RAI Sport



15
giugno

MAURO MAZZA E’ IL NUOVO DIRETTORE DI RAISPORT TRA LA GRANA OLIMPIADI E IL POSSIBILE RESTYLING

Mauro Mazza

Non sarà facile il compito che attende Mauro Mazza, nominato – all’unanimità dal Consiglio d’Amministrazione dell’Azienda Pubblica – nuovo Direttore di Rai Sport in sostituzione di Eugenio De Paoli, passato a dirigere la sede Rai in Brasile. Il giornalista romano, dopo la sostituzione con Giancarlo Leone del novembre 2012 alla direzione di Rai1, ritrova così una nuova, prestigiosa poltrona a pochi giorni di distanza dal provvedimento con il quale il Tribunale del Lavoro di Roma ha accolto il ricorso dello stesso Mazza disponendo il suo reintegro in Rai in ruolo equivalente o uguale a quello svolto precedentemente.

Il neo Direttore si troverà alle prese con diverse gatte da pelare tra le quali spicca l’inesorabile e ineluttabile impoverimento dei diritti sportivi a disposizione, dalla Formula 1 alle Olimpiadi, al centro di una vera e propria querelle e col concreto rischio che il Servizio Pubblico non possa permettersi l’acquisto della fetta dei diritti destinati alla messa in onda in chiaro. A proposito, ieri il Ministro dello sport, Josefa Idem, ha sferrato un duro attacco alla Rai auspicando che: “non vadano deluse le aspettative di milioni di italiani ed italiane” ed esortando l’azienda ”a decisioni tempestive e consapevoli dell’importanza che lo sport riveste nel nostro paese”.

Aldilà dei tangibili e preoccupanti problemi con i quali Mauro Mazza dovrà fare i conti va sottolineato anche che, con tutta probabilità, il Direttore vorrà dare il proprio imprinting a Rai Sport. I primi rumors parlano di un aumento del flusso dell’informazione sportiva con rubriche e telegiornali dedicati mentre è molto probabile che trasmissioni storiche come La Domenica Sportiva e 90°Minuto potrebbero essere oggetto di sostanziali restyling ed essere coinvolte da un cambio di conduzione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




14
giugno

GLI AZZURRINI PROMOSSI SU RAI1 RELEGANO IL DEBUTTO DELLA CONFEDERATIONS CUP SU RAI3

Europei Under 21 Israele 2013

Lo sforzo di RaiSport – dove Mauro Mazza sta per subentrare alla direzione al posto di Eugenio De Paoli – per gli Europei Under 21 in corso di svolgimento in Israele va di pari passo con la politica dei tagli adottata dai vertici di Viale Mazzini: appena dieci il numero di persone che compongono la spedizione Rai in terra israeliana più due giornalisti. Insomma, la crisi si fa sentire, così come è chiaro che l’attenzione tutta (o quasi) è rivolta alla Nazionale maggiore impegnata in Brasile.

La Rai, però, “spiazza” tutti ed annuncia un cambio nella propria programmazione di sabato 15 giugno: gli azzurrini vengono promossi sulla rete ammiraglia e relegano il match inaugurale della Confederations Cup su Rai 3. Domani, quindi, in prima serata su Rai 1 a partire dalle 20.30 la diretta della semifinale degli Europei Under 21 tra Italia e Olanda, con la telecronaca affidata ad Alberto Rimedio, il commento tecnico a Ubaldo Righetti e la postazione a bordo-campo a Luca De Capitani.

La Confederations Cup, dunque, finisce almeno inizialmente sulla terza rete Rai: la partita tra Brasile e Giappone, che apre la nona edizione della manifestazione, sarà trasmessa in diretta dalle 21.00 su Rai 3. Un cambio in corsa giusto e sacrosanto, forse inevitabile, quello di promuovere la nostra Nazionale Under 21 a discapito di un incontro tra brasiliani e giapponesi che, onestamente, accende l’interesse di pochi.


5
giugno

CONFEDERATIONS CUP 2013: LA RAI ARRUOLA STRAMACCIONI?

Andrea Stramaccioni

Cosa hanno in comune Giampiero Gasperini, Claudio Ranieri e Andrea Stramaccioni? Se pensate che la risposta sia relativa ai disastrosi risultati che i tre allenatori hanno ottenuto sulla panchina dell’Inter dopo i fasti ai quali Josè Mourinho aveva abituato i tifosi nerazzurri non sbagliate ma dimenticate che la materia che interessa i lettori di DM non è il calcio ma la tv.

Ebbene dal profilo Facebook dell’informatissima Selvaggia Lucarelli emerge che l’allenatore appena esonerato dalla società di Massimo Moratti si sia ricollocato – in attesa di una nuova panchina di Serie A – sulla prestigiosa sedia di Rai Sport andando a commentare per il Servizio Pubblico Radiotelevisivo i match della Confederations Cup. La manifestazione partirà il 15 giugno in Brasile e sarà visibile per i calciofili da salotto proprio sui canali Rai e su Sky che invece ha scelto Alessandro Del Piero come talent della manifestazione. Il caso vuole che anche i due allenatori prima citati abbiano fatto parte della squadra di Rai Sport.

Questo il post apparso sulla bacheca della conduttrice di Celebrity Now:

“Mie fonti infallibili mi dicono che finalmente Stramaccioni ha trovato una panchina. Cioè, una sedia: in uno studio Rai a commentare la Confederations cup con Mazzocchi. Finirà per farsi cazziare pure da Beppe Dossena. Che mestizia.”





23
maggio

ROLAND GARROS 2013 IN TV: DIRETTA NO-STOP SUI CANALI EUROSPORT, FINESTRA LIVE SU RAISPORT 2

Roland Garros 2013

Dal fascino degli Internazionali d’Italia al più blasonato Open di Francia, noto a tutti come il Roland Garros. Domenica 26 maggio scatta sulla terra rossa di Parigi la seconda prova annuale del Grande Slam 2013, torneo che per fascino e tradizione è forse secondo soltanto a Sua Maestà Wimbledon.

Quindici giorni di grande tennis (l’epilogo si avrà domenica 9 giugno con la finale maschile), da vivere in diretta tv e in alta definizione sui canali Eurosport ed Eurosport 2 (211 e 212 di Sky), ogni giorno a partire dalle 10.45. Interviste a caldo, commenti in studio e, soprattutto, telecronache degli incontri per un totale di oltre 200 ore di trasmissioni live.

I non abbonati Sky, però, potranno accontentarsi dello “sforzo” di RaiSport 2 che ogni giorno, dal 26 maggio al 9 giugno, garantirà la messa in onda del Roland Garros 2013 con una finestra live dalle 14.00 alle 18.00. Qualora un italiano – più probabile sia donna, visti i precedenti – dovesse raggiungere le semifinali e le finali, invece, sarà Rai 2 a garantire la diretta.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


29
aprile

GIRO D’ITALIA 2013: ECCO LA PROGRAMMAZIONE RAI, PER LA PRIMA VOLTA IN HD

Giro d'Italia 2013 sulle reti Rai

Nel 1953 la prima diretta Rai del Giro d’Italia, con la storica partenza da Piazza Duomo a Milano. Esattamente sessanta anni dopo, un’altra prima volta: la Rai trasmette il Giro in alta definizione. Spunta, dunque, il “sigillo” HD anche per l’edizione 2013 della Corsa Rosa, al via sabato 4 maggio da Napoli (clicca qui per il quadro completo delle ventuno tappe).

La squadra di Rai Sport garantirà un’ampia copertura della corsa, a cominciare dalle cinque telecamere installate sulle moto, due sugli elicotteri e tredici all’arrivo, che offriranno al telespettatore ben nove replay da angolazioni diverse. In caso di mal tempo, la ripresa verrà garantita dall’aereo-ponte.

Andiamo ora a scoprire nel dettaglio la programmazione Rai – dal 4 al 26 maggio 2013 – per il 96° Giro d’Italia con le principali trasmissioni dedicate:

  • Anteprima Giro dalle 14.00 su Rai Sport 1
  • Diretta Giro dalle 15.10 su Rai 3, Rai Sport 1 e Rai HD
  • Processo alla Tappa dalle 17.15 su Rai 3 e Rai Sport 1
  • TGiro dalle 19.30 su Rai Sport 1
  • Giro Notte da 00.00 su Rai Sport 1
  • Sintesi della tappa del giorno precedente dalle 10.00 su Rai Sport 2





26
aprile

GIRO D’ITALIA 2013: DA NAPOLI A BRESCIA. DA RAI SPORT AD EUROSPORT

Le tappe del Giro d'Italia 2013 (da La Gazzetta dello Sport)

L’esclusiva, si sa, è un termine che ultimamente ha ben poco a che fare con gli appuntamenti sportivi in tv. Al tavolo di ogni evento che conta, ormai, si siedono in molti; e non fa ovviamente eccezione il ciclismo, che da sabato 4 maggio si tinge di rosa con il 96° Giro d’Italia. Il rischio che l’edizione 2013 fosse riservata ai soli telespettatori abbonati a Sky è stato scongiurato dall’acquisizione dei diritti da parte di Rai Sport che, al pari di Eurosport, trasmetterà in diretta e in HD la corsa.

Prima di procedere nel dettaglio delle varie programmazioni, con gli orari delle tappe e delle trasmissioni dedicate al Giro (lo faremo in un secondo articolo), segnaliamo ai “fanatici” della storica Corsa Rosa che la partenza della 96° edizione, a differenza della precedente che ha debuttato con una tre giorni in Danimarca, “torna” nel Belpaese con il via da Napoli. Voi direte: “Giusto così, altrimenti perché chiamarlo Giro d’Italia?”. Sappiate, però, che il prossimo anno si riparte dall’estero con le prime tappe in terra irlandese.

Da evidenziare, inoltre, un’”anomalia” anche nell’arrivo, in programma domenica 26 maggio. La tappa finale, infatti, culminerà a Brescia e non più a Milano. Queste, nel dettaglio, le ventuno tappe del Giro d’Italia 2013:


23
aprile

IL BASKET E LA TV, UN RAPPORTO SEMPRE PIU’ DIFFICILE. CHI ACQUISTERA’ I DIRITTI TV DEGLI EUROPEI?

Andrea Bargnani e il c.t. della Nazionale Pianigiani

Qualche mese fa vi avevamo raccontato la difficile situazione del rapporto tra campionato di basket di Serie A1 (mica di un torneo amatoriale!) e le dirette televisive delle partite di ciascun turno. L’ultima chicca riservata dalle emittenti in possesso dei diritti risale a domenica sera – una serata sportivamente sin troppo bulimica a dire il vero data la contemporaneità di Juventus-Milan, Motomondiale e Formula 1 in differita – quando i minuti finali di un match al cardiopalma come quello tra Reggio Emilia e Cantù, trasmesso da Rai Sport 1 sono stati interrotti dagli spot che annunciavano l’imperdibile appuntamento con il Calcio a 5 di venerdì sera.

Si trattasse soltanto di questa disattenzione ci si potrebbe anche ridere su. In realtà la tensione tra il Servizio Pubblico Radiotelevisivo e la palla a spicchi è destinata ad aumentare nel corso delle settimane che ci accompagneranno alla fatidica data del 4 settembre 2013 quando in Slovenia inizieranno gli Europei maschili di basket che vedranno anche l’Italia tra le 24 squadre protagoniste.

Come riportato ieri dalla Gazzetta dello Sport, allo stato attuale i diritti di messa in onda della competizione continentale non sono stati ancora acquisiti e la Rai non sembra intenzionata a porre in essere uno sforzo economico per accaparrarsi gli Europei (maschili e femminili) del secondo sport nazionale dopo il dio pallone. Questo il duro sfogo di Gianni Petrucci, attuale Presidente della Federazione Italiana Pallacanestro:


18
aprile

AMERICA’S CUP 2013: DIRETTA TV SUI CANALI RAI. MA A NAPOLI E’ POLEMICA

America's Cup 2013 a Napoli

La tv di Stato punta i riflettori sul Golfo di Napoli. Da oggi (giovedì 18 aprile) a domenica (21 aprile), scattano sulle acque partenopee le World Series di America’s Cup, gli ultimi appuntamenti preparatori che precedono le gare ufficiali della Coppa America 2013, in programma da luglio a San Francisco. Canale ufficiale dell’evento è RaiSport 1, a cominciare dalle gare odierne, in diretta a partire dalle 14.00.

“Finalmente passeremo dalle parole ai fatti, come si usa fare nel mondo della vela. A terra resteranno tutte le teorie mentre nel campo di regata vedremo chi è pronto veramente” ha dichiarato l’ex team manager di Mascalzone Latino Paolo Scutellaro, chiamato ad affiancare Giulio Guazzini, voce numero uno della vela in Rai, nella cronaca e nel racconto delle World Series ai telespettatori.

Sul canale 57 del digitale terrestre la diretta di match race e regate di flotta dalle 14.00 alle 16.00 di oggi, domani e domenica. Nella giornata di sabato, invece, le gare saranno live su Rai 2, sempre allo stesso orario. Tutti i giorni, oltre ai vari servizi nei tg e programmi sportivi, ampio spazio verrà dedicato all’America’s Cup nella trasmissione Super8 di Marco Mazzocchi (alle 12.00 su RaiSport 1) e nell’appuntamento con Novanta Minuti condotto da Enrico Varriale (alle 17.00 su RaiSport 1).