Giuseppe Cruciani



27
settembre

RADIO BELVA: GIUSEPPE CRUCIANI E DAVID PARENZO SBARCANO NEL PRIME TIME DI RETE4

Giuseppe Cruciani e David Parenzo

Radio Belva per Giuseppe Cruciani e David Parenzo

Update del 27 settembre 2013 – Lo show di Giuseppe Cruciani e David Parenzo andrà in onda su Rete 4 dal 9 ottobre e si chiamerà Radio Belva.

Giuseppe Cruciani e David Parenzo in prime time su Rete 4

Articolo del 4 settembre 2013 – “In due è meglio” devono aver pensato in quel di Rete4. Già, perchè le esperienze televisive in solitaria del duo più cattivo della radio italiana, quello formato da Giuseppe Cruciani e David Parenzo, non è che siano andate proprio benissimo. Così, in sede di presentazione delle proposte informative del canale diretto da Giuseppe Feyles, l’atteso annuncio: la coppia de La Zanzara approderà anche in tv, a partire dal mese di ottobre, con un programma in prima serata.

Si sa già che il giorno di programmazione sarà il mercoledì. Si attendono news sui contenuti della trasmissione che però sono ipotizzabili, d’altronde il successo del programma radiofonico condotto dal lunedì al venerdì su Radio 24 ha ormai lanciato il duo nell’orbita dei disturbatori/provocatori ed è difficile che un pubblico fidelizzato come quello de La Zanzara possa aspettarsi un cambiamento di stile.

Probabile che la coppia debba darsi una “ripulita” per il linguaggio adottato e per certe espressioni che in radio evidentemente possono utilizzare con una certa libertà. La tv richiede un linguaggio più consono. Anche gli ospiti con i quali interagiranno saranno con ogni probabilità più selezionati e meno folkloristici di quelli radiofonici. In attesa di saperne di più, comunque, bisogna apprezzare lo sforzo di Rete4 per aver concretizzato un progetto che era nell’aria già da parecchio tempo ma che non era mai stato compiutamente definito.




4
settembre

RETE4: CRUCIANI E PARENZO, IL QUARTO GRADO DI NUZZI E LE NOVITA’ DI QUINTA COLONNA

La squadra dell'Informazione di Rete4

Il “dream team” – come l’hanno già ribattezzato i vertici dell’informazione Mediaset – è al gran completo. Nuzzi e Scampini, Del Debbio, Capuozzo, Venuto, poi le new entry dell’ultima ora Cruciani e Parenzo: eccoli qui, i fantastici sette. All’inizio di una nuova stagione tv, Rete4 è pronta a schierare una formazione giornalistica di tutto rispetto. Lo squadrone è stato presentato stamane a Milano, alla presenza del ‘commissario tecnico’ Mario Giordano, del Direttore Generale dell’Informazione Mauro Crippa e del direttore di rete Giuseppe Feyles. Quest’ultimo, in particolare, si è detto entusiasta per il fatto che il suo canale ospiterà quattro serate di produzioni in prime time, con l’obiettivo dichiarato di ampliare il pubblico di riferimento.

Capita poche volte di guardarsi attorno e di vedere una squadra così” ha commentato il direttore di Videonews Giordano, cui è spettato il compito di svelare ai giornalisti le principali novità dell’informazione targata Rete4. Così, mentre Quinta Colonna di Paolo Del Debbio proverà a portare i politici direttamente nelle piazze (con tutti i rischi e i pericoli del caso), Quarto Grado debutterà con un nuovo comandante al timone: Gianluigi Nuzzi. “La sua esperienza si sposa alla perfezione con la struttura del programma curato da Siria Magri” ha spiegato Giordano, aggiungendo che in futuro il giornalista – approdato a Mediaset anche come vicedirettore di Videonews – firmerà alcune inchieste secondo il suo apprezzato stile.

Lavoreremo molto sulla credibilità e, a tal proposito, in ogni puntata ospiteremo in studio un magistrato in servizio. Vorremmo infatti che la legge entrasse nel programma e fosse comprensibile a tutti” ha dichiarato Nuzzi, anticipando che nell’appuntamento d’esordio di venerdì 6 settembre sarà il gip milanese Giuseppe Gennari a spiegare al pubblico l’aspetto legislativo. “L’idea di fare inchieste credo invece che si concretizzerà l’anno prossimo” ha poi aggiunto il giornalista. Poi, spazio a Cruciani e Parenzo: i nuovi arrivati. 


4
ottobre

LA MAMMA DI FIORITO, POMERIGGIO CINQUE E IL CAMIONISTA DI BARI. A LA ZANZARA IL TOP DEL TRASH

Barbara D'urso vs madre di Fiorito, Pomeriggio Cinque

Ora se ne sta in carcere ed è probabile che i magistrati, viste le accuse a suo carico, gli facciano il mazzo. Il mazzo Fiorito. Continua la saga dell’ex capogruppo Pdl alla Regione Lazio Franco Fiorito, agli arresti con l’accusa di peculato, la cui vicenda sta tenendo banco sulle prime pagine dei quotidiani e pure in tv. Le prodezze di Er Batman – come è stato soprannominato – hanno infatti trovato spazio anche nel daytime, con episodi diventati ormai un cult.

Tra tutti, spicca l’intervento telefonico di Anna Tintori, madre del Fiorito, alla trasmissione Pomeriggio Cinque. La signora ha difeso il figlio in diretta rimproverando alla conduttrice Barbara D’Urso di averlo offeso e deriso, anche per il suo aspetto fisico.

Lei è disumana, le auguro che le capiti ciò che è successo a me. Mio figlio è un puro. Finché la giustizia non dirà quello che ha fatto, lei non si può permettere di ridere sulle spalle di un ragazzo che sta soffrendo le pene dell’inferno”

ha inveito mammà l’altro ieri. Da parte sua, la povera Maria Carmela ha assicurato rispetto per la vicenda dalla signora Tintori, celando il suo stato d’animo dietro ad un’espressione contrita, forse innescata dai neuroni specchio. Un siparietto, questo, che il critico Aldo Grasso non ha esitato a definire di “trash tv“, e sul quale una parte del pubblico si è divisa, con reazioni talvolta sopra le righe. Ma reazioni ancora più accese sono arrivate a La Zanzara di Radio24.





23
maggio

APOCALYPSE: GIUSEPPE CRUCIANI PORTA LA MORTE DI MUSSOLINI IN PRIMA SERATA SU RETE4

Benito Mussolini

Dall’onore delle grandi adunate alla profanazione di Piazzale Loreto, stasera il corpo del Duce riapparirà in tv attraverso immagini inedite e sconvolgenti. Accadrà nella prima puntata di Apocalypse, il programma di Rete4 condotto in prime time da Giuseppe Cruciani. Il giornalista, noto come voce della trasmissione radiofonica La Zanzara, indosserà i panni del commentatore di fatti storici tanto rilevanti quanto controversi. Non a caso, la sua indagine televisiva inizierà dalla figura di Benito Mussolini.

All’esordio della nuova edizione del programma, verrà trasmesso il documentario Il corpo del Duce, prodotto da Cinecittà Luce in collaborazione con Rete4 e tratto dall’omonimo saggio di Sergio Luzzatto. Il film offrirà al pubblico una riflessione sul valore simbolico e politico del corpo di Mussolini, che fu divinizzato da vivo, nell’esercizio del suo potere, e divenne oggetto di incivile profanazione subito dopo la morte, avvenuta in circostanze non del tutto chiare. Apocalypse approfondirà inoltre le travagliate vicende del trafugamento della salma del Duce e Giuseppe Cruciani interverrà con commenti, valutazioni, considerazioni schiette e talvolta scomode.

Stasera Rete4 mostrerà in prima serata immagini crude, che documenteranno senza censure lo scempio operato sul cadavere di Mussolini: si tratta delle foto esclusive scattate nella Questura di Milano il 14 agosto del ’46, poi inserite in un faldone riservato del Ministero degli Interni e rimaste top secret per oltre mezzo secolo. Cruciani collegherà tra loro i vari filmati, soffermandosi su alcuni aspetti poco noti e introducendo testimonianze che aiuteranno a ricostruire uno dei momenti più drammatici della Storia contemporanea.


22
maggio

DM LIVE24: 22 MAGGIO 2012. CRUCIANI IN PRIMA SERATA SU RETE4, IL BRACCIO E LA MENTE ANTICIPA E… CAMBIA!

Diario della Televisione Italiana del 22 Maggio 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Cruciani in prima serata su Rete 4

lu85 ha scritto alle 11:39

Giuseppe Cruciani, conduttore del programma radiofonico “La Zanzara”, affronta una nuova sfida: la prima serata televisiva in veste di commentatore di fatti storici di rilievo. L’occasione, dal 23 maggio, è la nuova serie di “Apocalypse”, con la quale la Rete diretta da Giuseppe Feyles torna a proporre la grande storia in prime-time. L’evento che segna l’apertura del ciclo è “Il corpo del Duce”, durissimo documentario coprodotto da Cinecittà Luce e Retequattro tratto dall’omonimo saggio di Sergio Luzzatto. Le due puntate successive di “Apocalypse”, in onda sempre il mercoledì in prima serata su Retequattro, Cruciani commenterà una ricostruzione accurata della Seconda Guerra Mondiale e l’ascesa di Hitler.

  • Il Braccio e la Mente anticipa…

lu85 ha scritto alle 18:10

Da oggi Il braccio e la mente anticipa di 10 minuti: andrà in onda alle 18.40.

  • … e cambia!

Taichi ha scritto alle 19:47





31
ottobre

CONTROCAMPO – LINEA NOTTE: NONOSTANTE IL TAGLIO DEI COSTI (E GRAZIE AD ABATANTUONO) E’ PROMOSSO A PIENI VOTI

Controcampo Linea Notte

Certe volte in tv non serve avere un grande budget per poter realizzare qualcosa di interessante. Anzi, le ristrettezze economiche possono aiutare a spremere le meningi e ottimizzare le risorse disponibili. E’ un po’ quel che è accaduto a ControcampoLinea notte (questo il suffisso attribuito allo storico marchio di Sport Mediaset) che nonostante l’evidente taglio dei costi di produzione ha nettamente migliorato i suoi contenuti rispetto alle ultime edizioni (peraltro continuamente bastonate in share dal competitor di Rai2).

Una riduzione dei costi che ha avuto l’effetto di una bacchetta magica, in grado di far sparire in un colpo solo tutti quegli elementi che rendevano la trasmissione di Alberto Brandi sempre più somigliante a una fastidiosa discussione da Bar Sport. Via ore e ore di noiosissima moviola, via provocatori di professione (ogni riferimento a Giampiero Mughini non è puramente casuale), abolite bellone incapaci di dare un contributo diverso dal mostrare la scollatura o un sensuale accavallamento di gambe. E’ sparito perfino (Deo gratias!) quel triste segmento in cui Giacomo Ciccio Valenti mostrava le immagini più curiose provenienti dagli stadi che non facevano ridere: era il povero Brandi ad abbozzare un sorriso per levarsi dall’imbarazzo di una situazione comica che non riusciva nell’ilare intento.

Tra gli elementi che rendono migliore il nuovo Controcampo c’è senza dubbio l’essenzialità. Poche chiacchiere e ritmi veloci grazie alla presenza in studio del solo conduttore con Giuseppe Cruciani e Diego Abatantuono (salvo qualche incursione degli ex-arbitri Gianluca Paparesta e Graziano Cesari). Un cast ridotto al minimo che permette allo spettatore di seguire i ragionamenti relativi alla domenica calcistica senza che lo stesso possa ‘confondersi’ ascoltando le opinioni più stralunate del freak di turno o tre, quattro temi di discussione che si sovrappongono l’uno con l’altro.


27
agosto

IL CALCIO SCIOPERA MA NON IN TV: TRA AMICHEVOLI (L’INTER SU LA7, IL NAPOLI ANCORA IN PAY PER VIEW) E SPECIALI, RIPARTE CONTROCAMPO CON DIEGO ABATANTUONO

Diego Abatantuono, new entry nel cast di Controcampo - Linea Notte

Abbiate pazienza amici calciofili, abbiamo aspettato tre lunghi mesi senza nemmeno il conforto di un Mondiale o un Europeo (la sola Copa America ha soddisfatto la vostra sete di pallone?), attendiamo anche questi quindici giorni che ci separano dall’inizio di quello che – una volta – era il campionato più bello del mondo. Certo, questo poco comprensibile sciopero dei calciatori ha fatto imbufalire un po’ tutti ma ormai è inutile recriminare: guardiamo piuttosto i lati positivi della sosta forzata.

Non ci riferiamo al maggior tempo da trascorrere con la fidanzata o alle serate libere per poter fare un altro weekend di relax, basterà accendere il televisore per rendersi conto che siamo stati privati “soltanto”delle gare ufficiali strictu sensu ma la baracca pallonara prende comunque il via. Non ci credete? Tra amichevoli di prestigio, calcio internazionale, speciali e programmi di approfondimento che iniziano ugualmente, lo sciopero sembrerà soltanto un brutto sogno!

Per quanto riguarda il calcio giocato, infatti, questa sera alle 20.45 La7 manderà in onda l’amichevole Inter-Chievo, organizzata in fretta e furia per non far perdere il ritmo partita agli “scioperati” e un’ora dopo su Sky e Mediaset Premium potremo assistere al derby del Sud con Napoli e Palermo che si affronteranno al San Paolo in una serata di gala per il club azzurro, con tanto di presentazione della squadra e del nuovo acquisto Goran Pandev. Volete vedere questo spettacolo? “Dieci Euro” e non è lo spot di Claudio Amendola, ma il prezzo richiesto per poter seguire la gara, trasmessa ovviamente in pay per view secondo l’ormai noto ‘Metodo De Laurentiis” che assicura però:” Il ricavato della pay per view andrà in beneficienza“. Il paradosso è che l’ingresso al San Paolo è completamente gratuito!


15
aprile

TRITACARNE: CRUCIANI FA A PEZZI GLI ‘INTOCCABILI’ DELLA POLITICA E DELLA CULTURA SU CURRENT TV

Tritacarne, Giuseppe Cruciani

Berlusconi con Di Pietro e Nichi Vendola, Saviano con Scilipoti. Alessandro Sallusti con Umberto Eco. E la Santanchè. I personaggi al centro delle cronache politiche e d’attualità finiranno tutti in Tritacarne, la nuova trasmissione di commento giornalistico in onda da stasera su Current tv. A sezionarli e macinarli manco fosse Dexter, ci penserà Giuseppe Cruciani, già conduttore de La Zanzara, seguitissima trasmissione di Radio24, e opinionista a Controcampo. Con il suo stile sferzante, ogni venerdì alle ore 23.00 il giornalista sminuzzerà i nomi che contano, gli intoccabili dell’establishment e li metterà sulla graticola dei suoi commenti senza tabù.

Non vedevo l’ora di liberare i miei istinti più velenosi. Avevo voglia di non tenermi tutto dentro. Volevo scegliere una persona, metterla a nudo, sezionarla, svelare le sue ipocrisie e paranoie. Adesso posso farlo usando il mio Tritacarne“. E’ un Cruciani con la mannaia in pugno quello che oggi esordisce su Current tv in seconda serata, pronto a dire la sua su tutto e tutti. In una scenografia semplice, seduto ad una scrivania con un vecchio registratore a nastro e un iPad, l”opinionista seriale‘ passerà al setaccio dichiarazioni, commenti, video, esternazioni ufficiali e off the record delle sue vittime, mettendone in risalto caratteristiche, difetti e contraddizioni. Niente dibattiti o interviste, Tritacarne è un one man show fatto di commenti caustici, di voci e volti dall’attualità.

Tra le prime a finire sotto l’agguato di Cruciani pare ci siano due donne: il direttore dell’Unità Concita De Gregorio e Daniela Santanchè, “il sottosegretario al Ministero più inutile del mondo, quello per l’attuazione del Programma“. Signore particolarmente agguerrite che, su fronti opposti, stanno portando avanti battaglie sulla vita politica (e privata) del premier Berlusconi. Tritacarne non escluderà nessuno; Luigi De Magistris, il “supponenteItalo Bocchino, il “furbo” Pierferdinando Casini, il “sui generis” Domenico Scilipoti… Ogni venerdì verranno tutti fatti a pezzi.