tivusat



31
ottobre

MEZZO: E’ ARRIVATO SU TIVUSAT IL CANALE FRANCESE DI MUSICA CLASSICA, OPERA E JAZZ

Mezzo

Si scrive Mezzo, si legge Mezzò. Ci riferiamo alla rete francese guidata da Christophe Winckel, interamente dedicata alla danza, alla musica classica e al jazz, che è arrivata, lo scorso 27 ottobre, anche in Italia sul canale 49 della piattaforma satellitare gratuita TivùSat. Sorto nei primi mesi del 1998, sulle ceneri di France Supervision, il network intende saziare gli appetiti degli appassionati di concertistica, musica sacra, musica sinfonica e balletto d’opera, con una programmazione ad hoc e più di 150 performances trasmesse in diretta.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




6
agosto

LA7D SBARCA SU TIVUSAT, SKY SPOSTA JUVENTUS TV E ROMA TV NELLE POSIZIONI CHE CONTANO

Numerazione canali tv

Ballano i palinsesti, ballano i programmi, ballano le poltrone dirigenziali e persino i canali. In tv il valzer è una danza ormai nota (e abusata) e in queste ultime settimane che precedono il via alla nuova stagione 2015/2016 segnaliamo lo spostamento (anche strategico) di tre reti.

La7d approda su Tivùsat al numero 34

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,


23
luglio

FOCUS E GIALLO ARRIVANO SU TIVUSAT

GIALLO

GIALLO

Discovery Italia, già presente con DMax, RealTime e Deejay TV, sarà ora presente anche con Focus e Giallo su Tivùsat, la piattaforma satellitare free che offre gratuitamente la possibilità agli utenti di ricevere la programmazione terrestre lì dove il segnale della televisione terrestre fa più fatica ad arrivare.

Focus, è il canale che accende la curiosità e la voglia di conoscere, attraverso contenuti che arricchiscono il telespettatore in maniera semplice, divertente, pop, non didascalica.

Giallo ha una programmazione dedicata al crime in tutte le sue sfaccettature: dai classici dell’investigazione alle nuove serie in prima visione, passando per Real Giallo, il ciclo dedicato a contenuti di factual-crime con storie ispirate a fatti realmente accaduti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





18
dicembre

DM LIVE24: 18 DICEMBRE 2012. GRAVI INTERFERENZE SUL SEGNALE RAI IN PIEMONTE E LOMBARDIA, DMAX ANCHE SU TIVUSAT, CI SALUTA FEBO CONTI

DMax

DMax

>>> Dal Diario di ieri…

  • RAI: gravi interferenze segnale in Piemonte e Lombardia

Da ieri mattina in numerose aree del Piemonte e della Lombardia il segnale della Rai è disturbato da una televisione locale, come certificato dall’Ispettorato territoriale del ministero competente, impedendo a molti cittadini di vedere i programmi del Servizio Pubblico. Rai ha chiesto alle autorità competenti di intervenire prontamente per ripristinare la visione dei progammi del Servizio Pubblico. Le trasmissioni sono, comunque, visibili su piattaforma satellitare.

  • DMAX anche su Tivusat

A partire da lunedì 17 dicembre,  DMAX sarà disponibile anche su TIVUSAT, la piattaforma satellitare gratuita, al numero 28 del telecomando.

  • Ci saluta pure Febo Conti

tania ha scritto alle 13:31


3
marzo

SMART CARD TIVU’SAT ACQUISTABILI PER GLI ABBONATI RAI MA ADICONSUM NON E’ D’ACCORDO

Smart Card TivùSat

Sta circolando da qualche giorno un comunicato stampa Rai con il quale la tv di Stato avvisa il pubblico che è, finalmente, possibile acquistare la sola smart card TivùSat. Fino ad ora, infatti, l’unica modalità per accedere alla piattaforma satellitare gratuita che replica l’offerta del digitale terrestre per le zone non coperte dal segnale terrestre, era acquistare uno dei pochi decoder certificati corredato di smart card. Con questa nuova possibilità, quindi, l’utente è adesso libero di scegliere se acquistare un decoder certificato Tivù Sat o richiedere la sola smart card.

Ogni abbonato, in regola con il pagamento del canone per l’anno 2010, potrà richiederne fino ad un massimo di due con diverse modalità. Le richieste vanno inoltrate alla Rai che ha predisposto due diversi canali: la tradizionale lettera da inviare a Rai – Radiotelevisione italiana, casella postale 50  – 25073 Bovezzo (Brescia) o il ben più tecnologico sito web www.rai.it. Diverse sono anche le possibilità di pagamento offerte: si va dal contrassegno alla carta di credito e tutto ciò comporta una sensibile variazione dei costi.

E’ proprio sui costi si è aperta in questi giorni una piccola diatriba che vede scontrarsi, come è ormai consuetudine, da una parte le associazioni dei consumatori e dall’altra la Rai. Secondo Adiconsum, infatti, ogni consumatore oltre alla card (da 16,20 a 21,60 euro in base alla modalità d’acquisto), dovrebbe comprare anche la Cam (69 euro) da introdurre nel decoder, per un totale di 90,60 euro. L’associazione ritiene, inoltre, che Agcom non possa far finta di niente e debba intervenire per far rispettare gli impegni presi dalla Rai di garantire e favorire la visione dei propri programmi via satellite gratuitamente per chi paga la tassa sul possesso del televisore (il canone) e non riceve il segnale terrestre, offrendo le stesse garanzie indipendentemente dall’acquisto di smart card vincolate o di decoder certificati.





9
dicembre

TIVU’SAT, CON OLTRE MEZZO MILIONE DI CARD VENDUTE, DOPPIA I SUOI OBIETTIVI INIZIALI

Primo bilancio più che positivo per TivùSat, la piattaforma satellitare gratuita italiana nata il 31 luglio scorso e partecipata da Rai, Mediaset e La7.

Nei suoi primi quattro mesi di attività, TivùSat, vincitrice anche di una menzione speciale agli Hot Bird Tv Awards, ha venduto ai produttori di decoder e televisori 570 mila carte per accedere all’offerta, doppiando, di fatto, gli obiettivi di crescita individuati nei mesi scorsi in 300 mila carte. A ciò consegue, inoltre, il dato, altrettanto positivo e sopra le aspettative, delle attivazioni: giornalmente, infatti, vengono attivate circa 1500 card.

Questi dati sono, probabilmente, diretta conseguenza degli switch off che in questi mesi stanno sconvolgendo il panorama televisivo nazionale. Molte zone del paese come Piemonte Occidentale, Trentino, Lazio, Campania, hanno visto lo spegnimento progressivo del segnale analogico e l’accensione di quello digitale che, purtroppo, non riesce (ancora) a garantire una copertura uniforme. E’ proprio in queste zone di assenza di segnale, quindi, che TivùSat ha preso piede garantendo un’offerta free simile a quella del digitale (ad eccezione di qualche canale in esclusiva satellitare con Sky).


27
novembre

OH, CIELO! DAL 1 DICEMBRE TANTE SERIE TV INEDITE E LE NEWS DI SKYTG24

Cielo, Sky DTT

Manca meno di una settimana al lancio di Cielo, la faccia terrestre della tv di Murdoch. Annunciato a inizio novembre per combattere l’avanzare delle altre emittenti sul digitale terrestre, avrà una programmazione generalista con serie tv, programmi di intrattenimento e l’informazione di SkyTg24. Sarà completamente dedicato ad un pubblico, in prevalenza femminile, tra i 18 e i 35 anni e punta a raggiungere in un anno l’1% di share, come chiarito dallo stesso Gary Davey, direttore del canale:

“Cielo non e’ un trucco e non e’ un trasloco di Sky sul digitale. Attingera’ alla programmazione di Sky ma non solo e sara’ completamente indipendente da Sky. E’ un progetto unico ed un preciso investimento che mira a cogliere le grandi opportunita’ della nuova era televisiva italiana: deve generare ascolti ed introiti pubblicitari. Nel primo anno puntiamo a raggiungere l’1% di share e se saremo brani riusciremo a trasfromare questo ascolto nell’1% del mercato pubblicitario del dtt.”

Sarà SkyTg24 ad inaugurare il 1 dicembre alle 12 la nascita di Cielo. Il canale aprirà, infatti, giornalmente quattro finestre sul canale all news di Sky alle 7, alle 12, alle 19 e alle 24 per tutti gli ultimi aggiornamenti dall’Italia e dal mondo e sarà possibile vedere, settimanalmente, alcuni dei programmi di punta del canale. Vedremo, infatti, L’intervista di Maria Latella ai protagonisti della politica, FAD, magazine sulla moda e sullo spettacolo, e le ultime novità dal web e i contributi del pubblico nel programma Io Reporter.


24
novembre

L’ITALIA TRIONFA AGLI HOT BIRD TV AWARDS. SKYTG24, SKYSPORT24, YES ITALIA E TIVU’SAT PREMIATI.

Hot Bird Tv Awards - TivùSat, Yes Italia, Sky Tg 24, Sky Sport 24

L’Italia satellitare trionfa agli Hot Bird Tv Awards, i premi che riconoscono l’eccellenza e la qualità per i canali tematici trasmessi da Eutelsat. Ben 3 dei 9 canali proposti sono stati premiati e, a sorpresa, anche la nuova nata TivùSat ha avuto una menzione speciale. La giuria, composta da critici televisivi e da responsabili di tv satellitari, ha analizzato ben 150 canali di 20 nazioni europee selezionando i migliori per le 11 categorie presentate.

Iniziamo dagli italiani. A predominare è stata Sky Italia che con i suoi canali all news SkyTg24 e SkySport24 si è meritata il premio d’eccellenza nella categoria News (il primo) e nella categoria Sport (il secondo). Il miglior canale “vetrina nazionale” è stato assegnato, invece, al canale free prodotto dalla Rai, Yes Italia. Il canale, visibile anche al canale 818 di Sky, è nato per diffondere e rilanciare il made in Italy e per promuovere il turismo nella Penisola. Trasmesso tutti i giorni e talvolta anche con sottotitoli in inglese, accanto all’arte e al turimo propone anche le bontà gastronomiche e le bellezze culturali italiane, offrendo il meglio del folklore, dei teatri e delle fiere.

Accanto ai premi “tradizionali”, Eutelsat ha conferito tre Premi Speciali a tre realtà che si sono particolarmente distinte nella tv satellitare europea. Il primo è stato conferito al canale internazionale della tv di stato cinese CCTV 9, che, trasmesso in 46 paesi in lingua inglese, diffonde la cultura cinese nel mondo. Altro premio è stato conferito a Vesti, canale russo primo vincitore dell’award televisivo russo Golden Ray. Ultima menzione speciale all’italianissima TivùSat, nata lo scorso luglio per assicurare a tutti gli utenti la copertura del segnale digitale.