RAI Sport



2
settembre

CALCIOMERCATO: GLI APPUNTAMENTI TV PER SEGUIRE GLI ULTIMI BOTTI

Kakà - Milan

Che giornata, amici! Dopo tre mesi di parole, chiacchiere, idee, scarsezza di liquidità e tanti, troppi “vorrei ma non posso” è scattata, con l’ormai ufficiale passaggio di Kakà al Milan, la fase finale del calciomercato che chiuderà stasera alle 23. Si tratta di una giornata caldissima, che possiamo prevedere ricca di colpi e sorprese dell’ultim’ora. Da quest’anno l’Italia si adegua alle altre principali Nazioni europee posticipando il “gong” ad un orario più tardo evitando così di rimanere esclusa dalla partecipazione agli ultimi “botti” come accaduto fino all’anno scorso, quando lo stop era previsto per le 19. Vediamo, dunque, come le tv seguiranno le ultime ore che si annunciano quantomai movimentate.

Calciomercato, gli appuntamenti in chiaro (Rai – Sportitalia)

La squadra di Sportitalia capitanata da Michele Criscitiello si prepara all’ultimo giorno di calciomercato con la consueta maratona televisiva dalle 17 alle 24. Su Sportitalia1 il giornalista avellinese e il compagno d’avventura, Alfredo Pedullà, si trasferiranno all’AtaHotel Executive di Milano, direttamente nei box delle varie società per riportare tutte le notizie ufficiali. Anche Mamma Rai dedica all’evento un’importante copertura televisiva preparando per le 21 il suo Speciale Tg Sport – Calciomercato in diretta su Rai Sport1 con la conduzione di Marco Lollobrigida e la partecipazione degli inviati sguinzagliati in giro per Milano.

Calciomercato, gli appuntamenti pay (Mediaset Premium – Sky)

La pay tv del Biscione affida a Mino Taveri, Riccardo Ferri, Matteo Marani e Paolo Bargiggia la conduzione di Speciale Calciomercato che parte alle 22.30 su Premium Calcio. Immancabili i collegamenti con Claudio Raimondi e Niccolò Ceccarini, direttamente dall’Atahotel di Milano. Sky, invece, potendo contare su un canale all news dedicato alla copertura delle notizie sportive prepara la sua maratona già dalle 19.30 quando su Sky Sport1 Alessandro Bonan si collegherà con l’AtaHotel Executive di Milano dove Gianluca Di Marzio, Luca Marchetti e Dario Massara saranno a caccia di notizie. Dalle 20.30, poi, la squadra del mercato di Sky si trasferisce su Sky Sport24 mentre alle 22.30 gli ultimi botti saranno seguiti con tanto di countdown finale all’interno di Speciale Calciomercato, di nuovo su Sky Sport1 e Sky Supercalcio.

Calciomercato, gli affari ancora in bilico e il ballo delle punte




24
agosto

DMLIVE24: 24 AGOSTO 2013. AMORE PURO DI ALESSANDRA AMOROSO IN ANTEPRIMA AUDIO – MALUMORI A RAISPORT PER LA MOVIOLA?

Alessandra Amoroso a mare

Alessandra Amoroso a mare (da Facebook)

>>> Dal Diario di ieri…

Amore Puro di Alessandra Amoroso in anteprima audio

enrico ha scritto alle 21:45

Ragazzi, Amazon ha pubblicato l’anteprima della durata di 30 secondi del nuovo singolo di Alessandra Amoroso.

NdDM: confermiamo, ma l’anteprima non è più disponibile. Eccola, comunque qui:


Malumori a RaiSport per la moviola?

aleimpe ha scritto alle 16:03

da SPY CALCIO di LaRepubblica.it  – Qualche malumore in redazione per le scelte di Mauro Mazza, nuovo direttore di Rai Sport: ha deciso infatti di pescare nel passato, ecco quindi il Processo del Lunedì e la moviola, che era stata cancellata due anni fa dall’ex direttore di Rai Sport, Eugenio De Paoli, con il pieno consenso dell’ex presidente Paolo Garimberti. Lo scopo, era quello di evitare troppi veleni, di cui il nostro calcio, come noto, abbonda. Il Processo sarà condotto da Enrico Varriale e andrà in onda in prima serata su Rai Sport 1. Non ricalcherà, speriamo, il periodo biscardiano, con polemiche assortite, vere o costruite. Ci sarà però la moviola, con Filippo Grassia al ralenty, e le incursioni di Gianni Ippoliti e Gene Gnocchi.

Gnocchi avrà uno spazio, più da comico che da opinionista, anche alla Domenica Sportiva. La Ds – condotta da Paola Ferrari che prepara novità, più avanti, per la seconda serata- non avrà la moviola, che troverà spazio invece anche a Novantesimo Minuto, con il commento dell’ex arbitro ed ingegnere Carlo Longhi. Paola Ferrari dice:”Ci vogliono le idee”. Una è quella di una trasmissione leggera, allegra, una nuova edizione di “Quelli della notte”, ma di estrazione sportiva. Ci vuole ironia in un calcio che si prende sin troppo sul serio. Mazza presenterà il piano editoriale a stagione già iniziata, il 5 settembre, prima all’azienda poi alla redazione.


31
luglio

RAI SPORT: TORNANO LA MOVIOLA E IL PROCESSO

La moviola

Il calcio giocato su Sky e Mediaset, quello parlato sulla Rai. Eh si, la tv di Stato non ci sta a subire lo strapotere  delle due piattaforme “rivali” (arricchite dal canale Fox Sports dedicato ai campionati esteri), al punto da riaprire il cosiddetto Bar Sport. Nella stagione 2013/2014 sarà dato ampio spazio alle discussioni e ai dibattiti post-gara, che per anni hanno contaminato e infiammato i vari programmi di calcio. Per dirla alla Aldo Biscardi, infatti, torna il “moviolone” dopo tre stagioni di assenza.

Questo – come riporta l’Ansa – è il primo effetto della nuova gestione di RaiSport diretta da Mauro Mazza, subentrato ad Eugenio De Paoli. Fu proprio il direttore uscente, nel 2010, a prendere la “coraggiosa” decisione di dire stop alla moviola sui canali Rai, per dare maggior spazio ad approfondimenti tecnici e, soprattutto, come spiegò l’allora presidente Rai Paolo Galimberti, per “pensare ad un calcio meno urlato e più ragionato”.

Ora, però, si torna all’antica. La moviola, presieduta dall’ex arbitro Carlo Longhi, sarà l’anello di congiunzione delle varie trasmissioni, da 90° Minuto a La Domenica Sportiva. Dibattiti, polemiche ed inevitabili discussioni, a maggior ragione se verranno tirati in ballo i diretti interessati (dirigenti, allenatori e calciatori) come accadeva qualche anno fa, saranno di nuovo il perno del calcio targato Rai, prima di finire a… Processo.





19
luglio

MONDIALI DI NUOTO 2013: TUTTI A BARCELLONA PER IL RISCATTO AZZURRO. LIVE SULLA RAI ED EUROSPORT

Federica Pellegrini

Passa per Barcellona il tentativo di riscatto azzurro dopo il clamoroso flop alle Olimpiadi di Londra 2012. Al via questa sera con la cerimonia d’apertura la 15° edizione dei Mondiali di Nuoto, in programma nella città catalana dal 19 luglio al 4 agosto. 181 Nazioni in gara, per un totale di quasi 2.500 atleti presenti, tra i quali i 31 italiani, capitanati dalla punta di diamante Federica Pellegrini, attesa nelle staffette e nei 200 dorso.

Nuoto, nuoto in acque libere, nuoto sincronizzato, tuffi, pallanuoto maschile e femminile, per due settimane abbondanti da vivere “in vasca”, in diretta tv su Rai 2, RaiSport 1, RaiSport 2 ed Eurosport HD. Da segnalare che sul più grande network televisivo d’Europa, visibile ai soli abbonati alla tv satellitare, debutta una commentatrice d’eccezione: la campionessa di nuoto italiano Alessia Filippi, di recente giurata per Canale 5 nel talent Jump! Stasera mi tuffo.

Le speranze azzurre, come detto, si accendono quando l’acqua inizia a schizzare per le bracciate della Fede Nazionale, che agli ultimi Mondiali di Shanghai 2011 ha messo in bacheca un doppio oro nei 400 e 200 stile libero. Quelli di quest’anno, però, hanno un sapore speciale, dal momento che arrivano a distanza di dieci anni da Barcellona 2003, dove ebbe inizio l’era Pellegrini.


15
giugno

CONFEDERATIONS CUP 2013 – ECCO GLI APPUNTAMENTI DI RAI E SKY SPORT

Confederations Cup 2013

La Confederations Cup 2013, il torneo “pre-mondiale” organizzato dalla FIFA – tra i vincitori dei sei tornei continentali di calcio, i vincitori del Mondiale e la Nazionale del paese ospitante – in partenza quest’oggi con il match di apertura Brasile-Giappone, offre a nostro sommesso avviso spunti interessanti più in chiave televisiva che non calcistica. Se infatti sotto il profilo della pelota sarà il solito torneo che un’Italia stracotta dalla solita stagione calcistica logorante snobberà (o quasi) andando a collezionare probabilmente pessime figure, come già accaduto nella Confederations 2009 (quando perdemmo con l’Egitto e venimmo umiliati dal Brasile) e nell’amichevole di martedì con Haiti (mortificante pareggio per 2-2 contro una Nazionale che figura al 63^posto del ranking Fifa) la copertura televisiva dell’evento potrebbe invece regalare qualche motivo d’attenzione.

Intanto, per la prima volta dai tempi di Usa 1994, ritroveremo un fuso orario che ci costringerà a fare le ore piccole per vedere alcune partite abituandoci così a quanto accadrà in occasione dei Mondiali 2014. Il match Italia-Giappone si disputerà a mezzanotte ora italiana del 20 giugno e sarà interessante anche vedere quanti spettatori totalizzerà una partita che terminerà alle 2 di notte. Inoltre saranno i talent messi in campo dalla Rai e Sky Sport a destare più di una curiosità, trattandosi di soggetti che fino a qualche mese fa figuravano sui campi di calcio e che sono al debutto nel nuovo ruolo di commentatori.

Stiamo parlando, ovviamente, dell’ex tecnico dell’Inter Andrea Stramaccioni e dell’ex bandiera della Juventus Alessandro Del Piero. Il primo è stato ingaggiato da Rai Sport e sciorinerà i suoi commenti durante gli ampi pre e post partita che accompagneranno le gare dell’Italia condotti da Simona Rolandi con la presenza fissa di Gianni Cerqueti mentre lo storico n°10 bianconero introdurrà i match trasmessi su Sky con i cortometraggi del ciclo Del Piero Football Legends, una serie di “corti” che si avvarrano della voce narrante di Federico Buffa. Ogni sera lo spunto verrà raccolto dalle sfide offerte dal ricco programma dell’edizione più prestigiosa di sempre della Confederations: da Italia-Brasile dell’82, vista da un bambino che allora aveva otto anni, a una memorabile partita di calcio su un campo di terra a Tahiti; dal primo indimenticabile gol segnato con la maglia azzurra fino alle storie di campioni raccontate con gli occhi di un campione. Altre rubriche di contorno alla Confederations saranno la DirettAzzurra, tutti i pomeriggi alle 17.15 su Rai Sport1 e E’ quasi Mondiale, in diretta dalle 14.00 su Sky Sport 1 HD (e Sky SuperCalcio HD, canale 205) con Anna Billò, Andrea Zorzi e i loro ospiti.

Ecco, l’elenco di tutte le partite della manifestazione (tra parentesi l’orario italiano):

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





15
giugno

MAURO MAZZA E’ IL NUOVO DIRETTORE DI RAISPORT TRA LA GRANA OLIMPIADI E IL POSSIBILE RESTYLING

Mauro Mazza

Non sarà facile il compito che attende Mauro Mazza, nominato – all’unanimità dal Consiglio d’Amministrazione dell’Azienda Pubblica – nuovo Direttore di Rai Sport in sostituzione di Eugenio De Paoli, passato a dirigere la sede Rai in Brasile. Il giornalista romano, dopo la sostituzione con Giancarlo Leone del novembre 2012 alla direzione di Rai1, ritrova così una nuova, prestigiosa poltrona a pochi giorni di distanza dal provvedimento con il quale il Tribunale del Lavoro di Roma ha accolto il ricorso dello stesso Mazza disponendo il suo reintegro in Rai in ruolo equivalente o uguale a quello svolto precedentemente.

Il neo Direttore si troverà alle prese con diverse gatte da pelare tra le quali spicca l’inesorabile e ineluttabile impoverimento dei diritti sportivi a disposizione, dalla Formula 1 alle Olimpiadi, al centro di una vera e propria querelle e col concreto rischio che il Servizio Pubblico non possa permettersi l’acquisto della fetta dei diritti destinati alla messa in onda in chiaro. A proposito, ieri il Ministro dello sport, Josefa Idem, ha sferrato un duro attacco alla Rai auspicando che: “non vadano deluse le aspettative di milioni di italiani ed italiane” ed esortando l’azienda ”a decisioni tempestive e consapevoli dell’importanza che lo sport riveste nel nostro paese”.

Aldilà dei tangibili e preoccupanti problemi con i quali Mauro Mazza dovrà fare i conti va sottolineato anche che, con tutta probabilità, il Direttore vorrà dare il proprio imprinting a Rai Sport. I primi rumors parlano di un aumento del flusso dell’informazione sportiva con rubriche e telegiornali dedicati mentre è molto probabile che trasmissioni storiche come La Domenica Sportiva e 90°Minuto potrebbero essere oggetto di sostanziali restyling ed essere coinvolte da un cambio di conduzione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


14
giugno

GLI AZZURRINI PROMOSSI SU RAI1 RELEGANO IL DEBUTTO DELLA CONFEDERATIONS CUP SU RAI3

Europei Under 21 Israele 2013

Lo sforzo di RaiSport – dove Mauro Mazza sta per subentrare alla direzione al posto di Eugenio De Paoli – per gli Europei Under 21 in corso di svolgimento in Israele va di pari passo con la politica dei tagli adottata dai vertici di Viale Mazzini: appena dieci il numero di persone che compongono la spedizione Rai in terra israeliana più due giornalisti. Insomma, la crisi si fa sentire, così come è chiaro che l’attenzione tutta (o quasi) è rivolta alla Nazionale maggiore impegnata in Brasile.

La Rai, però, “spiazza” tutti ed annuncia un cambio nella propria programmazione di sabato 15 giugno: gli azzurrini vengono promossi sulla rete ammiraglia e relegano il match inaugurale della Confederations Cup su Rai 3. Domani, quindi, in prima serata su Rai 1 a partire dalle 20.30 la diretta della semifinale degli Europei Under 21 tra Italia e Olanda, con la telecronaca affidata ad Alberto Rimedio, il commento tecnico a Ubaldo Righetti e la postazione a bordo-campo a Luca De Capitani.

La Confederations Cup, dunque, finisce almeno inizialmente sulla terza rete Rai: la partita tra Brasile e Giappone, che apre la nona edizione della manifestazione, sarà trasmessa in diretta dalle 21.00 su Rai 3. Un cambio in corsa giusto e sacrosanto, forse inevitabile, quello di promuovere la nostra Nazionale Under 21 a discapito di un incontro tra brasiliani e giapponesi che, onestamente, accende l’interesse di pochi.


5
giugno

CONFEDERATIONS CUP 2013: LA RAI ARRUOLA STRAMACCIONI?

Andrea Stramaccioni

Cosa hanno in comune Giampiero Gasperini, Claudio Ranieri e Andrea Stramaccioni? Se pensate che la risposta sia relativa ai disastrosi risultati che i tre allenatori hanno ottenuto sulla panchina dell’Inter dopo i fasti ai quali Josè Mourinho aveva abituato i tifosi nerazzurri non sbagliate ma dimenticate che la materia che interessa i lettori di DM non è il calcio ma la tv.

Ebbene dal profilo Facebook dell’informatissima Selvaggia Lucarelli emerge che l’allenatore appena esonerato dalla società di Massimo Moratti si sia ricollocato – in attesa di una nuova panchina di Serie A – sulla prestigiosa sedia di Rai Sport andando a commentare per il Servizio Pubblico Radiotelevisivo i match della Confederations Cup. La manifestazione partirà il 15 giugno in Brasile e sarà visibile per i calciofili da salotto proprio sui canali Rai e su Sky che invece ha scelto Alessandro Del Piero come talent della manifestazione. Il caso vuole che anche i due allenatori prima citati abbiano fatto parte della squadra di Rai Sport.

Questo il post apparso sulla bacheca della conduttrice di Celebrity Now:

“Mie fonti infallibili mi dicono che finalmente Stramaccioni ha trovato una panchina. Cioè, una sedia: in uno studio Rai a commentare la Confederations cup con Mazzocchi. Finirà per farsi cazziare pure da Beppe Dossena. Che mestizia.”