Porno



10
marzo

ROCCO SIFFREDI STASERA AL CHIAMBRETTI NIGHT

Nel salotto più cool della televisione italiana arriva l’unico, il solo, l’inimitabile, l’orgoglio nazionale nel mondo, “The Italian Stallion”: Rocco Siffredi. Il porno attore reinventatosi produttore (c’ha pure una certa età) sarà l’atteso ospite di questa sera del Chiambretti Night, alle 23:50 su Italia1. Il piccolo Pierino la peste è già eccitato all’idea di potersi sbizzarrire con le sue classiche domande a doppio senso, della serie:

“Rocco, parafrasando il vecchio principio politico della Lega, è vero che nella vita chi l’ha duro la vince?”

E chissà che il presentatore dall’altezza brunettiana ma dall’alta cultura non torni a parlare di patatine. Quelle del noto spot, s’intende, in cui Rocco afferma: “Io di patate ne ho viste tante. Gustose, fragranti. Non ce la faccio a stare senza, le ho provate tutte. Americane, tedesche, olandesi, grandi e piccole, con la sorpresa. Le prendevo così, senza tanti complimenti, anche tre alla volta. Ma nessuna è come questa. Fidati di uno che le ha provate tutte”.

L’attore abruzzese, icona del cinema hard core, idolo per molti giovani italiani cresciuti con le peccaminose visioni dei suoi film hot. Ne ha girati/diretti circa 1,300, tra i quali  Who fucked Rocco? Rocco Goes to Prague, dove è andato a fare un piacevole giro-tour, “per lavoro” ovviamente, nei paesi dell’Est Europa, famosi non certo per il cibo o il clima, ma per le belle donne, vincendo anche tanti premi come quello per la Miglior scena di sesso di gruppo, agli oscar erotici internazionali, gli AVN Awards. E’ un uomo d’esperienza e professionalità, insomma una garanzia.




8
marzo

HARD: STORIA DI UNA VEDOVA CHE SCOPRE I PORNO BUSINESS DEL MARITO. VI RICORDA QUALCOSA?

Sophie è una madre quarantenne, cresciuta in una famiglia profondamente cattolica, che viene sconvolta dalla morte del marito a causa di un incidente. Una morte che porterà Sophie ad un’inaspettata notizia riguardante la professione di suo marito: scoprirà, infatti, che il suo compianto consorte era un produttore di film porno sul web. Sorprendentemente, però, per evitare la bancarotta ed assicurare l’avvenire dei suoi figli, la donna decide di prendere in mano le redini della casa di produzione e avventurarsi nel modo della pornografia. Ma non solo, malgrado l’imbarazzo verso i suoi figli, Sophie finirà per innamorarsi di Roy, principale pornostar della casa di produzione.

E’ questa la “scandalosa” trama della miniserie Hard che, direttamente da Canal + (Francia), è approdata da lunedì scorso alle 21.45 su Mya. Se non avete seguito la première e la trama vi sa di déjà vu, sappiate che avete visto bene. La sinossi di Hard è, infatti, all’incirca la stessa di una situation comedy di Italia1 annunciata ma mai andata in onda. Strip porn, questo il titolo, sarebbe dovuta andare in onda nell’autunno 2008, nello slot domenicale, con protagonista Anna Falchi. Dopo un primo rinvio della serie che, insieme a Così fan tutte e Medici Miei, avrebbe dovuto rivoluzionare la sitcom made in Italia1 se ne sono perse le tracce. Si è mormorato, a tal proposito, che ci fossero problemi di diritti d’autore proprio con gli autori della francese Hard.

Per questo motivo suona alquanto strana la proposizione su un canale del gruppo Mediaset della serie di cui parliamo. Hard ha comunque riscosso un ottimo successo di critca tant’è che, in concorso al RomaFictionFest 2008, ha vinto il premio per la migliore regia, assegnato a Cathy Verney e ottenuto una menzione speciale a Natacha Lindinger per la sua brillante prova come interprete di Sophie.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,


10
febbraio

MEDIASET CORTEGGIA DAHLIA TV. PRESTO IL PORNO SU PREMIUM?

Cambiano i tempi, le mode e i modi di trasmissione ma la saggezza popolare non smentisce la sua arguzia… è proprio vero che siamo un Paese dove donne e motori non temono rivali e, a dispetto di quanto spesso il perbenismo voglia dimostrare, la regola numero uno resta: gli affari sono affari. Se da un lato il governo studia una misura per impedire anche alle pay tv la trasmissione di programmi a contenuto forte durante la fascia protetta, sotto sotto Mediaset Premium starebbe – secondo quanto riporta Dagospia - trattando con Dahlia per assorbire l’intera offerta porno all’interno del proprio bouquet digitale.

Il business dei film per adulti non è indifferente e fa entrare nelle casse di Sky, tramite gli acquisti su Primafila, introiti di tutto rispetto. E’ per questo che, sempre secondo Dagospia, in quel di Cologno avrebbero pensato di inglobare Dahlia tv, capace con un’offerta snella ma economica di raggiungere in poco tempo quasi un milione di abbonati. Un fenomeno destinato a crescere almeno fino a due milioni entro la fine dell’anno grazie alla spinta pubblicitaria della concessionaria Cairo Communication.

Allo stato attuale delle cose due sono le proposte di canali adult che ogni sera vengono offerte ai telespetattori del digitale fidelizzatisi alla tv delle passioni. Un palinsesto molto variegato nell’ambito del genere che ha saputo rinnovarsi nel corso dei mesi soddisfacendo gli utenti, conquistati dal binomio appassionante donne e pallone. Forse però non ci voleva la svedese AirPlus Tv a spiegare agli editori italiani una formula così essenziale. Finalmente forse crolla la barriera di moralismo arcigno e di ghettizzazione che ha contraddistinto persino lo sviluppo della programmazione erotica criptata finora.





24
gennaio

STOP AI PORNO IN (PAY) TV IN FASCIA PROTETTA: AL VAGLIO IL DECRETO LEGISLATIVO CHE ESTENDE IL DIVIETO A TUTTE LE PIATTAFORME

Stop ai film vietati ai minori di 18 anni e ai programmi per soli adulti tra le 7 e le 23 su tutte le piattaforme televisive. E’ questo, in estrema sintesi, quello che prevede l’articolo 9 sulla tutela dei minori, contenuto nel decreto legislativo sull’esercizio delle attività legisative promosso dal viceministro delle Comunicazioni Paolo Romani, attualmente al vaglio del Parlamento. L’approvazione della norma, che non è una novità, in quanto già in vigore per le tv generaliste, darebbe non pochi problemi alle tv a pagamento, satellitari e non, che sull’offerta porno hanno costruito veri e propri business.

Sky, infatti, registra introiti di circa 45 milioni grazie ai film hard, mentre per Conto Tv, emittente di Marco Crispino, il porno è uno dei prodotti core. Non solo porno, comunque, nel decreto Romani: rientrano, infatti, anche tutti i film e i programmi vietati ai minori di 14 anni. Una norma che sta facendo discutere, visto l’eventuale impatto sui bilanci delle emittenti coinvolte, e che raccoglie sorprendentemente il parere contrario dell’Adoc (Associazione per la difesa ed orientamento dei consumatoi) che considera “eccessivamente penalizzante la regola per le tv a pagamento in quanto rappresenta una forte limitazione alla loro attivita’, visto che la maggior parte dei film d’autore e di qualita’ sono vietati ai minori di 14 e 18 anni”.

Di fatto la promulgazione della norma potrebbe non cambiare nulla. Spunta, infatti, già il modo per aggirarla: a permettere a Sky e company di trasmettere i film vietati potrebbe esserci l’uso automatico del “parental control”,  una specie di filtro, ad oggi già esistente per i programmi a bollino rosso. Non è  detto che però il decreto escluda questa opzione. Non ci resta, allora, che attendere le decisioni del Parlamento per capire quali saranno le sorti del porno in (pay)tv.


22
gennaio

LA PORNOSTAR LAURA PEREGO: “HO FATTO SESSO CON VERONICA DEL GRANDE FRATELLO”

Quando a parlare sono delle pornostar, la notizia è di quelle hot: dopo l’ex tronista e ora trombista Fernando Vitale, anche Laura Perego ha rilasciato delle dichiarazioni piccanti che stanno facendo mormorare la rete. Piccanti il doppio se si tratta della “svolta” lesbo di Veronica Ciardi, la concorrente più chiaccherata del Gf10.

Infatti, Veronica, questa settimana in nomination con la sua amica e amata Sarah Nile, non sarebbe nuova – secondo la Perego – ad atteggiamenti lesbo. Queste le parole della Perego (Laura, teniamo a precisare) in un’intervista al settimanale Tutto In: “E’ evidente che è abbastanza disinvolta nell’amoreggiare con una donna. Abbiamo avuto una relazione in piena regola. C’è stato anche del sesso nella sua auto e a casa sua“. Affermazioni forti che confermerebbero l’atteggiamento di Veronica, secondo molti creato ad hoc per far parlare di sè all’interno della casa.

La Perego, che un anno fa aveva fatto incursione sul palco di Sanremo, continua: “Ho incontrato Veronica in discoteca al Pascià di Riccone e ci siamo subito piaciute, ci siamo viste diverse volte, abbiamo avuto una storia. Ma per entrambe non era una nuova esperienza già allora”. Mancano dei riscontri, ma Laura non ha dubbi sul fatto che si sia trattato di una relazione in piena regola: “Mi sono innamorata della sua dolcezza. I suoi modi rozzi e volgari sono una maschera”, aggiunge l’attrice.

Continua a leggere le confessioni di Laura Perego:





19
gennaio

IL PORNOTRONISTA FERNANDO VITALE VUOLE FARE UN FILM HARD CON BARBARA D’URSO

Fernando Vitale, flm porno con Barbara D'ursoQuando c’è lui di mezzo bisogna mandare i bambini a letto, anche se è mezzogiorno. Parliamo di Fernando Vitale, il tronista passato alla storia dello spettacolo per avere fatto innalzare il tasso di erotismo delle esterne (come dimenticare i suoi caffè?), e poi per aver parodiato Uomini e donne in salsa porno. L’ultima sua dichiarazione è destinata, come sempre, a farlo rimbalzare mediaticamente, perché più che mai non ha badato a pudori di sorta per far parlare di sè.

Le donne dello spettacolo sono tutte facili, quasi tutte me le sono portate a letto. Pochi erano riusciti ad osare tanto con le dichiarazioni e ci aspettiamo che molte protagoniste del piccolo schermo si indignino e vadano in studio con una maglietta con su scritto: Io non conosco Fernando Vitale…neanche di vista!!

Il buon Fernando però nel corso dell’intervista che ha rilasciato a Tutto ha il ‘buon gusto’ di essere bello diretto e addirittura fa una proposta indecente in piena regola: adesso vorrei fare un film hard con Barbara D’Urso, la signora del pomeriggio. Sprezzante del ‘pericolo’ dichiara di possedere la carica erotica per accostarsi ad una signora così di classe. Replicherà la Bislacca autoconcedendosi il diritto di rispondere?


19
gennaio

GRANDE FRATELLO: PORNOPOP, QUESTO E’ IL NOME CHE VORREI DARE A TE. FUORI DANIELE. IN NOMINATION LE AMICHE-AMANTI VERONICA E SARAH

Se Veronica piangesse petrolio i problemi del Pil italiano sarebbero definitivamente risolti e la porteremmo in processione come un totem. Ma siccome le sue sono le lacrime di una povera ragazza, vilipesa a tal punto da essere  ‘declassata’ a pornodiva, restiamo un paese a cui non resta che ridere delle mille scenette che questo Grande Fratello ci riserva. Stavolta non c’è nessuna gigantografia del padre però a far allagare la moquette della casa, ma un’audace provocazione di colui che è stato definito amabilmente dai coinquilini l’uomo che è morto senza accorgersene.

Proprio lui, Daniele Santoianni, eliminato per un soffio ieri sera e ricordato solo come la silhouette di Scamarcio, si è fatto portavoce dei commentini italici malevoli e ha osato indicare la strada, quella per cui ritiene più adatta Limonica (come l’hanno ribattezzata i nostri tantissimi commentatori del live), ovvero quel mondo dell’hard. “Vai a fare i film porno” – tuona Santoianni dallo studio. Apriti cielo: la Ciardi si è sentita ferita mortalmente e ha rimarcato la sua fedina penale pulita. Come non darle ragione: nemmeno un’orgia all’attivo. In Germania la considererebbero una bacchettona dato che nell’edizione che si sta disputando contemporaneamente a quella italiana si trova in casa una ragazza nota alle cronache per un malore dovuto a 74 round di sesso orale.

Qui al massimo un pruriginoso alludere e niente più. Campione insuperabile di questo umoristico pornopop, però, è indiscutibilmente lui, il Principe, capace di rendere macchiettistico e teatrale non solo un pianto o una dichiarazione, ma anche il più impercettibile tic involontario. Spudoratamente narciso, tanto da portarsi le telecamere ovunque, ha dato corso alla scenata del secolo annunciata dalla D’Urso: una dichiarazione di matrimonio ansimata come nemmeno i Forrester nelle mille relazioni con Brooke Logan, con un effetto straniante che Brecht se lo sognava la notte. Carmela sembra proprio travolta dall’insolito destino, George travolto lo sarà, ma da una macchina,  se non rispetterà il patto che ha stretto con il cognato, a cui sono bastate quattro parole: gli-spezzo-le-gambe.


25
dicembre

DAHLIA TV: FRANCO TRENTALANCE E’ IL BABBO NATALE DEGLI ADULTI

Su Dahlia tv, la tv della passione, anche il Natale si tinge di trasgressivo. Un rosso che ha poco di natalizio e molto di proibito per la rivisitazione di Babbo Natale incarnata da Franco Trentalance, pornodivo sdoganato alle masse dopo la sua esperienza da talpa.

Per tutto il mese di dicembre la programmazione Adult offrirà ai telespettatori la possibilità di ripercorerre i maggiori successi del vip Trentalance programmando undici pellicole dai titoli molto eloquenti. Si va da Desiderio a Cattive inclinazioni, passando per La calda notte e La regola del sospetto.

La rassegna monografica prende il nome Franco di Natale e proporrà oltre ai film una sorta di interazione col pubblico nell’angolo posta, durante il quale Trentalance sarà Franco di nome e di fatto dando consigli alle donne che si rivolgeranno a lui per scoprire i nuovi segreti della passione.