Sergio Volpini



6
gennaio

Grande Fratello Vip 2020: tutti i concorrenti

cast concorrenti grande fratello vip

Grande Fratello Vip

Il cast del Grande Fratello Vip 2020 è al completo. Mercoledì 8 gennaio in prima serata, Alfonso Signorini darà inizio alla quarta edizione del reality show ed avrà al suo fianco, in qualità di opinionisti, Pupo e Wanda Nara. 19 nuovi concorrenti e 4 “vecchie glorie” animeranno le vicende del programma con l’obiettivo di accendere la curiosità dei telespettatori di Canale 5. Di seguito la lista ufficiale dei vip in gara.




3
gennaio

Grande Fratello Vip 2020: quattro ‘vecchie glorie’ tornano in gara

Pasquale Laricchia

Pasquale Laricchia

A volte ritornano. Nella casa del Grande Fratello Vip 2020 ci sarà spazio, infatti, per alcune vecchie glorie del programma. Ci riferiamo a Salvo Veneziano, Sergio Volpini, Pasquale Laricchia e Patrick Ray Pugliese, un poker di ex concorrenti pronto ad animare le vicende del reality, condotto quest’anno da Alfonso Signorini.


10
maggio

UMAN TAKE CONTROL, LE REAZIONI DEGLI OMINI. SERGIO VOLPINI: IL PUBBLICO FA CAGARE. CHIAMIAMO SANTORO.

Veridiana Mallman

E’ il pubblico che fa cagare…Chiamiamo Santoro” . Così l’ex omino, Sergio Volpini, commenta il triste epilogo dell’esperimento di Uman Take Control. Ebbene sì, avevamo il programma del secolo e non ce ne siamo accorti. Così sembra pensare anche la potenziale vincitrice del gioco, Veronica Ciardi, che dà la colpa della chiusura anticipata alle ristretezze mentali del pubblico del Belpaese: “Ma perchè l’Italia c’ha un cervello così, prima di aprire la mente, ragazzi… Poi si lamentano che ci sono sempre le stesse cose“. Luca Tiraboschi, direttore di Italia 1, si sbagliava dunque quando stamattina, nel comunicato in cui annunciava la soppressione del programma, ha parlato di sollievo per i concorrenti che finalmente sarebbero potuti uscire dal laboratorio (per leggere le sue dichiarazioni clicca qui).

In alcuni video (potete trovarli dopo il salto), che mostrano le reazioni dei concorrenti alla comunicazione della notizia, si vedono, oltre all’indignazione dei due ex gieffini, le lacrime di Veridiana e le lamentele di Maicol (“Io non voglio andar via, ora che avevo avuto le lamette per farmi i peli“). C’è chi anche, come George Leonard, ritiene che il pubblico avrebbe dovuto ringraziare per un programman così innovativo. Composta invece la reazione di Endemol che in una nota diramata nel pomeriggio spiega:

“uMan è stato un esperimento che, purtroppo, non ha trovato il gradimento del pubblico. Ringraziamo comunque Italia 1, per averci dato la possibilità di realizzare questo progetto, i conduttori, Rossella Brescia e Mago Forest, e tutte le persone che ci hanno lavorato con impegno in queste settimane.”

A differenza di Tiraboschi che parla di una linea editoriale poco riuscita, Endemol preferisce parlare di mancato gradimento del pubblico. Ma bastano uno/due punti in meno rispetto agli obiettivi per far chiudere un programma che per sua natura dovrebbe avere un trend crescente?

Clicca dopo il salto per vedere i video





9
maggio

UMAN TAKE CONTROL: LA SECONDA PUNTATA E’ LIVE SU DM. MACCHINA DELLA VERITA’ PER GEORGE. VERONICA E’ LA PREFERITA DAL PUBBLICO. ELIMINATA RAMONA

Uman Take Control

‘Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare’. Chissà se anche Uman Take Control farà tesoro di questa massima per risollevare le sorti auditel del programma. Manca ormai poco alla seconda puntata che almeno dal menù sembra promettere meglio della premiere di sette giorni fa.

Su tutto c’è l’attesissima macchina della verità che, tra le tante domande agli omini, cercherà di mettere la parola fine (o inizio, dipende dai punti di vista) alla querelle tra Veronica Ciardi e Bambola Ramona. Quest’ultima, inoltre, saprà a quale destino andrà incontro, dopo aver tentato la fuga non autorizzata dal laboratorio (per maggiori info clicca qui). Occhi puntati, però, sui quattro omini ‘picchio’: Rocco Pietrantonio, Antonio Zequila e le due ex gieffine Laura Drzewicka e Giordana Sali (per maggiori info clicca qui). Uno dei quattro entrerà ufficialmente a far parte del laboratorio di Italia 1.

Un’altra novità è rappresentata dalla presenza in studio del criminologo Francesco Bruno, che tenterà di farci capire meglio il meccanismo automatico che scatta sia nella mente dei concorrenti (‘pilotati’ dal pubblico da casa) che in quella dei telespettatori, “veri protagonisti” del reality. Importanti, come ogni lunedì, saranno ovviamente le infinite prove e sfide cui anche questa sera saranno sottoposti gli omini ancora in gioco. Tanti verdetti in bilico, fino a quello più atteso di domani emesso dall’auditel: il pubblico da casa premierà questa seconda puntata?

AFFILATE LE TASTIERE, UMAN TAKE CONTROL E’ LIVE SU DM DALLE 21.00

Ore 21.10: Rossella Brescia e il Mago Forest danno il via alla seconda puntata del “reality più estremo della televisione”, ringraziando il mondo del web per il successo riscosso. Via al riassunto della settimana per rivivere i primi giorni da omini dei concorrenti in gioco.

Ore 21.15: La prima ‘vittima’ della serata è Elena Morali, che causa capricci ingiustificati deve tenere il ciuccio per un quarto d’ora. Miglior punizione non si poteva scegliere per iniziare la puntata. I due conduttori si collegano col laboratorio e finisce l’anteprima: la rinascita(?) del programma può iniziare.

Ore 21.21: Gli otto omini chiedono al pubblico, vero ago della bilancia per le loro vite, di poter uscire ogni tanto dal laboratorio. La Brescia li invita ad essere più pazienti perchè ogni loro richiesta deve essere valutata. Presentazioni di rito degli ospiti in studio, dove troviamo il già annunciato criminologo Francesco Bruno, insieme alla ‘prezzemolina’ Anna Pettinelli. Che fine hanno fatto La Pina e Diego?

Ore 21.25: Rossella rivela agli omini la classifica dell’umanometro, che a fine puntata sarà decisiva per decretare l’eliminazione:

1 Veronica Ciardi
2 Maicol Berti
3 Veridiana Mallmann
4 Elena Morali
5 George Leonard
6 Luca Tassinari
7 Sergio Volpini
8 Bambola Ramona

Ore 21.30: E proprio la prima (momentaneamente) in classifica raggiunge lo studio per rivivere la sua turbolenta settimana, spesso passata nello sconforto per la mancanza di sigarette. La Pettinelli la incoraggia: “Per una che ha sopportato Mauro Marin questo è niente”. Ciò che invece l’ha irritata è stata l’accusa dei suoi ‘colleghi’, che l’hanno additata come raccomandata. George Leonard precisa: “Parlo per me, ma anche per qualcun’altro. E’ solo un’invidia benevola”. Bambola Ramona, invece, nega di averlo detto. Pubblicità!

Ore 21.49: Si rientra dalla pausa e Veronica fa una domanda ben precisa: “Elena o Ramona, chi ha detto che sono raccomandata?”. Le due negano entrambe, soprattutto Ramona che dice di essere disposta ad uscire anche in questo stesso momento qualora ci sia un filmato che la incrimina.

Ore 21.53: Per Maicol c’è una dura ‘prova’. Il suo amato Pimpi (un peluche rosa col quale passa tutte le notti) è legato ad un ordigno e da un momento all’altro potrebbe esplodere. Ma il pubblico votante ha la possibilità di salvarlo. “Chiedo a tutti di salvare Pimpi, ma so che non sarà così” dice Maicol. Il Mago Forest sdrammatizza (ce n’era bisogno?): “L’idea iniziale era di legare te”. L’omino, infatti, esulta perchè dice di averne comunque portato uno di scorta.

Ore 22.01: Tocca al principe diventato omino ‘carota’ raggiungere lo studio. E anche per George Leonard c’è un filmato per rivivere la settimana di ’scleri’, che l’ha portato anche in lacrime dopo l’isolamento nella capsula dovuto al lancio della colazione. Alessandra Piano, scrittrice presente in studio, entra a gamba tesa sull’omino: “Veronica piange meglio”. Pubblicità!

Ore 22.14: Il popolo del web consente a George Leonard di curare il nervo sciatico con un massaggio della fidanzata Carmela. Questo, però, comporta all’omino la perdita di 1200 punti. Aggiornamento della classifica dell’umanometro: Luca Tassinari e Sergio Volpini scavalcono George, che scivola settimo. Un massaggio a dir poco ‘fatale’.


9
maggio

UMAN TAKE CONTROL: LA FOTOGALLERY DELLA SECONDA PUNTATA

Bambola Ramona

Tra una Veronica Ciardi, superstar nelle preferenze del pubblico, e un George Leonard, che ha potuto riabbracciare la sua Carmela,  si sta svolgendo la seconda puntata di Uman Take Control, il reality videogame di Italia 1. DM ripercorre, allora, i momenti topici della puntata con una galleria fotografica live del programma condotto da Rossella Brescia e il Mago Forest.

Ecco le foto della seconda puntata di Uman Take Control:

Per seguire il live clicca qui





8
maggio

UMAN TAKE CONTROL: ARRIVANO LA MACCHINA DELLA VERITA’ E FRANCESCO BRUNO PER LA SECONDA PUNTATA.

Uman Take Control

Secondo appuntamento, domani, lunedì 9 maggio, per il prime time di “Uman – Take Control”, l’innovativo  reality di Italia 1 che con le sue particolari forme di contaminazione ha inaugurato il primo esperimento di videorealitygame della televisione.

E’ una puntata ricca di novità che rivoluziona in molti punti il kick-off della scorsa settimana. La prima prende spunto dal ‘refrain’ che da sempre sottolinea  i confronti più accesi tra i concorrenti dei reality: “sei falsa!”; “no, io sono vera”. E’ successo anche a “Uman –Take Control”, ieri sera, tra Veronica Ciardi e Bambola Ramona (complice un ‘assist’ malizioso di Elena Morali). Bambola Ramona confida a Elena Morali di sospettare che Veronica sia raccomandata (troppo sostegno dagli utenti del web); Elena Morali  riporta le presunte accuse a Veronica; Veronica, a muso duro, ne chiede conto a Bambola Ramona; Bambola Ramona nega. E si innesta il consueto meccanismo di accuse reciproche di falsità. Ne è nato uno scontro furibondo al termine del quale Bambola Ramona, in preda ad una crisi di nervi, ha cercato di scavalcare la recinzione del giardino annesso al Laboratorio decisa ad abbandonare il gioco.

Sul tema (e sulle reazioni dei protagonisti del gioco) gli autori hanno deciso di inaugurare una nuova applicazione della macchina della verità che proverà a stabilire, non chi tra i concorrenti sia il più vero o il più falso,  ma   quale sia la loro verità, il loro pensiero più recondito  sui valori della vita, quelli sui cui ci si confronta quotidianamente e che prendono spunto dalla realtà sociale e personale come, ad esempio: “consideri l’extracomunitario  un essere inferiore? Sei stato fedele. Ma quanto avresti voluto tradire?”


6
maggio

UMAN TAKE CONTROL: VERONICA CIARDI SUPERSTAR. PER GLI ALTRI SOLO LE BRICIOLE

Veronica Ciardi

Le hanno fatto fare di tutto: dal lavare l’alluce dei suoi compagni a dimenarsi con il palo della lapdance. Oneri e onori per Veronica Ciardi, ma una caterva di punti all’attivo nell’umanometro; praticamente finora si è aggiudicata tutti i premi: spazzole, spazzolini, letto, tovaglie, cotonfiocchi lasciando agli altri pochissima piazza. L’unico che riesce a tallonarla in maniera almeno competitiva è Maicol. Praticamente un monopolio dei due gieffini della decima annata che per il momento staccano gli altri concorrenti in maniera netta.

Per gente come Sergio Volpini sono tempi durissimi: praticamente la Ciardi lo ha quintuplicato. O gli Ottusangoli (così i come i sostenitori del Principe) si svegliano e organizzano un attacco al vertice degno di tale nome, ammesso che dopo tutta la massa di concorrenti che hanno popolato la casa di Cinecittà, ci sia ancora un fan club per il surfista, oppure per il primo idolo della Gialappa’s il destino da gatto in tangenziale è segnato.

In Veronica la bellezza c’è, il personaggio anche, tra i mille scatti di rabbia, debolezza e passionalità. Sicuramente però c’è anche un attivissimo gruppo di appassionati che si mobilitano minuto per minuto per farla troneggiare in ogni disputa umanoide. Una fedeltà costante, spasmodica e quasi maniacale ad un personaggio, che sta aprendo nuovi interessanti risvolti alla comprensione dei meccanisimi che la televisione del futuro deve considerare per il suo sviluppo.


3
maggio

UMAN, TAKE CONTROL: TROPPE PROVE E TROPPE PERSONE PER COMPRENDERE LA NUOVA FRONTIERA DEL REALITY.

Rossella Brescia nella prima puntata di Uman Take Control

Doveva essere il non plus ultra dello sperimentale, l’avanguardia della fase di superamento del reality tradizionale, in realtà nella premiere di Uman- Take control di estremo c’è stato un meccanismo che è risultato eccessivamente ingarbugliato per gli schemi della tv di oggi, e forse troppo banalmente frivolo. In tv non si vedevano tanti giochi scanzonati dall’epoca di Buona Domenica targata Columbro-Cuccarini, tanto da impensierire seriamente una regia che non ha brillato per tempismo, misura e ritmo. Il concept del programma, tuttavia, qualcosa di accattivante sembra avercelo e lo spirito autoparodico della conduzione lascia intravedere buone prospettive.

Rossella Brescia nonostante tutto se la cava bene facendo una buona fusione della reality tv con simpatia e disinvoltura apprezzabili. Anche un esperto condottiero avrebbe avuto stasera difficoltà a gestire il grande numero di imprevisti e accavallamenti. Apre quasi più televoti della mecenate De Filippi al serale, media tra lo stile entusiasta della Marcuzzi e la conduzione peperina della Ventura (sembrerebbe voler fare della Morali la sua Fico e la sua Fogar).

I personaggi rischiano più che ritornare alla condizione di innocenza pre-televisiva di restare ingabbiati fatalmente nel loro personaggio catodico, con tutti i pregi e i difetti che questo comporta. Per un Tassinari ed un Maicol, (molto) casualmente colorati di fucsia e verde pisello, che il pubblico già spiattella a tutto spiano nelle prove, per un George che come sempre è il bersaglio più forte per le polemiche compensano un’impalpabile Siria (la donna meno arrembante) e un Sergio Volpini che porta così tanto i segni di capostipite da reality da non riuscire ad essere interessante nel circo di Uman.