Tronisti Over 70



17
gennaio

UOMINI E DONNE, DAL TRASH AL KITSCH: L’OPERAZIONE ‘VERISMO’ DI MARIA DE FILIPPI

Uomini e Donne Over: Arnaldo, Maria Stella, Italia

Dalle stelle della Milano trash-glamour alle stalle di paese con i vecchietti delle balere. Sembrano passati secoli dalle avventure di Costantino e company, i troppo belli in odore di agenzia: adesso a Uomini e donne domina la geriatro-telegenia. La Castigatrice ha tolto le castagne dal fuoco nell’ultimo istante utile, su opportuno consiglio di Maurizio Costanzo, vero ideatore della versione over, lasciando che le storie del suo programma tornassero a sapere di normalità. Dalla brace dei bellocci da happy hour alla padella dell’Italia rustica e profonda, dai localini dell’happening alle sane vecchie tavolate, tra feticci kitsch, come la Marylin campeggiante sul salotto di Maria Stella, e memorie del tempo che fu.

L’invecchiamento dell’audience ha determinato uno spostamento di baricentro non irrilevante: il predominio assoluto degli amori sempreverdi imperversa ormai libero in lungo e in largo nella programmazione del talk-dating pomeridiano. Fanno poco notizia persino le follie in salsa rosa della quarantenne Bubi, mentre un cono d’ombra avvolge i tronisti tradizionali, relegati spesso all’ultimo giorno, quando ormai la candela è consumata. L’idea defilippiana di distinguere i suoi programmi dai tanto vituperati reality trova, almeno sul piano teorico, una grande ancora a cui agganciare la rinascita.

I gioiellini della Milano da bere targati Mora adesso devono trovare nuovi mercati di sbocco, da Maria c’è posto solo per Arnaldo e Maria Stella, coriacei baluardi dell’Italia neorealista. Nell’epoca dell’overdose del trash solo il kitsch può salvare lo spettacolo. Se prima erano le segnalazioni delle serate a tener banco ora sono i turbamenti erotici del plurilaureato Ennio. Il cambiamento di rotta vive nel brodino di gallina e nelle anticaglie dei salottini dei nonni innamorati la sua massima emozione. Complice un montaggio delle esterne sempre più vivido e sempre meno di pura registrazione la De Filippi porta a compimento la sua ossessione verista.




22
dicembre

UOMINI E DONNE IN SALSA ‘BALLANDO CON GLI ARZILLI’ PER LA VITTORIA DI UNA CROCIERA

Uomini e Donne - I Vecchietti ballano per vincere la crociera

Chi ha avuto per anni in mente l’immagine di Maria De Filippi come conduttrice di successo per via del suo stile sobrio, quasi in sottrazione, deve ammainare le bandiere e prepararsi alla rivoluzione. Sarà l’aria di fine anno ma la Maria nazionale sembra in vena di rinnovamento, è tutta un friccicorìo di battutine, un baluginìo di ammiccamenti sagaci. Pulizie di Pasqua e apertura a nuove avventure? Che cosa bolle in pentola? Lo scopriremo solo vivendo, ma l’assaggio dato oggi a Uomini e donne è degno sicuramente di nota.

Sul leit motiv dell’allegra balera di paese che spesso anima le puntate over della sua trasmissione pomeridiana oggi la De Filippi ha lanciato un concorso di ballo, una sorta di versione popolare del Ballando con le stelle di Bibi Ballandi, più volte lodato dalla stessa conduttrice. Pettorine bordeaux, reggiseni volanti e fritto misto di arzilli e maturi… e via col ballo. A giudicare l’agone danzereccio l’assistente coreografa di Garrison Rochelle, Claudia, oggi in prima fila come ribaltamento parodico di Zazzaroni e Mariotto.

Il concorso porta in pista agguerrite signore e temerari cavalieri: la crociera sulle fantasmagoriche navi dello sponsor dell’iniziativa fa gola a tutti, quindi nessun timore e tutti in sala. Si aggiudicano il premio lo spigoloso nonno Arnaldo dalla coppola rossa e la ringalluzzita compagna d’avventura Maria Stella, che si rivela una decana solcatrice dei mari d’Oriente al momento della scelta dell’itinerario-premio. L’altra coppia a portare a casa bottino pieno è quella capeggiata da Patrizia, pochi minuti prima protagonista di un moto di sincera commozione verso gli amici che grazie al paraninfo De Filippi sono in odor di nozze.


24
marzo

DM LIVE24: 24 MARZO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Dentiere bollenti

lauretta ha scritto alle 15:25

Dal trono over…dentiere bollenti! La love story tra Marisa e Armando è stata coronata dalla loro “luna di miele” a Roma rigorosamente seguita dalle attente telecamere di Uomini e Donne!

  • Ultima spiaggia

lauretta ha scritto alle 16:24

Luca Dorigo intervistato da Diva e Donna sulla presunta storia con la Ventura, risponde: “mi hanno imposto il silenzio stampa, mi hanno detto di non dire niente!”.

  • Bislaccate Quotidiane

lauretta ha scritto alle 18:39

Portento alla D’Urso: “prima hai detto di aver letto tutti i libri di Barbara Alberti, mi dici almeno tre titoli dei suoi libri?”. E lei, un pò imbarazzata: “sentiii Portento, siediti, va!”.





12
gennaio

MIA NONNA E’ IMPAZZITA. VUOLE ANDARE A “UOMINI E DONNE”

Vedova dal 1985, nove figli, e un’infanzia tra stenti e bombardamenti. Ieri, nonna Rosa ha avuto finalmente il suo momento di gloria mediatica! Il riscatto delle over 70. E, come sempre, a pensare a tutti noi c’è lei: Maria.

Dopo tronisti gonfi, lampadati e corteggiatrici trampolate, e plastificate, ieri abbiamo potuto assistere all’ennesimo esperimento della nostra De Filippi: una sperimentale puntata di “Uomini e donneover 70. Ada, Francesca, Rita, Miresa, vere “donne” che hanno attraversato epoche, guerre, e cataclismi, sono ora accolte dalla mano di Maria per andare a prendere posto in studio; la musica che le accompagna è sempre quella (il tormentone che ci fa subito pensare a Bisio-Claudiano!) ma stavolta niente cosce che falcano a tempo di musica, solo gambette tremolanti, scarpe deformate da cipolle, e ardue deambulazioni, fino al momento clou: “facciamo entrare i signori”.

L’effetto è straniante. I primi piani indugiano su rughe, porri, lenti doppie e triple, occhiaie, macchie della pelle, doppi menti, una fiera di imperfezioni cutanee senza pari. Addio occhi languidi e giovani, addio pelli vellutate. Questo ora è lo show! E anche stavolta lo show c’è tutto. Non riesco a staccarmi e non riesco a staccare nonna Rosa che non può credere che al posto dei figlioli ci siano dei geronti come lei.


11
gennaio

UOMINI E DONNE: I NUOVI ‘AMICI’ OVER DI MARIA RIDANNO FIATO AL PROGRAMMA

Esordio scoppiettante per la versione over di Uomini e donne. Puntata piacevolissima con una serie di personaggi frizzanti più di ogni previsione. Maria De Filippi deve abbandonare il suo scalino e destreggiarsi per tutta la puntata tra i vivacissmi nuovi attori della trasmissione. Trovare delle persone che combattono i segni del tempo e della solitudine con tanta autoironia e generosità d’animo ha l’effetto di restituire semplicità e allegria all’appuntamento pomeridiano che ultimamente soffriva troppo di discussioni sterili, figure impostate e dinamiche monotone.





29
novembre

UOMINI E DONNE: ARRIVANO I NUOVI TRONISTI OVER 70. E I LETTORI DI DM SUGGERISCONO: PERCHE’ NON CHIAMARLO “UOMINI E NONNE”?

Maria De Filippi (Uomini e Donne over 70)

Intervistato dal settimanale TOP, sul calo di ascolti di Uomini e Donne, il nostro blogger “titolare”  aveva così sentenziato: “Maria De Filippi avrà nuovi assi nella manica per invertire la rotta”.  E la risposta non è tardata ad arrivare. A Uomini e Donne, infatti, si cambia: accanto ai giovani, belli e palestrati tronisti, tra qualche mese vedremo sedere sulla famigerata poltrona rossa arzilli vecchietti in cerca di compagnia. Ad annunciare la svolta, che per un certo verso è un ritorno al passato (chi non ricorda il primo tronista Roberto, affascinante cinquantenne, alla ricerca dell’anima gemella?), è la stessa Maria De Filippi.

Dalle pagine del Corriere della Sera, la conduttrice afferma: “Voglio provare a fare Uomini e donne della quarta età, dedicare a loro una delle due parti del programma, quella del trono maschile: ci sono ottantenni vitalissimi, che non si deprimono, che magari sono rimasti soli e vogliono trovare compagnia. Un tema da trattare con tutta la delicatezza del caso (…) Ovviamente il tronista non può stare in carica per settimane, nel giro di 15 giorni si deve passare a un altro”.

Ad ispirare ”Bloody Mary” una storia raccontata a C’è Posta: quella di un vedovo che cercava il primo amore dopo ben 60 anni e che, in seguito all’ospitata televisiva, ha ricevuto (al centralino della trasmissione) ben quattro chiamate da altrettante vedove disposte ad incontrarlo. “C’è un mondo che non pensavo” dice la conduttrice. Ancora una volta una scelta coraggiosa che sembra ripercorrere quella di qualche anno fa quando l’Amici versione talk, sebbene registrasse buoni ascolti, andò in pensione. La trasmissione, infatti, secondo l’ideatrice, aveva smarrito il suo significato in quanto ad animare i partecipanti, più che la voglia di ”risolvere conflitti”, c’era il desiderio di apparire in tv. La stessa brama che imperversa oggi, nella gran parte, dei tronisti.