Melaverde



19
settembre

MELAVERDE DIVENTA MAGGIORENNE. AL VIA SU CANALE 5 L’EDIZIONE NUMERO 18

Ellen Hidding e Edoardo Raspelli

Melaverde diventa maggiorenne. Domani alle 12.00 su Canale5 prenderà il via la diciottesima stagione della trasmissione dedicata all’agricoltura, all’ambiente e alle tradizioni italiane, condotta da Edoardo Raspelli ed Ellen Hidding. Nata da un’idea dell’agronomo Giacomo Tiraboschi, ex “giardiniere” di Silvio Berlusconi, Melaverde debuttò nel 1998 proprio nella giornata del 20 settembre sugli schermi di Rete4, diventando, in breve tempo, uno dei programmi più seguiti della domenica targata Mediaset. Con all’attivo oltre 500 puntate, e una promozione su Canale5 dall’autunno del 2012, il programma si è attestato negli ultimi anni su una media di circa 2 milioni di telespettatori a puntata.




28
settembre

MELAVERDE: NUOVA EDIZIONE CON UN OCCHIO PUNTATO AD EXPO 2015

Edoardo Raspelli

Forte di una media di circa 2 milioni di telespettatori e di uno share del 18%, torna in onda – quest’oggi alle 11.50 – Melaverde, programma di Canale 5 incentrato su natura, ambiente, e agricoltura, condotto da Edoardo Raspelli e, per la quinta stagione consecutiva, Ellen Hidding. La trasmissione, giunta al suo diciassettesimo anno, continua ad approfondire le eccellenze del territorio italiano e dei suoi prodotti, ma allo stesso tempo apre, in vista di Expo 2015, un’importante finestra sull’Europa.

“(Manterremo l’obiettivo) di far conoscere, scoprire e valorizzare le bellezze della nostra Italia, ma senza dimenticare il nostro ruolo europeo“, dichiara Giacomo Tiraboschi, curatore storico di Melaverde sin dalla prima stagione del 1998.

Tra le mete prescelte per l’itinerario Europeo ci saranno Norvegia, Svizzera, Irlanda, Scozia, Francia, Malta e Galles. Nel primo appuntamento il critico gastronomico Edoardo Raspelli è in Norvegia, dove – travestito da improbabile guerriero vichingo – approfondisce le caratteristiche di due prodotti di quel territorio apprezzati anche nel nostro Paese: lo stoccafisso e il baccalà. Anche quest’anno la trasmissione, risposta Mediaset alla Linea Verde di Rai1, sarà preceduta alle 11.30 dallo spazio Le Storie di Melaverde, e sarà replicata il sabato successivo alle 10,00 sempre su Canale5.

Melaverde 2014/2015 – la prima puntata


15
settembre

MELAVERDE: ELLEN HIDDING E RASPELLI RIPRENDONO IL LORO VIAGGIO PER L’ITALIA

Melaverde

Ellen Hidding e Edoardo Raspelli

E’ arrivato il primo giorno di “scuola” anche per Edoardo Raspelli ed Ellen Hidding. Tra pochi minuti, alle 11.50, il critico gastronomico e l’olandesina della tv italiana terranno a battesimo la sedicesima edizione di Melaverde.

Nella prima puntata del programma, in onda dallo scorso anno su Canale 5, Edoardo Raspelli, dalla Val Brembana, presenterà la storia di una famiglia che ha saputo trasformare una porzione di montagna isolata in un luogo dalle mille risorse. Mucche di razza bruna alpina e capre dalle quali si ottiene latte e formaggio particolarmente prelibati. E, inoltre, lana e fieno trasformati in prodotti per trattamenti di benessere all’interno del dell’agriturismo.

Ellen Hidding sarà in Valle d’Aosta per proporre due famosi prodotti tipici della Valle, la Fontina Dop e il Genepy, un liquore digestivo tra i più apprezzati – noto per le proprietà terapeutiche – ricavato da piccole erbe di montagna appartenenti al genere Artemisia, che in Valle d’Aosta crescono spontanee.  Il Genepy è da sempre riconosciuto anche per le azioni benefiche, diuretiche ed antisettiche.





12
agosto

DMLIVE24: 12 AGOSTO 2013. MELAVERDE RICOMINCIA DALLA PUNTATA N.449 IL 15 SETTEMBRE

Edoardo Raspelli

Edoardo Raspelli

>>> Dal Diario di ieri…

  • Edoardo Raspelli ed Ellen Hidding alle prese con la nuova edizione di Melaverde

Edoardo Raspelli ed Ellen Hidding alle prese con la puntata n. 449 di Melaverde, in onda da domenica 15 settembre alle 11.50 su Canale 5. Edoardo Raspelli dalla Val Brembana, presenta la storia  di una famiglia che ha saputo trasformare una porzione di montagna isolata in un luogo dalle mille risorse. Vacche di razza bruna e capre dalle quali si ottiene latte e formaggio  particolarmente prelibati.  E inoltre, lana e fieno trasformati in prodotti per trattamenti di benessere all’interno dell’agriturismo.

Ellen Hidding è Valle d’Aosta per raccontare due famosi prodotti tipici della Valle, la Fontina  e il Genepy, un liquore digestivo tra i più apprezzati – noto per le proprietà terapeutiche – ricavato  da piccole erbe di montagna appartenenti al genere Artemisia, che in Valle d’Aosta crescono spontanee. Il Genepy è da sempre riconosciuto anche per le  azioni benefiche, diuretiche ed antisettiche.


13
maggio

DM LIVE24: 13 MAGGIO 2013. MELAVERDE DA’ APPUNTAMENTO A SETTEMBRE, HART OF DIXIE IN PRIMA TV SU CANALE 5

Melaverde - Edoardo Raspelli

Melaverde - Edoardo Raspelli

>>> Dal Diario di ieri…

  • Melaverde dà appuntamento a settembre

Markos ha scritto alle 13:02

Oggi su Canale5 si è concluso “Melaverde”. A fine puntata un messaggio ha avvisato gli spettatori che il programma tornerà da domenica 15 settembre.

  • Hart of Dixie in prima tv su Canale 5

Markos ha scritto alle 13:03

Da sabato prossimo debutta su Canale5 il telefilm “Hart Of Dixie”, trasmesso in prima tv in chiaro alle 14:10.





16
settembre

MELAVERDE DEBUTTA OGGI SU CANALE 5

Ellen Hidding a Melaverde

Riparte dalla provincia di Piacenza, per l’esattezza da Viustino di San Giorgio Piacentino, e da Canale 5 la nuova edizione di Melaverde. Il programma, per anni successo di Rete4 (oltre il 10% di share), è stato, infatti, promosso sulla rete ammiraglia del Biscione e prende il via oggi alle 11.50 fino al telegiornale delle 13.

La trasmissione ideata da Giacomo Tiraboschi e condotta da Edoardo Raspelli ed Ellen Hidding continuerà a svelare le meraviglie della penisola italiana con i suoi piccoli, inimitabili, tesori fatti di tradizione ed ingegno, di amore e devozione per mestieri antichi e nuovi.

Con lo sbarco su Canale5 Eleonora Daniele e Fabrizio Gatta, conduttori di Linea verde (su Rai1 dal 30 settembre), dormiranno sonni meno tranquilli ma Melaverde dovrà vedersela anche con la “concorrenza” interna. Sorprende, infatti, che nella stessa collocazione oraria (dalle 12 alle 13.10) Rete4 schieri Pianetamare con Tessa Gelisio, programma che pesca dallo stesso pubblico degli afecionados della natura.


18
luglio

EDOARDO RASPELLI A DM: SODDISFAZIONE E PREOCCUPAZIONE PER IL PASSAGGIO DI MELAVERDE A CANALE5. LA PAURA DELLA MORTE MI CREA UN SOTTILE EGOCENTRISMO.

Edoardo Raspelli

Alla fine, la promozione l’ha conquistata. Edoardo Raspelli, complici i buoni risultati d’ascolto, prepara armi bagagli forchette e coltelli per traslocare il suo Melaverde, insieme alla compagna catodica Ellen Hidding, da Rete4 a Canale5. Il più celebre critico gastronomico del Paese ci ha raccontato gli stati d’animo che accompagnano questo importante passaggio proprio nel giorno in cui l’evento culinario che lo aspettava aveva un sapore particolare: era il suo 33° anniversario di matrimonio.

Allora Edoardo, finalmente si passa a Canale 5…

Si. Ma il ‘finalmente’ non posso condividerlo totalmente. La notizia del passaggio da Rete4 a Canale5 mi ha creato tutta una serie di sensazioni: emozione, piacere, felicità ma anche preoccupazione, ansia, timore e rimpianto.

Perché rimpianto?

Per 15 anni, 14 edizioni e 420 puntate abbiamo realizzato il programma per Rete4 e abbiamo avuto a che fare con persone che ci hanno seguito, aiutato e valorizzato con affetto e interesse, a cominciare dal direttore Giovanelli, con il quale Melaverde ha visto la luce, passando per Scheri e arrivando a Feyles (attuale direttore di rete), senza dimenticare l’ideatore del programma Giacomo Tiraboschi. Ecco perché traslocare ti dà rimpianti e malinconie.

Però è innegabile la soddisfazione…

Provo la stessa sensazione di quando negli anni 70 lavoravo come cronista di nera e critico gastronomico al Corriere Informazione e tutti bramavamo di passare al fratello maggiore che era il Corriere della Sera. In quell’occasione, però, non ci riuscii. Adesso, invece, c’è la soddisfazione di essere passati dalla mascotte di Mediaset all’ammiraglia per i buoni risultati che il programma ha fatto, anche e soprattutto nel target commerciale. Viene seguito dagli anziani, appassiona i bambini, suscita interesse in chi è appassionato di agricoltura e ambiente.

Preoccupazione perché la responsabilità aumenta?

Si. A Rete4 eravamo i primi della domenica ed era uno dei primi programmi della rete. Adesso è come giocare a carte: speriamo che arrivino quelle buone.

Cosa spinge il più celebre critico gastronomico italiano a condurre un programma in televisione?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


2
luglio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (25/06 – 1/07/2012). PROMOSSI CONCERTO PER L’EMILIA E MELAVERDE SU CANALE 5. BOCCIATI DOSSENA E LE POLEMICHE DI CELENTANO

Raffaella Carrà ospite del Concerto per l'Emilia

9 a Concerto per L’Emilia. La mega manifestazione benefica di Rai1 ha conseguito uno straordinario successo su più fronti. Circa 3 milioni di euro realizzati grazie a quello che, televisivamente parlando, è stato un grande evento capace di catturare l’attenzione, nelle oltre tre ore di durata, di cinque milioni di persone (share del 27.32%). I grandi ascolti dimostrano altresí che la musica in tv funziona quando a mettersi in gioco ci sono le star.

8 alla decisione di rispolverare Scene da Un Matrimonio. In tempi in cui il factual e i matrimoni imperano sulle reti digitali appare più che auspicabile la decisione di Rete4 di puntare sul programma “progenitore”.

7 al passaggio di Melaverde su Canale 5. Finalmente la rete ammiraglia Mediaset potrà contare su un valido programma domenicale nella fascia di mezzogiorno. Vero è che il pubblico del programma di Raspelli e Hidding non sembra così “commerciale”.

6 alla difesa che Paola Ferrari sulle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni fa della squadra Rai degli Europei. E’ innegabile che spesso ci si è accaniti troppo e a sproposito, però alcuni aspetti rimangono indifendibili alla luce altresì della qualitá di cui un servizio pubblico dovrebbe farsi garante.