Proteste



23
maggio

Duisburg, il Presidente della Regione Calabria contro la fiction Rai: «Rappresentazione distorta densa di luoghi comuni»

Duisburg, linea di sangue

Profonda indignazione” per la “rappresentazione errata e distorta” data della Calabria nella fiction Rai Duisburg, linea di sangue. In una lettera indirizzata all’AD del servizio pubblico, Fabrizio Salini, il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, ha espresso il proprio disappunto per i contenuti del film tv andato in onda ieri in prima serata su Rai1 e dedicato alla strage di stampo ‘ndranghetista avvenuta il 15 agosto 2007 in Germania. La reazione negativa fa rumore, soprattutto perché sollevata formalmente da un rappresentante delle istituzioni. 




13
ottobre

L’AIART SI SCAGLIA CONTRO LA RAI PER IL TG3 E PECHINO EXPRESS

Sede Rai

E’ proprio il caso di dire che l’Aiart, l’associazione dei telespettatori cattolici, non trova pace. Passata la soddisfazione per l’oscuramento in tv (poi smentito dalla Rai) di sport ritenuti violenti come il pugilato e il judo, ora nel mirino ci finiscono Pechino Express e il Tg3. E partiamo proprio dall’ultima protesta di oggi, riportata da Avvenire, contro l’informazione della terza rete Rai:

Il servizio sui collegamenti tra un esponente della giunta lombarda e la ‘ndrangheta (trasmesso ieri nel Tg3 delle 19.00, ndDM) è stato condito dalle peggiori parolacce. Siamo alla follia più pura - si legge in una nota dell’associazione - Il reportage riferiva di alcune intercettazioni, riportate letteralmente dal giornalista. Il risultato è stato: parolacce una dietro l’altra, bastava parafrasare quanto appariva nelle intercettazioni e non essere, invece, così espliciti in una fascia oraria in cui sono davanti alla televisione anche bambini.

Un’arringa, dunque, contro l’informazione, a pochi giorni di distanza dal duro attacco che l’Aiart, per bocca del presidente Luca Borgomeo, ha sferrato all’adventure-reality di Rai 2, Pechino Express, definendolo come una trasmissione insulsa con “attori” capaci di far rimpiangere l’Isola dei Famosi:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


8
aprile

ISOLA DEI FAMOSI: DOPO RUBICONDI, SI RIBELLANO ANCHE I SINDACATI.

Più che i colpi di scena stavolta si rischiano i colpi in testa. La settima edizione dell’Isola dei Famosi passerà alla storia per le denunce e le sofferenze dei suoi protagonisti, dal tacco di Simona Ventura, che nella prima puntata si ribellò all’esile corporatura della ex Miss Muretto, fino all’at-tacco via via di tutti gli altri. Si sono alzati cori da curva nord, alla Davide Di Porto, ultimo eliminato del reality, tra i concorrenti VIP e NIP; primi su tutti Luca Ward e Aldo Busi, poi l’inviato Rossano Rubicondi  (per saperne di più clicca qui) e persino l’intera troupe, che ha lamentato le pessime condizioni igieniche, la scarsità di cibo e la mancanza di sicurezza.

A riportare le parole degli addetti ai lavori in Nicaragua, ci aveva pensato la giornalista dell’Espresso Beatrice Dondi, con un servizio dal titolo “L’Isola dei lavori forzati” (L’acqua potabile è scarsa, il cibo è razionato, si dorme spesso nelle tende e i sacchi a pelo non bastano per tutti. Meglio non parlare dei bagni, o meglio delle latrine di fortuna…).  Un  articolo a “tinte forti” seguito dalla risposta immediata del produttore Giorgio Gori (per leggerla clicca qui) e da quella recentissima della Ventura. Nel corso della diretta di ieri, infatti, la Mona nazionale si è collegata con due cameramen, veterani delle edizioni italiane e spagnole dell’Isola dei famosi, presso la postazione tecnica nicaraguense, per sapere cosa ne pensavano della situazione. E quest’ultimi hanno risposto così:

“Ci fa piacere che c’è chi si preoccupa per noi. Siamo lontani, in un posto sperduto, sappiamo che dobbiamo affrontare qualche difficoltà, ma siamo stati preparati per questo”

Come a dire – lo sapevamo che saremmo andati incontro a tutto questo – lo abbiamo scelto noi e ciò che accade è ordinaria amministrazione. Ma nonostante l’ennesimo chiarimento, i dipendenti degli appalti televisivi hanno organizzato per oggi un sit in di protesta davanti la sede principale della RAI di Viale Mazzini, per denunciare le condizioni di lavoro, al limite della legalità, cui, a loro dire, sono costretti operatori e tecnici dell’Isola dei famosi.





9
febbraio

DM LIVE24: 9 FEBBRAIO 2010

  • Del Debbio al posto di Brachino

lca ha scritto alle 20:16

Dagospia ci anticipa una notizia clamorosa: Paolo Del Debbio, a partire dal 22 febbraio, sostituirà Claudio Brachino alla conduzione di “Mattino Cinque”. “Secondo voi”, che Del Debbio conduceva su Italia 1 prima di Studio Aperto delle 12.25, viene soppresso.

  • Bump

lauretta ha scritto alle 09:06

Da libero.it si apprende la notizia che un nuovo reality sta per sbarcare in America. Si tratta di ‘Bump’. Il cast è costituito da un ginecologo il quale parlerà con tre ragazze su una loro (falsa) gravidanza indesiderata. I casi trattati sono quelli di una donna vittima di violenza domestica, di una ragazza che vorrebbe fare l’attrice ( fidanzata con un uomo che non vuole avere figli) e di una moglie rimasta incinta dopo che il marito (un soldato) è partito per una missione. A questo punto il pubblico potrà scegliere chi delle tre donne potrà abortire. E tutto ciò, a quanto pare, solo per umanizzare il dibattito sull’aborto!

  • Omidicio

lauretta ha scritto alle 11:54

Valerio Pino uno dei dieci ballerini che compongono il corpo di ballo di Amici dichiara dalle pagine di Di Piú: ”devo tutto alla danza perchè mi ha aiutato a superare il momento più buio della mia vita e cioè l’omicidio di mio padre da parte della ‘ndrangheta. Avevo 8 anni e per me da allora nulla è stato più come prima. La danza é stata la mia ancora e la mia salvezza!”. Tanto di cappello!

  • ForumFolies I

Mari 611 ha scritto alle 12:16

E intanto a Forum sempre Rita e Senise che si scannano… che momenti di alta televisione!
Oggetto: libertà dei giovani di andare a scuola con l’elastico della mutanda in vista e l’ombelico di fuori VS richiamo al decoro da parte del Preside.
Rita “tifa” per i giovani: “hanno fatto le grandi rivoluzioni…vedi il ‘68″.
Senise: “….e vedi com’è finita!”.
Apriti cielo… la Rita ha scagliato dardi infuocati verso Marco… perchè lei i giovani li capisce!

  • ForumFolies II – Bollettino Medico

lauretta ha scritto alle 14:13

Il bollettino medico di Forum dice che oggi Fabrizio non è presente in puntata perchè stanotte ha avuto una colica e che Rita Dalla Chiesa si sta per beccare un brutto raffreddore.

  • Problemi telefonici

lauretta ha scritto alle 14:48

Sembra che da ieri la redazione di Amici sia stata letteralmente sommersa da e mail di protesta e questo perchè in puntata (secondo i fans) i numeri telefonici apparsi in sovraimpressione risultavano inesistenti e quindi non é stato possibile televotare! E scoppia il caso..!

  • La Bagarre del Giorno

Davide ha scritto alle 14:55

ore 14.45: ad “Il fatto del giorno” c’è un dibattito molto acceso tra vari esponenti del centro destra e del centro sinistra. C’è una confusione come mai c’è stata prima in questo programma! Monica Setta certca di sedare la rissa, ma non riuscendoci comincia ad alzare la voce anche lei e AVEVA TUTTE LE RAGIONI! Gli esponenti politici si zittiscono sentendo la Setta così adirata! Adiratissima, la Setta manda un filmato ed al rientro sui scusa con i telespettatori e spiega che l’anima del programma è quella di far trovare almeno un punto d’incontro tra la parti politiche, ma oggi non c’è riuscita e non reinviterà gli ospiti se saranno ancora così irosi! BRAVA MONICA!!!

Ps: prima di mandare in onda il filmato Storace ironizza sull’episodio Sgarbi-D’Urso dicendo alla Setta: “Ora anche a lei arriveranno dei fiori” e la Setta: “COME MINIMO!!!” Grandissima Monica!

  • Delirio Cinque

lauretta ha scritto alle 17:22

Non c’è mai pace per la D’urso. La signora Sandra, ex uomo ora operata e donna da tanti anni, si scaglia contro Luxuria rea di non aver fatto nulla quando era parlamentare per le per persone come lei. La bislacca prova a placare gli animi (anche il pubblico si schiera con Luxuria) ma alla fine la donna si leva il microfono e abbandona lo studio con la D’urso che continuava a sottolineare: “é stata una sua scelta!”.

 

  • Isolamento puro

Narcissa ha scritto alle 19:20

Guardate la gaffe di Monica Coggi a Pomeriggio 5!


7
gennaio

TELEGATTI? NO, GRAZIE!

Telegatti @ Davide Maggio .it

La notte dei Telegatti e il Festival di Sanremo erano, sino ad alcuni anni fa, due appuntamenti televisi ai quali non avrei rinunciato per nulla al mondo.

Due manifestazioni che caratterizzavano fortemente la televisione italiana e ne rappresentavano l’espressione più alta.

Parlarne al passato, però, sembra quasi d’obbligo.

Una lettera inviata da un lettore al direttore di Sorrisi e Canzoni e la successiva risposta di Umberto Brindani, mi hanno fornito lo spunto per scrivere questo post e per manifestarvi una scelta che ho fatto in relazione alla prossima edizione del Gran Premio dello Spettacolo.

Ecco cosa scrive Andrea Ferrario :

Gentile Direttore, anche quest’anno , con la premiazione dei Telegatti, siete riusciti a far imbestialire Enrico Mentana. Non capisco cosa stia succedendo a questa manifestazione che ritengo sempre più inutile, lo dico con tutta la stima possibile per Sorrisi e per Rosanna Mani, storica e insostituibile curatrice della manifestazione. Mi dispiace veramente, ma inserire nella stessa categoria “Informazione e approfondimento” Matrix, Lucignolo e Alle falde del Kilimangiaro è veramente assurdo. A mio giudizio, ha perfettamente ragione l’ex direttore del Tg5. Un conto è essere nella stessa categoria di programmi di informazione e attualità come Porta a porta, Anno Zero, Otto e mezzo, Ballarò ecc., ma essere accostati a un programma, se pur ottimo come quello di Licia Colò, e discutibile come Lucignolo, è alquanto improprio. L’avevate già fatto l’anno scorso inserendo Matrix nella stessa categoria insieme a Lucignolo (e due…) e Le invasioni barbariche di Daria Bignardi.
È vero che sono i lettori a votare Mentana, ma è pur vero che le categorie le fate voi. Insomma, come è già capitato altre volte (numerose) in cui ho scritto sui telegatti, immagino che non pubblicherete questa lettera, ma non importa, lo capirei e nulla cambierebbe nei vostri confronti. L’importante è che leggiate e capiate che molti la pensano come il sottoscritto, basterebbe navigare per qualche blog sulla televisione (davidemaggio.it, tvblog ecc).
Purtroppo, da tre anni a questa parte, i Telegatti si sono snaturati, si sono impoveriti del fascino di un tempo, dell’internazionalità data alla manifestazioni e di grandi star televisive, ma, a onor del vero, diciamo che questa è anche conseguenza del fatto che in tv ora si mandano in onda determinati programmi.
Tutto coincide, sarà pure una coincidenza, con la versione romana patrocinata dalla Provincia di Roma o da Costanzo, dovrei dire (sì, sì, lo so che quest’ultimo punto vi infastidisce particolarmente, ma sapete anche che è la verità).
Grazie per la solita attenzione, a prescindere dalla pubblicazione o meno della lettera.
Un vostro affezionato lettore (sempre e comunque)
Andrea Ferrario.

Come non condividere ciò che scrive Andrea che, probabilmente, avrà anche avuto modo di leggere ciò che scrivevo, oltre un anno fa, parlando delle nominations dei Telegatti 2007. Vi riporto un estratto del post :

Per leggere l’estratto del post e la risposta del direttore di Sorrisi, Umberto Brindani,