Mariah Carey



1
novembre

EMPIRE 3: I LYON TORNANO A RUGGIRE SU FOX LIFE

Empire 3

L’entrata nel nuovo mese si apre con Empire. Al musical drama ambientato nel mondo discografico il compito, quindi, di inaugurare le novità seriali di questo novembre. A poche settimane di distanza dagli Usa, il primo episodio si avvia al debutto anche in Italia, previsto alle 21.00 di questa sera su FoxLife.




30
luglio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (23-29/07/2012). PROMOSSI TERRA NOSTRA E BROTHERS AND SISTERS. BOCCIATI I PALINSESTI MEDIASET “IN BILICO” E LE REPLICHE DE IL MERCANTE IN FIERA

Cerimonia d'inaugurazione Olimpiadi di Londra 2012

10 alla Cerimonia d’inaugurazione delle Olimpiadi di Londra 2012. Uno spettacolo impeccabile, quello offerto dagli inglesi lo scorso 27 luglio, che ha saputo unire rigore e intrattenimento risultando apprezzatissimo anche dal pubblico italiano con quasi un televisore su due sintonizzato sull’evento (voto 1 alle interruzioni pubblicitarie di Mamma Rai).

9Terra Nostra. Si diceva che il digitale parlasse solo ai giovani e, invece, ecco che il programma più seguito, con picchi superiori al 7% di share, è una telenovela. Non una lunga serialità qualsiasi, ma una produzione kolossal brasiliana datata 1999, capace di raggiungere oltre il 70% di share nel paese d’origine, diventando un vero e proprio fenomeno di costume. Successo anche in Italia, dove ha rappresentato uno dei più fortunati access prime time di Rete 4 che poi l’ha lasciata andare a Rai3, prima, e Rai Premium dopo. Opportunità mancata anche da La5 che ha mandato in onda lo scorso anno in orari proibitivi il seguito (solo ideale) Terra Nostra 2 – La Speranza.

8 a Brothers and Sisters. La scorsa settimana la saga dei Walker si è congedata definitivamente dal pubblico di Rai2 dopo cinque stagioni. Plauso ad una serie dominata dalla parola e da un racconto che trae linfa da personaggi ben delineati senza il timore di risultare poco convenzionali. Peccato che l’ultima annata sia stata la peggiore a livello creativo.

7 a Mariah Carey. La popstar è stata ingaggiata in qualità di giudice del prossimo American Idol per un cachet che pare sfiori i 18 milioni di dollari. Il suo ingaggio, al pari di quello di altre star della musica mondiale arruolate in Usa, getta di riflesso qualche ombra sui talent nostrani che non hanno mai potuto contare sinora su personaggi così altisonanti. I big della musica italiana, pur non avendo la notorietà e spesso anche il talento dei cantanti d’Oltreoceano, sono poco inclini a mettersi in gioco.

6 al nuovo regolamento del Festival di Sanremo 2013. Ben venga qualsiasi novità ad un meccanismo che va oleato di anno in anno, ma l’impressione – anche se è presto per sbilanciarsi – è che si rischia di rendere tutto molto più caotico. Se il motivo poi delle mancate eliminazioni è il non urtare la sensibilità di alcuni big non ci siamo proprio.


25
luglio

DM LIVE24: 25 LUGLIO 2012. MARIAH CAREY GIUDICE DI AMERICAN IDOL, BOY GEORGE DUETTA CON AL BANO (E VABBE’!)

Diario della Televisione Italiana del 25 Luglio 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Mariah Carey giudice di “American Idol”

Critico Tritatutto ha scritto alle 17:07

Cambio di guardia tra reginette nel pop negli studi di “American Idol”. A poche ore di distanza dall’addio ufficiale di Jennifer Lopez, che ha lasciato il format per dedicarsi al cinema, è stato reso ufficiale il nome delle sua erede: Mariah Carey. Dopo le trattative con “X Factor” – che alla fine ha preferito Britney Spears – ora Mariah ha firmato un contratto con “American Idol”, per la cifra record di 18 milioni di dollari. La conferma arriva da Kevin Reilly, Presidente della Fox Entertainment, che si è detto felice di poter confermare la collaborazione con Mariah Carey: “Siamo orgogliosi di avere nel nostro show una delle più grandi cantanti al mondo. Mariah dà un senso alla parola Idol e ispirerà sicuramente ogni cantante che avrà l’onore di esibirsi di fronte a lei”. Altrettanto entusiasta la replica della popstar che, in conferenza stampa, ha fatto sapere:”Sono così eccitata all’idea di partecipare ad American Idol. E’ successo tutto così in fretta. Non vedo l’ora di iniziare, ci vediamo a gennaio”. La Carey va così a sostituire Jennifer Lopez, che ha rinunciato al posto di giudice nel talent per dedicarsi alla sua carriera cinematografica. Mariah sembra quindi aver trovato finalmente la sua collocazione televisiva. La popstar era infatti in trattative con “X Factor”, ma alla fine il format ha preferito puntare sulla rivale Britney Spears. Ma “American Idol” è una seconda scelta tutt’altro che sfortunata per la Carey: il compenso previsto, infatti, sfiora i 18 milioni di dollari. (TGCom24)

  • Boy George duetta con Al Bano

PierVivaCanale5 ha scritto alle 20:45





12
novembre

X FACTOR 3 DECIMA PUNTATA: VOLANO PAROLE GROSSE TRA FACCHINETTI E MORGAN. ELIMINATA CHIARA RANIERI

XFactor 3, Marco

Il peggior limite di Facchinetti è probabilmente il fatto di essere afflitto dalla “sindrome del bravo ragazzo” che evita tutte le forme di contrasto acceso, appiattendo così tutte le discussioni; il maggior difetto di Morgan è sicuramente la tracotanza, quell’edonistica saccenza che lo porta sempre a guardare tutti dall’alto in basso. Quando le due cose si scontrano succede che, per realtà o per spettacolo, una tranquilla serata come quella di ieri ad X Factor, si trasforma in un ring sotto i riflettori, con buona pace di tutti quelli che hanno sempre sostenuto che il talent di Raidue era totalmente estraneo al trash.

Tutto in verità comincia “per colpa” della Mori che liquida Castoldi durante un suo giudizio dicendo, con somma soddisfazione del pubblico,  ”Va bene, queste sono ca**ate“. La Mori si guadagna così l’applauso del pubblico e la risata del conduttore e… apriti cielo! Morgan inizia ad inveire contro il solito “pubblico becero e ignorante”; Facchinetti prova a placare il giudice con frasi di circostanza ed è presto accusato dal bizzarro giudice senza troppi giri di parole: ”Ecco che arriva Facchinetti, come al solito nel suo ruolo di arbitro senza competenze“; non pago, ed in pieno delirio, Morgan continua la sfilza di epiteti “Sei un demagogo, un populista, retorico e vuoto!“, e Facchinetti chiosa: ”Se essere pieni vuol dire essere come te, meglio essere vuoti tutta la vita”. Nessuno dei due retrocede e la tensione è decisamente alta. A distanza di qualche minuto i bollori si placano e, come da manuale, arrivano le scuse di Morgan e l’abbraccio con il conduttore, che tuttavia mastica un perdono amaro e sembra davvero colpito dalle invettive del pirata.

Per il resto una puntata che è filata via, ”liscia come l’olio”: Amadeus nel ruolo del quarto giudice; Mariah Carey, Spandau Ballet e Matteo Becucci ospiti musicali della serata. Sei i cantanti in gara, due le manche che hanno visto al ballottaggio finale i “fratelli di categoria” Chiara e Silver, salvato poi dal giudizio finale dello stesso Morgan. Si conferma vincente inoltre la scelta della “manche tematica”: dopo quella “Anni 80″ e quella sanremese, ieri sera è stata la volta di Michael Jackson. Le ottime performance dei talenti e le hit intramontabili del “re del pop” hanno infatti confezionato uno show godibile e credibile… peccato solo per l’orario!

I dettagli sulle performance dei concorrenti, l’eliminazione di Chiara e le “7 note”, dopo il salto.


11
novembre

XFACTOR 3: PER LA DECIMA PUNTATA AMADEUS QUARTO GIUDICE, MARIAH CAREY, SPANDAU BALLET E MATTEO BECUCCI OSPITI MUSICALI

Francesco Facchinetti X factor 3: decima puntata e day time

Se gli ascolti del prime-time di “X Factor” non hanno regalato particolari soddisfazioni, sta letteralmente naufragando tra i titani del preserale (Conti e Scotti) l’appuntamento quotidiano del talent show. Il day time delle ore 19 infatti stenta a superare la soglia del 6% di share e nel momento in cui lo si guarda, non è difficile capirne il perchè.

Un’autentica “mezz’ora di nulla”: qualche provino, la review dell’assegnazione brani, alcune prove e Facchinetti che tenta di creare un po’ di suspence tra un montaggio e l’altro. Praticamente ridotta a zero la cronaca della vita nei loft, sulle simpatie, le antipatie e i confronti tra concorrenti. Inspiegabile poi l’utilizzo massivo di spezzoni dell’ultima puntata serale; inspiegabile perchè, sebbene sia comprensibile un recap generale, vengono mandate in onda ad oltranza vere e proprie repliche (presumibilmente già viste dai telespettatori) del mercoledì precedente e, a fine puntata, lo spettatore si chiede se per caso sia finito “lost in translation“, vittima di una dimensione parallela in cui il tempo si è fermato.

Quarto giudice della decima puntata in onda stasera, Amadeus (già visto insieme alla Mori durante alcuni provini), mentre gli ospiti musicali saranno Mariah Carey, gli Spandau Ballet (band culto degli anni 80′) e il vincitore della seconda edizione del talent, Matteo Becucci. Sei i cantanti rimasti in gara che si  cimenteranno in due manche, di cui una interamente costruita con brani del compianto re del pop, Michael Jackson.

Dopo il salto, tutte le assegnazioni.





12
aprile

WHITNEY HOUSTON SHOCK: SOLIDARIETA’ DA MARIAH CAREY MA LA COGNATA RINCARA LA DOSE

Whitney Houston

Vi ricordate il post in cui, alcuni giorni fa, parlavo della grave situazione in cui è precipitata Whitney Houston? (No!?! leggete il post allora cliccando qui)

Il successo riscosso da quel post mi porta ad aggiornarVi sugli sviluppi della situazione.

A differenza, infatti, di quanto spesso (se non sempre) accade nel mondo dello spettacolo ci sono state delle manifestazioni di solidarietà per la ”nostra”.

L’acerrima nemica di un tempo, Mariah Carey, vorrebbe ritornare sui suoi passi.

Dopo gli scontri per il duetto del 1998 (When You Believe, del quale Vi fornisco una “diapositiva” qui a lato) arriva una dichiarazione della Carey che parrebbe aver accantonato i vecchi rancori.

“A Whitney va  tutto il mio amore – ha detto la Carey – è un tale, immenso talento. Vorrei incidere un altro duetto con lei”.

Dopo aver provato sulla propria pelle depressione e solitudine, quella che è sempre stata definita (forse a torto) un’artista capricciosa e viziata, vuole mettere a disposizione della collega sfortunata la forza e l’energia che le hanno permesso di voltar pagina dopo non poche sventure.

Nonostante, infatti :