Monica Setta



2
agosto

REPLICA AL VELENO DI MONICA SETTA ALLA VENTURA: ‘MI FA SORRIDERE SENTIRMI DARE DELLA RACCOMANDATA DA UNA COME LEI’

Monica Setta al veleno contro Simona Ventura

Non si fa attendere la durissima risposta di Monica Setta alle parole di Simona Ventura che in un’intervista a Vanity Fair le aveva dato in buona sostanza della raccomandata (qui per tutti i dettagli dell’attacco della Mona). Sorprende soprattutto, ma fino ad un certo punto, la brusca inversione di rotta della giornalista nei confronti della conduttrice.

Se infatti fino a qualche giorno fa, in piena strategia marketing per promuovere il suo libro, dichiarava: ‘credo che Io e Simona sia il capitolo più carino, il più leggero: ci sono cose molto gustose, oggi la realtà è assolutamente capovolta. Parlando di quella che da amica (?) è diventata improvvisamente nemica dice:

‘è lei che ha una ossessione nei miei confronti perché continua a citarmi in tutte le sue interviste. Io invece, nel libro che sto scrivendo sulla Rai le dedico appena una pagina e mezzo. Credo che sia una donna molto inquieta e le auguro di trovare serenità a Sky.’

E’ con una replica punto a punto che la Setta però sfoggia al meglio le sue spire. La tecnica, togliere credibilità all’interlocutore riesumando presunti scheletri dall’armadio, ricorda tanto quella di alcuni quotidiani nei confronti delle donne che si schieravano apertamente contro una certa oligarchia di potere. Rispetto all’allusione in merito ad una sua presunta raccomandazione dai piani alti l’ex conduttrice de Il Fatto del Giorno ribatte:




2
agosto

SIMONA VENTURA CONTRO TUTTI: LIOFREDI IL PEGGIORE, LA SETTA IMPOSTA, FACCHINETTI SMARRITO, LA BALIVO FURBETTA

Simona Ventura (Nino Munoz) via VanityFair.it

Massimo Liofredi è il peggior dirigente con cui ha lavorato in Rai, Facchinetti deve tornare con i piedi per terra, la Balivo ha fatto un pò la “furbetta del quartierino” e Piersilvio Berlusconi dopo anni ancora non se ne fa una ragione del suo passaggio in Rai: Ladies and Gentleman Simona Ventura è tornata a ruggire. Allo scoccare (il 31 luglio) dello scadere del suo contratto con la Rai, e per la prima volta dopo l’approdo in the Sky, la leonessa della televisione italiana, tra una posa da femme fatale e l’altra, si sfoga a Vanity Fair raccontando le ragioni del clamoroso addio a Viale Mazzini.

“Sono sempre stata una persona libera, ma ultimamente non c’erano più le condizioni per questa libertà

rivela la conduttrice per poi lanciarsi in una feroce invettiva contro l’ex direttore di Rai2. In una Rai dove dirigenti incapaci servi solo della politica sono all’ordine del giorno, Liofredi è il peggiore, colpevole di aver contribuito a perpretare ai danni della rete una desertificazione culturale:

Non saprei dire chi è stato il migliore tra i dirigenti con cui ho condiviso questi anni. In compenso non ho dubbi sul peggiore: Massimo Liofredi (…) Se ho un direttore a lui devo rendere conto, con lui mi devo confrontare, e capisco che possa avere una visione diversa dalla mia. Altra cosa è che distrugga in modo certosino e vergognoso la mia autonomia e la mia voglia di creare e di rinnovarmi. Se uno è competente non si comporta così, piuttosto ti sfrutta, visto che sei il patrimonio della sua rete (…) Non riusciva a gestirmi. Aveva capito che non gli avrei  permesso di impormi personaggi indecenti, e comunque inadatti alle nostre trasmissioni“.

E al giornalista che gli fa notare che l’astio di Liofredi nei suoi confronti potrebbe risiedere nel trattamento riservato a Monica Setta all’Isola dei Famosi risponde:

è arrivata a Raidue facendosi scioccamente imporre: io ero lì da dieci anni in quell’occasione disse cose gravi – e non vere – sul passato e non vere – sul passato di Aldo Busi: era mio dovere intervenire. Da quel momento le cose sono ulteriormente peggiorate, li ho avuti sempre addosso“.

Non soprende allora che la causa per mobbing dell’ex direttore di Rai2 la faccia stizzire:

Causa per mobbing avrei dovuto farla io per quello che ha fatto passare a me – ma non solo a me – in questi due anni, e per i colpi mortali che ha inferto al target di Raidue”.

Per Simona Rai2 rischia di diventare un negozio senza clienti, una rete che i giovani non guardano più soprattutto dopo la sua dipartita e quella di Santoro. Tanta era l’ostilità nei suoi confronti che addirittura i personaggi da lei lanciati sarebbero stati penalizzati. Il riferimento è a Daniele Battaglia e Alessandro Cattelan; soprattutto quest’ultimo, prossimo conduttore di XFactor, che per la Ventura è più bravo di Facchinetti. Proprio sulla sua “creatura più riuscita” Simona a metà tra una ”mamma ferita” e una Medea racconta:


31
luglio

MONICA SETTA VI DIRA’ TUTTO MA PROPRIO TUTTO SULLA RAI. IN UN LIBRO VERITA’ CAPITOLI SU LIOFREDI, VENTURA, MASI…

Monica Setta

Continuate a leggere perchè tra poche pagine vi svelerò tutto, ma proprio tutto. Chissà se lo stile “televisivo” di Monica Setta lo ritroveremo anche nero su bianco, nel libro-verità che il volto ad intermittenza di Rai 2 sta scrivendo sulla tv di Stato. Si intitolerà “Viale Mazzini e dintorni“, una sorta di racconto (chissà quanto vendicativo) in cui, a detta della conduttrice, non verrà risparmiato nessuno o quasi: C’è dentro di tutto – dichiara a Libero – Retroscena, meccanismi, dirigenti, personaggi, rapporti con la politica…”. 

Scoop? Mezze verità? Sembra di tornare a Il Fatto del Giorno, anche se nelle intenzioni di Monica Setta c’è la volontà di fare chiarezza, di fugare ogni dubbio sulla sua persona, su come sia arrivata in tv e in particolare sui suoi rapporti con Massimo Liofredi (ormai ufficialmente ex direttore di Rai 2), finiti spesso nell’occhio del ciclone: Si è detto che io fossi la sua raccomandata, addirittura il ‘direttore ombra’, ma abbiamo due ruoli distinti e, anche se tra di noi c’è affetto e amicizia, non voglio essere strumentalizzata. E l’unico modo è raccontare la mia versione dei fatti”

Spazio anche al rapporto con Simona Ventura, scappata in punta di piedi dalla Rai. Tra le due non c’è mai stato molto feeling (ricordate lo scontro all’Isola dei Famosi sul caso-Busi e tutto ciò che ne è poi seguito?), ma stavolta l’ostacolo sembra quasi aggirato: “Credo che ‘Io e Simona’ sia il capitolo più carino, il più leggero. Ci sono cose molto gustose…”





31
luglio

DM LIVE24: 31 LUGLIO 2011. LO SWITCH OFF SLITTA, MONICA SETTA SCRIVE, EMMA MARRONE RECITA

Diario della Televisione Italiana del 31 Luglio 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Slitta lo switch off

lele ha scritto alle 11:07

Cambiato il calendario del passagio al digitale terrestre dell’Italia: è infatti slitttato di 6 mesi lo switch-off in Liguria, Toscana, Umbria+La Spezia+Viterbo, Marche, Abruzzo e Molise+Foggia, che era previsto per quest’estate. Per la precisione le date saranno: 10/10-2/11 per la Liguria, 3/11-2/12 per Toscana ed Umbria, 5/12-21/12 per le Marche. Primo semetre 2012 per le restanti regioni.

  • Libro per Monica Setta

fabioterr ha scritto alle 18:49

Da Di Più apprendiamo che Monica Setta durante le sue vacanze sta scrivendo un libro che uscirà in autunno e che parlerà della sua esperienza in Rai, con degli aneddoti sulle celebrità ed episodi curiosi.

  • Emma Marrone attrice

luro ha scritto alle 21:21


1
luglio

SECONDA SERATA ESTATE E’ IL NUOVO PROGRAMMA DI MONICA SETTA. CATHERINE SPAAK OSPITE DELLA PRIMA PUNTATA

Seconda Serata Estate

Il titolo non sarà propriamente ricordato per la sua originalità ma i buoni propositi da parte di Monica Setta (che tempo fa chiese consiglio proprio ai lettori di DM per questo suo progetto) ci sono tutti: dar vita ad una seconda serata diversa per la rete diretta da Massimo Liofredi. Seconda serata Estate non è un titolo provvisorio utile alle bozze dei palinsesti, ma il vero nome del nuovo talk show che prenderà il via mercoledì 6 Luglio alle 23.00 su Rai2.

La giornalista più prorompente della seconda rete accontona le sue celebri “esclusive” per mettere in scena un parallelo tra l’estate degli anni ‘60 e quella del 2011. Andando a spulciare negli archivi dell’epoca e con il materiale delle teche Rai, l’obiettivo di Monica Setta è di capire come sono cambiati i costumi e gli interessi degli italiani in vacanza.

Il programma prevede poi un talk dedicato alle notizia più discussa della settimana che la conduttrice sceglierà tra quelle più cliccate sui siti web di informazione. Lo studio accoglierà diversi ospiti, veri e propri opinionisti a cui spetterà “tirare le fila del discorso”. Spazio anche a rubriche di servizio dedicate ai costi delle vacanze, agli animali abbandonati e agli anziani che spesso rimangono soli durante l’estate.





30
giugno

MASSIMO LIOFREDI: LA CABELLO NON E’ ADATTA A QUELLI CHE. LA POLITICA A SANTORO O A MONICA SETTA. SI ALL’ISOLA ANCHE SENZA SIMONA

Massimo Liofredi

E’ un fiume in piena anche se con il morale sotto i piedi, Massimo Liofredi. Intervistato dal Corriere della Sera, commenta il palinsesto autunnale della sua Rai2, a cui lo stesso Direttore non ha potuto mettere mano.

L’ultimo atto risale a martedì: Sky annuncia l’accordo con Simona Ventura e con il trasloco della conduttrice di Chivasso alla tv satellitare, si libera il timone di Quelli che il calcio. Come vi ha raccontato DM, il direttore di Rai2 ha subito proposto la coppia Balivo-Facchinetti ma meno di un’ora più tardi da viale Mazzini parte un comunicato in cui si annuncia l’ingaggio di Victoria Cabello alla quale, riporta la nota, sarà affidato il contenitore domenicale di Rai2. Massimo Liofredi non ne sapeva niente, nessuno ha pensato di informarlo prima di rendere pubblica la notizia:

Sono profondamente dispiaciuto. Il direttore di rete dovrebbe essere coinvolto nelle scelte dei vertici aziendali: credo che sia anche previsto dallo statuto. Sono il direttore, ma non so nulla. Spero che me ne parli il vicedirettore generale Marano, se no mi sentirei commissariato. E’ brutto quando le decisioni ti passano sopra la testa, è già accaduto con Masi, non vorrei che si proseguisse su questa linea“.

Per di più Liofredi non condivide la scelta di Victoria Cabello, che ritiene un volto di nicchia:

E’ un’ottima professionista, ma sono molto perplesso, la vedo come un personaggio molto di nicchia per una programmazione generalista. Un conto è fare Sanremo, un altro stare tre ore e mezza di diretta per un anno consecutivo: è molto diverso“.

Secondo il direttore, Caterina Balivo e Francesco Facchinetti avrebbero potuto dar vita ad un nuovo progetto indirizzato ai giovani ma capace di mantenere l’attenzione degli adulti. Prima ancora la DG aveva bocciato la coppia Belen-Balivo:


18
giugno

“MASI, HAI FATTO UNA FIGURA DI M…”: SULLO SCONTRO TRA L’EX DG RAI E SANTORO SPUNTA L’OMBRA DELLA P4

Mauro Masi

Chi ha paura dell’uomo nero? Con l’arresto del faccendiere Luigi Bisignani, avvenuto mercoledì scorso, mezza Italia dovrebbe farsela sotto. Almeno stando ai magistrati, secondo i quali il lobbista  più noto e temuto dai potenti sarebbe l’eminenza grigia della P4, una combriccola in grado di manovrare con spregiudicatezza i centri nevralgici e spesso occulti del sistema-Italia. Dalle indagini dei pm di Napoli emergono nomi emimenti, personalità della politica, del giornalismo e della finanza che gravitavano attorno all’affarista. Tra gli altri, balza all’occhio l’ex Direttore Generale della Rai Mauro Masi, che in verità non aveva mai nascosto la sua amicizia con Bisignani. Secondo gli inquirenti, però, il dirigente pubblico lo avrebbe consultato in circostanze poco trasparenti durante la sua permanenza a Viale Mazzini.

E spunta Michele Santoro. I magistrati di Napoli sono infatti convinti che Masi si sia lasciato ‘condizionare’ da Bisignani durante i suoi scazzi con il conduttore di Annozero, arrivando addirittura a farsi suggerire la sua lettera di licenziamento. Da parte sua l’ex DG avrebbe confermato tali circostanze durante un teso interrogatorio del febbraio scorso, di cui il Fatto Quotidiano spiffera il contenuto. I pm avrebbero fatto ascoltare a Masi una telefonata in cui il dirigente si fa dettare una missiva per silurare il paladino della libera informazione. La conversazione risale all’ottobre 2010, quando Santoro mandò a “vaffanbicchiere” il DG in diretta tv.

Secondo i cronisti Lillo e Massari, Masi avrebbe ammesso l’evidenza, motivando: “Mi sono rivolto a Bisignani perchè addentro al mondo istituzionale in ragione delle sue conoscenze nel mondo politico“. Come sappiamo, poi, le consultazioni del Cda ed i cazzotti restituiti da Santoro mandarono all’aria il licenziamento. Intanto il braccio di ferro tra l’ex DG e il conduttore diventava sempre più teso, al punto che 26 gennaio scorso Masi telefonò ad Annozero per dissociarsi dal programma. Una mossa sbagliata, che Santoro utilizzò a suo favore umiliando in diretta l’interlocutore. Stando ai riscontri delle indagini, pochi minuti dopo il suo intervento, il dirigente avrebbe telefonato al consigliere fidato Bisignani: “Mi hai visto? Come sono andato?“.


17
giugno

BOOM! MONICA SETTA TORNA NELLA SECONDA SERATA DI RAI2 CON SECONDA SERATA ESTATE

Monica Setta

UPDATEAll’improvviso… Monica Setta si è materializzata nei commenti.

E’ tornata, è tornata! Non sarà riuscita nell’intento di riappropriarsi dell’after lunch di Rai2, ma per Monica Setta è tempo di tornare in televisione.

Il prossimo 6 luglio, e per i successivi 5 mercoledi (sino al 10 agosto) troveremo la giornalista brindisina al timone di Seconda Serata Estate Gente d’Estate (titolo provvisorio), programma della seconda serata di Rai2 che i bene informati definiscono come ‘talk-show matryoshka‘ in cui si racconteranno l’Italia e gli Italiani dell’estate 2011. Il perchè della definizione, per poter essere compreso sino in fondo, pare si debba ‘vedere per credere’ (!!!).

E’ un programma in cui troveranno spazio e si incroceranno necessità, curiosità, passioni, svaghi, problematiche e contradizioni di un’Italia che si divide fra luoghi di vacanza (sia quelli più esclusivi, sia quelli più popolari) e città ormai sempre meno vuote.