Isis



2
ottobre

TERROR STUDIOS, ROBERTO SAVIANO RACCONTA LA PROPAGANDA ISIS SUL NOVE

Terror Studios - La Propaganda dell'ISIS

Terror Studios - La Propaganda dell'ISIS

Cinquantamila account Twitter, mille contenuti mensili, addirittura cinque case di produzione: questi i numeri della comunicazione Isis, cuore della propaganda del terrore jihadista, e stasera al centro del documentario ‘Terror Studios’, in onda alle 21.15 sul NOVE, in anteprima assoluta per l’Italia. Diretto dal registra francese Alexis Marant per l’emittente Canal+, nella messa in onda italiana vanterà il commento di Roberto Saviano e verrà trasmesso anche in streaming sul sito di Repubblica.it.




7
gennaio

FUGA DALL’ISIS: SU SKYTG24 LA RETE CHE LIBERA LE SCHIAVE DEL CALIFFO

Fuga dall'Isis

Donne che fuggono dall’inferno. Dalle violenze del Califfato. SkyTg24 propone, in prima visione per l’Italia, Fuga dall’Isis, un reportage dedicato alle loro storie. Stasera – 7 gennaio – in prime time, l’emittente all news trasmetterà un documento sulla liberazione delle donne fatte prigioniere e schiave dal sedicente Stato Islamico. Un viaggio faticoso reso possibile grazie a un gruppo di uomini coraggiosi.


23
novembre

LE IENE: INCHIESTA SUI COMBATTENTI DELL’ISIS. A QUINTA COLONNA ‘IL TERRORISTA DELLA PORTA ACCANTO’

Paolo Del Debbio

A dieci giorni dagli attentati di Parigi, è l’allarme terrorismo l’argomento più affrontato dai programmi televisivi. Non può essere diversamente: proprio in queste ore, le forze di sicurezza stanno proseguendo arresti e perquisizioni in ambienti legati al fanatismo islamico. Stasera in prime time Mediaset tratterà il tema sia sul fronte del dibattito sia su quello dell’approfondimento. Le Iene di Italia1, in particolare, proporranno un’inchiesta sui foreign fighters.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





22
luglio

GO BACK TO WHERE YOU CAME FROM: IN AUSTRALIA TRE CONCORRENTI DI UN REALITY SHOW FINISCONO NEL MIRINO DELL’ISIS RISCHIANDO LA VITA

Go back to where you came from

Avete mai sentito parlare del format tv “Go back to where you came from“? Si tratta di un reality show, in onda in Australia sulla Sbs e giunto alla terza edizione. In italiano si traduce “Torna da dove sei venuto“: un programma in cui sei australiani sono chiamati a mettere in gioco le proprie convinzioni sui delicati temi dell’integrazione e dell’immigrazione, in un viaggio che ripercorre in prima persona il difficile cammino di coloro che chiedono rifugio in Australia partendo anche da luoghi e situazioni di pericolo.

Mai, però, Andrew, Kim e Nicole – tre dei sei concorrenti protagonisti della terza edizione in corso – si sarebbero immaginati di finire nella “tana” dell’Isis, nel mirino dei tagliagole, che non hanno avuto pietà e timore nell’aprire il fuoco per eliminare il nemico. I tre, grazie anche ai giubbotti anti-proiettili, sono riusciti a scappare in tempo e portare in salvo le proprie vite.

Ci hanno detto che ogni sibilo percepito poteva essere il colpo di un mortaio e che avevamo trenta secondi per fare cento metri e spostarci”, ha spiegato a news.com.au la concorrente Nicole, un’attivista per i diritti umani.