROPOSTA CON TELECOM ITALIA

Mediaset

Azioni legali, ricorsi, controproposte, nuove possibili partnership: tra Mediaset e Vivendi può ancora succedere di tutto. Nel giorni scorsi la contesa tra le due aziende si è ulteriormente inasprita, e il gruppo di Cologno ha chiesto il sequestro del 3,5% delle azioni del colosso francese. Ma il mercato riserva sempre delle sorprese. E così, stando a quanto riferito dall’agenzia Bloomberg, Vivendi starebbe pensando di lanciare a Mediaset una controproposta risolutiva del contenzioso, che coinvolgerebbe a livello commerciale Telecom Italia (di cui i transalpini sono soci di riferimento).