Roberto Vecchioni



12
febbraio

UN MEDICO IN FAMIGLIA 9: A POGGIOFIORITO ARRIVA IL PROFESSOR VECCHIONI PER FESTEGGIARE UN (ALTRO) MATRIMONIO

Un Medico in famiglia 9

Nell’ottava stagione è stato Albano ad interpretare se stesso e ad allietare con i suoi acuti il pubblico di Un Medico in Famiglia, dopo che nonno Libero alias Lino Banfi gli aveva chiesto di cantare al matrimonio della nipote Maria (Margot Sikabonyi) con Marco (Giorgio Marchesi). Adesso tocca ad un’altra importante voce italiana, che apparirà come guest star nell’ultimo episodio della nona stagione, il cui via sui teleschermi di Rai 1 è previsto per domenica 16 marzo 2014.

Un Medico in Famiglia 9: le nuove puntate in onda dal 16 marzo 2014

Come riporta l’ANSA, ad essere arruolato dai Martini questa volta è stato Roberto Vecchioni, che in una scena girata l’11 febbraio 2014 al Circo Massimo di Roma ha fatto parte di un coro creato proprio da nonno Libero, personaggio niente affatto nuovo ad iniziative di questo genere. Dopo aver cantato varie volte in pubblico, essersi travestito e aver tenuto banco come solo lui sa fare, il nonno più famoso d’Italia stavolta si darà addirittura al gospel. Ma per quale occasione speciale?

Un Medico in Famiglia 9 anticipazioni: Roberto Vecchioni protagonista di un coro gospel

Trovare la risposta è facile, basta ricordare le ultime puntate delle varie stagioni per rendersi conto che spesso sono i matrimoni a coronare le avventure dei protagonisti, come avvenuto per Maria e Guido nella quarta serie, Lele e Bianca nella settima, poi Maria e Marco nell’ottava nonché per gli stessi nonno Libero e nonna Enrica (Milena Vukotic), protagonisti dell’epilogo della sesta stagione tra romanticismo ed equivoci. Ma chi sarà questa volta protagonista delle fatidiche nozze?

Un Medico in Famiglia 9 anticipazioni: un nuovo matrimonio per il gran finale




6
febbraio

AMICI 12: LA PRIMA LEZIONE DI ROBERTO VECCHIONI

Amici 12 - Roberto Vecchioni

Il Professore conquista una cattedra nella scuola. Niente di più normale, se non fosse che il Professore in questione è Roberto Vecchioni e la scuola è quella di Amici di Maria De Filippi. Il noto cantautore, paroliere e scrittore italiano, vincitore due anni fa del Festival di Sanremo, ha deciso di mettere la propria arte e passione al servizio degli allievi del talent di Canale 5. Un progetto per avvicinare i giovani alla cultura della canzone italiana; un’occasione per condividere i suoi grandi amori: i ragazzi, la musica e le parole.

E il primo incontro è una vera e propria lezione; quella che il Professore dà ai cantanti di Amici:

“Sotto la vostra canzone c’è questo universo che si chiama cultura. Se voi prendete la vostra canzone e cantate quella, e pensate che solo quella conti, capite quattro o cinque parole di quella canzone e dite ‘Dio mio come la canto bene!’, non avete capito nulla (…) Allora che cos’è la cultura? La cultura è avere dentro di sé la traccia che l’uomo ha lasciato nel mondo… di sé”.

Non conta come si canta, dunque, ma come si cambia. Per non morire. E in questo Fiorella Mannoia è maestra. Lei come altri grandi della musica italiana saranno spunto per Vecchioni nelle sue prossime lezioni. Dalla prima, intanto, si congeda con una perla, che suona come uno schiaffo al “creato” di Amici:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


29
agosto

TUTTINCLASSE! CON ROBERTO VECCHIONI LA GRANDE STORIA DELLA SCUOLA STASERA SU RAI3

Roberto Vecchioni

Non che ci volesse il Festival di Sanremo e il Teatro Ariston per far conoscere a tutti il valore artistico e la caratura culturale di Roberto Vecchioni, ma è come se quel leoncino avesse fatto ritornare fortemente l’attenzione su un cantautore che altrimenti era destinato a comparire nei repertori dei classici da chitarrata da luna e falò. Merito suo, in ogni caso, che sartraniamente ha deciso di scendere dalla torre d’avorio e parlare ad un pubblico più ampio.

Non sarà forse il caso di Tuttinclasse! In cattedra il prof salirà non solo per un percorso musicale nuovo ad Amici ma anche per la Rai, con una puntata speciale che andrà in onda su Raitre stasera alle 21,05. La cornice è quella de La Grande Storia e si parlerà della Scuola italiana, percorrendo le tappe più significative di questi suoi 150 anni di storia, da quando con l’Unità d’Italia si cominciò a pensare al problema di un popolo da unire sotto il vero profilo dell’identità culturale, obiettivo poi raggiunto solo con la nascita della televisione, come fatto notare lucidamente da brillanti storici della lingua come Tullio De Mauro.

Il dialogo con Vecchioni è stato registrato nel corso della mostra torinese Fare gli italiani. Ad arricchire il flusso di dati, date e storie legate a lavagne, professori e gessetti ci saranno numerose testimonianze filmate di alunni del passato. Interessante ad esempio la vicenda di Elena Ottolenghi, vittima delle leggi razziali fasciste che la costrinsero ad abbandonare la possibilità di studiare alla scuola pubblica insieme a tutti gli altri bambini.





26
agosto

AREA SANREMO: IL CONCORSO CHE PORTA I GIOVANI AL FESTIVAL

Area Sanremo 2011

Nell’anno in cui più che mai sembrano esserci lungaggini infinite per arrivare a una definizione chiara di quello che dovrà essere il Festival di Sanremo 2012 si lavora comunque per scegliere i ragazzi che arriveranno all’Ariston come nuove proposte. Categoria che divide quella dei talenti in erba se si considera la bulimia di talent. C’è però anche chi sostiene giustamente che una vetrina così importante deve essere comunque aperta a chi magari non ha voglia di passare per i talent.

Due commissioni perché due sono le sezioni di questo concorso Area Sanremo. Da una parte Sanremo Lab con la commissione formata da Niccolò Agliardi, Syria, Beppe Carletti e presieduta da Mauro Ermanno Giovanardi. Dall’altra Sanremo Doc alla cui presidenza è stato nominato invece Edoardo Bennato che si potrà avvalere della collaborazione preziosa di Davide Van Der Sfroos, Massimo Morini, Peppe Voltarelli.

Canzoni in lingua italiana la prima commissione, componimenti in dialetto la seconda: questa l’essenziale differenza. Chi vuole giocarsi questa chance deve fare in fretta considerato che il materiale deve essere spedito entro il 31 agosto entro il 16 settembre (la scadenza è stata prorogata) per procedere poi alla selezione. Basta avere dai 16 ai 36 anni e una solida base artistica alle spalle. Il cammino che decreterà la scelta dei nomi da portare a Sanremo sarà lungo. Di seguito gli step del percorso di studi.


15
giugno

NEL NOME DEL CUORE: SERATA DI MUSICA E SOLIDARIETA’ IN COMPAGNIA DI CARLO CONTI

Nel Nome del Cuore

Altro giro altra corsa. Archiviata la serata del Premio Barocco in diretta dal lungomare di Gallipoli, il carrozzone di Rai 1 approda questa sera alle 21,10 ad Assisi, per l’ormai consueto appuntamento con Nel nome del cuore. Una serata benefica, giunta alla sua IX edizione, che unisce spiritualità e spettacolo e che vedrà alternarsi sul palco numerosi protagonisti del panorama musicale italiano come Raf, Renato Zero, Roberto Vecchioni, Nek, NoemiIl Volo e il coro di 80 bambini del Teatro Carlo Gesualdo.

Tanti artisti riuniti nel nome della solidarietà, padrini di una campagna di raccolta fondi il cui intero ricavato sarà destinato ad alcune delle realtà più povere del pianeta. In Burundi verrà potenziato l’ospedale di Mutoyi, nella provincia di Gitega, mentre nello Sri Lanka verranno sostenute le popolazioni degli sfollati tornati a casa dopo 30 anni di guerra fratricida. Una gara di solidarietà in cui anche il pubblico da casa, fino al 22 giugno, potrà partecipare donando 2 euro con un Sms o telefonando al 45501.

L’evento, in onda dalla piazza inferiore della Basilica di San Francesco, sarà condotto per il quarto anno consecutivo dall’infaticabile Carlo Conti, pronto ancora una volta a destreggiarsi tra canzoni e continui appelli più o meno motivati degli ospiti presenti. Una serata in cui la tv torna a mescolarsi con la beneficenza, in un mix a quanto pare particolarmente riuscito. Sul fronte Auditel, infatti, gli ascolti (per maggiori info clicca dopo il salto) risultano in continua crescita dal 2007, anno in cui la manifestazione, abbandonata Rai2, è approdata stabilmente nella prima serata del palinsesto estivo di Rai1.





7
giugno

WIND MUSIC AWARDS 2011 AL VIA: ECCO GLI OSPITI DELLA PRIMA PUNTATA E TUTTI I PREMIATI

Wind Music Awards 2011 - Arena di Verona

Va in onda questa sera, in prima serata su Italia1 a partire dalle 21.10, il primo appuntamento con i Wind Music Awards, giunti alla quinta edizione. L’evento, registrato nelle serate del 27 e 28 maggio scorsi all’Arena di Verona, sarà spalmato in tre prime tv (martedì 14 e 21 giugno le altre due puntate).

Grandi artisti della musica italiana (ma non solo) si sono alternati sul prestigioso palco, da sempre tempio dei migliori concerti, sotto l’occhio vigile della neonata coppia Vanessa Incontrada-Teo Mammuccari. L’edizione non è certo stata la più facile da portare a termine, nata sotto una tempesta di pioggia che nella prima serata ha creato un fuggi fuggi generale tra cantanti, ospiti chiamati a consegnare i premi e lo stesso pubblico che, con la facilità con cui ha riempito l’Arena, è presto scappato per ripararsi. Più fortunata è stata invece la seconda serata, tranne che per Vanessa Incontrada, causa una storta alla caviglia che l’ha costretta a condurre appoggiata ad uno sgabello.

Inconvenienti a parte, si sono esibiti e sono stati premiati tutti gli artisti che, da maggio 2010 ad aprile 2011, hanno almeno raggiunto le 30.000 copie vendute con i rispettivi album e i 30.000 download con i singoli. Inoltre sono stati assegnati altri riconoscimenti speciali, come il premio Arena di Verona a Giorgio Panariello (che vedremo nella puntata di questa sera) per il successo dello spettacolo “Panariello non esiste”, e tanti altri premi dalle associazioni di categoria (FIMI, PMI e AFI).


2
maggio

DUE TORNA CON GIANNI MORANDI E ROBERTO VECCHIONI (IN COMPAGNIA DI EMMA, I MODA’, GUALAZZI E NATHALIE) E INSIDIA LA PREMIERE DI UMAN.

Gianni Morandi e Roberto Vecchioni

Gianni Morandi e Roberto Vecchioni a DUE

Nel primo appuntamento di Due, di questa stagione, abbiamo visto Zucchero e la figlia Irene Fornaciari, provocando l’ironia di molti internauti che si sono chiesti il motivo della presenza della Fornaciari, non proprio quell’affermata artista italiana “richiesta” dal format. Nel secondo la palla passerà a Gianni Morandi e Roberto Vecchioni, rispettivamente conduttore e vincitore di Sanremo 2011, che dal Teatro Comploy di Verona, sotto la supervisione di Gianmarco Mazzi (già Direttore Artistico del Festival targato Morandi), si “mostreranno” al pubblico senza orpelli, raccontandosi a 360 gradi con la loro musica.

La seconda serata evento di Due pare proprio il “best” del Sanremo di successo condotto da Morandi (il programma è scritto addirittura dagli stessi autori). Per l’occasione infatti faranno una capatina a Verona anche Emma Marrone, i Modà (ma non è chiaro se ricanteranno con la cantante salentina), Nathalie Giannitrapani e il vincitore della sezione Giovani di Sanremo nonché rappresentate per l’Italia all’Eurovision Song Contest 2011, in onda il prossimo 14 maggio su Rai2, Raphael Gualazzi.

Una puntata ricca che, visto il seguito tra il pubblico giovane e non dei due protagonisti e dei quattro ospiti (e visto anche il riscontro positivo del programma), potrebbe dare seriamente del filo da torcere alla première di Uman Take Control. Con lo spostamento di Plastik al venerdì, la direzione di Italia1 ha infatti giustamente deciso di ricollocare il nuovo reality-tamagotchi al lunedì.


16
marzo

CENTOCINQUANTA: PIPPO BAUDO E BRUNO VESPA FESTEGGIANO L’UNITA’ D’ITALIA CON UNA PRIMA PUNTATA EVENTO

Bruno Vespa e Pippo Baudo conducono Centocinquanta

In concomitanza con l’inizio ufficiale delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, prende il via questa sera su Rai1 Centocinquanta, condotto da Pippo Baudo e Bruno Vespa. Un programma dedicato all’anniversario della storica ricorrenza che esordirà con una puntata-evento. Un grande show con grandi ospiti, collegamenti e illustri personalità terrà compagnia ai telespettatori nella notte dell’Unità (Centocinquanta chiuderà infatti verso l’1 di notte).

L’inedita coppia Baudo-Vespa, affiancata da Sophia Loren, madrina d’eccezione della serata, aprirà la puntata con un collegamento in diretta con Piazza del Quirinale a Roma, dove il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano presenzierà alle celebrazioni della Notte Tricolore. Sulle note dell’inno di Mameli sarà Fabrizio Frizzi a prendere la linea e a fare gli onori di casa dal palco allestito nella suggestiva piazza romana, che vedrà artisti come Gianni Morandi e Roberto Vecchioni. Non mancheranno inoltre numerose finestre per vedere cosa succede nelle maggiori piazze italiane, con collegamenti da Torino, Firenze e Napoli. Nel capoluogo partenopeo l’etoile Roberto Bolle incanterà il pubblico del Teatro San Carlo e quello di Rai1.

Momento clou della diretta televisiva dal Quirinale sarà il discorso agli italiani del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Spenti i riflettori sulla Piazza del Quirinale, la diretta proseguirà dal Teatro Delle Vittorie di Roma dove Pippo Baudo e Bruno Vespa entreranno nel vivo della trasmissione che vedrà la partecipazione di prestigiosi ospiti che daranno un personale contributo alla narrazione dei fatti. Tra loro, oltre a Sophia Loren, ci saranno Giorgio Albertazzi, Arisa, Serena Autieri, Luca Barbarossa insieme a Raquel Del Rosario Alonso, Mario Biondi, Raoul Bova, Gennaro Cannavacciuolo, Christian Ginepro, Alessandro Preziosi, Massimo Ranieri e Amii Stewart.