lascia o raddoppia



3
gennaio

UN TEMPO C’ERANO I CAMPIONI

Rischiatutto / Mike Bongiorno, Sabina Ciuffini e Massimo Inardi @ Davide Maggio .it

Ebbene si, sto leggendo La Versione di Mike, l’autobiografia del più longevo conduttore della storia della televisione.

Tralasciando il giudizio non completamente positivo, quanto meno per ora, alcune pagine mi hanno portato a fare delle riflessioni.

Si è più volte parlato su DM della nuova formula adottata dai telequiz dei giorni nostri che non dà modo ai concorrenti di entrare nelle simpatie (o anche nelle antipatie) dei telespettatori, cosa che, un tempo, consentiva a perfetti sconosciuti di diventare, di fatto, personaggi pubblici riscuotendo una popolarità che non poteva essere trascurata.

Oggi di questi concorrenti-personaggi non ce n’è più traccia per due ragioni fondamentali.

La prima, e probabilmente la più importante, risiede nella struttura dei quiz contemporanei che non permette ad un concorrente di rimanere in carica come campione… se non per il tempo necessario alle varie… scalate.

La seconda, invece, è individuabile in quella che ho definito come la pessima involuzione dei casting tv che hanno, ormai, come fine precipuo il reperimento di ”pozzi di scienza” (discutibili) che possano essere in grado di “sbancare il botteghino” ma che, in fin dei conti, non hanno quella spettacolarità necessaria a fare di un quiz un TELEquiz!

Apparizioni estemporanee in cui i concorrenti hanno come obiettivo principale il malloppo da portare a casa e non sono in grado di dar vita (anche perchè, pur volendo, non ne viene offerta la possibilità) quel singolare e divertente confronto dialettico che si instaurava, un tempo, tra conduttore-protagonista e concorrente-antagonista e che diveniva parte integrante di quello che era si un telequiz ma prima ancora era uno spettacolo!

Tra le pagine de La Versione di Mike ho trovato conferma a ciò che ho sempre pensato e che, daltronde, è sotto gli occhi di tutti. Mi ha colpito, difatti, come, a distanza di anni, il buon vecchio Mike sia riuscito a ricordare i nomi e persino le storie di alcuni campioni che hanno fatto, insieme a lui, la storia dei quiz.

Ecco cosa dice Mike dei Suoi concorrenti




25
luglio

MIKE : ARRIVA LA LIBERATORIA PER MISS ITALIA E PER…

Mike Bongiorno a Lascia o Raddoppia @ Davide Maggio .it

Finalmente è arrivata la liberatoria di Mediaset che consentirà al Re del Quiz di poter proclamare la nuova reginetta della bellezza italiana il prossimo 24 settembre a Salsomaggiore.

Ma ho un dubbio…

Perchè mai si è tardato così tanto nel rilasciare questa liberatoria?

In realtà credo che questo temporaneo ritorno alla tv di Stato includa qualcos’altro.

Non è un mistero, infatti, che Mike Bongiorno stia progettando il Suo ritiro dalle scene in grande stile con una nuova edizione, sulla TV di Stato, di Lascia o Raddoppia.

E probabilmente questo è il momento migliore per il più grande presentatore di tutti i tempi.

Mike Bongiorno riesce ancora oggi ad essere sulla cresta dell’onda e nonostante la “relegazione” a Rete4 con quiz di second’ordine ha avuto la straordinaria capacità, alla veneranda età di 83 anni, di rimettersi in gioco con la nuova coppia comica del nuovo millennio creata insieme a Fiorello.

Una voglia di ”rinnovarsi” anche in vista del Suo ritiro dalle scene che, vi sono sincero, un po’ di malinconia me la mette.

Pensate che quest’ANSA battuta ieri sera possa lasciar presagire quanto ho scritto sino ad ora?

(ANSA) – ROMA, 24 LUG – Mike Bongiorno questa sera ha firmato un accordo con la Rai: sara’ il conduttore della prossima edizione di Miss Italia. Ma, a quanto si e’ appreso, l’accordo andrebbe oltre l’evento di settembre su Rai 1 e riguarderebbe anche altri impegni. Lo storico conduttore televisivo aveva gia’ ottenuto, poco meno di un mese fa, una liberatoria da Mediaset per lavorare nella tv pubblica.