Radio Italia



23
febbraio

RADIO, LA CLASSIFICA DELLE EMITTENTI PIU’ SEGUITE

Rtl 102.5

La radio è ancora sulla cresta dell’onda. Per lo storico medium di massa il 2015 è stato un anno positivo: in Italia sono infatti 35milioni gli ascoltatori quotidiani registrati, con un leggero incremento rispetto al 2014 (+2,1%). Anche la raccolta pubblicitaria è andata bene (+8,8%). I dati d’ascolto sono stati raccolti da Radio Monitor GFK/Eurisko, che ha divulgato un report sulle emittenti italiane nazionali e locali per il secondo semestre scorso e per l’intero anno 2015. Ecco la classifica delle emittenti radiofoniche più ascoltate.




30
marzo

RADIO ITALIA LIVE 2015: ECCO IL CAST. SUL PALCO ANCHE AMOROSO, MENGONI, FEDEZ E BOB SINCLAR

Alessandra Amoroso

Quarta edizione per Radio Italia Live – Il Concerto. Anche quest’anno sarà Piazza Duomo a Milano ad ospitare l’evento musicale in programma giovedì 28 maggio con la conduzione – per la terza volta consecutiva – di Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu.

Radio Italia Live 2015: il cast

A partire dalle 19:30 saliranno sul palco meneghino: Alessandra Amoroso, Cesare Cremonini, Fedez, Marco Mengoni, Gianna Nannini, Nek, Max Pezzali. Il nutrito gruppo di artisti sarà accompagnato dall’“Orchestra Filarmonica Italiana” diretta dal M° Bruno Santori e proporrà al pubblico in piazza e a quello collegato da casa grandi successi e nuove hits.

Due le novità di questa edizione. La prima sarà Radio Italia 3.0, spazio creato ad hoc per valorizzare giovani talenti e che porterà sul palco Lorenzo Fragola, Giovanni Caccamo e Nesli (che tanto giovane non è). La seconda sarà la presenza in Piazza Duomo di un ospite internazionale. Ad arricchire il mega concerto di Radio Italia ci sarà il dj più famoso del mondo: Bob Sinclar.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


5
giugno

RADIO ITALIA LIVE: ITALIA1 ‘RADDOPPIA’ IL CONCERTO

Radio Italia Live Alessandra Amoroso

Alessandra Amoroso

La tv generalista, si sa, notoriamente trascura la musica. E’ raro vedere i big della canzone riuniti sullo stesso palco, soprattutto se non si fa riferimento alle “ospitate da talent”. Ma qualcosa a quanto pare sta cambiando. Italia 1 è ora pronta a “rispondere” al successo dei Wind Music Awards con un altro evento musicale: Radio Italia LiveIl concerto.

Ben due appuntamenti (inizialmente ne era previsto uno solo) in onda martedì 11 e giovedì 13 giugno in prima serata con il meglio della musica italiana riunito in Piazza Duomo a Milano lo scorso 11 maggio. Da sottolineare che il concerto è stato già proposto in diretta da Radio Italia tv, canale 70 del digitale terrestre.

Il Concerto di Radio Italia ospiterà volti noti del panorama musicale italiano: da Zucchero a Eros Ramazzotti, ma anche Cesare Cremonini, Marco Mengoni, Raf, Alessandra Amoroso, Stadio, Antonello Venditti, Fabri Fibra e Nek e i Negramaro. A condurre le serate due (ex) volti noti della rete: Luca Bizzari e Paolo Kessisoglu.





17
aprile

RADIO ITALIA LIVE 2013: ALESSANDRA AMOROSO, MARCO MENGONI E RAMAZZOTTI FRA GLI ARTISTI IN PIAZZA DUOMO

Alessandra Amoroso

Dopo lo straordinario successo dell’evento 2012, più forte dal vivo che in televisione vista la messa in onda in due parti in seconda serata su Italia1 a quasi due mesi di distanza dalla manifestazione, Radio Italia, il gruppo editoriale fondato e guidato da Mario Volanti, ha deciso di organizzare, anche quest’anno, “Radio Italia Live – Il Concerto”, originale ed unica serata live con grandissimi interpreti e autori della musica italiana. L’evento si svolgerà sabato 11 maggio a partire dalle ore 20.00 in Piazza del Duomo a Milano e, esattamente come l’anno scorso, vedrà la partecipazioni di molti artisti.

Alessandra Amoroso, Cesare Cremonini, Fabri Fibra, Marco Mengoni, Negramaro, Nek, Raf, Eros Ramazzotti, Stadio, Antonello Venditti e Zucchero, accompagnati dalla “Sanremo Festival Orchestra” diretta dal Maestro Bruno Santori, renderanno Radio Italia Live – Il Concerto” uno dei più coinvolgenti appuntamenti in programma per gli Expo Days 2013. Per tutto il mese di maggio, infatti, centinaia di eventi e organizzazioni animeranno la città meneghina per raccontare sfide e opportunità affini al tema dell’Esposizione Universale del 2015: “Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita”.

“Siamo davvero felici di ripetere “Radio Italia Live – Il Concerto”: è stato un evento talmente bello, quello dello scorso anno, che ci sembrava davvero un peccato dover aspettare un altro anniversario! Abbiamo messo insieme un cast di altissimo livello e il nostro primo ringraziamento va proprio agli artisti che hanno accettato volentieri di esserci nonostante molti siano impegnati nei loro rispettivi tour [...] Regaleremo al nostro pubblico uno spettacolo eccezionale ed ovviamente gratuito, così come lo sono stati tutti i nostri eventi in questi 31 anni” spiega Mario Volanti, editore e Presidente Radio Italia.

Pubblico e ascoltatori avranno, infatti, l’opportunità di vivere una vera e propria esperienza multimediale e di condividere le emozioni dell’evento musicale dell’anno su tutti i mezzi del gruppo Radio Italia.


20
febbraio

ASCOLTI RADIO 2012: RTL 102.5 DOMINA, RADIO ITALIA MEGLIO DI RAI RADIO 1

Lorenzo Suraci di Rtl 102.5

Ora è ufficiale: Rtl 102.5 è la radio degli italiani. Dopo il quadro mostrato nel giugno scorso, si completa ora l’indagine Radio Monitor di Eurisko relativa agli ascolti medi delle radio italiane di tutto il 2012. L’emittente di Lorenzo Suraci si conferma al primo posto nella classifica degli ascolti con una media giornaliera che sfiora i 6,7 milioni di ascoltatori, staccando Radio Deejay di quasi 1 milione e mezzo. Scende ancora Rai Radio 1, che si vede superare in quinta posizione da Radio Italia. Fuori dalla top ten Radio Kiss Kiss (undicesima con 1.831.000 ascoltatori medi), mentre crolla al diciassettesimo posto Rmc (1.235.000).

Classifica ascolti 2012 nel giorno medio:

1. Rtl 102.5 (6.698.000 ascoltatori)
2. Deejay (5.231.000)
3. 105 (4.911.000)
4. Rds (4.727.000)
5. Radio Italia (4.420.000)
6. Rai Radio 1 (4.399.000)
7. Rai Radio 2 (3.076.000)
8. Virgin radio (2.322.000)
9. R101 (2.102.000)
10. Radio 24 (1.867.000)

Se, invece, si considera la classifica sui sette giorni, Rtl 102.5 conferma la leadership con oltre 22 milioni di ascoltatori, mentre in seconda posizione c’è il netto sorpasso di Rds ai danni di Radio Deejay. Radio Italia sempre davanti a Rai Radio 1, mentre Rmc stavolta si salva in nona posizione. Ad un passo dall’ingresso in top ten Radio Subasio (undicesima con 6.519.000 ascoltatori), in salita anche nella precedente classifica (quindicesima).





13
febbraio

SANREMO 2013 – I COMMENTI DELLE RADIO ALLA PRIMA PUNTATA (LA PINA, DEEJAY – VENTURA, CARLETTO, CAPUTI E PARPIGLIA, RTL 102.5 – LOREGGIAN, RADIO ITALIA)

Marco Mengoni a Sanremo 2013

Marco Mengoni a Sanremo 2013

LA PINA – DEEJAY – Rivoluzione non arrivata

Maria nazionale e Chiara le mie preferite… Per il resto mi è sembrato lunghissimo e la rivoluzione non arrivava mai… E non è arrivata…

SARA VENTURA – RTL 102.5 – Noia estrema la scelta tra due canzoni

Che se ne dica sempre qualcosa di polemico e negativo:”Sanremo mette in secondo piano la musica, meno politica, alle 23 l’intervento di Crozza ha fatto dimenticare i primi 4 artisti…etc..”. Devo dire che tutto sommato la serata non mi è dispiaciuta, a parte il ritmo… per dare più spazio alle canzoni ci hanno chiesto di scegliere tra 2… per poi rendere il rito della scelta di una noia estrema. Non voglio commentare la parentesi Crozza, che mi piace moltissimo e che mi stava provocando soffocamento con la sua imitazione di Luca Cordero di Montezemolo, e non merita di essere commentata per 2 voci fuori dal coro. Comunque tutto sommato darei un 7- a questa prima serata, con una Littizzetto a suo agio e un Fazio all’inizio un po’ teso, per poi passare ad uno stato per dirlo alla Luciana… Legnoso! Speranzosa di riscontrare un ritmo più veloce e fluente.

CARLETTO, CAPUTI E PARPIGLIA – RTL 102.5 – Non convincente la prima serata

Boh! A fine serata dopo quasi quattro ore di diretta (da ieri sera, infatti, commenteremo ogni sera in diretta il Festival di Sanremo su RTL 102.5 con il programma Finalmente Sanremo) ci siamo guardati con Massimo Caputi e Gabriele Parpiglia e… questa prima serata non c’ha convinto! Non c’ha convinto Crozza, che su altri palchi apprezziamo e adoriamo. Poteva scherzare sulle dimissioni del Papa, poteva giocarsi la carta Berlusconi  come ultima gag del suo mini show e invece…boh! Brava la Littizzetto! Lei si che c’ha convinto, anzi possiamo dire che chissà come sarebbe andata se non ci fosse stata lei. Caputi è rimasto colpito dalla scenografia, molto diversa dalle precedenti edizioni, molto cupa, meno ariosa, troppo celentaniana e, sempre secondo Massimo, ha decisamente esagerato Toto Cutugno con l’armata rossa; Cutugno invece che, secondo Parpiglia, rinascerà musicalmente in Italia grazie proprio a questa ospitata… mah!

Dal punto di vista musicale non possiamo dare un giudizio oggettivo: non abbiamo ascoltato per bene nessuna delle canzoni in gara, ma anche distrattamente al momento non c’ha colpito nessuna. Bocciata la formula doppia canzone. Facevamo fatica in passato ad apprenderne una, figuriamoci due! In conclusione la domanda è solo una: ma a cosa servono le poltrone sotto il palcoscenico? Da Roma, via Sanremo, passando da Milano e Firenze… Carletto (su twitter @carlettoweb)

PETRA LOREGGIAN – RADIO ITALIASilvestri il preferito

La prima serata del festival ha regalato moltissimo. La letterina al santo di Luciana, a cui avrebbe potuto chiedere delle scarpe più comode, il pop di Fazio, i fischi per Crozza, e l’infinita dolcezza del “bacio gay” mai dato, che ci siamo immaginati comunque benissimo perchè l’amore dei due futuri sposi, mai fu più manifesto.