Valeria Fabrizi



1
febbraio

Che Dio Ci Aiuti: Suor Costanza a Ballando con le Stelle

Valeria Fabrizi

Valeria Fabrizi

Le vie del Signore sono infinite, e a quanto pare anche quelle della Rai, che stavolta ne ha pensata una davvero particolare: spedire il personaggio di una fiction in un talent show, per movimentare la prima e lanciare il secondo. La fiction in questione è Che Dio ci Aiuti, di cui va in onda ogni giovedì la quinta stagione, mentre il talent è Ballando con le Stelle, la cui nuova edizione partirà a marzo.




5
marzo

Che Dio ci Aiuti 5 ci sarà?

Che Dio ci Aiuti 4 - Elena Sofia Ricci

Che Dio ci Aiuti 4 - Elena Sofia Ricci

Che Dio ci Aiuti 4 chiude la stagione oggi – domenica 5 marzo 2017 – siglando ancora una volta un successo di ascolti notevole, che ha visto la fiction Lux Vide conquistare la leadership della domenica sera. Tanto che dalla prossima settimana Rai 1 continuerà a cavalcare l’onda, trasmettendo le repliche della terza stagione e offrendo così ai propri telespettatori le storie del passato. Ma per il futuro, che ne sarà di Suor Angela, Suor Costanza e gli altri?


1
marzo

DM LIVE24: 1 MARZO 2013. LA VENIER ZITTISCE AGUS, LA PARIETTI NON CAMBIA CASACCA

Mara Venier zittisce Agus

Mara Venier zittisce Agus

>>> Dal Diario di ieri…

  • Mara Venier zittisce Agus

Reuccio ha scritto alle 19:30

Oggi durante la puntata de ‘La vita in diretta’ Mara Venier azzittisce in modo imbarazzante Gianfranco Agus in collegamento mentre intervistava l’attrice Valeria Fabrizi della Fictio ‘Che Dio ci aiuti 2′. QUI IL VIDEO

  • Alba Parietti non cambia casacca

Riceviamo e pubblichiamo da Alba Parietti: “Io smentisco categoricamente quello che oggi appare su alcuni siti, forse perchè frainteso, in relazione a quanto detto ieri sera durante la trasmissione Quinta Colonna. Il fatto di fare un’analisi della situazione politica e di rendersi conto che Grillo, al contrario del PD, ha fatto una campagna elettorale straordinaria (che è provata da ciò che poi è accaduto) e il fatto stesso di aver detto quasi in tono provocatorio che, secondo me, Napolitano potrebbe, affidargli l’incarico di formare il governo, non significa aver detto di aver cambiato casacca. Non l’ho cambiata in 32 anni che voto, non l’ho cambiata da quando sono nata e non la cambio adesso salendo sul carro del vincitore.





8
gennaio

“TUTTI PER BRUNO”, QUESTA SERA SU CANALE 5: RITORNA CLAUDIO AMENDOLA E TUTTI SENTIRANNO LA MANCANZA DE “I CESARONI”

Il venerdì di Canale 5 torna nelle mani di Claudio Amendola. Questa volta però non ci sono i super “Cesaroni” oppure la flotta di “Scherzi a parte” a proteggere le spalle dell’attore romano, sempre più simbolo dell’ammiraglia Mediaset; il progetto è del tutto nuovo e l’esito della sfida a distanza con “I Raccomandati” di Raiuno è tutt’altro che scontato. Il titolo della nuova fiction amendolesca è “Tutti per Bruno“, serie tv comico-poliziesca in 12 episodi (per sei serate complessive) e parla delle vicissitudini (spesso) improbabili del poliziotto  Bruno Miranda (Claudio Amendola), affiancato da Giuliano Scarpa (Antonio Catania) e Luca Corsari (Gabriele Mainetti).

Tratto dal format di grande successo in Spagna “Los Hombres de Paco“, “Tutti per Bruno” avrà il difficile compito di non far rimpiangere la famiglia Cesaroni che tornerà invece in autunno. La verità però è che già ai nastri di partenza, lo scontro tra le due fiction interpretate da Amendola appare impari e improbabile. Parlata romana, atteggiamento guascone e simpatico: mentre si guarderà Bruno Miranda sarà impossibile non pensare a Giulio Cesaroni e magari non sentire un pò di nostalgia. Due personaggi con molti, forse troppi, punti in comune per creare una vera discontinuità nel carnet artistico di Amendola e consentire al pubblico di allontanarsi affettivamente dal clan della Garbatella.

La trama non brilla per originalità e parla della storia di questi poliziotti pasticcioni che, nonostante l’indole caciarona, riescono con puntuale e inconsapevole maestria a risolvere tutti i casi che si presenteranno di volta in volta. Una sorta di “X Tuscolano” in salsa comica, in “Tutti per Bruno” oltre ai casi pseudo-criminali ci sono tutti gli avvenimenti e i problemi personali dei vari protagonisti: la mamma invadente, la figlia innamorata del collega, i divorzi e gli incroci sentimentali tipici della fiction all’italiana.