Pino Daniele



17
settembre

Pino Daniele – Il Tempo Resterà: l’omaggio di Rai 3 al compianto artista napoletano

Pino Daniele

Pino Daniele

Rai 3 omaggia Pino Daniele con la prima tv assoluta di un docufilm riconosciuto come opera di interesse culturale nazionale: stasera alle ore 20.30 andrà in onda Pino Daniele – Il Tempo Resterà, opera di Giorgio Verdelli uscita nelle sale per soli tre giorni lo scorso 20 marzo.




5
gennaio

MORTE PINO DANIELE: LE REAZIONI DEI COLLEGHI

Pino Daniele e Laura Pausini

“Anche Pino ci ha lasciato. Grande amico mio, ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo, sto piangendo. Ti vorrò sempre bene perchè eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo?“.

Con queste parole Eros Ramazzotti ha annunciato sul proprio profilo Instagram la morte di un caro amico come Pino Daniele. E’ stato il primo a dare la notizia e molti, nel leggerla, hanno sperato nell’ennesima bufala da parte del mondo del web. Nei minuti successivi è partito il tam tam sui social network – caratterizzati da post pieni di incredulità – fino alla conferma del manager Ferdinando Salzano: Pino è stato stroncato da un infarto nella sua casa di campagna in Toscana. Vani i tentativi di prestagli soccorso.

Il tragico evento ha colpito molti degli amici/colleghi dell’artista partenopeo. Laura Pausini, pubblicando su Facebook una sua foto assieme al cantautore, scrive:

Alla tua famiglia e ai tuoi figli, il mio pensiero e il mio abbraccio. A noi tuoi fan rimani per sempre tu Pino Daniele. Con la tua arte unica. E questa foto, con la mia testa sulla tua spalla per dirti “grazie”. Per avermi permesso di conoscerti da vicino. Per cantare con te e per te. Laura“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


5
gennaio

PINO DANIELE È MORTO. LA CARRIERA TRA ALBUM, CINEMA E TELEVISIONE

Pino Daniele

Pino Daniele

Arriva come un fulmine a ciel sereno la notizia della scomparsa di un apprezzato artista che, tra l’altro, il pubblico ha avuto modo di ascoltare proprio alcuni giorni fa in occasione del Capodanno televisivo di Rai 1.

È morto Pino Daniele. Il cantautore e chitarrista napoletano è stato stroncato da un infarto nella sua casa di Magliano, in Toscana. Avrebbe compiuto 60 anni il prossimo 19 marzo.

A darne notizia per primo è stato Eros Ramazzotti che sul suo profilo Instagram ha scritto:

Anche Pino ci ha lasciato. Grande amico mio ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo, sto piangendo. Ti vorrò sempre bene perché eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo…

Morte Pino Daniele: a Napoli lutto cittadino

(ANSA) – Nel giorno dei funerali di Pino Daniele, morto nella notte, a Napoli sarà proclamato il lutto cittadino. Lo ha annunciato il sindaco di Napoli Luigi de Magistris che ha espresso il desiderio di allestire la camera ardente nelle sale del Maschio Angioino, ma – ha sottolineato – ”bisogna ascoltare le volontà della famiglia”.

Pino Daniele: i 38 anni di carriera riassunti in cinque album

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





29
dicembre

CANZONE: PINO DANIELE – NERO A META’ DOMANI SU RAI1

Pino Daniele

E’ iniziata ben 10 mesi fa l’avventura di “Canzone”, lo speciale monografico di Rai1 che si prefigge lo scopo di raccontare i big della musica italiana. Con un andamento a singhiozzo, in riferimento alla messa in onda non costante del programma, siamo ormai arrivati al sesto appuntamento che avrà come protagonista Pino Daniele. La puntata sarà intitolata Pino Daniele “Nero a Metà” ed andrà in onda martedì 30 dicembre in seconda serata (dalle ore 22.40).

Il celebre cantautore si racconterà attraverso aneddoti, retroscena e storie focalizzando l’attenzione su uno dei suoi album che ha fatto la storia, per l’appunto “Nero a metà”. Il disco, datato 1980 e che ha visto a giungo 2014 una ri-edizione con alcuni contenuti speciali, ha consacrato Pino a star della musica tricolore. Il sound a metà strada tra jazz, blues, rock e quel pizzico di mood partenopeo, gli ha permesso di creare un suo marchio di fabbrica diventato oramai uno dei fiori all’occhiello della discografia del Belpaese. Gli spettatori che hanno vissuto a pieno quell’epoca verranno trascinanti in quegli anni grazie a canzoni come “Quanno chiove”, “A me me piace ‘o blues”, “I Say I’ Sto Ccà” e “Nun me scuccià”; quelli più giovani potranno assaporare l’atmosfera piena di grinta e passione di quello stesso periodo grazie ai medesimi brani che ancora oggi risultano intrisi di sorprendente modernità.

Il tutto si alternerà alle immagini della data romana tenuta il 13 dicembre del “Nero a metà tour”, una serie di concerti che ha visto Pino portare in giro per l’Italia la propria identità musicale con l’ausilio dei suoi più fedeli collaboratori, tra cui ricordiamo Gigi De Rienzo (basso), Agostino Marangolo (batteria), Ernesto Vitolo (piano, tastiere ed organo), Rosario Jermano (percussioni), Rino Zurzolo (contrabbasso), Elisabetta Serio (piano), e dei suoi storici amici Tullio De Piscopo e James Senese.

Canzone: format ben costruito che paga la messa in onda a singhiozzo

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


18
giugno

NERO A META’: DONDONI RIPORTA PINO DANIELE A NAPOLI PER SKY ARTE

Pino Daniele

Pino Daniele

E’ entusiasta Luca Dondoni. Felice di poter raccontare Pino Daniele come nessuno, sino ad ora, aveva fatto. “Non avrei mai accettato di realizzare un programma – ci tiene a sottolineare Luca – se non fosse stato una novità per la televisione italiana”.

Nero a Metà – questo il titolo del doc che richiama il terzo album dell’artista – sintetizza l’anima black del noto cantautore e quella verace ‘acquisita di diritto’ grazie alle origini partenopee. E proprio a Napoli Dondoni riporterà Pino Daniele ‘prelevandolo’ direttamente, testimoni le telecamere, dalla casa di Orbetello nella quale risiede da anni.

Un viaggio di musica e parole – in onda questa sera alle 21.10 su Sky Arte – che vede il bluesman napoletano accompagnarci per mano nei meandri della sua città, tra vicoli e piazze, scalinate e scugnizzi; rincontrando aromi e suggestioni che lui stesso non assapora da tempo.





27
novembre

DM LIVE24: 27/11/2010. SENTIMENTI VERI, PARTI, FENOMENI DI COSTUME E CLASSIFICHE FIMI

Diario della Televisione Italiana del 27 Novembre 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Sentimenti veri

ciottolina ha scritto alle 10:33

A Mattino Cinque, Paolo Del Debbio parlando dell’aggressione subita chiede ad Emilio Fede:”volevo parlare di sentimenti veri, ti ha chiamato Berlusconi?”

  • Auguri

lauretta ha scritto alle 14:32

È nata poco prima di mezzogiorno, nella clinica Mangiagalli di Milano, Penelope la figlia di Gianna Nannini. La bambina pesa 2 chili e mezzo e sta bene, così come la mamma.

  • Con rispetto parlando

lauretta ha scritto alle 15:41

Pino Daniele intervistato dal Corriere della sera parla di Xfactor e dei talent show: “Non abbiamo inventato niente, è un format inglese. Da noi ci sono più fenomeni di costume che telenti. All’estero suonano geni come Jeff Beck ed Eric Clapton, qui, con tutto il rispetto, mettiamo Orietta Berti con Pupo. In Italia basta passare in tv per essere un professionista.. C’è riuscito pure Emanuele Filiberto..”.

  • Classifiche FIMI

ciottolina ha scritto alle 14:43

Classifica settimanale FIMI dal 15/11/2010 al 21/11/2010
1.Casa 69 – Negramaro (New)
2.Chocabeck – Zucchero
3.Segreto amore – Renato Zero (New)
4.The promise – Bruce Springsteen (New)
5.Work in progress – Dalla/De Gregori (New)
6.Per niente stanca – Carmen Consoli (New)
7.Greatest hits 1992-2010 e da qui – Nek (New)
8.Il mondo in un secondo – Alessandra Amoroso
9.Nelson – Paolo Conte
10.Sale el sol – Shakira

12°posizione per Emma con A me piace così, 13° per Marco Mengoni con Re matto live, 24° per Valerio Scanu con Parto da qui.


23
marzo

AMICI 9: EMMA, LOREDANA, MATTEO E PIERDAVIDE IN FINALE. ESCE STEFANO TRA LE LACRIME DI MARIA (VIDEO)

E anche stasera il miracolo si è ripetuto. Artisti che nei capannelli dell’intelligentia non hanno mai esitato a storcere il naso per la rivoluzione estetica popolare chiamata Amici anche stasera davanti a Maria De Filippi si dimostrano i migliori estimatori della sua trasmissione. Alla conduttrice ovviamente i ripensamenti fanno più che piacere, ma se potesse parlare a cuore aperto quanta amarezza dovrebbe esprimere Maria per tante critiche facili e grossolane alla sua fucina, prima fabbrica di spettacolo capace di portare al grande pubblico l’abc della danza e del canto. Più che la sincera emozione dei ragazzi colpisce l’orgoglio, il senso di rivincita che la conduttrice si sta prendendo contro i detrattori spietati.

La cartolina della semifinale è proprio la lacrima della De Filippi che puntuale ci dice che il lapsus iniziale, quando ha aperto la puntata salutando come se fosse la finale, era ancora una volta indicativo del suo stato d’animo: in cuor suo ha maledetto più volte la ghigliottina dell’eliminazione, un male necessario allo spettacolo. Tanta gioia però per Stefano che nonostante l’esclusione a ridosso del traguardo rimane il vincitore della categoria danza e potrà portare il suo amore per il ballo nel mondo. Acuta la decisione, annunciata sul finire della trasmissione, di separare le categorie in due circuiti a se stanti nella prossima edizione. La storia del programma ha dimostrato la maggiore potenza di suggestione uditiva che visiva.

Nel carro del brand vincente salgono grandi nomi e lo spettacolo ne guadagna certamente. Agenzie non ufficiali danno ormai nemici del programma come Baudo e Morgan a ingurgitare barattoloni extralarge di bicarbonato, impotenti di fronte al nuovo connubio trionfale tra il talent e il mercato. Il livello delle esibizioni dei ragazzi torna molto alto, il giudizio della critica è pressoché celebrativo. Il meccanismo, nonostante la processione snervante dell’apri e chiudi del televoto e gli inceppamenti del voto dal telefono fisso, sconfigge finalmente il rigido manicheismo bianco-blu e in una lotteria continua di sfide mostra le migliori qualità dei semifinalisti.

I cinque protagonisti della semifinale e il video di Maria in lacrime dopo il salto:


22
marzo

AMICI 9: LA SEMIFINALE DEI GRANDISSIMI DUETTI, LIVE SU DM

L’attesa è finita. Va in scena, questa sera, la semifinale di Amici, quella in cui finalmente si avrà la resa dei conti tra il quartetto delle meraviglie in note e l’outsider Stefano che spera di sfruttare l’aspra battaglia nel canto. Le case discografiche stanno scommettendo tantissimo su questa edizione, e i riscontri di vendite per ora sembrano dar loro ragione. Resta da capire se quella che uscirà dalle sfide di stasera sarà una finale tutta canora o se già da questa puntata saluteremo uno dei big degli interpreti vocali.

Nelle ultime serate per un’ascesa delle possibilità di vittoria di Emma si sono proporzionalmente abbassate le possibilità che siano Matteo e Loredana a contendere lo scettro della vittoria a Pierdavide, la vera novità della scuola. Cinque grandi interpreti di fama internazionale aiuteranno i ragazzi a dimostrare il proprio valore ancora una volta, e sotto una veste ulteriormente diversa. Ottima sulla carta la scelta dei brani. Non resta che preparare i pop corn e godersi le performance con Craig David (Emma), Pino Daniele (Loredana), Antonello Venditti (Pierdavide), Massimo Ranieri (Matteo) e Eleonora Abbagnato (Stefano).

Il risultato terrà conto del gradimento settimanale e dei voti arrivati in serata, quindi c’è la possibilità di vedere veramente uno dei favoriti abbandonare la scuola ad un passo dalla finalissima, che ogni anno di più diventa sempre una vetrina di maggiore prestigio, al cospett di una stampa e di un mondo accademico sempre meno scettico nei confronti dei talenti della De Filippi. A giudicare i ragazzi, oltre alla commissione, quattro firme del giornalismo italiano: Andrea Laffranchi (Corriere della Sera), Luca Dondoni (La Stampa), Marco Mangiarotti (Il Giorno) Paolo Giordano (Il Giornale).

Affilate le tastiere per questa nuova grande diretta sotto il segno del talent.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »