Raz Degan



15
marzo

DM LIVE24: 16 MARZO 2015. GENITORI IN SIMBIOSI: ANCHE RAMAZZOTTI DI NUOVO PAPA’ – DEGAN: PAOLA BARALE TRASPARENTE, FORTE, MODESTA E SAGGIA

Paola Barale

Paola Barale

Genitori in simbiosi

tinina ha scritto alle 18:48

[Da Leggo] A qualche giorno da Michelle Hunziker, anche Eros Ramazzotti è di nuovo papà. E’ nato il 13 marzo il secondogenito del cantautore con Marica Pellegrinelli, Gabrio Tullio. E’ stato proprio Eros a dare la notizia del lieto evento su Instagram: «Ieri alle 16/40 è nato Gabrio Tullio – ha scritto, condividendo la foto di un orsacchiotto – pesa 3.800 e suona già la chitarra. Un’emozione Total Grazie amore mio, grazie amori miei❤️».

Paola Barale: donna trasparente, forte, modesta e saggia

Sono stato operato di ernia e per molti mesi sono stato costretto, prima a letto, poi in carrozzina. Ora apprezzo molto di più cosa significa camminare, alzarsi e sedersi“. Queste le parole di Raz Degan, in un’intervista, esclusiva, in onda sabato scorso a Verissimo. Parlando dei lunghi mesi d’immobilità, l’attore israeliano dice: “In questi mesi, il sostegno delle persone che mi vogliono bene è stato fondamentale”.

E, tra le persone care, al primo posto mette la compagna Paola Barale a cui fa una vera dichiarazione d’amore: “Paola ha una grande nobiltà d’animo. Non cerca mai di essere diversa da quello che è. E’ una donna trasparente, forte, modesta e onesta e, anche se lei non lo sa, è anche molto saggia”.




25
marzo

BARBAROSSA: QUESTA SERA E DOMANI SU RAI1 LA FICTION CALDEGGIATA DALLA LEGA

Kasia Smutniak e Raz Degan in Barbarossa

Definita da molti come una “fiction di regime”, va in onda questa sera e domani in prima serata su Rai1, la miniserie Barbarossa. La pellicola, incentrata sulle gesta della lega di Alberto da Giussano e realizzata in un doppio formato per cinema e tv, fu infatti, fortemente caldeggiata dal Senatore Umberto Bossi (presente in un piccolo cameo). Le intercettazioni audio tra Agostino Saccà, all’epoca alla guida di RaiFiction e il Premier Silvio Berlusconi, scossero non poco le fondamenta di Viale Mazzini, segnando la fine dell’era Saccà, e alimentando, se mai ve ne fosse bisogno, la lunga inchiesta sui presunti legami tra politica e tv pubblica.

Girata nel 2008 e finanziata per 4,5 milioni di euro da Rai Fiction e 2,6 da Rai Cinema, Barbarossa sbarcò nelle sale italiane il 9 ottobre 2009, totalizzando un incasso totale di 830 mila euro a fronte di un costo di ben 12 milioni. La miniserie, diretta da Renzo Martinelli, ha per protagonista Rutger Hauer, nei panni del cattivo Federico Barbarossa, e Raz Degan in quelli del prode condottiero Alberto Da Giussano.

Nel cast internazionale, anche Kasia Smutniak nel ruolo della bella Eleonora, Hristo Shopov (Rainaldo di Dassel), Cecile Cassel (Beatrice), Antonio Cupo (il Console dell’Orto), Angela Molina (Hildegard von Bingen), F. Murray Abraham (il Siniscalco Barozzi) e Federica Martinelli (Tessa).


18
giugno

ITALIA 1, AUTUNNO 2011: COLORADO CON BELEN E RUFFINI, MISTERO SENZA DEGAN E CHIAMBRETTI IN PRIME TIME

Piero Chiambretti e Belen Rodriguez

E’ la generalista che soffre di più l’avanzata dei canali digitali. Con l’arrivo della sorella minore Italia 2 (al via il 4 Luglio, per info leggi qui), alla rete diretta per il decimo anno consecutivo da Luca Tiraboschi servirà una buona corazzata per recuperare il divario con Rai2 e Rai3. Proprio in questi giorni iniziano a profilarsi le cartucce pronte per essere sparate dall’emittente più giovane di casa Mediaset, che verranno presentate ufficialmente ai Mediaset Night del 29 Giugno.

La novità più eclatante l’abbiamo annunciata proprio noi di DM e riguarda l’approdo nella scuderia di Tiraboschi di Belen Rodriguez. La soubrette argentina sarà al timone della nuova edizione di Colorado, dove prenderà il posto della de-umanizzata Rossella Brescia. Al suo fianco esordirà Paolo Ruffini, attore livornese protagonista dei migliori cinepanettoni nonché di Maschi contro Femmine (e ritorno). Una scelta, quest’ultima, che almeno sulla carta sembra azzeccata per assecondare lo spirito goliardico di Italia1. Resta solo da capire a chi dei due toccherà far la parte dell’uomo di casa.

Non mancherà il tradizionale appuntamento con Le Iene con la conferma di Luca e Paolo e Ilary Blasi. Sempre in autunno sarà la volta di Teo Mammucari che onorerà il suo contratto proponendo per quattro puntate Il Cubo, un nuovo game show di importazione anglosassone che si svolge completamente all’interno di un cubo di vetro (per maggiori info leggi qui). Un’altra novità sarà il ritorno di Mistero, questa volta senza lo sgrammaticato Raz Degan a far da improbabile Cicerone.





4
gennaio

MISTERO: STASERA RAZ DEGAN TORNA A ESPLORARE L’IGNOTO SU ITALIA1, TRA UFO E COMPLOTTI

Raz Degan

Il soprannaturale e l’ignoto avvolgono nuovamente la prima serata di Italia1. Torna Mistero, il programma dedicato a tutti i fenomeni che non sono razionalmente spiegabili condotto da Raz Degan. Per la seconda stagione consecutiva l’attore e documentarista israeliano guiderà il pubblico tra gli enigmi del mondo, in 8 appuntamenti a partire da oggi. Interviste, reportage e testimonianze dirette saranno il piatto forte delle indagini tra la ragione e l’arcano. Degan non sarà solo nel racconto; ad affiancarlo, una squadra di inviati, studiosi ed esperti dei temi trattati. Una presenza necessaria: il Mistero mica lo spieghi così, su due piedi.

Daniele Bossari e la spericolata Iena Marco Berry faranno perciò da spalla al conduttore. Ad ispirare il loro viaggio nell’ignoto ci sarà l’affascinante ‘oracolo’ Rachele Restivo. Torna nel team di Mistero anche Andrea Pinketts, scrittore noir e giornalista investigativo. L’ufologo e giornalista Pablo Ayo si occuperà di avvistamenti alieni, immancabili, e verificherà alcune segnalazioni di presenze soprannaturali. Quest’anno spazio anche a complotti internazionali, lobby, servizi segreti e poteri occulti con il misterioso Adam Kadmon, nome evocativo ripreso dalla Kabbalah ebraica.

Il racconto di Mistero spazierà quindi attraverso svariate discipline e forme di conoscenza, arrivando persino ad approfondire le ipotesi e le interpretazioni dell’archeologia misteriosa con l’aiuto dello specialista Adriano Forgione. Gli enigmi, le chiavi di lettura inedite e le scoperte sull’ignoto tornano così a solleticare la ragione e la fantasia dei telespettatori. Un filone molto seguito, che per alcuni aspetti richiama molto quello documentaristico di Voyager con Roberto Giacobbo, e per altri se ne distacca con caratteristiche proprie.


24
giugno

DM LIVE24: 24 GIUGNO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Misteri

paolo5577 ha scritto alle 10:58

A Mistero Raz Degan esclama: “Il mio più grande mistero? Perchè sono in televisione?”.

  • Ma che Badaloni…

lauretta ha scritto alle 19:09

La rai non abbandona proprio nessuno. Al Tg uno ha fatto ritorno niente meno che Piero Badaloni, ex governatore centrosinistro del Lazio in quota Prodi, direttore di Rai International, trombato dopo la vittoria del centrodestra del 2008. Nell’edizione delle 13.30 del Tg diretto da Minzolini, è comparso come corrispondente da Madrid per un interessante servizio sul “festival delle tapas”. Per una Busi che va, c’è un Badaloni che arriva… (Dagospia

  • La vogliamo tutti come amica

lauretta ha scritto alle 21:31

La generosità di Valeria Marini, anche e soprattutto con le donne, non è un mistero per chiunque la conosca bene. Così nessuno si è stupito quando sere fa Valeria è arrivata al compleanno dell’amica ritrovata Linda Battista con un dono prezioso: un anello di brillanti e rubini da capogiro. Linda è rimasta senza parole. Poi ha mormoratao:” A che serve un fidanzato se una ha un’amica come te?”. Linda e Valeria si sono abbracciate forte prima di ballare una conturbante danza del ventre. (Gabriella Sassone per Diva e Donna)





1
maggio

DM LIVE24: 1 MAGGIO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Per chi se lo fosse perso…

  • Cecchi Pa(v)one

lauretta ha scritto alle 09:51

Aldo Grasso sul Corriere della Sera commentando Raz Degan e l’intervista a Cecchi Paone sull’Arca di Noè a ‘Mistero’: “(…) Cecchi Paone si accredita come esperto di archeologia mitologica ma in realtà sembrava più interessato al suo interlocutore!”.

  • Serpenti!

lauretta ha scritto alle 15:31

All’Italia sul 2 si parla dell’ingegner Rossetto e di come sia migliorato dall’inizio del reality ad oggi. A quel punto Federico Mastrostefano fa presente che una persona seduta vicino a lui ha appena detto: “si, da un cesso è diventato una turca!”. E vicino a Mastrostefano era seduta solo…Sara Ventura! Buon sangue non mente insomma!

  • Prolungamento del pene

lauretta ha scritto alle 18:06

Maria Giovanna Maglie a ‘La Vita in Diretta’ parlando di uomini al volante: “io ho una teoria precisa sulla guida maschile: gli uomini usano la macchina come un prolungamento del pene!”.


27
aprile

MISTERO, LA PRIMA SERATA DI ITALIA 1 SI TINGE DI GIALLO CON RAZ DEGAN

Il mercoledi sera di Italia 1 si tinge di giallo per la gioia di chi subisce il fascino dell’ignoto e fa del capire per credere il suo credo quotidiano. Torna infatti da stasera in prima serata Mistero il programma che attraverso interviste, indagini accurate dei fatti e testimonianze tenta di dare una risposta razionale a quegli eventi che di razionale hanno ben poco. Si punta lo sguardo su temi come il vampirismo, fantasmi, alieni, paranormale e parascientifico e tutti quegli argomenti spesso oggetto di polemiche e scetticismo. Suspense, mistero, viaggio tra diverse discipline e culture sono gli ingredienti, sempre appetitosi, che tenteranno di tenere col fiato sospeso anche il telespettatore meno appassionato del genere.

In realtà in questa seconda edizione il primo evento “misterioso” è il cambio di conduzione che vede la sostituzione di Enrico Ruggeri con Raz Degan. Il modello israeliano, nonostante sia alla primissima prova come conduttore e nonostante gli evidenti problemi di pronuncia, potrebbe essere il volto giusto per questo genere di programma, sopperendo all’inesperienza con la grande passione per i viaggi, per le culture orientali, per l’ignoto e soprattutto con quel fascino da bel tenebroso e un nome (Raz in istraeliano significa “segreto”) che lo rendono misterioso già di suo. 

“E’ una sfida difficile, ma non accetto consigli, voglio farcela da solo. Non proverò ad imitarlo [Enrico Ruggeri]. Darò la mia impronta personale e porterò tutto il mio entusiasmo per gli argomenti di cui parleremo”. La formula resta identica: “Continueremo a raccontare storie apparentemente inspiegabili, a cui cercheremo di dare risposte” ha detto a Qui Mediaset.


21
marzo

VERONICA OLIVIER VINCE BALLANDO CON LE STELLE 6

La coppia formata da Veronica Olivier e Raimondo Todaro vince la sesta edizione di Ballando con le stelle. La giovane attrice si è scontrata nel finale contro Ronn Moss ed è riuscita a prevalere al televoto con il 60% dei voti.

Una gara intensa e serrata che ha regalato colpi di scena fino alla sua conclusione. Tante le prove che i prodi finalisti hanno dovuto affrontare: una prima carrellata di esibizioni, il doppio ballo a sorpresa, un primo ballottaggio per il quinto classificato (Stefano Masciolini, entrato in corsa per sostituire il malato Raz Degan), le sfide a “coppie”, il ballottaggio per il quarto e terzo classificato (rispettivamente Benedetta Valanzano e Barbara De Rossi) e, quindi, la sfida finale a che ha visto trionfare appunto Veronica Olivier su Ronn Moss. Assegnati anche i premi “speciali”: la coppa “Charleston” per la coppia più divertente è andata a Barbara De Rossi e Simone Di Pasquale mentre la coppa “Aiello” per la coppia che ha affrontato più ballottaggi è andata a Margherita Granbassi e Stefano Di Filippo. Alla maestra Natalia Titova, abbandonata poche settimane fa dal suo allievo Lorenzo Crespi, è stata assegnata invece la coppa “Titova” in onore delle 6 edizioni e delle 67 puntate a cui ha partecipato.

Tornando a parlare della vincitrice, Veronica Olivier è nata a Velletri (in provincia di Roma) nel 1990 ed ha iniziato giovanissima la carriera di modella. Solo nel 2009 ha intrapreso la carriera d’attrice grazie a Federico Moccia che l’ha fortemente voluta nel film Amore 14.  Il suo percorso “danzante” è stato costantemente in salita grazie soprattutto al maestro Raimondo Todaro che, tra una tiratina d’orecchie e l’altra, l’ha portata alla meritata vittoria. E tra i due, si vocifera, sia nato anche l’amore…