Quelli Che il Calcio



27
agosto

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (19-25/08/2013). PROMOSSI SUSAN FLANNERY E IL PROMO DI X FACTOR 7, BOCCIATI L’OVERDOSE DA ROSAMUNDE PILCHER E MENTANA

Promo X Factor

X Factor 7 promo (dal sito ufficiale)

Promossi

9 a Peppa Pig. L’estate 2013 segna la consacrazione per il maialino rosa, divenuto un fenomeno di costume, capace di trainare il merchandising a livelli record e di far volare gli ascolti di Rai Yo Yo oltre il 6% di share (per altre info sulla Peppa Pig mania clicca qui).

8 a Susan Flannery. L’attrice ha lasciato Beautiful dopo 25 anni di onorata carriera, un addio sofferto ma rincuorat0 dai tanti apprezzamenti ricevuti nel corso degli anni sia dalla critica che dal pubblico (qui il nostro ironico saluto al personaggio). Voto 1 invece a come Canale 5 ha trattato le puntate evento, mandate con l’”acceleratore” in estate, senza un briciolo di promozione.

7 al promo di X Factor 7 (per maggiori info clicca qui). Non c’è che dire, a Sky si confermano maestri nell’infiocchietare i loro prodotti. Peccato per le tante, troppe note di autoreferenzialità (voto 0) e per l’improbabile Simona Ventura in versione Kylie Minogue.

6 alla scelta della “quasi famosa” Lorella Boccia e della pressochè sconosciuta Olga Kent al fianco di Paolo Ruffini nella nuova edizione di Colorado. Aria nuova in cucina sì, ma il programma, che si trova a dover sostituire Belen Rodriguez e ad invertire il trend negativo negli ascolti, corre più di un rischio (per maggiori info clicca qui).

Bocciati




25
agosto

QUELLI CHE IL CALCIO SENZA VIRGINIA RAFFAELE. QUANTO PESERA’ LA SUA ASSENZA E COSA FARA?

Virginia Raffaele

Sembra proprio, dunque, che la prossima stagione di Quelli che il calcio si caratterizzi per un ritorno (il riferimento allo sport più seguito d’Italia nel titolo) e per un forfait. Quest’ultimo sarebbe quello di Virginia Raffale che non è stata inclusa nel cast della trasmissione dal presentatore nell’intervista che ieri ha rilasciato a Il Messaggero. Manca, dunque, l’ufficialità, ma non possiamo pensare che quella di Nicola Savino, nuovo conduttore della trasmissione, sia stata solo una (grave) dimenticanza.

Alla domanda del giornalista che chiedeva la composizione della squadra che si presenterà al pubblico a partire da domenica 15 settembre, Savino ha detto:

Ci sono io, oltre ai volti noti di Massimo Caputi e Daniele Tombolini. Ci sarà Ubaldo Pantani, protagonista di molte imitazioni. In più sono in arrivo un paio di comici“.

E Virginia? La non menzione della Raffaele è sicuramente un’ammissione della sua assenza. Probabilmente per la rivelazione della scorsa stagione tv si apriranno le porte di progetti più importanti, per lei si è parlato di prime serate e di reti ammiraglie, anche se la vera domanda alla quale solo i dati Auditel della trasmissione potranno dare risposta è la seguente: quanto peserà il forfait di una delle colonne di Quelli che il calcio?


18
settembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (10-16/09/2012) PROMOSSI VIRGINIA RAFFAELE E PECHINO EXPRESS, BOCCIATI BAUDO E MENTANA

Giusy Buscemi (Miss Italia) e il fidanzato

9 al lancio in grande stile di The Voice (La Voz) in Spagna. Per l’occasione Mediaset Spagna ha mandato in contemporanea in prima serata su tutti i suoi canali una brevissima anteprima del talent show che sarà in onda su Telecinco. Anche la Rai saprà creare l’evento?

8 a Virginia Raffaele che si conferma imitatrice di talento. Meglio Belen che la Minetti, però.

7 a Pechino Express. La prima puntata del nuovo reality targato Magnolia convince. D’accordo c’erano alcuni limiti (l’inizio caotico), gli ascolti non hanno brillato (ma considerata la novità e i risultati di altri programmi non sono pessimi) e su alcuni aspetti si potrebbe lavorare (un narratore più presente, no?) ma nel complesso il programma è promosso.

6 ad una Canale 5 dalla doppia faccia. Settimana brillantissima in prime time come non se ne vedevano da anni (soprattutto in autunno) contrapposta però ad un daytime che fa acqua da tutte le parti.





17
agosto

VICTORIA CABELLO ANTICIPA IL NUOVO QUELLI CHE: “BELEN LA LASCEREMO IN PACE. CERCHEREMO DI SCROCCARE LA PARABOLA AGLI ITALIANI”

Victoria Cabello e Virginia Raffaele

Dal 16 settembre Victoria Cabello torna ad accendere la domenica pomeriggio di Rai 2 con Quelli che il Calcio, programma che ha già condotto nella scorsa stagione, ma che – proprio come successo a Simona Ventura nel triennio 2005/2008 – si appresta a “vivere” di calcio senza calcio. I diritti per la Serie A nella fascia oraria 13.30-18.15, come è noto, non sono stati acquistati dalla Rai, che si è “limitata” a garantire le voci degli amici di Tutto il calcio minuto per minuto, in onda in contemporanea alle partite delle 15.00 su Radio 1.

Il contenitore di Rai 2, dunque – rinominato Quelli che -, si vede costretto a qualche forzata modifica, ad aggrapparsi ad altri fattori che siano in grado di sopperire alla mancanza dei collegamenti dagli stadi, restando sempre in linea con la gestione low budget imposta dall’alto:

Noi abbiamo le teche Rai, la memoria - ha dichiarato la Cabello a Il Venerdì di Repubblica - Un giacimento preziosissimo che con Massimo Caputi stiamo pensando di sfruttare per un vero viaggio nel tempo. Poi cercheremo di scroccare la parabola agli italiani. Per esempio, su YouTube ho visto il video di una famiglia napoletana che tutte le domeniche si riprende mentre vede le partite in tv con la tavola piena di cibo e cose. Sono geniali”.


11
giugno

SIMONA VENTURA PRONTA A RIFARE QUELLI CHE IL CALCIO SU CIELO

X Factor 6 - Simona Ventura con Morgan a Rimini

E’ tornata briosa più che mai, da “campionessa in carica” nella sesta edizione di X Factor, partito ufficialmente nel week end appena passato a Rimini con le audizioni. E nelle consuete prime dichiarazioni, Simona Ventura lancia quella che potrebbe rivelarsi una vera e propria bomba sul mercato televisivo. La conduttrice, infatti, si dice pronta a tornare a condurre la domenica pomeriggio di Quelli che il Calcio… ma non su Rai 2:

Sarei disponibile, nel caso Cielo dovesse avere i diritti, a rifare la domenica Quelli che il Calcio o un programma simile. Leggo di questa ipotesi legata ai diritti del calcio sui giornali, certo non sarebbe male se Sky potesse avere su Cielo un programma come Quelli che il Calcio e anche il programma di Michele Santoro. Insomma si potrebbe ritornare a una sorta di Rai 2 dei tempi d’oro”.

L’intenzione, qualora andasse in porto, è chiara: la Mona Satellitare ha deciso di lasciare il segno nel “clan” Murdoch, andando volentieri ad accendere i riflettori anche sul fronte digitale. E lo scenario sarebbe clamoroso: su Rai 2 un Quelli che il Calcio senza Ventura e senza diritti tv per la Serie A; su Cielo, invece, sia con l’una che gli altri.





15
maggio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (7-13/05/2012). PROMOSSI GIALAPPI E SPADACCINO, BOCCIATI IL BRACCIO E LA MENTE E ITALIA COAST2COAST

Flavio Insinna

10 alla straordinaria tenuta delle fiction Rai. Da Don Matteo a Una Grande Famiglia, tanti difetti ma un unico e fondamentale pregio per la serialità targata Viale Mazzini: intercettare i gusti del pubblico. Lo dimostrano altresì i risultati di RaiPremium che, senza godere di grossi battage pubblicitari, ad aprile è la seconda rete digitale più vista dopo Real Time.

9 all’ingaggio della Gialappa’s Band per commentare l’Eurovision Song Contest su Rai2. Del forte richiamo del trio comico l’evento europeo, con buone potenzialità ma (in Italia) ancora in cerca d’autore, può solo beneficiarne.

8 ai risultati di Tale e Quale Show. L’ultima fatica televisiva di Carlo Conti si è distinta per aver surclassato Zelig e sfiorato, nella puntata finale, il 25% di share. L’appuntamento è per l’autunno prossimo quando si auspica che, forti di tali consensi, si riesca a confezionare un cast più eterogeneo.

7 a Antonino Spadaccino. Il nuovo pupillo di Mara Maionchi si è preso la sua rivincita conquistando la vetta nelle classifiche di download e con un percorso tutto in salita ad Amici dove è tra i favoriti per la corsa al podio.

6 alla conferma di Quelli che il Calcio. Dire addio ad uno dei migliori format della televisione italiana, peraltro pienamente in linea con il “sogno” di una seconda rete “smart”, sarebbe stato un errore. Allo stesso tempo, gli ascolti al limite della sufficienza dovrebbero far fare qualche riflessione più profonda.


13
maggio

QUELLI CHE IL CALCIO RIPARTE IL 16 SETTEMBRE 2012. ANCHE SENZA DIRITTI

Quelli che il calcio

Il Direttore Rai Intrattenimento, Giancarlo Leone, già la settimana scorsa aveva messo fine alle voci su una ventilata chiusura definitiva di Quelli che il calcio. Oggi, invece, è stata la stessa Victoria Cabello, in chiusura della puntata, a dare l’appuntamento al 16 settembre in concomitanza con la terza giornata del campionato di Serie A 2012/2013.

L’annuncio ufficiale della conferma è stato dato quindi dalla conduttrice ma lo stesso boss della Direzione Intrattenimento Rai aveva dato il benestare alla nuova edizione (la ventesima!) del contenitore attraverso alcuni tweet inviati nel pomeriggio. In particolare Leone, aveva chiesto ai suoi followers:

“Victoria Cabello, Trio Medusa, Virginia Raffaele…. Ma Quelli che ha proprio bisogno del calcio?“.

Per poi svelare le risposte della gente con un secondo cinguettio, secondo il quale:

“Da mio sondaggio followers hanno decretato a grande maggioranza che #quellicheilcalcio non ha bisogno di calcio“.


8
maggio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (30/04-6/05/2012). PROMOSSI RANIERI E UNA GRANDE FAMIGLIA, BOCCIATI SOLENGHI E SIFFREDI

Antonella Clerici e Rocco Siffredi

9 a Massimo Ranieri. D’accordo, il teatro si gode in teatro e non in televisione, resta però lodevole l’operazione del celebre cantante così come rende lieti sapere che il pubblico l’abbia apprezzato.

8 a Una grande Famiglia. La fiction con Stefania Sandrelli convince, merito di un cast di livello e soprattutto del pregio di portare su Rai1 una storia un tantino meno convenzionale del solito.

7 al promo autoironico di Cucina con Buddy che ironizza sul fatto che le ricette del “Boss delle torte” siano frutto di una tradizione italiana molto ma molto “americanizzata”.

6 a The Money Drop. Penalizzato per la sua natura da format di prima serata - caratterizzato dall’assenza di un gioco finale e da un meccanismo per forza di cose ripetitivo - il game show di Gerry Scotti, senza strafare, ha raggiunto i suoi obiettivi.