Michele Guardì



7
giugno

RAI, AGGIORNAMENTO SUI PALINSESTI 2010/2011

Mai come quest’anno i palinsesti della TV di Stato sembrano una lotteria. Tra cancellazioni, nuovi arrivi, riduzioni e raddoppi il quadro è tutt’altro che definito. Proviamo, tuttavia, con tutti i “se” e tutti i “ma” del caso, a fare un quadro della situazione. Procedremo per macrocategorie.

CONFERMATI

 

CANCELLATI

 

NUOVI ARRIVI

  • Mara Venier: la conduttrice affiancherà Lamberto Sposini a La Vita in Diretta in un segmento autonomo che occuperà la metà del contenitore pomeridiano di Raiuno;
  • Lorella Cuccarini: unica conduttrice della prossima edizione di Domenica In. A far da corollario una serie di personaggi secondari (ad esempio Massimiliano Ossini, previsto anche a La Prova del Cuoco).
  • Paola Perego: la conduttrice prenderebbe il posto in day time occupato da Monica Setta. Esclusa una partecipazione a Domenica In. In forse una nuova edizione de La Talpa su Raidue.
  • Michele Guardì: il noto regista sposterà su Raiuno i suoi programmi del week end.

 

DIRETTORI DI RETE

Se fino a qualche giorno fa sembrava certo l’arrivo di Gianvito Lomaglio al posto di Massimo Liofredi, c’è chi è pronto a riaccreditare per la poltrona di Direttore di Raidue Susanna Petruni.




4
giugno

DM LIVE24: 4 GIUGNO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • La Pupa e il ricchione

lauretta ha scritto alle 13:05

Colpo di scena a ‘La Pupa e il Secchione’. Ci pensa Paola Barale con un’intervista a Diva e Donna ad agitare le acque . “Tre concorrenti sono gay: intendiamoci non ho prove, ma secondo me è così. In ogni caso i secchioni sono i miei preferiti: sono come adolescenti alle loro prime esperienze amorose”. Dunque è caccia ai tre nomi proibiti.

  • Barocco Amoroso

mcooo ha scritto alle 14:17

Alessandra Amoroso vince (anche) il Premio Barocco. La cantante salentina sara’ premiata durante la 41esima edizione del Premio Barocco, che andrà in onda su Rai Uno lunedì 7 giugno, presentato da Fabrizio Frizzi. Il Premio Barocco viene conferito per i meriti conseguiti in campi quali la comunicazione, la solidarietà, l’arte.

  • Guardìngo

stesc86 ha scritto alle 19:16

da Dagospia: Michele Guardì dovrebbe invece sbarcare sull’emittente ammiraglia della Rai con Mezzogiorno in famiglia in compagnia di Miriam Leone e Tiberio Timperi.


5
febbraio

IL LOTTO ALLE OTTO: TIBERIO TIMPERI E STEFANIA ORLANDO PRONTI A TRAINARE IL TG2

La fascia pre-telegiornale è una delle più delicate di tutto il palinsesto. Se Raiuno e Canale5 possono contare su quiz ormai entrati nei cuori dei telespettatori italiani, Raidue “riempie il buco” con una nuova edizione de Il lotto alle otto. Via i telefilm tedeschi e spazio a numeri ed estrazioni per trainare al meglio il Tg2. A sua volta Il lotto alle otto, da giovedì 25 febbraio, potrà contare sul day time dell’Isola dei famosi che dovrebbe rialzare la fascia preserale, spesso sofferente.

Da lunedì prossimo, 8 febbraio, alle 20 in punto, Tiberio Timperi e Stefania Orlando, presenteranno le estrazioni in diretta e giocheranno con il pubblico a casa. Nel corso del programma, per la regia dell’infaticabile Michele Guardì, saranno date inoltre informazioni sul gioco del lotto: dall’interpretazione dei numeri con la ‘’smorfia” ai numeri ritardatari, dalle regole al linguaggio del Lotto, alle storie e curiosità legate alla cabala.

Sospeso nel 2007, Il lotto alle otto torna in onda grazie a una rinnovata collaborazione tra la Rai e i Monopoli di stato e dopo le richieste di numerosi giocatori desiderosi di tornare ad assistere alle estrazioni in diretta: ”Si rinnova la grande fiducia dei Monopoli di Stato nei confronti della Rai, nel rispetto delle regole e dei consumatori – spiega Guardì, autore e regista della trasmissione – batteremo molto sul gioco sicuro e sull’intrattenimento. I giocatori amano vincere e anche se in palio non ci sono cifre enormi, siamo convinti che ci seguiranno’‘.





29
dicembre

TUTTI PAZZI PER L’OROSCOPO: QUESTA SERA SU RAIDUE PAOLO FOX PER “I FATTI VOSTRI – SPECIALE OROSCOPO 2010″

Il palinsesto natalizio, si sa, è spesso e volentieri più scarno e meno originale delle molte tavole imbandite dalle italiche famiglie in questo periodo. Ci sono film e fiction (spesso in replica), i cartoni animati, qualche puntata pilota di nuovi programmi e poi, immancabili, ci sono le trasmissioni pensate ad hoc per la Santa Natività e se cori, concerti e buoni sentimenti spesso non mettono d’accordo gli sparuti telespettatori rimasti davanti ai televisori, ecco che arriva puntuale un appuntamento irrinunciabile del banchetto televisivo-natalizio: l’oroscopo.

Lo sa bene Michele Guardi che anche quest’anno, per coloro i quali hanno bisogno di un’iniezione di fiducia oppure vogliono verificare scetticamente quanto l’astrologo “ci azzecca”, ci ripropone I fatti Vostri – speciale Oroscopo 2010. L’ormai tradizionale appuntamento con le stelle e con  Paolo Fox è fissato per questa sera in prime time su Raidue.

Quali saranno i segni fortunati? Gli scorpione troveranno l’amore? I Leone cambieranno lavoro? Sotto la sapiente regia di Michele Guardì, Giancarlo Magalli, Adriana Volpe e Marcello Cirillo seguiranno l’astrologo più famoso d’Italia (la sua “classifica” della domenica mattina, rimane sempre una delle parti più apprezzate e seguite di “Mezzogiorno in famiglia”) nelle previsioni sull’imminente nuovo anno.


6
ottobre

ALLA FINE, HA RAGIONE MICHELE GUARDI’

Michele Guardì

Può piacere o non piacere, ma fatto sta che, dati auditel alla mano, Michele Guardì ha ragione. Quella televisione che non può certo essere definita innovativa, raccoglie consensi indiscutibilmente superiori ai tentativi, tanti, messi in atto sotto la direzione Marano, che si ponevano l’ambizioso obiettivo di svecchiare la seconda rete di Viale Mazzini.

Uno svecchiamento che aveva coinvolto anche il caro Guardì che, dopo tanti anni passati “in piazza”, aveva ceduto alle richieste del Direttore di rete mettendo in piedi un già dimenticato Insieme sul 2, salvo poi tornare alle origini con una nuova “frizzante” edizione de I Fatti Vostri. Ma non sono sono i fatti altrui a ristabilire il precario equilibrio della colonnina dell’auditel di Raidue: la rete 2 può, infatti, contare su tutto il “portafoglio” di Guardì che include anche il Mattino e il Mezzogiorno in Famiglia che, nel week end, totalizzano risultati eclatanti se confrontati con il resto della programmazione.

Il maggior gradimento del “vecchio sul nuovo” diventa imbarazzante se si confrontano i risutati della tv vecchio stampo di Guardi con tutto il “nuovo” day time di Raidue che altro non può fare che oscillare tra il 3 e il 6% di share. Briciole che non possono non smorzare qualunque entusiasmo e che rendono necessarie alcune riflessioni.





20
settembre

I FATTI VOSTRI: MARTEDI’ TORNA LO STORICO PROGRAMMA DI RAIDUE, BUSTE E CAMIONCINO COMPRESI

I Fatti VostriSquadra che vince non si cambia. Anzi, trasloca. Ecco, allora, che il trio composto da Giancarlo Magalli, Adriana Volpe e Marcello Cirillo si sposta in massa, dopo anni di onorata militanza nel mezzogiorno del week-end, nell’appuntamento quotidiano de I Fatti Vostri: ogni giorno, quindi, dal lunedì al venerdì, 11:00-13:00, stessa rete, Raidue, e stesso regista, Michele Guardì.

Dopo qualche anno sotto il nome di Piazza Grande, che manteneva la continuità col vecchio brand, e la scorsa fallimentare stagione, con Insieme sul Due in un mal riuscito restyling soprattutto nei contenuti, Guardì torna alle origini, puntando sul sicuro: “non ci sentiamo dei reduci - asserisce “Il Condominio” - perchè il programma, come altri della tv, è sempre in evoluzione pur in un formato apparentemente uguale“.

Ogni giorno gente comune, esperti ed ospiti vari si intratterranno con argomenti di attualità e varia umanità. Un’orchestra eseguirà dal vivo i successi di ieri e di oggi con ospiti musicali, mentre l’edicola ospiterà i direttori dei quotidiani e dei settimanali. Non mancheranno i giochi: accanto al nuovo “O paese d’ ‘o sole”, che farà conoscere curiosità e bellezze delle città italiane, torna il camioncino che continuerà a caratterizzare il gioco della busta. ”


13
giugno

LORENA BIANCHETTI SU RAIDUE PER LA “MATTINA IN FAMIGLIA” DI GUARDI’

Lorena Bianchetti

Tra le donne disoccupate dopo i tagli alla fascia centrale di Domenica In (confermati solo gli spazi di Giletti e Baudo), la prima a tirare un sospiro di sollievo sembrerebbe Lorena Bianchetti, pronta a sbarcare su Raidue. Nella prossima stagione televisiva approderà alla corte di Guardì per condurre Mattina in Famiglia con Tiberio Timperi. Un suo arrivo nel day time della seconda rete aveva fatto parlare nelle scorse settimane, ma in una nostra intervista esclusiva la Bianchetti aveva messo a tacere tutte le voci, confermando solo l’impegno con RadioDue (da lunedì alle 13 con “40 gradi“) e smentendo un suo coinvolgimento sulla seconda rete della tv di Stato annunciato, peraltro, dallo stesso giornale che parla, adesso, di Mattina in Famiglia dopo averla “candidata” alla conduzione dell’Italia allo Specchio.

La nuova conduzione della Bianchetti è solo l’ultimo cambio che ha interessato tutti i programmi di Michele Guardì. Ricapitoliamo la situazione. Dal lunedì al venerdì alle 11 tornano i Fatti vostri come ci ha anticipato in esclusiva il conduttore Giancarlo Magalli, che sarà affiancato da Marcello Cirillo e Adriana Volpe, l’ormai ex squadra del week-end. Per sostituire la Volpe due nuovi volti: al mattino la Bianchetti e al mezzogiorno Laura Barriales, che condurrà con Amadeus e Sergio Friscia (leggi qui e qui). Tanti nuovi conduttori per i soliti “vecchi” programmi.

Se l’arrivo della Bianchetti è dato per certo, ItaliaOggi svela anche il nome del nuovo direttore di Raidue. Dopo l’ipotesi di Susanna Petruni, fresca di promozione all’interno della redazione del Tg1, il candidato numero 1 è Massimo Liofredi, capostruttura di Raiuno e capo-progetto di Domenica In. Allora non solo la Bianchetti, ma anche le altre ex di Domenica In potrebbero trovare una collocazione in palinsesto. Prima su tutte Monica Setta, cassata nonostante i buoni ascolti ottenuti con il suo spazio dedicato alla politica.


10
giugno

GIANCARLO MAGALLI A DM: MI RIPRENDO IL MEZZOGIORNO DI RAIDUE CON “I FATTI VOSTRI”

Giancarlo Magalli - I Fatti Vostri

Ci eravamo prefissati una mission e la portiamo avanti: “far passare” su DM tutti i protagonisti del nuovo daytime di Raidue con la speranza di poter arrivare primi nell’annunciare l’arrivo di nuovi programmi, il ritorno di vecchie glorie, l’approdo di nuovi volti o la conferma di nomi storici per bocca dei diretti interessati. E così dopo Milo Infante che ci ha dichiarato in anteprima la soppressione di Insieme sul 2 (oltre al contestuale arrivo di un “nuovo mezzogiorno” di Guardì e un suo nuovo progetto per il primo pomeriggio di Raidue), Francesca Senette che ci ha parlato della sua riconferma all’Italia allo Specchio, Lorena Bianchetti che ha smentito un suo coinvolgimento su Raidue e Lucilla Agosti che ha annunciato, sempre in anteprima, i suoi impegni futuri (Scalo 76 Talent e la seconda edizione di Academy), è arrivato il momento di fare quattro chiacchiere con Giancarlo Magalli che, senza alcun filtro, è stato pronto a trasformare alcuni rumors in certezze relativamente al nuovo programma di Michele Guardì che lo vedrà protagonista dal prossimo settembre. Lo abbiamo sentito telefonicamente questo pomeriggio.

  • Allora Giancarlo, quando i telespettatori potranno ridarti il bentornato al mezzogiorno di Raidue?

A quanto pare dal prossimo settembre. Intorno al 15.

  • Si torna in “Piazza”?

Si, a meno che non metta sotto Silvio Berlusconi, condurrò il programma di Michele Guardì che prenderà il posto di Insieme sul 2.

  • Si parla di un ritorno, anche nel titolo, de “I Fatti Vostri”.

Ti confermo anche questo. Michele (Guardì, ndDM) avrebbe piacere a riproporre il programma storico del mezzogiorno di Raidue, mantenendo invariato anche il titolo. Spero, però, che ci siano delle novità. Anche, e soprattutto, nei giochi.

  • Camioncino?

Oddio, mi verrebbe un colpo se ci fosse ancora il camioncino.

  • Stessa rete, stessa ora?

Si, credo proprio dalle 11 alle 13.

  • Il ritorno di un programma come I Fatti Vostri è indice del fallimento di un progetto che mirava allo svecchiamento della rete?